PROBABILI FORMAZIONI/ Milan-Juventus: i migliori. Quote, le ultime novità live (Serie A oggi 22 ottobre 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Milan-Juventus: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca sabato 22 ottobre a San Siro ed è valida per la nona giornata del campionato di Serie A

Barzagli_Poli
Andrea Barzagli (Foto: LaPresse)

sicuramente il big match di questa 9^ giornata di Serie A e i due tecnici dovranno mettere in campo i migliori giocatori che hanno a disposizione, perché lavversario di questa sera per lanticipo del turno di campionato è davvero di grande livello da qualunque parte lo si guardi. Montella in difesa conterà sicuramente su Gabriel Paletta, il miglior giocatore che ha ne settore, con un gol allattivo  e 4 tiri con 2 attacchi. A centrocampo il migliore del Milan rimane, stando alle statistiche ufficiali il giovane Jack Bonaventura con 1 rete, 14 tiri 25 attacchi e 2 assist. Per lattacco il migliore rimane sempre il colombiano Carlos bacca, uno dei miglior marcatori della Serie A con allattivo 6 gol, 27 attacchi e ben 15 occasioni gol. A rispondere Allegri potrebbe fare affidamento sul miglior difensore ovvero Lichtsteiner, nonostante sia stato finora poco utilizzato, mentre a centrocampo rimane Khedira con allattivo 2 reti e 22 attacchi. In attacco per la Juventus non può mancare il bomber della Serie A ovvero lex azzurro Gonzalo Higuain: le sue statistiche parlando di 6 gol, 18 tiri e 25 attacchi.

La partita più entusiasmante della nona giornata di Serie A è senza dubbio Milan-Juventus, vediamo i possibili protagonisti che si sfideranno a San Siro. Il più atteso è senza dubbio Carlos Bacca, che fino ad oggi è andato in rete ben sei volte, ma anche Niang potrebbe regalare qualche soddisfazione a mister Montella. Proprio l’attaccante ha siglato tre gol in questo avvio di stagione con diciotto occasioni da rete che lo hanno reso sempre pericoloso nelle sette partite disputate finora. Passiamo alla Juventus di mister Allegri: il protagonista questa volta potrebbe essere Gonzalo Higuain che non è sceso in campo dal 1′ contro l’Udinese ed ora ha fame di gol contro il Milan. L’ex Napoli ha segnato sei gol in questo campionato, più di Paulo Dybala che ha avuto invece qualche problemino a sbloccarsi nell’avvio di stagione. Attenzione anche a Sami Khedira, il centrocampista si è sempre reso protagonista nelle sei partite disputate con due gol.

Analizziamo i ballottaggi per la partita tra Milan e Juventus, i tecnici sono infatti alle prese con gli ultimi dubbi prima di scendere in campo a San Siro. Partiamo dal Milan, il tecnico Montella ha un dubbio in difesa, sulla fascia non sa se schierare Abate o Calabria con quest’ultimo che ha convinto nelle ultime partite ma Abate è una certezza. A centrocampo invece Montella dovrebbe schierare dal 1′ Locatelli, autore di ottime prestazioni dalla partita contro il Sassuolo, Sosa invece partirà dalla panchina. Passiamo alla Juventus, mister Allegri dovrà scegliere se schierare la difesa a tre o a quattro: ballottaggio tra Benatia ed Evra, il primo nettamente in vantaggio per un posto da titolare. Sulla fascia Dani Alves dovrebbe partire titolare, Cuadrado si accomoderà ancora in panchina nonostante il gran gol in Champions League. Infine, a centrocampo Hernanes è leggermente in vantaggio rispetto a Lemina.

L’anticipo delle 20.45 è Milan-Juventus, gara che dopo diverse stagioni torna a giocarsi ad alta classifica con i bianconeri in testa alla classifica e i rossoneri in seconda posizione a -5 punti. Il punto fermo di Vincenzo Montella è sicuramente il centrocampista Giacomo Bonaventura che può essere schierato in diverse posizioni tra centrocampo e attacco. A grande sorpresa Montella poi ha rilanciato un calciatore che la scorsa stagione era stato ceduto in prestito e cioè quel Suso che spesso è stato posizionato a far raccordo tra centrocampo e attacco. Alex Sandro, dopo una stagione ad alternarsi con Evra, è il giocatore più schierato dalla Juventus con Allegri che ormai si fida ciecamente di lui. Il brasiliano ha giocato addirittura più di Gigi Buffon, ben 762 minuti rispetto ai 715 del capitano, con quest’ultimo che per un problema fisico era stato sostituito in un match all’intervallo dal brasiliano Neto. Un altro calciatore a cui Allegri rinuncia con poco piacere è Andrea Barzagli, fino ad ora in campo per 639 minuti.

Nello stilare lundici iniziale per il match Milan-Juventus i due tecnici impegnati in questa 9^ giornata di Serie A deve fare i conti con diversi giocatori assenti ormai da qualche turno che solo in parte stanno condizionando le prestazioni delle due formazioni. Il Milan di Montella infatti è ormai da qualche tempo che deve fare a meno di Cristian Zapata, che risente ancora dallinfortunio alla caviglia, ma il di cui ritorno è comunque atteso a breve: come lui anche Antonelli che dovrebbe risolvere a breve ledema muscolare. Tra i lungo degenti invece troviamo fissi Mati Fernandez e Riccardo Montolivo. La Juventus di allegri invece per questo big match dovrà ancora una volta fare a meno di alcuni lungodegenti, il cui ritorno è atteso per il prossimo novembre-dicembre come Chiellini, Rugani e Asamoha. Risulta invece molto difficile valutare le condizioni di alcuni giocatori, il cui rientro rimane comunque molto lontano: Pjaca che ancora soffre al femore ne avrà per almeno altre due giornate, mentre rimane difficile fare previsioni sul ritorno di Mandzukic, le cui condizioni vengono ancora valutate giorno per giorno.

Quando due formazioni così titolate si scontrano, come succede per Milan e Juventus impegnate nellanticipo della 9^ giornata di Serie A è difficile riscontrare dei Jolly nelle loro probabili formazioni e non perché ne siano sfornite: il problema infatti è opposto, perché forse ve ne sono troppi!. In ogni caso vogliamo mettere in evidenza le due sicurezze incrollabili delle due formazioni oggi protagoniste ovvero i due portieri. Gigi Buffon è infatti il faro che brilla ogni volta per la Juventus: poco contano le prestazioni poco brillanti nelle ultime giornate, soprattutto quando il numero 1 bianconero risponde alle critiche con la magica prestazione registrata lo scorso martedi in Champions League contro il Lione, prova che non può essere passeggera. Di fronte a lui cè un ragazzino, dove molti già vedono il nuovo Buffon, Gigi Donnarumma, portiere della Roma classe 1999, a 17 anni è diventato subito una saracinesca per lo specchio rossonero.

certamente il big match di questa 9^ giornata del Campionato 2016-2017 di Serie A: per questa grande occasione difficilmente i due tecnici non faranno uso della formazione titolare, sebbene in casa Juventus sia comunque necessario un piccolo turnover visto il recente impegno in Champions League contro il Lione, senza contare i numerosi assenti per infortunio, che assillano entrambe le formazioni. Stando alle ultime notizie per il Milan di Montella dovrebbe rimanere in panchina sia Honda, ancora non incisivo inq eusta prima parte di stagione, mentre non è impossibile che il tecnico rossonero non attui dei ambi simili a quanto visto nel match contro il Chievo con Poli e Sosa in campo non dal primo minuto. Rispetto a quanto abbiamo visto contro i clivensi di Maran, notiamo invece Lapadula in panchina che affida lattacco al duo Bacca-Niang. Allegri non deve affatto abbassare la guardia in questo match contro il Milan, anzi: proprio a questo proposito il tecnico della Juventus prova  a far riposare qualche giocatore un po stanco potendo comunque contare su pezzi da 90: in panchina quindi facilmente troveremo Cuadrado, eroe nel match contro il Lione,  Evra, Lichsteineir, Lemina (espulso in Champions League) Pjanic e Marchisio, ancora non al top della forma, e di certo da non arrischiare in un match così difficile.

il piatto forte della nona giornata del campionato di Serie A 2016-2017: si gioca alle ore 20:45 di sabato 22 ottobre, anticipo serale del turno. Il Milan è incredibilmente secondo in classifica; non per il blasone che rimane, ma per quelle che erano le premesse di un campionato che sarebbe dovuto essere di transizione. La Juventus naviga al primo posto con 5 punti di vantaggio ma raramente in questa stagione hanno espresso un gioco davvero convincente; a San Siro questa sera arbitra Nicola Rizzoli, andiamo subito a dare uno sguardo più ravvicinato a quelle che sono le probabili formazioni di Milan-Juventus.

Per Milan-Juventus, partita valida per la nona giornata della nona giornata del campionato di Serie A, abbiamo le quote fornite dallagenzia di scommesse Snai: ci dicono che la vittoria del Milan (segno 1) vale 4,50 mentre la vittoria della Juventus (segno 2) è quotata 1,83. Con il pareggio (segno X) si vincerà 3,50 volte la somma che si sarà deciso di mettere sul piatto.

Cambia ben poco in un Milan che sta funzionando davvero molto bene; ormai la formula è consolidata per Vincenzo Montella che dunque conferma il suo 4-3-3 nel quale tornerà titolare Carlos Bacca al centro del tridente offensivo. E lunica variazione rispetto alla vittoria di Verona contro il Chievo: Suso e Niang completano il reparto dattacco, cè la conferma per Locatelli al centro del campo nel ruolo di sostituto di Montolivo, e ad accompagnare la sua azione saranno come sempre Kucka e Bonaventura, in attesa dei rientri di Bertolacci e Mati Fernandez che però a questo punto saranno delle seconde linee. In difesa è ancora indisponibile Antonelli, che avrebbe potuto contendere una maglia da titolare a De Sciglio per la corsia sinistra; a destra giocherà Abate che di fatto è diventato il nuovo capitano del Milan, al centro invece stringono come al solito Paletta e Alessio Romagnoli. In porta Gigi Donnarumma, che per la seconda volta nella sua carriera si trova a giocare contro Gigi Buffon di cui è riconosciuto più o meno universalmente lerede (forse anche in maglia bianconera?).

Reduce dalla sofferta vittoria in Champions League contro il Lione, la Juventus si ripresenta al campionato con un 3-5-2 dal quale mancheranno ancora Chiellini e Mandzukic, oltre al giovane Pjaca. Marchisio è sulla carta disponibile, ma anche per questa volta dovrebbe andare soltanto in panchina; dunque in mezzo al campo dovrebbe rivedersi Hernanes, che prenderà il posto di un Lemina espulso martedì sera e parso leggermente in difficoltà. Khedira, che deve ritrovare il passo di inizio stagione, sarà la mezzala di destra con Pjanic che agisce dallaltra parte; sulle corsie laterali i favoriti dovrebbero essere Dani Alves e Alex Sandro, anche se ultimamente in campionato si è visto spesso Lichtsteiner e soprattutto la prestazione del brasiliano a Lione è stata insufficiente. La difesa è bloccata dagli infortuni: difficile rivedere Evra come terzo centrale, più semplice che un Benatia ancora non al 100% sia titolare al fianco di Bonucci che come al solito agirà da leader del reparto, mentre sul centrodestra ci sarà Barzagli. Buffon, che ha recentemente vinto il Golden Foot ed è stato assoluto protagonista in Champions League, proverà a ripetere la super prestazione di martedì (ma naturalmente lui e i compagni sperano non ce ne sia bisogno).

 

 99 G. Donnarumma; 20 Abate, 29 Paletta, 13 A. Romagnoli, 2 De Sciglio; 33 Kucka, 73 M. Locatelli, 5 Bonaventura; 8 Suso, 70 Bacca, 11 Niang

A disposizione: 1 Gabriel, 35 Plizzari, 96 Calabria, 4 Rodrigo Ely, 15 Gustavo Gomez, 21 Vangioni, 16 A. Poli, 23 J. Sosa, 80 Pasalic, 10 Honda, 9 Lapadula, 7 Luiz Adriano

Allenatore: Vincenzo Montella

Squalificati: –

Indisponibili: C. Zapata, Antonelli, Bertolacci, Montolivo, Mati Fernandez

 1 Buffon; 4 Benatia, 19 Bonucci, 15 Barzagli; 23 Dani Alves, 6 Khedira, 11 Hernanes, 5 Pjanic, 12 Alex Sandro; 21 Dybala, 9 Higuain

A disposizione: 25 Neto, 32 Audero, 26 Lichtsteiner, 18 Lemina, 8 Marchisio, 27 Sturaro, 33 Evra, 7 Cuadrado, 14 Mattiello, 34 Kean

Allenatore: Massimiliano Allegri

Squalificati: –

Indisponibili: Rugani, Chiellini, Mandragora, Asamoah, Pjaca, Mandzukic

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori