PROBABILI FORMAZIONI/ Slovan Liberec-Fiorentina: il giovane. Quote, ultime notizie live (Europa League girone J, oggi 20 ottobre 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Slovan Liberec-Fiorentina: quote e ultime notizie live su moduli e titolari per la partita di Europa League girone J (oggi giovedì 20 ottobre 2016)

demaio_babacar
Foto LaPresse

Nelle probabili formazioni di Slovan Liberec-Fiorentina cè ancora qualche possibile dubbio per Paulo Sousa e uno di questi coinvolge anche il giovane figlio darte Federico Chiesa, classe 1997 che in questa stagione è già sceso in campo con la prima squadra in tre occasioni fra campionato ed Europa League. La prima fu decisamente sorprendente, perché il 20 agosto scorso lallenatore della Fiorentina schierò a sorpresa Chiesa junior titolare al debutto in campionato, per altro in una partita che non può mai essere un match qualunque per la Fiorentina: contro la Juventus allo Stadium. Chiesa giocò solo il primo tempo, ma fu un vero e proprio battesimo del fuoco; da allora sono arrivate per Federico altre due presenze, anche se entrambe da subentrato. In campionato si è infatti rivisto in occasione del match contro lUdinese, mentre in Europa League ha giocato contro il Qarabag. Oggi per Federico Chiesa potrebbe esserci una nuova occasione, forse pure dal primo minuto.  

Il turnover che ci aspettiamo nelle probabili formazioni di Slovan Liberec-Fiorentina riguarda anche la difesa viola, dove dovrebbe trovare un posto da titolare anche il francese Sebastien De Maio, arrivato questa estate alla Fiorentina in prestito dallAnderlecht, che solamente poche settimane prima lo aveva acquistato dal Genoa. Sembrava dunque destinata a interrompersi la lunga carriera italiana di De Maio, che fin da quando aveva 19 anni si era trasferito dalla Francia al nostro Paese – correva lanno 2006. Finora però De Maio ha avuto poco spazio nella squadra viola: solamente due presenze, anche se entrambe da titolare ed entrambe per 90 minuti. Insomma, quando Paulo Sousa lo ha schierato gli ha dato fiducia dallinizio alla fine, il problema è che finora questo è successo solamente contro lUdinese in campionato e contro il Qarabag in Europa League. Adesso arriva unaltra chance di mettersi in mostra in campo internazionale, lobiettivo personale per il difensore è naturalmente quello di mettersi in mostra per scalare le gerarchie di Sousa anche in campionato.

Per il match Slovan Liberec-Fiorentina, valido per la terza giornata di Europa League, la certezza per il tecnico Jindrich Trpisovsky porta il nome di Nikolay Komlichenko, lattaccante russo atteso in campo allo stadio U Nisy fin dal primo minuto. Arrivato in prestito stagionale dal Krasnodar, lattaccante russo classe 1995 si è già confermato tra i migliori marcatori della formazione ceca, conquistando il cuore dei tifosi. Suo il gol decisivo nel match contro il Paok Salonicco nella scorsa giornata di Europa League, lunica in cui il tecnico lha inserito per 90 minuti: dopo il primo minuto infatti Komlichenko è riuscito subito a sbloccare il risultato ponendosi in vantaggio sulla formazione greca, segnando anche un nuovo record. Al bomber russo infatti sono bastati appena 44 secondi per violare lo specchio avversario, davvero niente male per il diciannovenne di Krasnodar. Purtroppo il match si concluse poi con la vittoria del Paok Salonicco, ma le valutazioni sul giovane attaccante sono più che positive. 

Uno dei dubbi che ancora caratterizzano le probabili formazioni di Slovan Liberec-Fiorentina è quello che coinvolge Cristian Tello, che contende – presumibilmente a Ilicic – una maglia da titolare nel reparto offensivo dellaFiorentina per questa importante partita di Europa League. Fino a questo momento Tello ha collezionato sette presenze in Serie A e due in Europa: praticamente ha giocato sempre, ma si tratta in gran parte di spezzoni di partita. Insomma, Tello è un giocatore molto considerato dallallenatore, ma soprattutto come variazione a partita in corso. Questa sera a Liberec potrebbe invece avere unimportante occasione da titolare il giocatore cresciuto  nel florido vivaio del Barcellona, che è piaciuto domenica quando è entrato nella difficile partita contro lAtalanta, anche se nemmeno il suo innesto è servito a dare la vittoria ai padroni di casa. Lobiettivo potrebbe anche essere il primo gol stagionale: in una Fiorentina che fa fatica a segnare, certamente non guasterebbe. 

Nelle probabili formazioni di Slovan Liberec-Fiorentina spicca la panchina alla quale dovrebbe essere destinato Carlos Sanchez, che fino a questo momento è stato lo stakanovista della Fiorentina avendo già giocato ben 603 minuti, dato ancora più interessante se si considera che i viola devono ancora completare la partita contro il Genoa che fu sospesa a Marassi per impraticabilità del campo dopo circa mezzora, dunque per il momento la Fiorentina ha disputato solamente sette giornate di Serie A. Per Sanchez anche il gol contro il Chievo in occasione del debutto al Franchi, una partita speciale visto che era pure il culmine dei festeggiamenti per i 90 anni della società gigliata. Nel giro di pochissime settimane (è arrivato ad agosto già inoltrato) il centrocampista colombiano è dunque subito diventato un punto fermo per lallenatore Paulo Sousa, che però stasera a Liberec dovrebbe fargli tirare il fiato per poi riproporlo titolare domenica in campionato. 

Continuando a parlare dellattacco viola nella nostra analisi delle probabili formazioni di Slovan Liberec-Fiorentina, parliamo adesso della punta che dovrebbe essere stasera il centravanti titolare, cioè Khouma el Babacar. Nel contesto di una stagione finora piuttosto difficile per la Fiorentina in quanto a gol segnati, tutto sommato il senegalese sta facendo bene il suo dovere. In Europa League è già arrivata la doppietta contro il Qarabag, mentre in campionato Babacar ha segnato contro Udinese e Torino. Numeri magari non esaltanti, ma se si considera che in Serie A il giovane africano ha giocato solamente in cinque giornate, tra laltro essendo titolare solamente contro Udinese e Atalanta e giocando gli interi 90 minuti in una sola occasione, proprio al Friuli quando segnò il suo primo gol stagionale, possiamo certamente dire che Babacar ha compiuto il proprio dovere ed è caso mai stato il resto della squadra a segnare decisamente poco. Ecco dunque che Paulo Sousa ha deciso di affidarsi a lui questa sera in una partita che potrebbe già dire molto in ottica qualificazione. 

Nelle probabili formazioni di Slovan Liberec-Fiorentina possiamo notare che Nikola Kalinic dovrebbe partire dalla panchina. Paulo Sousa infatti dovrebbe dare un turno di riposo allattaccante croato che sta vivendo un inizio di stagione particolarmente difficile con due soli gol allattivo fra campionato ed Europa League. A dir la verità linizio era stato buono con il gol segnato alla Juventus nel big-match della prima giornata di Serie A (anche se non servì ad evitare la sconfitta), ma sono passati due mesi esatti da quel 20 agosto e da allora è arrivata una sola altra rete, nella partita contro il Qarabag che ha alzato la media realizzativa di un attacco che per il resto sta deludendo. Sul banco degli imputati cè naturalmente anche Kalinic, che sta vivendo un 2016 decisamente complicato: bisogna infatti ricordare che pure nella passata stagione aveva segnato solamente due gol dopo Natale, dunque in totale è a quota quattro reti segnate in tutto lanno solare 2016. Un giocatore da ritrovare per il bene della Fiorentina, evidentemente Paulo Sousa in questo momento preferisce riservarlo al campionato.

una delle partite di Europa League in programma giovedì 20 ottobre 2016: si gioca allo stadio U Nisy di Liberec dalle ore 19:00, dirige larbitro olandese di evidenti origine turche Serdar Gozubuyuk assistito dai guardalinee Davie Goossens e Bas Van Dongen. Nel girone J la situazione di classifica è favorevole alla Fiorentina, che è prima con 4 punti alla pari con il Paok Salonicco, mentre lo Slovan Liberec insegue a quota 1, appaiato al Qarabag. Solvan Liberec-Fiorentina dunque per i viola di Paulo Sousa potrebbe già essere unoccasione per ipotecare con ampio anticipo la qualificazione ai sedicesimi di finale: vediamo di seguito le probabili formazioni del match e le quote per il pronostico.

Nonostante il fattore campo sfavorevole, le quote SNAI per il match di Europa League sono favorevoli ai viola in base al superiore valore tecnico della rosa della Fiorentina rispetto a quella dello Slovan Liberec. Lagenzia di scommesse punta sul segno 2 per la vittoria degli uomini di Paulo Sousa, opzione valutata 1,82, mentre il segno 1 per il successo dei padroni di casa corrisponde a quota 4,30. A 3,60 invece è proposto il segno X per leventuale pareggio finale tra le due formazioni. Sempre SNAI quota 1,87 sia lopzione Under sia lOver, 1,78 per lopzione Gol e 1,97 per il NoGol.

Reduce dalla sconfitta interna contro il Paok Salonicco nella scorsa giornata, lo Slovan Liberec di Jindrich Trpisovsky deve fare i conti con linfortunio del suo difensore centrale e capitano Lukas Pokorny; lo sostituisce Hovorka, che compone la coppia centrale di difesa insieme a Latka mentre sulle corsie laterali agiranno Coufal e Bartosak. Lo schema è il 4-2-3-1, nel quale Sykora e Breite formano la mediana che si erge a protezione della difesa; in posizione di trequartista gioca il talentuoso Folprecht, con Bartl che partirà dalla corsia desrta e Vuch che invece agirà da quella sinistra. Per il ruolo di prima punta è ancora favorito il russo Komlichenko, che ha anche segnato nellultimo turno di Europa League; in panchina però lo Slovan Liberec ha il veterano Milan Baros che, tornato in patria, pur non essendo più al top, può ancora dare il suo ampio contributo alla causa soprattutto per lesperienza internazionale che si è costruito in Premier League e giocando le grandi manifestazioni con la sua nazionale, di cui è stato un punto fermo.

Paulo Sousa prepara il turnover e già da questa partita potrebbe giocare con la difesa a quattro: se così fosse, davanti a Tatarusanu ci sarebbe la coppia centrale De Maio-Astori, con Tomovic terzino destro e Maxi Olivera probabilmente favorito a sinistra, ma per una maglia che è ancora da assegnare. Può rimanere fuori dalla formazione titolare anche Carlos Sanchez, a vantaggio di Sebastian Cristoforo e Matias Vecino mentre, in caso di centrocampo a tre, a completare il reparto sarebbe ancora una volta Badelj. Per quanto riguarda lattacco, consueto modulo ad albero di Natale: da prima punta agirà Babacar che dunque verrà preferito a Kalinic; quasi certo del posto alle sue spalle Mauro Zarate. La posizione di Ilicic è ancora in forse: lo sloveno, fuori in campionato per una botta alla caviglia, dovrebbe farcela e dunque prendere il posto di Borja Valero. In caso contrario, giocherà dal primo minuto Cristian Tello o magari il giovane Federico Chiesa, che daltronde già in varie occasioni ha goduto della fiducia di Paulo Sousa. 

  

 19 Dubravka; 5 Coufal, 31 Latka, 11 Hovorka, 26 Bartosak; 6 Sykora, 2 Breite; 24 Bartl, 10 Folprecht, 23 Vuch; 21 Komlichenko. All. Trpisovsky.

A disposizione: 17 Hladky, 4 Karafiat, 28 Ekpai, 9 Navratil, 16 Sukennik, 27 Baros, 13 M. Markovic.

Squalificati: –

Indisponibili: Pokorny

 12 Tatarusanu; 40 Tomovic, 4 De Maio, 13 Astori, 15 Maxi Olivera; 19 S. Cristoforo, 5 Badelj, 8 Matias Vecino; 72 Ilicic, 7 Zarate; 30 Babacar. All. Sousa.

A disposizione: 1 Lezzerini, 2 Gonzalo Rodriguez, 6 Carlos Sanchez, 10 Bernardeschi, 20 Borja Valero, 25 F. Chiesa, 9 Kalinic.

Squalificati: –

Indisponibili: –

 

Arbitro: Serdar Gozubuyuk (Olanda).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori