DIRETTA / Roma-Inter Primavera (risultato finale 4-0) info streaming video e tv: serata da sogno per i giallorossi (Supercoppa 2016)

- La Redazione

Diretta Roma-Inter Primavera: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca venerdì 28 ottobre e assegna la Supercoppa Italiana

RomaPrimavera_scudetto
Foto LaPresse

La Roma travolge l’Inter quattro a zero nella sfida secca e si aggiudica la Supercoppa Primavera. Uno dei protagonisti è stato Tumminello, autore di una bellissima doppietta: “Sono contentissimo. Abbiamo meritato questa vittoria, abbiamo dato tutto – ha commentato ai microfoni di Sportitalia al termine della sfida – Devo ringraziare i compagni per i due gol. Il mister ci ha aiutato a restare uniti e a crescere ogni giorno. Se sono pronto per il grande salto? Se chiamano ci sono, però adesso penso a dare tutto per questa maglia e per la Primavera”. La rete del vantaggio è stata realizzata da Marchizza su calcio di rigore durante il primo tempo. Poi il bis del centravanti dei capitolini e il poker calato da Keba. Passivo pesantissimo per i nerazzurri, i quali hanno commesso troppe ingenuità secondo mister Vecchi:  “Ci siamo disuniti durante la partita, ma ci abbiamo provato fino alla fine. Non eravamo in grande giornata sotto porta. Quando si commettono errori di questo tipo con certe squadre finisce che poi perdi. Sono stati più bravi i nostri avversari”. 

Mancano meno di dieci minuti al termine della sfida dell’Olimpico tra Roma e Inter Primavera, col risultato fermo sul tre a zero in favore dei giallorossi. Dopo la rete del vantaggio siglata da Marchizza durante il primo tempo, la squadra di De Rossi raddoppia al sessantesimo con Tumminello che aggancia con il destro da dentro l’area e gonfia la rete alle spalle del portiere interista Di Gregorio. Il bis sembra spegnere la verve offensiva della compagine meneghina, che pochi minuti dopo subisce la mazzata sullo splendido colpo di testa di Tumminello. L’attaccante giallorosso trafigge l’estremo difensore dei meneghini da dentro l’area, realizzando la sua doppietta personale. Partita ormai a senso unico. I giallorossi gesticono con grande autorità l’ampio vantaggio, l’Inter fatica a riproporsi in attacco e il morale è sotto i tacchi. Servirebbe un vero e proprio miracolo per riaprire l’incontro. 

E’ ricominciata da oltre dieci minuti di gioco la ripresa di Roma-Inter Primavera. Risultato sempre fermo sull’uno a zero in favore della formazione giallorossa, che è passata in vantaggio al trentasettesimo minuto grazie ad un gol trasformato da Marchizza su calcio di rigore. Durante l’intervallo nessuno dei due allenatori ha effettuato cambi, si riparte quindi con gli stessi giocatori del primo tempo. I meneghini provano subito un lancio lungo per Zonta da centrocampo. Crisanto perde l’equilibrio nell’uscita alta e rischia la papera, ma la difesa di casa riesce in qualche modo a sventare il pericolo. Poco dopo punizione per la Roma da trequarti campo, Bordin prova a soprendere tutti con una conclusione verso la porta ma trova soltanto una respinta di un difensore interista. Partita abbastanza interessante anche in questa ripresa, a breve primo cambio nei nerazzurri a giudicare dal movimento in panchina. 

Si è concluso sul risultato di uno a zero in favore della Roma, il primo tempo dell’Olimpico tra i giallorossi e l’Inter. La finale Supercoppa Primavera per il momento è decisa da una marcatura di Marchizza, che ha portato in vantaggio i suoi compagni attorno al trentasettesimo minuto su calcio di rigore. Il giocatore dei capitolini ha lasciato partire una bella conclusione col mancino che non ha lasciato scampo al portiere interista.  “Gran bel primo tempo. Grande intensità da parte di tutte e due le squadre. Stanno giocando entrambe molto bene, Inter forse meno precisa della Roma – ha commentato Marco Amelia in cronaca su Sportitalia – pesa  soprattutto l’ingenuità di Gravillon sul calcio di rigore”. Proprio l’autore del vantaggio giallorosso, Marchizza, è stato intercettato dal giornalista Luca Cilli prima di rientrare negli spogliatoi: “Gli episodi fanno la differenza e ora ci stanno premiando. Stiamo meritando ma dobbiamo essere bravi a confermarci nel secondo tempo”. 

Oltre trenta minuti sul cronometro allo stadio Olimpico e risultato sempre fermo sullo zero a zero tra Roma e Inter Primavera. I padroni di casa ci provano al dodicesimo con una soluzione da fuori area di Bordin, il suo tiro però è impreciso e finisce oltre la traversa. I capitolini macinano gioco, i nerazzurri pressano a tutto campo con più uomini cercando di ripartire in contropiede. Attorno al ventiduesimo minuto Tumminello tenta la conclusione dalla distanza, ma la sua mira è imprecisa e la palla va fuori dallo specchio. Poco dopo ancora i padroni di casa provano a costruire una nuova occasione, con un lancio lungo per Tumminello che controlla malamente e l’azione sfuma. Stiamo assistendo ad una partita interessante tra due squadre che si stanno affrontando apertamente. De Rossi chiede maggiore spinta ai suoi esterni e continua a incoraggiare Soleri, uno dei meno brillanti in questo avvio.  

E’ cominciata da oltre dieci minuti di gioco la sfida valida per la finale di Supercoppa 2016 tra Roma e Inter Primavera. Tanta intensità in queste prime battute allo stadio Olimpico, con le due formazioni che si stanno affrontando a viso aperto. Il primo squillo del match arriva dopo appena due giri di lancetta, coi capitolini che spingono sulla corsia laterale sinistra col cross insidio di Keba, su cui Di Gregorio è costretto ad uscire. Passano alcuni minuti e gli ospiti vanno ad un passo dal vantaggio: pallone al bacio dentro l’area di rigore per bomber Pinamonti, la cui conclusione al volo col destro viene respinta con prontezza da Crisanto, autore di uno pregevole intervento. Ritmi davvero impressionanti tra Roma e Inter, si sente l’importanza della gara. le due squadre vogliono vincere e dalle panchine i due tecnici continuano a dare indicazioni ai propri ragazzi, incoraggiandoli senza sosta. 

Roma-Inter sta per cominciare: in palio cè la Supercoppa Primavera 2016, lo scenario è quello prestigioso dello stadio Olimpico e sono già state comunicate le formazioni ufficiali con le quali Roma e Inter andranno a caccia di un trofeo maledetto o quasi per loro. Un solo successo per la Roma, nemmeno quello per lInter: adesso ci riprovano, essendo i giallorossi campioni dItalia e i nerazzurri detentori della Coppa Italia. Modulo 4-3-3 per la Roma di mister Alberto De Rossi, 3-5-2 invece per i nerazzurri allenati da Stefano Vecchi. Sotto i riflettori ci sono soprattutto i due bomber, Marco Tumminello per la Roma e Andrea Pinamonti per lInter, ma di certo il livello generale è altissimo e dunque ci possiamo attendere una partita da seguire con grande attenzione. La parola dunque passa allOlimpico per Roma-Inter Primavera! ROMA (4-3-3): Crisanto; De Santis, Grossi, Marchizza, Pellegrini; Frattesi, Bordin, Spinozzi; Tumminello, Soleri, Keba. A disposizione: Romagnoli, Anocic, Antonucci, Bouasse, Cappa, Ciavattini, Franchi, Marcucci, Ciofi, Tofanari, Valeau, Petruccelli. Allenatore: Alberto De Rossi. INTER (3-5-2): Di Gregorio; Gravillon, Vanheusden, Lombardoni; Zonta, Rivas, Awua, Bakayoko, Miangue; Butic, Pinamonti. A disposizione: Mangano, Dekic, Nolan, Cagnano, Emmers, Danso, Mattioli, NDiaye, Bollini, Carraro, Souare, Belkheir. Allenatore: Stefano Vecchi.

A meno di un’ora dal fischio dinizio della Supercoppa Primavera 2016 che vede fronteggiarsi nellimmenso scenario dellOlimpico le formazioni giovanili di Roma e Inter, andiamo a vedere come il tecnico dei giallorossi Alberto De Rossi ha presentato questo match cruciale allemittente radiofonica giallorossa Pensa che i primi anni non siamo mai riusciti ad incontrare Inter o Milan, poi le incontrai in un torneo di Viareggio, mi sembra nel 2005-6. Mi rimaneva difficile un po per la posizione geografica e per la divisione dei gironi ed un po perché non riuscivamo ad incontrarli, ora invece sembra una consuetudine. Hanno una squadra forte e dal settore giovanile sono usciti parecchi calciatori e dove si fanno anche grandi investimenti. Loro credono molto nel settore giovanile, un po come noi, anche se noi abbiamo unidea di calcio diversa, come nel senso dappartenenza e soprattutto a vincere giocando bene. 

In attesa del fischio dinizio di Roma e Inter, ovvero al finale di Supercoppa Primavera 2016, andiamo a vedere cosa il pronostico stilato alla viglia del match di questa sera ci può annunciare. Stando alle quote fissate dal portale di scommesse online bet356 sembra che la vittoria arrida, ma di misura alla formazione del Primavera della Roma, quotata al successo per 2.20, mentre i nerazzurri sono stati quotati per 2.55, mentre il pareggio è stato fissato a 3.75. Per quanto riguarda la doppia chance ricordiamo che la vittoria dei giallorossi di De Rossi o il pareggio è stata valutata a 1.50, mentre il successo dei nerazzurri o lX è stato valutato a 1.61 e la vittoria di una delle due formazioni oggi protagoniste è stata fissata a 1.24. Il risultato esatto più pronosticato appare il pareggio per 1 a 1 al termine dei 90 minuti regolamentari, quotato a 8.00, mentre a favore della Roma, campionessa ditalia in carica, lesito più probabile è il 2 a 1 quotato a 9.50: per i nerazzurri invece il risultato più quotato rimane il 2 a 1 fissato a 10.00.

Il match di questa sera tra Roma e Inter, ovvero la finale di Supercoppa Primavera tra la campionessa dItalia in carica (i giallorossi di De Rossi) e i campioni in carica di Coppa Italia della categoria (i nerazzurri di Vecchi) sarà diretta dallarbitro della Lega Pro Antonio Giua di Olbia che in questa speciale occasione sul campo dellOlimpico sarà assistito da Davide Imperiale di Genova e Lorenzo Abagnara di Nocera Inferiore. Il quarto uomo sarà Daniele Paterna di Teramo. Il direttore di gara sarda non p certo una nuova conoscenza nel circuito: nel campionato Primavera ha infatti diretto in totale 30 match oltre aver diretto il quarto di finale della stagione 2014-2015 di categoria tra Torino e Milan, terminato poi per 7 a 6 ai calci di rigore a favore della formazione granata. Nella stagione regolare 2016-2017 Giua ha avuto modo di incontrare solo la formazione della Roma Primavera, diretta in trasferta lo scorso 17 settembre contro il Cagliari, match vinto poi dai giallorossi per 5 a 2 e dove larbitro della circoscrizione di Olbia ha messo a tabellino 1 cartellino e due rigori concessi (uno alla Roma e finalizzato da Soleri, e uno al Cagliari finalizzato da Serra). 

Roma-Inter Primavera, che sarà diretta dall’arbitro Antonio Giua della sezione di Olbia e si gioca venerdì 28 ottobre alle ore 20.30, sarà una sfida che assegnerà la Supercoppa 2016. I giallorossi campioni d’Italia sfideranno i nerazzurri che nella passata stagione hanno conquistato la Coppa Italia di categoria. 

Entrambe le squadre sono inserite nel girone C del campionato Primavera e si sono già affrontate nella regular season: la Roma ha infatti battuto due a uno l’Inter, in un precedente che potrebbe sicuramente rappresentare un punto di riferimento importante in vista della sfida di venerdì sera che, va ricordato, andrà in scena presso lo stadio Olimpico di Roma, un palcoscenico sicuramente suggestivo per dei ragazzi che si stanno affacciando per la prima volta sul palcoscenico del calcio che conta.

La Roma di Alberto De Rossi sta attraversando un buon momento di forma, con sette vittorie dopo la sorprendente sconfitta all’esordio contro la Virtus Entella. Un passo falso che ha probabilmente caricato i giallorossi, che finora hanno fatto percorso netto anche nella UEFA Youth League, dove stanno affrontando il percorso ‘Campioni’ non essendo riuscita la prima squadra ad ottenere l’accesso alla fase a gironi della competizione.

Solo vittorie anche per l’Inter allenata da Stefano Vecchi, ma l’unica sconfitta è proprio quella contro i giallorossi. Vedremo se i nerazzurri sapranno sovvertire il pronostico come hanno fatto proprio nella sfida disputata contro la Juventus nella finale di Coppa Italia dello scorso anno, in cui bianconeri si sono visti sfuggire il trofeo pur partendo favoriti.

Queste le probabili formazioni della finale di Supercoppa Primavera. La Roma scenderà in campo con Crisanto tra i pali, De Santis in formazione di terzino destro e Pellegrini in posizione di terzino sinistro, mentre Ciavattini e Marchizza formeranno la coppia di difensori centrali. A centrocampo Frattesi, Spinozzi e Bordin formeranno il terzetto titolare, mentre Keba, in formissima con i suoi gol realizzati nelle ultime partite di campionato in grande evidenza, completerà il tridente offensivo al fianco di Antonucci e Soleri.

Risponderà l’Inter con Di Gregoria estremo difensore alle spalle di una linea difensiva a tre formata da Vanheusden, Gravillon e Lombardoni. Zonta coprirà la fascia destra a centrocampo con Cagnano impiegato sulla corsia laterale opposta, mentre Awua, Rivas e Cagnano si muoveranno per vie centrali sulla linea mediana. In attacco confermato il duo offensivo che sta facendo grandi cose in questo avvio di stagione, composto da Bakayoko e Pinamonti.

Tatticamente Alberto De Rossi si è assestato sul 4-3-3, con la formazione giallorossa che ha mantenuto le caratteristiche che l’anno scorso sono riuscite a portarla alla conquista dello scudetto, pur avendo cambiato molti interpreti nella rosa come ogni anno avviene nel campionato Primavera. Con diciotto reti realizzate in campionato quello dei capitolini è il miglior attacco del girone C, a pari merito con l’Atalanta e con una rete realizzata in più rispetto all’Inter.

Stefano Vecchi sta schierando la squadra con un 3-5-2 che punta molto sul lavoro degli esterni di fascia, che devono svolgere dei delicati compiti di raccordo, ma come detto la coppia d’attacco composta da Bakayoko e da Pinamonti sta regalando grandi soddisfazioni ai colori nerazzurri. Entrambe le squadre brillano in difesa: cinque gol incassati dalla Roma (ma solo tre sono relativi al match con la Virtus Entella), mentre l’Inter finora ha subito solo tre gol in campionato, dei quali due nella partita contro la Roma.

Roma-Inter Primavera, venerdì 28 ottobre 2016 alle ore 20.30, sarà visibile in diretta tv in chiaro per tutti gli appassionati sul canale numero 60 del digitale terrestre, senza dimenticare la possibilità di seguire il match in diretta streaming video collegandosi sul sito sportitalia.com (dopo essersi registrati al portale inserendo i propri dati).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori