Risultati Lega Pro / Livescore in diretta, classifica aggiornata, Gironi A, B, C: le pugliesi non si fanno male (11^giornata, oggi 31 ottobre 2016)

- La Redazione

Risultati Lega Pro, 11^ giornata: livescore in diretta, classifica aggiornata dei gironi A, B e C. Dopo le emozioni domenicali, è il momento del derby di Puglia tra Lecce e Foggia

Piacenza_gol2016
Diretta Piacenza Siena Foto LaPresse

Il girone C di Lega Pro ha una nuova capolista: la Juve Stabia guarda tutti dall’alto in basso dopo i posticipi del lunedì. Lecce e Foggia non si fanno male: l’equilibrio resiste per tutti i 90 minuti, al Via del Mare finisce 0-0 e così le due squadre pugliesi abbandonano la vetta che avevano confermato, scambiandosela per un paio di giornate e per il resto condividendola, da inizio settembre a fine ottobre. Juve Stabia in testa, un terzetto a un punto di distanza (la terza squadra è il Matera): il campionato si fa sempre più entusiasmante. Negli altri posticipi, vittoria pazza del Tuttocuoio a Pontedera per il girone A: gli ospiti si portano in vantaggio al 25′ con il solito Irakli Shekiladze, subiscono il pareggio a quattro minuti dal 90′ ma in pieno recupero trovano la zampata da tre punti. Più “normale” e semplice la vittoria dell’AlbinoLeffe contro il Sudtirol: bastano due gol segnati nei primi 19 minuti per far volare i bergamaschi, che ora sono del tutto in corsa per i playoff. Adesso spazio alla Coppa Italia: il nuovo turno del torneo inizia martedì con due anticipi, il grosso delle partite sarà invece mercoledì 2 novembre.

Prendono il via i tre posticipi di Lega Pro: stiamo allora per conoscere i tre risultati che chiuderanno lundicesima giornata. Nel girone A Pontedera-Tuttocuoio è un interessante derby toscano tra due squadre che sono partite a corrente alternata e che vogliono abbandonare la zona calda della classifica; per il girone B abbiamo come noto AlbinoLeffe-Sudtirol, altra sfida di classifica medio-bassa anche se i lombardi in caso di vittoria si porterebbero in zona playoff potendo mettere pressione anche alla sesta della classe, in una classifica che si sta dimostrando molto corta. Infine il grande big match Lecce-Foggia: una delle due potrebbe andare al comando solitario del girone C, laltra in caso di sconfitta sarebbe addirittura terza viste le vittorie di Juve Stabia e Matera che hanno reso ancora più interessante la corsa alla promozione diretta. Parola al campo dunque: al termine della serata vedremo come sarà cambiata ciascuna classifica, e quali saranno i risultati finali delle partite.

Cinque gol dellAlessandria, due della Cremonese: cambia poco il risultato, Alessandria e Cremonese continuano la loro corsa solitaria in vetta alla classifica del girone A di Lega Pro, con risultati favorevoli anche nellundicesima giornata. Si è trattato della quarta vittoria consecutiva per entrambe: da quando hanno pareggiato al Moccagatta nella sfida diretta, le due squadre non hanno più sbagliato un colpo e ora la Cremonese ha cinque punti di vantaggio sullArezzo, la nuova quarta forza del girone A dopo che la Viterbese ha pareggiato in casa contro il Livorno e il Piacenza è caduto a Carrara. Unincertezza che favorisce la fuga a due; se lAlessandria continua a impressionare per la superiorità sulle avversarie (ha segnato 15 gol dallottava allundicesima giornata), la Cremonese stupisce invece per la capacità di vincere le partite tirate: i grigiorossi in questo avvio di stagione hanno vinto con più di un gol di differenza soltanto in una occasione, nel 2-0 rifilato alla Giana Erminio al quarto turno. Anche questo è un segnale di forza perchè dimostra il cinismo della squadra lombarda; vedremo come andranno le prossime giornate, alla dodicesima la Cremonese va a giocare sul campo del Pontedera mentre lAlessandria è attesa alla trasferta dello stadio Casal del Marmo contro la Racing Roma.

Venezia e Bassano si giocano il primato nel girone B di Lega Pro visto che sono appaiate a ventidue punti in classifica. Le due squadre si sono affrontate proprio nel weekend, la partita è terminata 1-1 con i gol di Pederzoli e Pasini. Questo risultato ha sicuramente favorito sia la Reggiana che si trova appena un punto sotto al terzo posto in classifica, sia il Parma e la Sambenedettese che nell’ultima partita di campionato di Lega Pro hanno vinto rispettivamente contro Fano e Ferpisalò. Ventuno punti in classifica per queste tre squadre che ora si giocano il primato considerando che il posticipo di oggi tra Albinoleffe e Sudtirol non interessa le parti alte della classifica. Il prossimo weekend il Bassano dovrà vedersela con il Padova che occupa la sesta posizione mentre il Venezia di Filippo Inzaghi dovrà affrontare il Santarcangelo che attualmente ha soltanto dieci punti nella classifica generale del Gruppo B.

Vince la Juve Stabia nel Girone C di Lega Pro portandosi al primo posto in classifica in attesa del big match di oggi tra Lecce e Foggia. La vittoria di ieri contro il Cosenza ha portato la Juve Stabia a 25 punti in classifica ma vige l’equilibrio in questo Gruppo C visto che anche il Matera ieri ha vinto contro l’Akragas per 3-1 ristabilendo le distanze. Ottima stagione per la Virtus Francavilla, la vittoria contro il Melfi regala l’ottavo posto in classifica con quattordici punti, in piena zona playoff, un ottimo traguardo per una squadra neo promossa dalla Serie D che si sta facendo rispettare in questo avvio di Lega Pro. Non bene il Taranto che dopo un ottimo avvio di campionato è calato nelle prestazioni e non riesce a vincere da ben cinque partite: tre pareggi con Messina, Akragas e Catania e due sconfitte con Fondi e Catanzaro che hanno fatto scendere i rossoblù al quattordicesimo posto in classifica.

Oggi per la Lega Pro sarà un lunedì ricchissimo, dal momento che ci saranno ben tre posticipi (uno per girone), ma in attesa di questi ultimi risultati possiamo già spendere qualche parola in più per l’Alessandria, indiscutibilmente fino a questo momento la squadra migliore di tutta la Lega Pro. I numeri parlano chiaro: i grigi piemontesi hanno ottenuto dieci vittorie e un pareggio nelle undici giornate già giocate, per un totale di 31 punti sui 33 a disposizione. Nel girone A l’unica squadra che sta tentando di reggere il passo è la Cremonese (seconda a quota 26), mentre sulla terza – che è l’Arezzo – il vantaggio è già in doppia cifra. Il confronto è impietoso anche con gli altri gironi:  la Juve Stabia è capolista del girone C con 25 punti, nel girone B addirittura nessuno fa meglio dei 22 punti della coppia Bassano-Venezia. Reso merito anche alal Cremonese, che negli altri due gruppi sarebbe prima, è evidente che l’Alessandria sta facendo finora un campionato a sé stante. Brilla soprattutto l’attacco con 26 gol già segnati, dei quali otto a testa per Bocalon e Gonzalez.

Sono tre le partite che si giocano oggi per la Lega Pro, una a girone A, B e C. Nel gruppo A si gioca un rovente Pontedera-Tuttocuoio che mette di fronte due squadre impelagate per la lotta per non retrocedere. Gli ospiti sono a +3 ma proprio con uno scivolone esterno si farebbero raggiungere dai loro avversari che hanno grande voglia e si sono preparati al match veramente bene. Nel Gruppo B si gioca invece Albinoleffe-Südtirol anche loro sono divise da appena tre punti con i padroni di casa a ridosso della zona playoff e quella in trasferta che invece è sotto in piena zona playout. Chiude la giornata il big match del girone C Lecce-Foggia. Le due squadre sono state superate ieri da Juve Stabia e Matera entrambe vincenti rispettivamente contro Cosenza e Akragas. Se una delle due vince va prima da sola a +1 dalle vespe, mentre in caso di pareggio saranno entrambe allapari del Matera a -1 proprio dalla squadra di Castellammare di Stabia.

In attesa del fischio dinizio per i due match in programma per le ore 20.30 del gruppo C della 11^ giornata de campionato di Lega Pro, andiamo subito a vedere i risultati finali delle partite iniziate invece alle ore 16.30 e che stanno terminando proprio in questi minuti. Per il gruppo A è andata in scena allo stadio Moccagatta, una delle partite più avvincenti di questa 11^ giornata della terza lega calcistica italiana ovvero la sfida tra Alessandria e Siena, terminata per 5 a 2: a favore degli orsi grigi si segnalano le reti di Marras Gonzalez e Bocalon entro i primi 45 minuti regolamentari, a cui hanno risposto per la formazione ospite Mendicino e Bunino. A siglare il 4 a 2 ci pensa poi Gonzalez realizzando alla 65 minuti una bella doppietta che comporta la vittoria dellAlessandria di Braglia: il miracolo al sesto minUto di recupero però porta la firma di Bocalon. E terminata sullo 0 a 0 la partita tra Pro Piacenza e Lucchese e simile destino stava seguendo anche il match del girone A tra Carrarese e Piacenza: a muovere le cose ci ha poi pensato Rolfini al 77 che ha fissato il risultato sull1 a 0 a  favore dei padroni di casa. A chiudere questa tornata pomeridiana il match del gruppo c di Lega Pro tra Juve Stabia e Cosenza, sfida terminata per 1 a 0 a favore dei padroni di casa, andati a segno al 26 minuto del primo tempo con Ripa.

Si è concluso proprio pochi secondo fa su tutti i campi impegnati nella 11^ giornata della Lega Pro il primo tempo regolamentare, che ha regalato particolari emozioni soprattutto nel match tra lAlessandria e il Siena, quale sfida in calendario per il Gruppo A. Al Moccagatta infatti larbitro ha posto fine ai primi 45 minuti regolamentari fissando il risultato sul 3 a 2: a gol per i padroni di casa Marras e Gonzalez entro i primi venti minuti, mentre poi Bocalon ha poi siglato il 3 gol al 44 Minuto. Hanno risposto per il Siena Mendicino e Bunino con due gole tra il 39 e il 41 minuto del primo tempo. Rimangono invece fermi sullo 0 a 0 sia le sfide tra Carrarese e Piacenza che tra Pro Piacenza e Lucchese. Per il Gruppo C invece ha terminato i suoi primi 45 minuti regolamentari la sfida tra Juve Stabia e Cosenza fermi sullo 1 a 0: primo marcatore per la formazione di casa Ripa, che ha violato la porta avversaria al 26 minuto. 

Si avvia lentamente alla conclusione questa 11^ giornata del campionato di Lega Pro, di nuovo protagonista in questa domenica con il gruppo A e C: in attesa del fischio dinizio dei match delle ore 18.30 vediamo subito i risultati delle partite che sono iniziate alle ore 16.30. Per il Gruppo A di Lega Pro registriamo la bella vitoria dellArezzo per 3 a 1 contro il Renate: fondamentali le reti di Polidori, Foglia e Grossi per la formazione di casa nel primo tempo a cui ha risposto solo Anghileri per i neroblu, sempre nel corso dei primi 45 minuti regolamentari. E invece terminata per 2 a 1 il match tra Catania e Paganese, sfida che si è decisa soltanto nel secondo tempo dove Paolucci è stato il primo a sbloccare il risultato segnando per la formazione siciliana al 68 minuto: il raddoppio per il Catania è arrivato solo al 83 con Biagianti, dopo che Da Silva aveva pareggiato segnando a favore della Paganese al 65 minuto. Ci è voluto invece lintervento di Abate per i biancazzurri al 75 minuto per sbloccare il risultato, fissato dallarbitro sul 1 a 0 per il match tra Melfi e Virtus Francavilla. Monopoli-Catanzaro è invece terminata giusto pochi secondi fa con il risultato finale di 2 a 2: a favore dei padroni di casa le reti di Montini e DAuria, mentre per gli ospiti sono andati a segno Sarao e Basrak. Un altro pareggio anche per Taranto e Messina, fermi sul 1 a 1: Pozzebon è il primo a sbloccare il risultato a favore dei biancoscudati, mentre Nigro a riequilibrato il risultato solo al 60 minuto. Chiude la vittoria della Vibonese per 1 a 0 contro la Reggina, esito deciso da Saranti al 34 minuto nel primo tempo.  

Si è chiuso solo pochi secondi fa il primo tempo nei campi impegnati nella turnata pomeridiana della 11^ giornata della Lega Pro, protagonista questa domenica con i match un calendario per i gruppi A e C. Lunico match del primo girone al momento in svolgimento è Arezzo-Renate il cui risultato al termine dei 45 minuti regolamentari si è attestato sul 3 a 1: la tripletta della formazione toscana, oggi davvero in gran forma è stata messa a segno prima di Polidori al 13 minuto, poi Foglia e infine il sigillo di Grossi al 41 minuto, ai quali ha risposto per il Renate solo Anghileri al 30. Per il gruppo C di Lega Pro invece si è conclusa sullo 0 a 0 la prima parte del match tra Catania e Paganese, dove però si contano ben 3 gialli, due per la formazione ospite e uno per gli etnei. Stesso risultato ovvero un pareggio a reti bianche per Melfi-Virtus Francavilla al termine del primo tempo, mentre ben più ricco di movimento lincontro tra Monopoli e Catanzaro: al termine del primo tempo il risultato è sullo 1 a 1 grazie alle reti di Sarao per i siciliani e Montini per i padroni di casa. Molto bene anche per i biancoscudati di Lucarelli, in vantaggio per 1 a 0 in casa del Taranto, grazie alla rete di Pozzebon. Chiude la sfida tra la Vibonese e la Reggina, che al termine del primo tempo, chiude con il risultato di 1 a 0 grazie alla rete di Saraniti. 

Si è conclusa la prima tornata pomeridiana della 11? Giornata della Lega Pro, oggi in campo con le formazioni del Gruppo A e del Gruppo C. Ma andiamo subito a vedere i risultati finali appena fissati, prima di sentire il fischio dinizio del match attesi per le 16.30.  La sfida tra Como e Olbia si è conclusa con il pareggio per 2 a 2: dopo un primo tempo a reti bianche i giocatori delle formazioni oggi protagoniste si sono scatenati e sono andati a segno per la formazione sarda prima Capello e poi Ragatzu, mentre a favore dei lombardi sono andati a segno Marconi e Damian, attivi solo negli ultimi minuti regolamentari. La partita tra Cremonese e Pistoiese è invece terminata sul 2 a 1 a favore dei padroni di casa, andati a segno con Belingheri nel primo tempo e Brighenti nel secondo: a rispondere per la formazione toscana ci ha pensato al primo minuto di recupero al termine dei 90 regolamentari Rovini. Grandissima goleada per la Giana erminio, impegnata in casa contro la Racing Roma: dopo le due reti messe a segno nel primo tempo da Ferrari e Greselin, ci pensa Bruno al primo minuto di recupera del secondo tempo a fissare lesito sul 3 a 0. Si è invece fermata sullo 1 a 1 la partita della 11^ giornata del gruppo A di Lega Pro tra Viterbese  e Livorno: a segno Murilo per i toscani nel primo tempo, a cui ha risposto Neglia al 51 minuti regolamentare. Per il Groppo C è invece terminato per 1 a 1 la partita tra Siracusa e Andria: per i siciliani il primo marcatore è Catania, a  segno nel 17 minuto, mentre i pugliesi riequilibrano il risultato solo al 37 con Onescu. A chiudere questa prima turnata cè anche il match tra Prato e Lupa Roma, terminato solo poco fa per 2 a 1 a favore della formazione romana: Carcuro è il primo marcatore della partita ma la Lupa Roma prima ruisponde con La Camera al 76 per poi raddoppiare al terzo minuto di recupero con Baldassin. Ora via ai match delle ore 16.30. 

Si è appena chiuso su tutti i campi riservati alla 11^ giornata della Lega Pro il primo tempo, al momento non ancora troppo pieno di emozioni al momento. Fermi infatti sullo 0 a 0 sia il match tra Como e Olbia, che la partita tra Prato e Lupa Roma, entrambe per il girone A mentre si è invece attestata sul pareggio per 1 a 1 la sfida in programma per il gruppo C tra Siracusa e Andria: Catania è il primo marcatore che al 17 minuto del primo tempo viola lo specchio pugliese. Il riscatto dellAndria arriva però 20 minuti dopo quando al 37 Onescu riequilibra il risultato. Per il gruppo A invece segnaliamo il più due finora messo a segno dalla Giana Erminio, impegnata tra le mura di casa contro la Racing Roma: Il primo a violare la porta avversaria è Ferrari che segna al 13 minuti dal fischio di inizio, risultato poi raddoppiato da Greselin al 26 minuti. Fermo sul1 a 0 la partita tra Cremonese e Pistoiese: lintervallo sorprende la formazione di casa in vantaggio grazie alla rete di Berlinghieri, realizzata al 39 minuto. Chiude la turnata delle partite della 11^ giornata della Lega Pro il match del gruppo A tra Viterbese e Livorno, con la formazione toscana in vantaggio per 1 a 0 alla chiusura del primi 45 minuti: Murilo sblocca il risultato al 24 minuto. 

Squadre in campo per lundicesima giornata del campionato di Lega Pro. Dalle ore 14:30 si giocano 5 partite valide per il girone A: sono Como-Olbia, Cremonese-Pistoiese, Giana Erminio-Racing Roma, Prato-Lupa Roma e Viterbese-Livorno; in più fischio dinizio anche per un match del girone C, Siracusa-Andria. Nel frattempo, a causa del  terremoto che ha colpito nelle ultime ore il centro Italia, sono state rinviate tutte le partite di calcio in programma nella regione dellUmbria: il provvedimento non riguarda la Lega Pro perché lunica squadra interessata, il Gubbio, ha giocato ieri per il girone B (il Perugia invece scende in campo oggi ma a Vicenza, per la dodicesima giornata di Serie B). 

Continua il grande duello tra Alessandria e Cremonese nel girone A: le due squadre sono separate da 5 punti in classifica e i grigiorossi hanno un +4 sulle due terze (Piacenza e Viterbese), dunque si può parlare tecnicamente di una corsa a due per la promozione diretta. Se lAlessandria ha pareggiato soltanto una volta vincendo nove partite, la Cremonese ha un pareggio in più (allesordio sul campo della Viterbese) e ha già perso, alla sesta giornata in casa contro il Piacenza, una sorta di derby e dunque una sconfitta bruciante. La sfida diretta, ricorderete, si è già giocata almeno allandata: il 3 ottobre per la settima giornata, allo stadio Moccagatta, la Cremonese di Attilio Tesser è passata in vantaggio al 58 con Luca Belingheri – in gol dopo appena un minuto dal suo ingresso in campo – ma è stata ripresa al 64 da Simone Iocolano. La sfida di ritorno sarà allo Zini: la Cremonese spera di arrivarci a contatto così da operare leventuale sorpasso in vetta, lAlessandria ha tutte le intenzioni di chiudere i conti in anticipo. Tutto questo ovviamente senza considerare altre squadre che potranno inserirsi nella corsa; per il momento però sono queste due a dominare il girone A di Lega Pro, e per adesso le rivali stanno a guardare.

Si può gareggiare con una coppia gol come quella dellAlessandria? Difficile, davvero difficile. Pablo Gonzalez e Riccardo Bocalon: due giocatori che insieme hanno segnato 12 gol, sei a testa, e sono tra i principali artefici dello strepitoso inizio di stagione dei grigi. Gonzalez è un giocatore che due anni fa in Lega Pro ha segnato 15 gol, e che ne aveva messi 14 in Serie B (sempre con il Novara); non una prima punta fatta e finita, più un rifinitore che vede la porta e la vede anche bene. In Serie A non ha sfondato (un solo gol con il Siena), la LegaPro è il suo regno quanto lo è per Bocalon, che tra le altre cose lanno scorso spinse lAlessandria in semifinale di Coppa Italia (quella di Lega A) segnando 3 gol decisivi. Per lui 14 reti nel 2015-2016; lanno prima con il Prato ne aveva realizzati 16, ma è a Venezia nel 2013-2014 che ha timbrato quello che al momento è ancora il suo record (17). Due attaccanti letali, ai quali si è aggiunto Simone Iocolano; per ora 3 gol per lex Bassano, il giusto rifinitore per una coppia che minaccia seriamente di spingere lAlessandria al ritorno in Serie B. 

Sta per iniziare anche il programma del girone C di Lega Pro e cè un interessantissimo duello nella classifica marcatori: un duello interno che domani sera, nel posticipo, vivrà un interessante sviluppo. Nel Lecce i bomber sono Salvatore Caturano e Giuseppe Torromino: 8 e 7 gol rispettivamente, sono primo e secondo nella graduatoria dei migliori cannonieri della stagione. Caturano lo scorso anno ha giocato una stagione a metà tra Ascoli e Bari senza mai sfondare, due anni fa aveva vissuto una stagione straordinaria nel Melfi segnando 18 gol in 36 partite e adesso sembra essere tornato a quei livelli. Torromino invece si era imposto allattenzione della critica a Crotone, in Serie B: 5 gol nelle prime 8 giornate stagionali, ma poi si era rotto qualcosa e così, dopo tante panchine, a gennaio 2014 era passato alla Virtus Entella che andava a caccia della promozione. Rete allesordio, poi più nulla tranne un gol nellandata di Supercoppa Lega Pro (persa contro il Perugia). Il terzo incomodo è Maikol Negro: 7 gol in otto partite con il Matera, è già ad un solo gol di distanza dallintero bottino messo insieme lo scorso anno con la maglia della Casertana, mentre lanno precedente aveva segnato 10 reti in 29 partite con la Salernitana. 

La giornata di oggi vede diverse sfide interessanti in Lega Pro tra Gruppo A e C. Tra le sfide più interessanti del Girone A c’è sicuramente Viterbese-Livorno che si gioca oggi alle ore 14.30. Le due squadre sono divise in classifica da quattro punti nella zona playoff e cercano entrambe di meritarsi una qualificazione in Serie B. Entrambe le compagini possono mandare in campo diversi giocatori interessanti che potrebbero cambiare la partita anche solo con una giocata. Nel Girone C invece la sfida sicuramente più interessante di oggi, in attesa che domani si giochi Lecce-Foggia, è Juve Stabia-Cosenza. Le vespe sono terze in classifica ad appena un punto dalle prime due in classifica e con una vittoria possono passare una notte in testa alla classifica proprio in attesa del derby pugliese che si giocherà al Via del Mare domani. Gli ospiti invece sono sotto di tre punti in quinta posizione.

Altri risultati interessanti arrivano dall’undicesima giornata di Lega Pro, che al sabato come al solito ci tiene compagnia con il girone B. Si sono da poco concluse le partite delle ore 18.30: vittoria casalinga per 1-0 del Padova ai danni del Modena, stesso punteggio ma in favore della squadra in trasferta a Fano, dove il Parma ha battuto i padroni di casa. Pochi gol dunque, ma importantissimi per la classifica del raggruppamento, che è davvero corta. Il Parma sale a quota 21 punti nel terzetto delle terze con Reggiana e Sambenedettese, ad una sola lunghezza di ritardo dalla coppia di testa, formata da Venezia e Bassano a quota 22. Sale in zone nobili anche il Padova, che arriva a quota 19 punti agganciando il Gubbio, che però alle ore 20.30 è protagonista dell’ultima partita del sabato, che mette gli umbri di fronte al Teramo. I conti sono presto fatti: se il Gubbio dovesse vincere, aggancerebbe Bassano e Venezia al comando della classifica.

Arrivano altri quattro risultati finali nella undicesima giornata di Lega Pro, naturalmente relativi al girone B che ancora una volta è quello protagonista al sabato. Doppio pareggio per 1-1 nei due derby, quello romagnolo Forlì-Santarcangelo e quello veneto Venezia-Bassano, particolarmente importante dal momento che si trattava del big-match fra le due capolista, che continuano dunque a viaggiare a braccetto a quota 22 punti ma vedono avvicinarsi alcune rivali. Ad esempio la Sambenedettese, già vincitrice per 1-0 contro la Feralpi Salò, ma in virtù del risultato di Mantova-Reggiana (2-3) anche i granata emiliani salgono con la Samb a quota 21, ad una sola lunghezza dal duo veneto. Infine bisogna annotare un pareggio a reti bianche (0-0) in Pordenone-Ancona, partita che conferma il non eccellente periodo di forma che stanno vivendo i friulani. La classifica è davvero cortissima e tutto è possibile: motivo in più per seguire con grande attenzione anche le due partite che avranno inizio alle ore 18.30, cioè per la precisione Fano-Parma e Padova-Modena.

Il primo risultato nella undicesima giornata di Lega Pro, naturalmente relativo al girone B che ancora una volta è quello protagonista al sabato, è la vittoria della Sambenedettese sulla Feralpi Salò per 1-0, grazie al gol messo a segno da Mancuso al 65 minuto di gioco. Successo che proietta la Sambenedettese addirittura al primo posto in classifica con 21 punti, sia pure in coabitazione con Bassano e Venezia. Dopo questo inizio più tranquillo del solito, adesso il sabato della Lega Pro sta per entrare decisamente nel vivo, dal momento che alle ore 16.30 avranno inizio ben quattro partite. Si tratta del derby romagnolo Forlì-Santarcangelo, di quello veneto Venezia-Bassano (il big-match fra le due capolista), di una sfida blasonata come Mantova-Reggiana e di Pordenone-Ancona. Da ricordare che si sarebbe dovuta disputare anche Maceratese-Lumezzane, che però è stata rinviata a data da destinarsi perché in quelle sfortunate terre le forze dellordine sono tutte impegnate nel post-terremoto. Con un pensiero per tutte le famiglie colpite, lo spettacolo della Lega Pro può adesso entrare nel vivo!

Entrando nellundicesima giornata del girone B di Lega Pro che avrà inizio fra pochi minuti con Sambenedettese-Ferali Salò (unica partita in programma alle ore 14.30), è ancora Rachid Arma il re dei bomber: il marocchino del Pordenone ha segnato 8 gol e guida la classifica marcatori, ma il suo rendimento sta calando. Aveva segnato 7 gol nelle prime 6 partite, spingendo i friulani in testa ala classifica; nelle ultime quattro ha timbrato il cartellino soltanto una volta, nel 3-3 contro il Santarcangelo. Risalgono la china allora due giocatori come Leonardo Mancuso, assoluto trascinatore della Sambenedettese, e Mattia Minesso che guida lattacco del Bassano (21 gol), entrambi a quota 6 reti. Scorrendo lelenco dei cannonieri del girone possiamo notare anche i nomi di tanti veterani, o di giocatori abituati ad altre categorie: Emanuele Calaiò ha segnato 4 gol con la maglia del Parma (uno in meno per Felice Evacuo), Alexandre Geijo (lo scorso anno a Brescia in Serie B) ne ha 3 con il Venezia mentre Marco Sansovini è ripartito da Teramo dove per il momento ha 3 gol. Cè anche Cristian Altinier, 3 reti con il Padova, mentre tra i giovani spicca soprattutto Alessio Di Massimo (3 gol con la Sambenedettese) che la Juventus aveva acquistato dallAvezzano (Serie D) rendendolo protagonista con la Primavera.

Cosa succede al Pordenone? La formazione friulana, che lo scorso anno aveva giocato la semifinale playoff di Lega Pro e questanno, spostatosi nel girone B, ambisce alla promozione diretta, si è improvvisamente bloccato. Il Pordenone è stato primo in classifica in due diversi momenti: dopo il 3-1 al Teramo ha tenuto la vetta per due giornate, poi ha perso in casa contro il Parma (vinceva 4-2) ma si è immediatamente ripreso e, battendo il Venezia di misura (dopo il 4-2 di Macerata) è tornato primo in classifica. Da lì in avanti però i neroverdi non sono più stati loro: hanno perso a Bassano (e ci può stare), poi hanno clamorosamente pareggiato 3-3 contro il Santarcangelo e lo scorso sabato si sono fatti battere dal Sudtirol, ritrovandosi adesso addirittura in ottava posizione (pur se la classifica del girone B è piuttosto corta, come abbiamo notato negli ultimi turni). Una difesa che aveva incassato 8 gol nelle prime 7 giornate ha subito lo stesso numero di reti nelle restanti tre; per il Pordenone il riscatto può passare dalla partita interna contro lAncona, una squadra che non sta confermando il brillante quarto posto del 2015-2016 e si trova pericolante in zona playout.

Nellundicesima giornata di Lega Pro che comincia tra poco abbiamo due nuove squadre al comando: il Venezia era già stato al primo posto della classifica ma ci è tornato vincendo le ultime due partite, mentre il Bassano grazie a tre successi consecutivi è riuscito a superare la concorrenza arrivando dove voleva essere, ovvero in prima posizione a controllare la situazione. Proprio Venezia-Bassano è il grande big match: analizziamo le cifre delle due squadre. Il Bassano ha segnato nettamente di più perchè con 21 gol (14 per i lagunari) ha il miglior attacco del girone (in generale impatta con Alessandria e Juve Stabia ed è alle spalle del Matera) ma il Venezia ha la miglior difesa con 7 reti incassate (contro 10). A proposito di gol realizzati, Mattia Minesso ne ha 6, Simone Guerra 5 e Francesco Grandolfo 4; nel Venezia il cannoniere è lo svizzero ex Udinese e Brescia Alexandre Geijo, in rete tre volte in questo inizio di stagione. Il rendimento esterno del Bassano è di 2 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta, lunica del campionato (1-2 a Lumezzane); imbattuto il Venezia al Penzo, tre vittorie e due pareggi e anche per i lagunari una sola sconfitta stagionale, 0-1 sul campo del Pordenone.

Non conosce sosta il campionato di Lega Pro 2016-2017: si gioca lundicesima giornata nel fine settimana del 29 e 30 ottobre, ma la novità questa volta è rappresentata dal fatto che i posticipi del lunedì sono ben tre, uno per girone e cioè Pontedera-Tuttocuoio per il girone A (ore 20:30), AlbinoLeffe-Sudtirol per il girone B (ore 20:30) e il big match Lecce-Foggia per il girone C (ore 20:45).

Procediamo dunque con ordine: sabato è giornata dedicata al girone B, che si apre alle 14:30 con Sambenedettese-Feralpisalò. Alle ore 16:30 si giocano Forlì-Santarcangelo, Maceratese-Lumezzane, Mantova-Reggiana, Pordenone-Ancona e Venezia-Bassano; alle ore 18:30 sarà il turno di Fano-Parma, alle ore 20:30 ci saranno Gubbio-Teramo e Padova-Modena. Il big match è chiaramente quello dello stadio Penzo, dove il Venezia ospita il Bassano: è sfida al vertice tra le due attuali capolista del girone, ma la realtà è che qui ben più di una squadra si è già spinta in testa alla classifica e dunque al termine di questo turno potremmo trovare la testa della graduatoria completamente cambiata, o quasi. Alle spalle sono pronte ad approfittare di un eventuale pareggio la Sambenedettese, che sfida la Feralpisalò altra pretendente alle prime posizioni, e il Gubbio che ospita il Teramo con la possibilità di volare ancora più in alto.

Il girone A, domenica, partirà alle ore 14:30 con Como-Olbia, Cremonese-Pistoiese, Giana Erminio-Racing Roma, Prato-Lupa Roma e Viterbese-Livorno; alle ore 16:30 si gioca Arezzo-Renate, alle ore 18:30 avremo Alessandria-Siena, Carrarese-Piacenza e Pro Piacenza-Lucchese. Continua il duello a distanza tra Alessandria, 9 vittorie e un pareggio, e Cremonese che è stata lunica squadra a fermare i piemontesi; impegni casalinghi per entrambe, a caccia di riscatto la Viterbese reduce dalla prima sconfitta stagionale mentre il Piacenza è pronto ad approfittare di qualche passo falso delle prime due, ma rischia sul campo di una Carrarese che sembra rinata rispetto al pessimo inizio. Occhio anche allArezzo, che però sarà senza lo squalificato Moscardelli: lunedì sera in nove uomini ha resistito, fuori casa, al Livorno.

Nel girone C, che si gioca ovviamente domenica 30 ottobre, si parte alle ore 14:30 con Siracusa-Fidelis Andria; alle ore 16:30 si giocheranno Catania-Paganese, Melfi-Virtus Francavilla, Monopoli-Catanzaro, Taranto-Messina e Vibonese-Reggina; si chiude alle ore 20:30 con Casertana-Fondi, Juve Stabia-Cosenza e Matera-Akragas. Archiviata la prima sconfitta del Lecce, alla coppia di testa che si sfida nel posticipo si sono sensibilmente avvicinate Juve Stabia e Matera che adesso minacciano di trasformare questo girone in una corsa a quattro, mentre il Cosenza che ha perso ha leggermente perso contatto con le prime. Sale forte il Catania che però per il momento deve soltanto pensare a salvarsi; sembra essere in crisi la Casertana, che rischia a lungo termine di non giocare nemmeno i playoff se non riuscirà a risalire la corrente.

 

Domenica 30 ottobre

RISULTATO FINALE Como-Olbia 2-2 – 51′ Capello (O), 81′ Ragatzu (O), 84′ Marconi (C), 90’Damian (C)

RISULTATO FINALE  Cremonese-Pistoiese 2-1 – 39′ Berlingheri (C), 58′ Brighenti (C), 90+1′ Rovini (P)

RISULTATO FINALE  Giana Erminio-Racing Roma 3-0 – 13′ Ferrari (G), 26′ Greselin (G), 90+1′ Bruno (G)

RISULTATO FINALE  Prato-Lupa Roma 1-2 – 64′ Carcuro (P), 76′ La Camera (LR), 90+3′ Baldassini (LR)

RISULTATO FINALE  Viterbese-Livorno 1-1 – 24′ Murilo (L), 51′ Neglia (V)

RISULTATO FINALE Arezzo-Renate 3-1 – 13′ Polidori (A), 23′ Foglia (A), 30′ Anghileri (R), 41′ Grossi (A)

RISULTATO FINALE Alessandria-Siena 5-2 ,  10′ Marras (A), 17′ Gonzalez (A), 39′ Mendicino (S), 41′ Bunino (S), 64′ Gonzalez (A), 90+6′ Bocalon (A)

RISULTATO FINALE Carrarese-Piacenza 1-0, 77′ Rolfini (C)

RISULTATO FINALE Pro Piacenza-Lucchese 0-0

 

Lunedì 31 ottobre

RISULTATO FINALE Pontedera-Tuttocuoio 1-2 – 25′ Shekiladze (T), 86′ Polvani (P), 94′ Borghini (T)

 

Alessandria 28

Cremonese 23

Viterbese, Piacenza 19

Arezzo, Como 18

Renate 17

Livorno 15

Lucchese, Siena, Giana Erminio, Tuttocuoio 13

Carrarese, Olbia 11

Pro Piacenza, Pistoiese 9

Lupa Roma, Pontedera 7

Racing Roma 6

Prato 5

 

Sabato 29 ottobre

Sambenedettese-Feralpisalò 1-0 – 65′ Mancuso L. (S)

 Forlì-Santarcangelo 1-1 – 47′ Sereni (F), 77′ Cori (S)

Ore 16:30 Maceratese-Lumezzane RINVIATA

 Mantova-Reggiana 2-3 – 20′ Nolè (R), 44′ Caridi (M), 57′ Bovo (R), 68′ Mogos (R), 95′ Marchi (M)

 Pordenone-Ancona 0-0

 Venezia-Bassano 1-1 – 21′ Pederzoli (V), 56′ Pasini (B)

 Fano-Parma 0-1 – 86′ Calaiò

 Padova-Modena 1-0 – 33′ Alfageme

Gubbio-Teramo 1-5 – 11′ Casiraghi, Jefferson 72′, Petrella 74′, Jefferson 75′, Sansovini 91′ e 94′

 

Lunedì 31 ottobre

RISULTATO FINALE AlbinoLeffe-Sudtirol 2-0 – 14′ Gonzi, 19′ Cortellini 

 

Bassano, Venezia 22

Sambenedettese, Reggiana, Parma 21

Gubbio, Padova 19

Feralpisalò, Pordenone 18

AlbinoLeffe 16

Santarcangelo 15

Ancona 11

Modena, Maceratese, Lumezzane, Sudtirol Teramo, 10

Fano 7

Mantova 6

Forlì 4

 

Domenica 30 ottobre

RISULTATO FINALE Siracusa-Fidelis Andria 1-1 – 17′ Catania (S), 37′ Onescu (FA)

RISULTATO FINALE Catania-Paganese 2-1 – 65′ Da Silva (P), 68′ Paolucci (C), 83′ Biagianti (C)

RISULTATO FINALE Melfi-Virtus Francavilla 0-1, 75′ Abate (VF)

RISULTATO FINALE  Monopoli-Catanzaro 2-2, 3′ Sarao (C), 9′ Montini (M), 60′ D’Auria (M), 89′ Basrak (C)

RISULTATO FINALE Taranto-Messina 1-1 – 32′ Pozzebon (M), 60′ Nigro (T)

RISULTATO FINALE Vibonese-Reggina 1-0 – 34′ Saraniti (V)

RISULTATO FINALE Juve Stabia-Cosenza 1-0, 26′ Ripa (js)

RISULTATO FINALE Casertana-Fondi 1-1 – 31′ Carlini

RISULTATO FINALE Matera-Akragas 3-1 – 5′ Negro, 22′ Strambelli, 79′ Gomez (Ak), 94′ Caze 

 

Lunedì 31 ottobre

RISULTATO FINALE Lecce-Foggia 0-0

 

Juve Stabia 25

Lecce, Foggia, Matera 24

Cosenza 19

Monopoli 18

Fondi (-1) 15

Fidelis Andria, Casertana 13

Akragas 12

Virtus Francavilla, Reggina, Taranto, Messina 11

Paganese,  10

Catania (-7), Catanzaro, Vibonese 9

Siracusa 8

Melfi (-1) 6

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori