Diretta / Rapid Vienna-Sassuolo (risultato finale 1-1) info streaming video e tv: Buon pareggio per i neroverdi (Europa League 2016)

- La Redazione

Diretta Rapid Vienna-Sassuolo, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita di giovedì 20 ottobre, valida per la terza giornata del girone F di Europa League

SassuoloEuropaLeague_schierato
Foto LaPresse

E’ terminato da pochissimo l’incontro tra Rapid Vienna e Sassuolo che si è concluso sul risultato di 1 a 1. Un pareggio che finalmente cambia il trend negativo in trasferta dei ragazzi di Di Francesco che sono riusciti a raggiungere la parità grazie ad un incredibile autogol di Schrammel che con un intervento molto goffo ha così regalato un punto agli emiliani che tengono aperte le speranze di passare alla fase finale della competizione europea. Dopo aver riequilibrato il risultato le due squadre sicuramente stanche per l’incredibile intensità messa in campo nella prima ora di gioco hanno faticato a creare grossi pericoli negli ultimi venti metri. .

Quando siamo giunti all’80’ della partita tra Rapid Vienna e Sassuolo il risultato si trova sul   Al 66′ gli emiliani hanno agguantato il pareggio con un incredibile autogol segnato da Schrammel che ha messo goffamente nella propria porta l’innocuo cross di Peluso proveniente dalla sinistra. Al 58′ primo cambio per Di Francesco che manda in campo Defrel al posto di Ragusa e proprio l’attaccante francese a sfiorare immediatamente al 59′ il pareggio con un gran tiro al volo su una bella sponda di petto di Matri che ha costretto Strebiger ad un intervento in tuffo veramente miracoloso. Al 64′ e al 73′ l’allenatore dei padroni di casa decide di effettuare i rimanenti due cambi inserendo Grahovac e Jelic al posto di Murg e Traustason. Al 78′ cambio anche per il Sassuolo con Ricci che ha preso il posto dello stanchissimo Matri

E’ ricominciato da circa dieci minuti di gioco il secondo tempo della sfida tra Rapid Vienna e Sassuolo con il punteggio fermo 1 a 0 in favore dei padroni di casa per il gol firmato dal numero austriaco Schaub al 7′. La ripresa si è aperta con una sostituzione immediata visto che mister Buskens ha mandato in campo Hoffmann per Dibon, un cambio che non muta l’assetto degli austriaci dato che i due giocatori sono entrambi due difensori centrali. Le due squadre finora non sono ancora riuscite occasioni da rete ma il ritmo è rimasto comunque molto elevato, vedremo se gli uomini di Di Francesco riusciranno ad agguantare il pareggio..

Si è concluso da pochissimi minuti il primo tempo della partita tra Rapid Vienna e Sassuolo sul risultato di 1 a 0 per la rete segnata da Schaub al 7′. Il Sassuolo dopo un avvio disastroso ed una crescita a metà della prima frazione di gioco, è un pò calato nel finale nuovamente concedendo un’altra grossa occasione ai padroni di casa che hanno centrato una clamorosa traversa al 42′ con Joelinton. Il brasiliano ha concluso con una spettacolare rovesciata che si è stampata sulla parte superiore della traversa emiliana una splendida azione avviata da Schaub e ricamata dall’ottimo Pavelic il cui cross ha trovato tutto solo il centravanti di casa. Dopo due minuti di recupero il direttore di gara ha così decretato la conclusiona di una prima frazione di gioco molto piacevole da vedere soprattutto per il ritmo e l’intesità veramente alto con le quali le due formazioni hanno disputato i primi quarantacinque minuti di gioco.

Siamo giunti al 30′ della sfida tra Rapid Vienna e Sassuolo valida per la terza giornata del Girone F di Europa League e il risultato si trova ora sul 1 a 0 per la rete segnata da Schaub al 7′ . Dopo un avvio disastroso, la squadra di Di Francesco sta lentamente crescendo ed ora sembra padrona del campo.  Al 12′ i padroni di casa sono andati vicinissimi al raddoppio con Murg che servito ottimamente in area di rigore dallo scatenato Schaub ha calciato centralmente consentendo a Consigli di respingere. Al 16′ prima occasione invece per gli emiliani che costruiscono una bella azione con Matri che ha servito alla perfezione in profondità Ragusa che però ha incredibilmente messo fuori da ottima posizione. Al 29′ però si riaffacciano i padroni di casa con Pavelic che, dopo aver saltato Magnanelli ha cercato una potente conclusione da fuori area che è finita di poco a lato della porta di Consigli.

Allo Stadio Allianz di Vienna i padroni di casa del Rapid stanno affrontando il Sassuolo nella sfida valida per la terza giornata del girone F di Europa League e, quando la partita è iniziata da circa dieci minuti, il risultato è ancora fermo sullo 1 a 0. La gara difatti è stata sbloccata dopo pochi minuti, al 7′, da Schaub che ha appoggiato da due passi dopo un azione confusa in area emiliana nata da un calcio d’angolo. Nell’occasione non impeccabile Consigli che è uscito coi pugni servendo involontariamente Murg che ha poi passato il pallone al liberissimo Schaub. Partita importante per entrambe le formazioni visto il grande equilibrio del girone, gli austriaci proveranno a conquistare i tre punti davanti al proprio pubblico mentre gli emiliani devono invertire la tendenza negativa in trasferta. Dopo solamente 36 secondi i padroni di casa hanno subito sfiorato il gol col brasiliano Joelinton che ha tentato una conclusione da fuori area ed ha costretto Consigli ad un ottimo intervento col quale ha mandato il pallone sopra la traversa. Al 10′ ancora Rapid con lo scatenato Schaub che dopo aver recuperato palla si è accentrato ed ha calciato a colpo sicuro da limite dell’area mettendo fuori di pochissimo. Sassuolo in evidente difficoltà

Rapid Vienna-Sassuolo prenderà il via fra pochi minuti, quando nella capitale austriaca ci sarà il fischio dinizio di questa partita valida per la terza giornata del girone F di Europa League 2016-2017, finora caratterizzato da un grande equilibrio. Ogni punto dunque potrebbe essere fondamentale e questo spiega limportanza della partita: andiamo allora a vedere quali sono le formazioni ufficiali che sono state scelte dai due allenatori, in particolare come Eusebio Di Francesco metterà in campo il suo Sassuolo. Bisogna fare i conti ancora con qualche assenza, ma i neroverdi comunque non rinunceranno al loro aggressivo 4-3-3 quasi tutto italiano, con Lirola unico straniero fra i titolari. Adesso però Rapid Vienna-Sassuolo sta per cominciare, la parola al campo! RAPID VIENNA (4-2-3-1): 30 Strebinger; 22 Pavelic, 3 Schosswendter, 17 Dibon, 4 Schrammel; 26 Mocinic, 8 Schwab; 29 Murg, 10 Schaub, 23 Traustason; 34 Joelinton. Allenatore: Michael Buskens. SASSUOLO (4-3-3): 47 Consigli; 20 Lirola, 5 Antei, 15 Acerbi, 13 Peluso; 22 Mazzitelli, 4 Magnanelli, 6 Pellegrini; 16 Politano, 10 Matri, 90 Ragusa. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

In Rapid Vienna-Sassuolo vedremo allopera due moduli molto interessanti come il 4-2-3-1 degli austriaci e lormai collaudatissimo 4-3-3 del Sassuolo. Entrambe le squadre spingono molto sui movimenti offensivi: nel Sassuolo i tagli costanti degli esterni, che spesso giocano anche a piede invertito, sono fondamentali per creare spazi allattaccante ma anche alle mezzali che si inseriscono da dietro, e non è raro che i laterali si scambino posizione e fascia. Cè poi un attaccante come Defrel che sa giocare anche da esterno o seconda punta, e dunque sa liberare ampie porzioni di campo andando a giocare palla lontano dalla porta. Anche il Rapid Vienna pratica concetti simili, con Joelinton che si muove molto lungo il fronte dattacco e con Schaub che come abbiamo visto si fa trovare spesso e volentieri in area di rigore per concludere in prima persona. Sarà inevitabilmente una bella partita: se le premesse sono queste, le due formazioni in campo si preoccuperanno innanzitutto di segnare un gol in più dellavversario e quindi potrebbe risultarne un bello spettacolo.

La tattica di Rapid Vienna-Sassuolo prevede una partita potenzialmente molto veloce, giocata con intensità da entrambe le squadre e con i reparti offensivi che saranno centrali nellidea dei due allenatori. Sia Eusebio DI Francesco che Michael Buskens infatti amano giocare la palla, non subendo passivamente lavversario ma provando a controllare la manovra; in questo senso schierano attacchi con giocatori rapidi e in grado di allargare il campo, puntando molto sugli esterni che creano spazi per gli inserimenti da dietro. Non è un caso che Domenico Berardi – oggi assente – sia il cannoniere principale del Sassuolo pur partendo largo a destra, mentre nel Rapid Vienna il miglior marcatore è Louis Schaub che di base è un trequartista e lui pure ama piazzarsi sullesterno. Manovra veloce, pochi palloni alti nellarea di rigore e il tentativo di giocare sempre palla a terra provando a entrare nei 16 metri con il fraseggio; questo dobbiamo aspettarci da Rapid Vienna-Sassuolo, speriamo che le premesse siano mantenute sul campo e ovviamente che il Sassuolo riesce a uscire con un risultato positivo dalla capitale austriaca.

Per Eusebio Di Francesco Rapid Vienna-Sassuolo non sarà un partita decisiva, ma in ogni caso per la sua squadra sarà importante centrare un bel risultato: Da qui alla fine del girone ci sono in palio 12 punti e noi puntiamo se non altro a confermare la nostra posizione attuale, cioè la seconda, e fare quanti più punti riusciremo a partire dalla partita di domani (oggi, NdR). Di Francesco è tornato alla sfida persa contro il Genk ammettendo qualche errore tecnico della sua squadra; ha parlato di una fase difensiva da migliorare e di una strategia che prevederà di fare gol, dovremo contrastare al meglio i loro attacchi ma senza essere passivi. Di Francesco ha poi detto che sicuramente lambiente avrà impatto a favore del Rapid Vienna, ma che crediamo di poter sopperire al fattore campo. Per quanto riguarda il Rapid Vienna, è una squadra che somiglia al Genk: davanti hanno tanta qualità. E sugli infortuni, ha dato la colpa alla grande intensità che il Sassuolo mette in ogni gara e dunque in questo senso sono episodi casuali: allontanata lipotesi che possa avere inciso la preparazione molto precoce.

In Rapid Vienna-Sassuolo vedremo allopera due moduli molto interessanti come il 4-2-3-1 degli austriaci e lormai collaudatissimo 4-3-3 del Sassuolo. Entrambe le squadre spingono molto sui movimenti offensivi: nel Sassuolo i tagli costanti degli esterni, che spesso giocano anche a piede invertito, sono fondamentali per creare spazi allattaccante ma anche alle mezzali che si inseriscono da dietro, e non è raro che i laterali si scambino posizione e fascia. Cè poi un attaccante come Defrel che sa giocare anche da esterno o seconda punta, e dunque sa liberare ampie porzioni di campo andando a giocare palla lontano dalla porta. Anche il Rapid Vienna pratica concetti simili, con Joelinton che si muove molto lungo il fronte dattacco e con Schaub che come abbiamo visto si fa trovare spesso e volentieri in area di rigore per concludere in prima persona. Sarà inevitabilmente una bella partita: se le premesse sono queste, le due formazioni in campo si preoccuperanno innanzitutto di segnare un gol in più dellavversario e quindi potrebbe risultarne un bello spettacolo.

La partita Rapid Vienna-Sassuolo è uno scontro inedito anche per gli allenatori, che in questa sede mettiamo a confronto. Mike Buskens e Eusebio Di Francesco hanno una cosa in comune: sono entrambi all’esordio assoluto in Europa da allenatori. Il tecnico tedesco, alla guida del Rapid Vienna da quest’estate, ha conquistato la qualificazione alla fase a gironi dopo aver eliminato Torpedo Zhodino al terzo turno dei preliminari e l’As Trencin nella fase successiva. Il bilancio in questa stagione è equilibrato: finora, infatti, l’allenatore del Rapid Vienna ha ottenuto una vittoria (contro il Genk) e una sconfitta (contro l’Athletic Bilbao). Stessi risultati conseguiti da Eusebio Di Francesco: il suo Sassuolo ha vinto all’esordio contro l’Athletic Bilbao, ma poi ha perso contro il Genk. Senza sconfitte, invece, il cammino ai preliminari: due vittorie e due pareggi contro Stella Rossa e Lucerna. Stasera, dunque, il primo incrocio ufficiale tra le due squadre e i rispettivi allenatori.

Rapid Vienna-Sassuolodiretta dall’arbitro portoghese Hugo Miguel, è valida per la terza giornata del girone F di Europa League 2016-2017 e, in programma alle ore 21:05 di giovedì 20 ottobre, mette di fronte due squadre che hanno finora raccolto 3 punti. Il Sassuolo ha prima battuto nettamente l’Athletic Bilbao per poi cadere rovinosamente a Genk; anche la formazione austriaca, guidata da Mike Buskens ha ottenuto gli stessi risultati, con un successo nella prima gara contro il Genk in casa ed una sconfitta di misura, 1-0 in casa della formazione spagnola nella seconda giornata 

Un gruppo quindi che vede tutte le squadre appaiate a quota 3, dopo 2 gare, con la formazione belga in testa, davanti al Sassuolo, per la differenza reti. Lultima gara disputata in Europa League ha visto il Sassuolo, in formazione molto rimaneggiata, cadere a Genk, dove i locali hanno messo al sicuro la partita già nel primo tempo, sul risultato di 2 0, per poi allungare nella ripresa e mollare un pò gli ormeggi nel finale con il Sassuolo che è stato bravo a non demordere, andando in rete con Politano.

Il Rapid Vienna nella precedente gara casalinga ha ottenuto un successo per 3 2 contro il Genk, con la squadra belga capace di passare in vantaggio al primo minuto di gioco con Bailey, che poi ha segnato su rigore la seconda rete della sua squadra al 90esimo, ma nellintervallo tra le due reti gli austriaci sono andati a segno tre volte, tutte nella ripresa, con Schwab, Joelinton ed una autorete di Colley. 

In campionato la formazione austriaca si trova al quinto posto, con 17 punti allattivo, ma molto lontana dalla capolista, Sturm Graz, che di punti ne vanta 28, dopo che sono state giocate 11 giornate. Nellultima partita, giocata in casa sabato contro lAltach, la formazione di Mike Buskens ha ottenuto un pareggio, con il punteggio di 1 1, con rete segnata da Schossvendter ad 1 minuto dalla fine del match, dopo che lAltach era passato in vantaggio nel corso del primo tempo.

Anche il Sassuolo ha giocato in campionato, soffrendo forse un po’ più del previsto per battere, in rimonta, il fanalino di coda Crotone, che era passato in vantaggio dopo 2 minuti ed ha costretto la truppa di Di Francesco ad un lungo inseguimento prima di ribaltare la situazione. In rete per il Sassuolo Sensi e Iemmello, nel giro di 3 minuti nel concitato finale di gara, all83esimo ed all86esimo.

Per la gara di giovedì sera il Rapid Vienna deve fare a meno di Schobesberger, a causa di un infortunio al ginocchio, mentre sono tre le pedine che mancano a Di Francesco, Berardi, Missiroli e Duncan. La formazione di casa scenderà in campo con il suo classico 4-3-3 con Matri nel tridente offensivo insieme a Politano e Defrel. Per la linea di centrocampo Biondini, Pellegrini e Magnanelli, mentre davanti a Consigli, lo spagnolo Lirola e lex juventino Peluso saranno i giocatori sulle fasce laterali e Cannavaro con Acerbi la coppia centrale.

Un Sassuolo sicuramente propositivo, con Di Francesco che vuole immediatamente far dimenticare la gara di Genk. Per gli austriaci del Rapid Vienna, il tecnico Mike Büskens, che ha una buona esperienza internazionale e da giocatore ha giocato anche nello Schalke 04, con cui ha vitto ledizione 1997 della Coppa UEFA, ha scelto lo schema 4-2-3-1 con il brasiliano Joelinton come unica punta. Dietro di lui giocheranno Schaub, Traustason e Schwab. Mocinic e Grahovac saranno i due mediani, davanti ad una linea difensiva che vede Ravelic e Schrammel sulle fasce e Dibon con Schosswender davanti al portiere Strebinger. 

La maggiore esperienza internazionale ed il fatto di giocare in casa, fanno preferire il Rapid di Vienna per quanto riguarda le quote delle scommesse. Lagenzia Snai propone infatti la vittoria del Rapid a 2,20, il pareggio a 3,35 ed il successo della formazione italiana a 3,25. 1,85 e 1,90 sono le quote fissate, rispettivamente, per la giocata sullunder e sullover.

Rapid Vienna-Sassuolo, che inizia alle 21,05 di giovedì 20 ottobre, sarà visibile in diretta tv dalla stessa ora, sul canale 203 della piattaforma satellitare Sky Sport 3 oppure su Sky Calcio 2; tutti gli abbonati avranno inoltre la possibilità di avvalersi del servizio di diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori