Pagelle/ Vicenza-Perugia (1-4): i voti della partita (Serie B 2016-2017, 12^giornata)

Le pagelle di Vicenza-Perugia 1-4: i voti della partita di Serie B disputata domenica 30 ottobre 2016 allo stadio Romeo Menti, posticipo della 12^giornata del campionato cadetto

30.10.2016 - La Redazione
zebli_bellomo_vicenza
Diretta Vicenza Pisa, LaPresse - immagine di repertorio

Vittoria convincente per 4-1 del Perugia in casa del Vicenza che fa volare gli uomini di Bucchi al quinto posto in classifica in piena zona playoff. Apre le danze del gol Brighi al 17 minuto con un tap-in vincente da posizione ravvicinata, al 27 minuto Di Chiara raddoppia e al 39 Dezi segna a pochi passi dalla porta di Rosati. Il gol di Dezi ha fatto scoppiare le proteste da parte dei giocatori e dello staff del Vicenza, proteste che hanno fatto chiudere ai Lanerossi una brutta prima frazione di gioco con lespulsione di Rizzo e del mister Bisoli. Nella ripresa con grande cuore e carattere i padroni di casa riaprono la gara con lautogol di Belmonte, ma all87 minuto Di Carmine chiude i conti e assicura al Perugia la quinta vittoria stagionale. al Menti si è assistito ad una gara non tanto spettacolare nel gioco, ma sicuramente ricca di emozioni con 5 gol complessivi e tanti colpi di scena nellarco dei 90 minuti.

Subisce una secca sconfitta fra le mura amiche a causa di una pessima prestazione nel primo tempo. Incredibilmente gioca meglio nella ripresa in inferiorità numerica e con grande carattere riesce a riaprire la gara.

La squadra dei Grifoni gioca un ottimo primo tempo in cui si dimostra letale in zona gol e solida in fase difensiva. Nella ripresa soffre fin troppo la reazione del Vicenza ma alla fine riesce a portarsi a casa 3 punti meritati.

Rimangono dubbi su alcune decisioni che hanno sfavorito i padroni di casa.

Il primo tempo di Vicenza-Perugia al Menti si conclude sul risultato parziale di 0-3 in favore degli ospiti con le reti di Brighi al 17, Di Chiara al 28 e di Dezi al 39. Bisoli schiera la sua squadra con un 4-3-2-1. In porta cè Benussi, in difesa al centro giocano Adejo ed Esposito mentre sulle fasce di difesa agiscono Pucino e Zivkov. A centrocampo Urso gioca come mediano a supporto di Rizzo e Siega, mentre in attacco la punta è Di Piazza, supportato alle spalla dalla coppia pugliese Galano-Bellomo. Bucchi si presenta al Menti schierando la sua squadra con il 4-3-3. In porta gioca Rosati, difesa a 4 composta da Di Chiara, Volta, Monaco e Belmonte. A centrocampo spazio al trio composto da Dezi, Brighi e Zebli, mentre il tridente dattacco è formato da Guberti sulla fascia sinistra, Nicastro sulla destra e Di Carmine al centro. Arbitra il sig. Mainardi. Dunque Perugia in vantaggio per 3 gol al Menti alla fine del primo tempo. Dopo i primi 10 minuti di grande equilibrio in campo la squadra di Bucchi comincia ad attaccare con insistenze e passa in vantaggio con Brighi al 17. Cross basso di Guberti dalla fascia sinistra verso il centro dellarea, dove Nicastro riesce a deviare ma senza dare forza al suo tiro. Il suo tentativo però si trasforma in un assist e finisce direttamente sui piedi di Brighi che da pochi passi non può sbagliare. Il Vicenza dopo il gol tenta una reazione, ma la difesa del Perugia annulla facilmente gli attacchi avversari. La squadra di Bucchi raddoppia al 28 minuto con una conclusione dalla distanza da parte di Di Chiara con il pallone che si infila allangolino basso e non lascia scampo a Benussi. Nel finale Dezi firma il tris ancora con un tocco ravvicinato grazie a un tocco decisivo di Di Carmine nellarea di rigore del Vicenza. Dopo il gol i giocatori del Vicenza protestano vivacemente con larbitro Mainardi insieme al loro allenatore Bisoli. Mainardi dopo qualche parola di troppo allontana dal campo lallenatore dei Lanerossi e dopo qualche istante espelle il centrocampista Rizzo. Partita in cassaforte per la squadra di Bucchi, mentre il Vicenza, sotto di tre gol e in inferiorità numerica, si appresta ad iniziare un secondo tempo in cui dovrà almeno salvare la faccia per frenare la contestazione iniziata sugli spalti da parte dei suoi tifosi.

SIEGA 6 RIZZO 4,5 DEZI 6,5 VOLTA 6 (Paolo Zaza)

Vicenza

Difficile premiarlo con la sufficienza con quattro gol subiti su 4 tiri in porta totali da parte degli avversari.

Soffre molto la dinamicità di Guberti e l’intraprendenza di Di Chiara sulla sua fascia.

Nel primo tempo la difesa del Vicenza commette grossolani e lui non è escluso. Alza bandiera bianca per infortunio prima del duplice fischio. DAL 44’ BOGDAN 6: Non è chiamato a grandi interventi ma offre comunque una prestazione sufficiente.

Nel primo tempo la sua difesa fa acqua da tutte le parti. Nel secondo tempo salva il salvabile con un paio di salvataggi nella sua area di rigore.

In fase difensiva recupera palloni preziosi e non commette grossi errori. Nella ripresa sfiora il gol su punizione.

E’ il metronomo del centrocampo del Vicenza e dimostra prezioso in entrambe le fasi.

Con una grossa ingenuità lascia la sua squadra in dieci uomini e sotto di tre gol.

Uno dei migliori del Vicenza. Crea numerose palle gol, ma i suoi compagni di squadra in attacco non sfruttano.

Sicuramente il migliore in campo fra i Lanerossi. Nel primo tempo non riesce a mettere in difficoltà la difesa ospite. Nella ripresa carica la squadra, assumendosi molte responsabilità e da un suo cross scaturisce l’autogol di Belmonte.

Nel primo tempo si vede a sprazzi. Viene sostituito durante l’intervallo. DAL 45’ ST SIGNORI 5,5: Non riesce a cambiare verso ad un attacco spento.

Si muove tanto e spende tantissimo ma non riesce mai ad avere un’occasione da gol. DAL 69’ GIACOMELLI 6: Entra bene in partita e dà filo da torcere alla difesa avversaria con le sue qualità.

 

All.BISOLI 5: Macchia la sua gara facendosi cacciare dall’arbitro Abisso dopo il terzo gol degli ospiti.

Perugia

Commette qualche ingenuità di troppo che poteva costargli caro. Si rifà comunque sulla punizione di Bellomo con una bella parata.

Va spesso in difficoltà quando il Vicenza attacca dalle sue parti.

Prestazione sufficiente con qualche sbavatura. Rimane negli spogliatoi durante l’intervallo. DAL 45’ ST MANCINI 5,5: Con interventi non sempre puliti rischia di complicare la situazione vantaggiosa per la sua squadra.

Evita il peggio nel momento migliore del Vicenza recuperando palloni scottanti.

Gioca con intraprendenza in fase offensiva e segna anche il secondo gol. Prestazione sufficiente in fase difensiva.

Fatica un po’ in mezzo al campo soprattutto nella ripresa quando sbaglia numerosi passaggi.

Porta in vantaggio il Perugia e gioca una buona gara in mezzo al campo.

Da una sua azione individuale nasce il primo gol e riesce anche a segnare il terzo gol del Perugia. Si dimostra decisivo anche quando c’è da recuperare il pallone. DALL’80’ ACAMPORA: S.V.

Gioca una buona gara e quando riceve palla si dimostra sempre pericoloso per la difesa del Vicenza. DAL 7’ BUONAIUTO: S.V.

Non segna ma ci va molto vicino e la sua presenza in area di rigore è determinante.

Dà parecchio filo da torcere alla difesa avversaria nell’arco dei 90 minuti e nel finale segna il gol decisivo.

 

All.BUCCHI 6,5: Prestazione convincente della sua squadra che schianta gli avversari nel primo tempo e sa anche soffrire nella ripresa prima di chiudere definitivamente la partita. Aveva promesso un sorriso ai tifosi umbri dopo il brutto terremoto della mattina e mantiene la parola.

 

(Paolo Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori