Probabili Formazioni / Roma-Inter: moduli a confronto. Quote e ultime novità live (Serie A 7^ giornata, oggi 2 ottobre 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Roma-Inter: quote, le ultime novità live su moduli e titolari per la partita di Serie A, big-match della 7^ giornata all’Olimpico (oggi 2 ottobre 2016)

Brozovic2016
Marcelo Brozovic (LaPresse)

Le probabili formazioni di Roma-Inter, che si affronteranno stasera all’Olimpico. Con quali giocatori? Facciamo il punto della situazione con le ultime novità live sulle due squadre, divise da un solo punto in classifica. Non ci sarà spazio per Edin Dzeko nell’attacco della Roma: Mohamed Salah sarà l’unica punta con Alessandro Florenzi, Radja Nainggolan e Diego Perotti a supporto. Luciano Spalletti dovrebbe puntare su giocatori “muscolari” e dinamici. La diga al centrocampo sarà, invece, composta da Daniele De Rossi e Kevin Strootman. In difesa Kostantinos Manolas e Federico Fazio con Bruno Peres e Juan Jesus terzini. Tra i pali Wojciech Szczesny. Modulo speculare per l’Inter ritrova a centrocampo Joao Mario, al cui fianco agirà Gary Medel. Davanti Antonio Candreva, Ever Banega e Ivan Perisic a supporto di Mauro Icardi, che agirà da terminale offensivo. In difesa, invece, Joao Miranda e Jeison Murillo con Cristian Ansaldi e Davide Santon sulle fasce, Samir Handanovic in porta. 

La settima giornata di Serie A si chiude con Roma-Inter, big match che propone anche un confronto tra Luciano Spalletti e Frank de Boer. Il tecnico olandese è al debutto in Serie A, quindi affronterà per la prima volta la Roma e il tecnico giallorosso. Luciano Spalletti, invece, vanta un bel numero di precedenti con l’Inter: sono, infatti, ben 31 le partite nelle quali l’attuale allenatore della Roma ha affrontato i nerazzurri. Il bilancio, però, è leggermente negativo: sono 10 le vittorie, 9 i pareggi e 12 le sconfitte. Solo in due occasioni si è trattato di sfide terminate a reti bianche: all’epoca (2003-2004) Luciano Spalletti allenava l’Udinese. In tutte le altre occasioni è stata segnata almeno una rete. Facile aspettarsi, dunque, una sfida spettacolare, del resto si affrontano Luciano Spalletti e Frank de Boer, due allenatori offensivi dal punto di vista tattico. Chi si aggiudicherà tra i due il primo incrocio? 

Cresce l’attesa per Roma-Inter, ma diamo uno sguardo intanto alle panchine. Ritroverà posto in attacco Dzeko, per cui El Shaarawy dovrà sperare in una chance a partita in corso, visto che Luciano Spalletti non intende rinunciare nemmeno a Perotti. Con il “Faraone”, siederanno in panchina anche Iturbe e Totti, che potrebbe tornare sempre utile nella seconda parte della partita. Difficilmente vedremo in campo Juan Jesus, destinato alla panchina vista la buona prova di Fazio in Europa League. De Rossi e Nainggolan avranno spazio con Strootman a centrocampo, quindi Paredes sarà spettatore non pagante. Passiamo all’Inter e ai dubbi di Frank de Boer: visto il problema al polpaccio di Joao Mario potrebbe trovare spazio uno tra Gnoukouri e Brozovic, che per il momento restano più vicini alla panchina che a indossare la maglia da titolare. Ansaldi dovrebbe essere confermato, quindi D’Ambrosio dovrà accomodarsi in panchina con Miangue. Panchina per Gabigol ed Eder, visto che in attacco ci sarà Icardi con Candreva, Banega e Perisic alle sue spalle. 

Gli assenti di Roma-Inter: diamo uno sguardo alla lista dei giocatori che dovranno saltare il big match della settima giornata del campionato di Serie A. Non ci sono squalificati né nella rosa di Luciano Spalletti né in quella di Frank de Boer, ma entrambi gli allenatori devono fare i conti con delle assenze, visto che le rispettive infermerie “ospitano” alcuni giocatori. La Roma, ad esempio, deve fare a meno a lungo di Mario Rui, che ha riportato la rottura del legamento crociato in estate: il suo rientro è previsto a metà gennaio. Riuscirà a rientrare prima Rudiger, che era stato fermato dalla rottura del legamento crociato: il difensore tedesco dovrebbe rientrare a metà ottobre. Non sono chiari, invece, i tempi di recupero di Vermaelen, alle prese con una pubalgia. Discorso simile per il giovane portiere dell’Inter Ionut Radu, che è stato operato alla spalla. Ma nell’Inter mancheranno anche Andreolli, che dovrebbe riuscire a recuperare dopo la sfida contro la Roma. Da valutare, invece, le condizioni di Joao Mario, in forte dubbio per un’elongazione al gemello laterale prossimale. Dovrebbe farcela, infine, Murillo, alle prese con una lombalgia. 

Il settimo turno di campionato si concluderà con la sfida Roma-Inter, che sicuramente mette di fronte due formazioni piene di talento anche se a volte un po’ in difficoltà nel farlo vedere. Arriviamo al big match di giornata con diversi protagonisti attesi per l’appuntamento in questione. Tra la Roma un giocatore in cerca di continuità è sicuramente Mohamed Salah, che ha iniziato la stagione tra tanti bassi e pochi bassi. Attaccante tecnico e molto rapido, può fare la differenza anche perchè in grado di produrre degli strappi in velocità non indifferenti, che potrebbero aprire gli spazi nella retroguardia interista non sempre irreprensibile, in questo avvio di stagione. Dopo aver riposato in Europa League, con risultati non positivi per la squadra, è pronto di nuovo ad esplodere Mauro Icardi. L’argentino è il capocannoniere con le sue sei reti della massima categoria e sarebbe molto felice di ampliare il suo curriculum anche con una prestazione superba. Questanno Icardi sta fornendo prestazioni a tutto tondo, facendo reparto da solo come meno gli capitava nelle stagioni passate. 

Il big match della giornata di Serie A è sicuramente Roma-Inter con i due tecnici che dovranno sciogliere alcuni dubbi con diversi ballottaggi in corso. Entrambe le squadre vengono dalla settimana di Europa League anche se i padroni di casa sono reduci da una bella vittoria e gli ospiti da una pesante sconfitta. Frank de Boer ha fatto girare di più gli uomini e quindi dovrebbe avere meno dubbi sull’undici titolare di partenza. Ansaldi potrebbe partire titolare al posto di uno tra D’Ambrosio e Miangue. In mezzo al campo invece si giocano in tre una maglia con Gnoukouri favorito su Kondogbia e Felipe Melo. Tra i padroni di casa invece al centro della difesa Federico Fazio continuerà ad essere il punto di riferimento anche se c’è Juan Jesus che scalpita ed è reduce dalla buona prova contro il modesto Astra Giurgiu. Davanti invece Edin Dzeko dovrebbe riprendersi il suo ruolo di punta centrale anche se c’è l’idea Stephan El Shaarawy.

, partita valida per la settima giornata del campionato di Serie A 2016/2017, si gioca alle ore 20:45 di questa sera. Partite come Roma-Inter non hanno bisogno di presentazioni: una grande classica del calcio italiano, nello scorso decennio tante volte ha assegnato lo scudetto, Coppe e Supercoppe. Oggi sia i giallorossi sia i nerazzurri hanno voglia di riscatto: la Roma per la sconfitta nella scorsa giornata di campionato, l’Inter per lo scivolone in Europa League. Arbitra la partita dello stadio Olimpico della capitale il signor Luca Banti. Diamo ora uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Roma-Inter.

Per Roma-Inter, partita valida per la settima giornata del campionato di Serie A 2016/2017, le quote Snai ci dicono che la vittoria della Roma (segno 1) vale 1,95, il pareggio (segno X) vale 3,50 mentre la vittoria dell’Inter (segno 2) è quotata 3,90 volte la somma che deciderete di giocare.

Riflettori sulla difesa, che è il reparto che ha avuto più problemi in questa prima parte della stagione della Roma, anche a causa di qualche assenza di troppo. Ecco perché stasera fra i titolari dovremmo trovare i due nuovi acquisti sudamericani, l’argentino Fazio e il brasiliano Juan Jesus, ex della partita. In nerazzurro non ha lasciato un grandissimo ricordo, potrebbe essere l’occasione buona per farsi rimpiangere dai tifosi dell’Inter e farsi amare da quelli della Roma. Dal centrocampo in su le cose vanno decisamente meglio, anche se Luciano Spalletti dovrà decidere quale assetto dare al suo reparto avanzato. Oggi rischiano la panchina soprattutto Dzeko e capitan Totti.

Due uomini sotto i riflettori: Cristian Ansaldi e Marcelo Brozovic. L’esterno argentino dovrebbe fare il suo esordio in campionato dopo i minuti messi nelle gambe giovedì, ma resta da capire se Frank De Boer oserà metterlo subito titolare o se in partenza sceglierà D’Ambrosio. L’altro grande ritorno, anche se stavolta dopo uno stop per motivi disciplinari, è quello di Brozovic: il centrocampista croato potrebbe partire titolare considerati i problemi di Joao Mario, per lui sarebbe una grande occasione per dare una svolta alla sua stagione e tornare centrale nelle gerarchie dell’allenatore. Tutto chiaro invece davanti, dove troveremo Candreva, Banega e Perisic alle spalle del capitano capocannoniere Mauro Icardi, già a quota sei gol in campionato. 

 

1 Szczesny; 13 Bruno Peres, 44 Manolas, 20 Fazio, 3 Juan Jesus; 6 Strootman, 16 De Rossi, 4 Nainggolan; 8 Perotti; 11 Salah, 22 El Shaarawy. All. Spalletti.

A disposizione: 19 Alisson, 18 Lobont, 24 Florenzi, 33 Emerson, 91 Marchizza, 17 Seck, 5 Paredes, 30 Gerson, 7 Iturbe, 10 Totti, 9 Dzeko.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Mario Rui, Rudiger, Nura, Vermaelen.

 1 Handanovic; 15 Ansaldi, 25 Miranda, 24 Murillo, 21 Santon; 77 Brozovic, 17 Medel; 87 Candreva, 19 Banega, 44 Perisic; 9 Icardi. All. De Boer.

A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 13 Ranocchia, 33 D’Ambrosio, 95 Miangue, 5 Felipe Melo, 7 Kondogbia, 6 Joao Mario, 8 Palacio, 10 Jovetic, 23 Eder, 96 Gabigol.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Andreolli.

 

Arbitro: Banti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori