Risultati Premier League/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (8^ giornata, 15-16 ottobre 2016)

- La Redazione

Risultati Premier League: classifica aggiornata, partite e marcatori della 8^ giornata del campionato inglese. Manchester City e Arsenal in testa, ma stasera… (15-16 ottobre 2016)

Conte_esultanza_Euro2016
Antonio Conte (LaPresse)

Si è giocata in Inghilterra la giornata numero 8 di Premier League, il massimo torneo di calcio nazionale. Grande spettacolo, come al solito, negli stadi britannici, con alcune partite emozionanti che hanno sancito importanti variazioni di classifica. L’anticipo di questo turno era Chelsea-Leicester. Derby italiano sulle panchine fra Antonio Conte e Claudio Ranieri; a Stamford Bridge il Chelsea ha battuto 3-0 il Leicester grazie alle reti di Diego Costa, Hazard e Moses e si sono riportati a ridosso della zona Champions a quota 16 punti. Si ferma di nuovo, invece, la formazione di Ranieri, che paga un importante gap tecnico con i Blues e torna a casa con una sconfitta cocente.

Il West Bromwich ha bloccato in casa il Tottenham sull’1-1 nel match giocato alle ore 16:00 di sabato. La formazione di casa si è portata in vantaggio con l’ex di turno Chadli all’82’, che ha battuto Lloris approfittando di una respinta della traversa. Dopo soli 7 minuti, però, fa un gran lavoro Eriksen che mette Alli in condizione di segnare e questi realizza il gol dell’1-1 finale. Stop inaspettato per gli Spurs, che perdono la prima posizione ma vedono il bicchiere mezzo pieno visto lo svantaggio iniziale. Un buon punto, invece, per il West Brom, che mantiene una tranquilla posizione a metà classifica.

Vince in casa lo Stoke City contro il Sunderland in uno scontro diretto potenzialmente decisivo per i giochi salvezza. La squadra di Mark Hughes si aggiudica i 3 punti davanti al proprio pubblico grazie ad una doppietta del gallese Allen, che quindi conferma una splendida annata dopo l’esperienza positiva agli europei con la sua Nazionale. Lo Stoke sale a quota 6 punti e respira dopo le pressioni delle ultime partite. Malissimo il Sunderland, che si troverà ancora una volta quest’anno a dover raggiungere una salvezza al momento più che mai complicata, con i malumori della piazza che crescono.

All’Etihad Stadium il Manchester City viene bloccato dall’Everton 1-1. Partita emozionante al City of Manchester, con la squadra di Guardiola che fallisce prima un rigore nella prima frazione con De Bruyne, poi passa in svantaggio a causa di Lukaku, che realizza al 64′. Un altro penalty viene fallito da Aguero 7 minuti dopo ed i padroni di casa sembrano doversi arrendere alla sconfitta, ma entra in campo Nolito che dopo pochi secondi dal suo ingresso sul terreno di gioco trova la reti dell’1-1. A nulla servono gli assalti finali del City, che ottiene solo un punto e permette alle inseguitrici di avvicinarla in prima posizione. Prova di sostanza, invece, dell’Everton, che ottiene il massimo da un campo difficile contro una squadra allestita per il titolo. 

Vittori anche per il Bournemouth, che schiaccia in casa l’Hull City con il punteggio di 6-1. Dopo l’iniziale vantaggio di Daniels, l’Hull pareggia al 34′ con Mason, ma i padroni di casa ritrovano subito il vantaggio grazie alle reti di Cook e di Stanislas su rigore. Nel secondo tempo gli ospiti tornano in campo con il baricentro avanzato per tentare subito la rimonta, ma finiscono per sbilanciarsi in avanti e subiscono altri 3 gol ad opera di Stanislas, Wilson e Gosling. Sconfitta pesante per l’Hull, che rimane nelle ultime posizioni e diventa, così, la peggior difesa del torneo. Bene il Bournemouth, che vince senza troppi affanni e può ora sperare anche di affacciarsi in zona Europa League.

L’Arsenal batte lo Swansea 3-2 all’Emirates di Londra. La squadra di Wenger passa sul 2-0 nella prima mezz’ora grazie ad una doppietta di Walcott, ma subisce la rete di Sigurdsson che manda le squadre a riposo sul 2-1. Nella ripresa Ozil aumenta nuovamente il distacco per i Gunners, ma l’espulsione di Xhaka constringe i londinesi ad una lunga sofferenza finale anche a causa della rete di Baston che aveva accorciato le distanze. Alla fine l’Arsenal porta a casa la partita ed aggancia al primo posto il Manchester City a 19 punti. Non bastano, invece, allo Swansea, un ottima prova e due gol segnati ai Gunners: la squadra rimane penultima in classifica e conta la sua quarta sconfitta di fila.

Alle 18:30 di sabato il Crystal Palace perde in casa contro il West Ham. La formazione ospite passa in vantaggio con Lanzini al 19′ su assist di Cresswell dopo una prima parte di gara molto equilibrata. I padroni di casa reagiscono subito e si portano a ridosso dell’area degli Hammers, ma sbagliano un rigore sul finale di frazione con Benteke. Nel secondo tempo il copione della gara rimane invariato, ed entrambe le squadre vanno vicine alla rete in qualche situazione, ma neanche l’espulsione di Cresswell serve al Palace per ritornare in parità. Il West Ham sale, così, a 7 punti e riscatta un periodo molto complicato in stagione. Sconfitta dolorosa, per il morale, per il Palace, che perde momentaneamente terreno nei confronti delle prime 6. 

La giornata di domenica è stata inaugurata dal match Middlesbrough-Watford. Allo stadio Riverside, la formazione di Karanka subisce una nuova sconfitta e viene pericolosamente avvicinato dalle ultime tre squadre a quota 6 punti. La vittoria del Watford matura nel secondo tempo, grazie alla rete dell’ex romanista Holebas al 54′. La squadra allenata da Mazzarri, con questo risultato, sale invece a quota 11 punti e al decimo posto in classifica. 

L’altro match di questa domenica era Southampton-Burnley delle ore 17:00. La squadra di casa ha vinto 3-1 ai danni del Burnley per effetto delle reti segnate da Austin (doppietta) e Redmond. A nulla è servito nel finale il gol della bandiera su rigore di Vokes. Con questo risultato, il Southampton sale in classifica fino ad agganciare lo United al settimo posto; seconda sconfitta di fila, invece, per il Burnley, che ora rischia di farsi immischiare nuovamente nella zona calda.

L’ultimo match di giornata è Liverpool-Manchester United, che si giocherà ad Anfield alle ore 21:00. Sono 27 i gol realizzati in 9 partite per questa giornata di Premier, che si conferma campionato molto spettacolare e con un’alta media reti per partita. Solo due, invece, i cartellini rossi consegnati dagli arbitri per questo turno.

Fra i protagonisti individuali di questa giornata c’è Joe Allen, centrocampista dello Stoke autore delle due reti che hanno regalato la vittoria ai danni del Sunderland. Una nota di merito va anche al portiere dell’Everton Stekelenburg, che oltre a parare due rigori compie alcuni interventi prodigiosi. Per il portiere olandese si tratta probabilmente della miglior partita della sua carriera, come anche dichiarato dal tecnico Koeman. suo connazionale. Il mediano gallese, idolo in patria per le sue prestazioni in Nazionale, si conferma elemento prezioso del centrocampo di Hughes. Protagonisti con una doppietta anche Walcott e Stanislas, che contribuiscono al successo rispettivamente di Arsenal e Bournemouth; è giornata no, invece, per il kun Aguero, che fallisce un rigore che poteva essere decisivo per la vittoria.

Chelsea-Leicester 3-0: Costa, Hazard, Moses

Arsenal-Swansea 3-2: Walcott (A) 2, Sigurdsson (S), Ozil (A), Baston (S)

Bournemouth-Hull 6-1: Daniels (B), Mason (H), Cook (B), Stanislas (B) 2, Wilson (B), Gosling (B)

Manchester City-Everton 1-1: Lukaku (E), Nolito (M)

Stoke-Sunderland 2-0: Allen 2

Wba-Tottenham 1-1: Chadli (W), Alli (T)

Crystal Palace-West Ham 0-1: Lanzini

Middlesbrough-Watford 0-1: Holebas

Southampton-Burnley 3-1: Austin (S) 2, Redmond (S), Vokes (B) 

Manchester City, Arsenal 19

Tottenham 18

Liverpool*, Chelsea 16

Everton 15

Manchester United* 13

Southampton 12

Crystal Palace, Watford, Bournemouth 11

Wba 10

Leicester 8

Burnley, West Ham, Hull 7

Middlesbrough, Stoke 4

Swansea 4

Sunderland 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori