Video / Verona-Trapani (2-0): highlights e gol della partita (Serie B 2016-2017, 12^giornata)

- La Redazione

Video Verona-Trapani, risultato finale 2-0: highlights e gol della partita di Serie B disputata domenica 30 ottobre 2016 allo stadio Marcantonio Bentegodi, posticipo della 12^giornata

valoti_bentegodi_piccioni
(LAPRESSE)

Il Verona vince ancora e mantiene il primato di Serie B. Al Bentegodi il Trapani è stato regolato con un sicuro 2-0. Risultato inglese per una squadra che sempre più rispecchia le idee e lidentità richiesta da un tecnico tipicamente italiano: Fabio Pecchia. Situazione opposta per i siciliani: il posto occupato in classifica è lultimo, il tecnico sulla panchina invece sembra non riuscire più a trasmettere forza ai giocatori. Nel prossimo turno comunque Verona e Trapani saranno impegnate in due scontri diretti: scaligeri in scena a La Spezia mentre il Trapani cercherà di risollevarsi sfruttando il match casalingo contro il Vicenza.

Pecchia schiera i suoi con il 4-3-3. Tra i pali Nicolas è difeso da Pisano, Bianchetti, Caracciolo e Souprayen. A centrocampo Romulo e Valoti al fianco di Fossati mentre in attacco Siligardi e Bessa accompagnano Pazzini. Cosmi risponde con il 3-5-2. Guerrieri è il portiere titolare. Fronte a lui ecco Casasola, Pagliarulo e Legittimo. Sugli esterni Fazio e Visconti mentre in mezzo ci sono Nizzetto, Scozzarella e Ciaramitaro. Coppia dattacco formata da Citro e Petkovic. Arbitra il signor Baroni della sezione di Firenze. I gialloblù non perdono tempo attaccando fin dallinizio. Il Trapani si difende bene mostrando buona organizzazione. Cosmi nel frattempo richiama alla massima concentrazione invitando i suoi a giocare senza paura. Valoti ci prova dalla distanza ma non trova lo specchio. La prima vera occasione della gara è però di marca granata. Scozzarella spizzica sul limite per Visconti che conclude sicuro trovando però lopposizione energica di Pisano. Dopo questo improvviso squillo degli ospiti il Verona si ricompatta ritornando a macinare gioco. Fossati nel frattempo guadagna un cartellino giallo. Più tardi lo imiterà Nizzetto. Intanto Verona avanti, Trapani che attende provando ad approfittare delle pause altrui. Bessa si presenta molto dinamico in area avversaria. Prima un tiro dal limite, facilmente neutralizzato da Guerrieri. Poco dopo un inserimento da posizione defilata e un tiro in condizioni di stabilità precarie. Guerrieri chiude ancora. Al 22esimo il Trapani si rivede dalle parti di Nicolas. Questa volta Scozzarella lassist lo riceve (da Citro). Tiro dal cuore dellarea ma il portiere gialloblù chiude bene in angolo. Dopo di che tutto ritorna come prima. Verona in possesso, pochi varchi e tiro da fuori. Valoti ci prova senza potenza, Romulo con astuzia ma sfortuna, Siligardi invece fa centro. Al 35esimo lesterno riceve sulla destra, sterza verso il centro e con un mancino angolata beffa Guerrieri, probabilmente ingannato da un rimbalzo. Il vantaggio tranquillizza gli uomini di Pecchia che possono gestire senza concedere spazi agli avversari. Solo Valoti sbaglia a un certo punto. Piccolo errore al quale rimedia concedendo una punizione da distanza impegnativa. Petkovic ci prova comunque non trovando lo specchio.

Serse Cosmi opta subito per un cambio. Esce Bruno Petkovic, entra De Cenco. Il Verona prova a riprendere il filo del discorso cercando possesso palla e dominio del campo. In queste prime battute qualche errore eccessivo in fase di possesso da parte degli uomini di Pecchia ma la predisposizione proposta dal tecnico subito garantisce le opportune correzioni. Ad esempio Fossati sbaglia a centrocampo ma subito rimedia Siligardi e il Verona non deve affannarsi. Il Trapani prova a ripartire con scarsa precisione mentre Cosmi si sbraccia mostrandosi deluso e preoccupato. Brivido in area siciliana al 50esimo. Guerrieri esce alto ma perde palla. Subito spazza Pagliarulo sventando il pericolo. Poco dopo arriva il terzo ammonito del match: Bianchetti del Verona. Al 53esimo rischio per gli ospiti. Su uno spiovente in area Guerrieri e Legittimo non si intendono e per poco Valoti non li punisce. La palla esce di poco. L’Hellas controlla senza particolari problemi il match. Il Trapani non riesce quasi mai a ripartire. Gli uomini di Pecchia si mostrano ben disposti e molto attenti concedendo pochissimo. Cosmi cambia intanto anche l’altra punta: fuori Citro, dentro Ferretti. Fossati prova ad azionare le fasce scodellando nei pressi della bandierina. Casasola copre bene uscendo spesso alto coprendo la sua fascia destra. Pecchia sostituisce nel frattempo Siligardi con Luppi mentre Cosmi esaurisce i cambi mandando in campo Machin per Ciaramitaro. La scelta di Pecchia paga subito. Luppi si porta a spasso due uomini sulla fascia sinistra e offre un pallone delizioso in area. Valoti risponde presente e si coordina bene gonfiando la rete. Al 71esimo Verona 2, Trapani 0. Dopo il raddoppio il Verona non cambia atteggiamento. Organizzazione e dominio totale del campo. Il Trapani non ha la forza per reagire. Cartellino giallo per Visconti che interrompe una discesa travolgente di Pisano. Ultimo cambio per l’Hellas: Maresca sostituisce Fossati. Maresca porta freschezza e ordine, come se ce ne fosse bisogno, a centrocampo. Il Verona controlla senza problemi. Troppo autoritario per preoccuparsi della reazione del Trapani. Scozzarella vuole il cross di Fazio ma l’esterno sbaglia tutto convincendo i compagni a sperare in una fine anticipata del match. Il Verona non si scompone mantenendo con fermezza il possesso del pallone. Pecchia ha diversi motivi per essere soddisfatto. Intanto ultimo cambio: esce Mattia Valoti, entra Troianiello. Con Luppi sulla sinistra e Troianiello sulla destra, Bessa deve accentrarsi retrocedendo di qualche metro. Nei minuti finali Maresca rifinisce senza sosta ma la difesa del Trapani regge evitando di subire il terzo gol. Unica nota negativa in casa Hellas è l’espulsione di Bianchetti, per somma di ammonizioni, nei minuti di recupero. Il difensore salterà la prossima gara contro lo Spezia. (Francesco Davide Zaza twitter@francescodzaza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori