Diretta / Milan-Pescara (risultato finale 1-0) info streaming video e tv: vincono i rossoneri! (Serie A 2016, oggi 30 ottobre)

Diretta Milan-Pescara info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Serie A, 11^ giornata che si gioca a San Siro (oggi domenica 30 ottobre 2016)

30.10.2016 - La Redazione
MilanSanSiro_tetto
A San Siro si gioca il big match (LaPresse)

Tempo scaduto al Meazza, il Milan torna alla vittoria battendo di misura per 1 a 0 il Pescara e in classifica sale al terzo posto con 22 punti, scavalcando il Napoli che ieri ha perso contro la Juve. Inutile l’assalto finale degli ospiti con i padroni di casa che in contropiede hanno rischiato di sferrare loro il colpo del KO. All’81’ ci riprova Pasalic col destro, ma il tiro è troppo centrale per impensierire Bizzarri. All’83’ Cristante va anche lui col destro col pallone che esce di poco a lato. All’86’ Kucka allarga per Suso che libera il sinistro ma manca completamente lo specchio della porta. L’arbitro Doveri concede ben sette minuti di recupero per la lunga interruzione sull’infortunio di Aquilani durante i quali se non succede di tutto poco ci manca. Al 93′ su un pallone perso da De Sciglio, Cristante innesca Caprari che con una giocata acrobatica cerca la porta, Donnarumma si rifugia in corner. Un minuto più tardi Suso col sinistro non riesce ad angolare la sfera che diventa facile preda per Bizzarri, sarà questa l’ultima emozione del match con Doveri che al termine dell’extra-time manda tutti sotto la doccia. 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo il punteggio di Milan-Pescara rimane sempre di 1 a 0 in favore della formazione locale di Vincenzo Montella. Piove sul bagnato per la formazione di Oddo, verso il 55′ Memushaj e Aquilani, nel tentativo di colpire il pallone di testa, si scontrano violentemente tra di loro, ad aver la peggio è l’ex-centrocampista dello Sporting Lisbona che deve lasciare il campo in barella, al suo posto entra Cristante, mentre il centrocampista albanese ce la fa a proseguire nonostante una vistosa fasciatura alla testa per fermare l’emorragia. Al 62′ sarà proprio Memushaj a mettere a dura prova i riflessi di Donnarumma con un destro potente dalla distanza che l’estremo difensore rossonero riesce a respingere blindando così la sua porta. Nel frattempo Montella sostituisce Niang (non al 100% della condizione fisica) con il croato Pasalic, all’esordio in Serie A, mentre Sosa lascia il posto a Kucka. Altra tegola per Oddo al 74′ quando Coda deve lasciare il campo per un problema muscolare, il tecnico del Pescara getta dunque nella mischia Biraghi. Al 78′ Milan a un passo dal raddoppio, cross di Suso per Pasalic che stacca di testa ma svirgola il pallone mancando così l’appuntamento con il gol. Al 79′ altra rete annullata al Pescara, Donnarumma respinge la botta di Memushaj e Manaj segna sul tap-in, ma il numero 9 di Oddo era in netto fuorigioco. 

Al Meazza è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per l’11^ giornata di Serie A 2016-2017 tra Milan e Pescara, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione allenata da Vincenzo Montella avanti 1 a 0. A inizio ripresa tornano subito ad attaccare i padroni di casa con il cross di Sosa sul secondo palo per Niang che sbaglia lo stop di petto e si trascina il pallone sul fondo. Al 49′ il Milan sblocca la contesa quando Mitrita perde palla e nel tentativo di recuperarla commette fallo su Bonaventura che si incarica anche di battere la punizione dal limite, la palla passa sotto la barriera del Pescara e scavalca così Bizzarri per l’1 a 0 dei rossoneri. La reazione degli ospiti arriva subito, sessanta secondi più tardi, con l’assist di Caprari per Benali che trafigge Donnarumma ma il numero 10 di Oddo era partito in fuorigioco. Al 51′ il Milan colpisce il secondo legno della gara con Bacca che su suggerimento di Niang manca l’appuntamento con il gol del raddoppio. Al 53′ Benali ci riprova col sinistro che sorvola la traversa. 

Al Meazza di Milano si è appena concluso il primo tempo di Milan-Pescara, le due squadre arrivano all’intervallo sul punteggio di 0-0. In questa fase del match i rossoneri di Montella hanno aumentato il regime del motore e schiacciano gli avversari nella loro trequarti. Al 35′ padroni di casa a un passo dal gol sugli sviluppi di un calcio piazzata, De Sciglio in girata libera il destro, Bizzarri si esalta e con un colpo di reni respinge la conclusione salvando gli ospiti dallo 0-1. Il Milan chiude la prima frazione di gioco in avanti e colpisce un palo al 43′ con Niang, il numero 11 rossonero stacca perfettamente di testa sul cross di Suso ma il pallone si stampa sul legno che grazia il Pescara. Al 45′ ci prova Bonaventura col sinistro ma la conclusione non è abbastanza angolata e Bizzarri blocca agevolmente la sfera. 

Alla mezz’ora del primo tempo Milan e Pescara rimangono sempre sul punteggio di 0-0, resiste l’equilibrio al Meazza con gli uomini di Oddo che per il momento reggono molto bene il confronto con gli avversari. All’11’ ospiti pericolosi con il destro di Mitrita, Donnarumma respinge ma non trattiene e deve intervenire Romangoli a mettere il pallone in corner. Un minuto più tardi ci prova Crescenzi e fa tutto da solo, la sua conclusione si trasforma in un passaggio per l’estremo difensore rossonero. Al 17′ si propongono in avanti anche i padroni di casa con il traversone di Suso per Bacca che, in posizione regolare, colpisce malissimo il pallone servendolo di fatto a Bizzarri. Al 24′ un ispiratissimo Suso serve Bacca al centro dell’area di rigore, il centravanti colombiano manca l’appuntamento col pallone complice la chiusura provvidenziale di Zampano. 

Allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro è cominciata la partita valida per l’11^ giornata di Serie A 2016-2017 tra Milan e Pescara, al decimo minuto del primo tempo il punteggio tra le due squadre è fermo sullo 0-0. In queste battute iniziali del match è successo davvero poco sul terreno di gioco, con i padroni di casa che studiano le mosse degli ospiti e viceversa. Al 5′ Caprari prova a rompere gli indugi accentrandosi e andando al tiro con il destro, palla che termina comunque sul fondo. Ancora nessuna palla gol per i rossoneri che finora non sono riusciti ad affacciarsi seriamente dalle parti di Bizzarri e a imbastire una manovra offensiva vera e propria. 

Tra pochi minuti ci sarà il fischio iniziale della gara Milan-Pescara che si gioca allo Stadio Giuseppe Meazza a partire dalle ore 15.00. Sono diverse le sorprese nel Milan con Vincenzo Montella che doveva fronteggiare alla squalifica di Gabriel Paletta. Al posto dell’ex centrale di Atalanta e Parma ci sarà Gomez mentre davanti alla difesa è confermatissimo il giovane Locatelli. Al suo fianco troveremo Bonaventura e Sosa con quest’ultimo che ha vinto il ballottaggio con Kucka. Davanti invece recupera Niang. Dall’altra parte titolare a sorpresa Mitrita nel tridente leggero con Benali e Caprari. Ecco le formazioni ufficiali: MILAN: Donnarumma; Abate, Gomez, Romagnoli, De Sciglio; Sosa, Locatelli; Bonaventura; Suso, Bacca, Niang. A disposizione: Gabriel, Plizarri, Zapata, Rodrigo Ely, Poli, Kucka, Pasalic, Honda, Cutrone, Luiz Adriano, Lapadula. Allenatore: Vincenzo Montella. PESCARA: Bizzarri, Zampano, Coda, Fornasier, Crescenzi, Memushaj, Brugman, Aquilani, Mitrita, Benali, Caprari. Allenatore: Massimo Oddo.

La sfida tra Milan e Pescara si giocherà anche sulla tenuta atletica dei protagonisti in campo, a questo scopo vediamo i giocatori che hanno corso di più e che si sfideranno a San Siro. Tra le file rossonere il più veloce finora è stato Kucka, che ha percorso una media di 10.76 chilometri finora con una media sprint pari a 0.69 chilometri. Al secondo posto in classifica tra quelli più veloci abbiamo sempre un centrocampista, ovvero Giacomo Bonaventura con una media di 10.6 chilometri percorsi finora ed una media sprint di 0.698 chilometri. Passiamo al Pescara, tra le file della squadra allenata da Massimo Oddo il più veloce finora è stato Alberto Aquilani che in questo avvio di stagione ha percorso una media di 10.916 chilometri ed in più ha una media sprint di 0.734 chilometri. Al secondo posto in classifica abbiamo un difensore, Biraghi che ha percorso 10.443 chilometri finora più una media sprint di 0.832 chilometri e scenderà in campo anche contro il Milan.

Tra le gare più interessanti della giornata c’è Milan-Pescara con i rossoneri che dopo la splendida vittoria contro la Juventus sono scivolati con un 3-0 contro il Genoa. Il Milan è stato scavalcato in classifica dal Napoli e ora è a 19 punti in quarta posizione. Il Pescara invece è quartultimo con sette punti. C’è una grande differenza sul numero di gol fatti, 16 a 9, con una media gol a partita che è 1.6 a 0.9. C’è meno differenza però sui tiri che sono 93 a 86, in porta 51 a 42. Il Milan è avanti in quasi tutte le statistiche, dimostrando di essere una squadra sulla carta nettamente più forte tra le due. Per quanto riguarda gli assist sono 24 a 15, completati 6 a 5. L’unica cosa in cui il delfino si dimostra migliore è la media di chilometri percorsi a partita. Il Milan è addirittura la squadra che meno corre in Serie A, dimostrando di avere grande temperamento e intelligenza tra i reparti grazie a qualità e grande cinismo davanti. Il Pescara corre una media di 106.5 km a partite, il Milan appena 102.4.

A gara di campionato tra il Milan ed il Pescara verrà diretta dal signor Daniele Doveri della sezione di Roma il quale avrà al suo fianco gli assistenti di linea Giallatini e Alassio, il quarto uomo Manganelli ed i due addizionali di porta Russo e Nasca. Daniele Doveri è nato a Volterra nel mese di novembre del 1977 ma ora abita a Roma ed in questa prima parte di stagione ha già diretto quattro incontri del massimo campionato nazionale: Sampdoria Atalanta 2-1, Napoli Bologna 3-1, Sassuolo Udinese 1-0 e Atalanta Inter 2-1. Da un punto di vista statistico interessante evidenziare come Doveri in questi quattro incontri abbia sventolato 15 cartellini gialli, 1 cartellino rosso per doppia ammonizione, 1 cartellino rosso diretto ed assegnato 2 calci di rigore. Doveri in carriera ha diretto il Milan in casa in 4 occasioni per un bilancio molto positivo per i rossoneri visto che hanno sempre vinto, mentre per il Pescara è la prima volta in trasferta con Doveri arbitro. 

In vista di MilanPescara di questo pomeriggio, diamo uno sguardo ai precedenti fra le due squadre che si affronteranno a San Siro. Nella storia recente gli unici due precedenti tra Milan e Pescara risalgono alla stagione 2012-2013, quando gli abruzzesi fecero una momentanea comparsata nella massima serie dopo oltre 20 anni di assenza. Sia all’andata che al ritorno vinsero i rossoneri piuttosto agevolmente: il 16 dicembre 2012, al Meazza, finì 4 a 1 per i padroni di casa con ben due autogol di Abbruscato e Jonathas, a sigillare i tre punti ci pensarono Nocerino ed El Shaaraway, per gli ospiti gol della bandiera di Terlizzi; l’8 maggio 2013, all’Adriatico, con il Pescara già retrocesso, il Milan passeggiò per 4 a 0 con una doppietta di Balotelli e le reti di Flamini e Muntari. Non sarà dunque facile per la formazione di Oddo sfatare questo tabù, soprattutto in trasferta al Meazza dove, a parte il black-out nella gara contro l’Udinese, i rossoneri hanno sempre fatto bottino pieno nella prima parte di questa stagione.

Dall’arbitro Doveri, sarà una delle quattro gare dell’undicesima giornata di Serie A 2016-2017 in programma alle ore 15.00 di domenica 30 ottobre 2016 e naturalmente si disputerà allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, in zona San Siro. La formazione di Vincenzo Montella è chiamata a reagire dopo il pesante KO al Ferraris contro il Genoa di Juric che ha bruscamente interrotto la marcia dei rossoneri verso la testa della classifica, e ha un’ottima occasione per tornare subito a vincere incontrando una squadra che in queste prime 10 giornate di campionato non ha mai vinto sul campo. L’unico successo del Pescara dell’ex Massimo Oddo (la cui panchina, dopo l’ennesimo KO contro l’Atalanta, comincia a essere a rischio) è stato ottenuto a tavolino contro il Sassuolo che aveva schierato un nuovo acquisto il cui tesseramento non era ancora stato ufficialmente e formalmente riconosciuto dalla Lega Calcio, per il resto si contano solamente 4 pareggi e 5 sconfitte, un bottino decisamente insufficiente per sperare nella salvezza. 

Sarà dunque la formazione abruzzese ad avere tutta la pressione addosso, con il Milan nettamente favorito (come testimoniano anche le quote che andremo a vedere più tardi), dopo tre anni di oblio quest’anno i rossoneri possono aspirare a una stagione ben più dignitosa e a tornare a fare un pensierino alle Coppe Europee, il sogno proibito si chiama Champions League ma anche un ritorno in Europa League non verrebbe disprezzato dal club di via Turati. Naturalmente però per il Milan questa è una partita da vincere a tutti i costi.

Tutti i favori del pronostico sono per il Milan, le agenzie di scommesse offrono quote molto basse per l’1 dei padroni di casa: 1,40 (Bet365), 1,42 (Betclic) e 1,44 (WilliamHill). Chi volesse puntare sul pareggio, la quota dell’X è stata fissata a 4,60 da PaddyPower e a 4,75 su Bwin; quasi stratosferica la quota relativa al 2 del Pescara, un successo degli uomini di Oddo viene pagato 8,25 volte la posta in palio su Bwin. Quasi imbarazzante le quote per la doppia chance che prevede un successo del Milan (1X e 12), rispettivamente 1,05 e 1,13 su PaddyPower; la doppia chance che esclude la vittoria del Milan (X2) viene data a 3,00 su Bwin ed è molto interessante perché tutto sommato il Pescara, nonostante non stia raccogliendo risultati, non gioca malissimo e potrebbe anche fare un brutto scherzo ai rossoneri.

Milan-Pescara sarà trasmessa in diretta tv oggi pomeriggio alle ore 15.00 a pagamento sulle reti di Sky Sport (sul satellite) e Mediaset Preium (sul digitale terrestre). Per quanto riguarda la pay-tv satellitare, l’appuntamento è su Sky Calcio 1 (canale 251 del decoder MySky in alta definizione, canale 271 in risoluzione standard) e la visione è riservata solamente ai clienti abbonati al pacchetto Calcio; su Sky Supercalcio (canale 206) verranno mostrate le immagini da tutti i campi, compreso ovviamente quello del Meazza, all’interno del programma “Diretta Gol”.

Sul digitale terrestre la partita andrà in onda su Premium Sport 2 (canale 371 in SD, canale 381 in HD), oltre al match saranno trasmesse in esclusiva le immagini all’interno degli spogliatoi, l’intervista ai calciatori nell’intervallo e quelle agli allenatori al termine della gara, Mediaset Premium infatti ha la precedenza su tutte le altre emittenti, Sky compresa. Milan-Pescara, come tutte le altre partite di Serie A, sarà visibile anche in diretta streaming video su internet grazie alle app Sky Go e Premium Play, che ricordiamo sono scaricabili dai rispettivi abbonati. Le prime immagini in chiaro saranno mostrate dalla televisione di stato, all’interno della trasmissione “90 minuto” in onda su Rai2 a partire dalle ore 18. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori