Video / Sampdoria-Inter (1-0): highlights e gol della partita. De Boer: ci è mancato il coraggio (Serie A 2016-2017, 11^giornata)

- La Redazione

Video Sampdoria-Inter, risultato finale 1-0: highlights e gol della partita di Serie A disputata domenica 30 ottobre 2016 allo stadio Luigi Ferraris, posticipo dell11^giornata di campionato

torreira_banega
L'uruguaiano della Sampdoria Lucas Torreira (a sinistra), 20 anni e l'argentino dell'Inter Ever Banega, 28 (LAPRESSE)

Quanto visto in casa della formazione di Giampaolo nella 11^ giornata di Serie A tra Sampdoria e Inter non ha fatto chiaramente piacere ai tifosi nerazzurri e anzi sta mettendo fortemente in crisi la stessa permanenza del tecnico Frank De Boer sulla panchina del club di corso Vittorio Emanuele. Il tecnico dellInter, bloccato nel post match contro la Sampdoria dai microfoni della reazione sportiva di Sky ha provato così a fare unanalisi della partita chiusa da pochi minuti con il risultato di 1 a 0 a favore dei blucerchiati: Quando abbiamo al palla dobbiamo giocatore e nel secondo tempo abbiamo fatto così. Nel primo tempo invece, si palla lunga e in transizione, abbiamo creato una o due occasioni da gol ma non so perché abbiamo giocato così, senza coraggio e senza personalità. Questo non solo un giocatore ma molti giocatori, non hanno giocato al loro livello normale, è solo una questione di testa, abbiamo molte qualità ma non la giusta mentalità

Serata davvero amara per i nerazzurri, impegnati ieri serai al Ferraris nella 11^ giornata della serie A che ha visto il match tra Sampdoria e Inter, vinto proprio dai padroni di casa per 1 a 0. Se la delusione nello spogliatoio nerazzurro è tanto ( altrettante sono le polemiche sul possibile esonero di Frank De Boer) tuttaltro clima si respira in quello della Sampdoria, lodata dallo stesso tecnico Marco Giampaolo, che al termine del match nelle classiche interviste rilasciate ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato: Battere lInter è una grande soddisfazione sportiva, non capita sempre, questa anzi è la prima volta. Devo ringraziare i miei calciatori perché hanno giocato una gara con grande spirito collettivo e grande attenzione: abbiamo creato e siamo riusciti a soffrire, abbiamo giocato con costanza. Abbiamo giocato con latteggiamento giusto, con attenzione, e poi abbiamo molto verticalizzato il gioco, giocare una palla veloce, e sono stati bravissimi.

Nonostante sia terminata con il risultato di 1-0 la gara Sampdoria-Inter è stata molto equilibrata e ha visto di fronte due compagini che hanno dimostrato sì molti difetti ma anche un’organizzazione di gioco al di fuori del comune. Il possesso palla è in equilibrio con i nerazzurri che hanno prevalso con appena il 51% rispetto al 49% dei loro avversari. Equilibrio anche sulle conclusioni che sono 8 a 12, in porta 4 a 5. I calciatori che ci hanno provato di più sono da una parte Antonio Candreva e dall’altra Fabio Quagliarella entrambi con tre tiri. L’Inter a centrocampo ha giocato meglio e lo dimostrano le palle perse che sono 50 a 43 rispetto a quelle reputate che sono 23 a 26. Una partita complicata l’hanno fatta Cristian Ansaldi e Luis Muriel che hanno perso entrambi undici palloni. Alla fine il risultato è giusto anche se comunque l’Inter forse avrebbe meritato qualcosina di più.

La Sampdoria supera l’Inter per 1-0 grazie a una rete di Fabio Quagliarella bravo alla fine del primo tempo a superare Samir Handanovic e a sfruttare una grande palla che gli serve dentro Linetty. Alla fine della partita ha parlato alla fine della gara Luis Muriel ai microfoni di Premium Sport: “Quando ci mettiamo a giocare di squadra riusciamo a fare tutto quello che vogliamo. Ogni domenica dobbiamo pensare che facendo la squadra possiamo vincere contro qualsiasi squadra. Siamo sempre con il mister e lo dimostriamo ad ogni partita che scendiamo in campo. Sa che da nostra parte c’è tutta la voglia e la convinzione per fare bene. Ci sono dei palloni che ancora mi chiedo come ho fatto a calciare così male. Purtroppo però capita a volte e sto lavorando per dare il mio contributo al cento per cento” (Matteo Fantozzi)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori