Probabili formazioni/ Italia-Spagna: diretta tv, orario, ultime notizie live, i numeri 10 (Qualificazioni Mondiali 2018, 2^giornata)

- La Redazione

Probabili formazioni Italia-Spagna: diretta tv, orario, ultime notizie live. La partita, valida per le qualificazioni ai Mondiali 2018, è in programma giovedì 6 ottobre 2016 a Torino

silva_derossi_iniesta
(LAPRESSE)

Sia lItalia che la Spagna hanno cambiato commissario tecnico dopo gli ultimi campionati Europei, cercando anche di ringiovanire le rispettive formazioni con i giocatori emergenti dai campionati nazionali. Rimangono però alcune colonne e in casa Italia non si può non partire da Gianluigi Buffon, primatista assoluto alla voce presenze con la Nazionale maggiore: il portiere della Juventus è ancora il caposaldo della squadra azzurra, mentre il suo collega spagnolo Iker Casillas ha dovuto fare spazio sia nello storico club di appartenenza, il Real Madrid, che nella Roja a favore di De Gea. 163 i gettoni azzurri di San Gigi mentre sono 107, con 18 reti, quelli di Daniele De Rossi; arrivato a 33 anni, ed entrato nellultimo anno di contratto con la Roma (rinnoverà?), Capitan Futuro rimane un giocatore importante sia per i giallorossi che per il ct Ventura, che aspettando il miglior Verratti potrà affidarsi alle sue capacità tecniche e di leadership in campo. Anche Giorgio Chiellini fa parte della top ten per quanto riguarda le partite con lItalia: il difensore juventino è sceso in campo 90 volte con la casacca azzurra, contro la Spagna però non sarà nemmeno in panchina causa squalifica; il suo posto sarà probabilmente preso da un debuttante assoluto come Alessio Romagnoli. Passando agli iberici, si parte dal capitano Sergio Ramos che dal 2005 ad oggi ha messo assieme 138 presenze e 10 reti con la Roja maggiore. Il numero 4 del Real Madrid è sempre la guida della difesa, mentre Andres Iniesta (113 presenze, 12 gol) rimane il faro del centrocampo nonostante lincedere di età e nuove leve. Nel pacchetto offensivo invece David Silva (105 caps, 28 sigilli) garantisce al ct Lopetegui la tecnica e linventiva per conferire velocità ed imprevedibilità alla manovra.  Ramos-Iniesta-Silva: la nuova Spagna ha pelle vecchia, ma sempre tonica. 

Una Spagna nuova ma non troppo si appresta a sfidare lItalia nel match valido per le qualificazioni ai prossimi mondiali. Dopo gli ultimi Europei, in cui è stata fatta fuori proprio dallItalia, la Spagna ha chiuso la gloriosa epoca Del Basque ripartendo dallex ct dellUnder 21, Julen Lopetegui. Questi ha coinvolto nelle sue prime convocazioni alcuni giocatori che, per motivi diversi, non hanno fatto parte del ciclo precedente. Parliamo ad esempio di Diego Costa, centravanti del Chelsea nato in Brasile ma naturalizzato spagnolo, che per la sfida di Torino contende il posto di punta centrale a Morata. Costa ha saltato gli Europei perché non in particolare sintonia con il ct precedente, in questa nuova gestione spera di conquistare la fiducia di Lopetegui a suon di gol. Dalla miniera di talento nazionale il nuovo allenatore ha pescato Sergi Roberto, giocatore versatile e di qualità garantita essendo cresciuto nel Barcellona, ed anche Saul Niguez. Questultimo, classe 1994 dellAtletico Madrid, era già stato preselezionato da Del Basque per Euro 2016, ma ha esordito con la Spagna nellamichevole dell1 settembre scorso a Bruxelles, vinta 0-2 in casa del Belgio. Di Callejon abbiamo già parlato: il numero 7 del Napoli sta giocando molto bene in Serie A, se continuerà così per Lopetegui sarà difficile lasciarlo ai margini del gruppo. Senza dimenticare Isco, talento di 24 anni in forza al Real Madrid: dopo una brillante trafila nelle selezioni giovanili, lex Malaga si è espresso in maniera altera in nazionale maggiore così come alle Merengues. Da segnalare che i vari De Gea, Nacho, Carvajal, Koke, Thiago Alcantara, Morata e lo stesso Isco, convocati per Italia-Spagna di domani, facessero parte dellUnder 21 campione dEuropa nel 2013, che sconfisse in finale proprio lItalia di Devis Mangia (4-2). 

E Spagna scenderanno in campo con moduli tattici diversi: 3-5-2 per gli azzurri, 4-3-3 per la Roja. Sarà interessante vedere chi percorrerà più e meglio le fasce laterali del campo: lItalia ad esempio può schierare un esterno dallinnata vocazione offensiva come Candreva, che potrà anche allinearsi alle punte (presumibilmente Eder e Pellè) per formare un tridente dattacco. Idem dicasi per Florenzi che può ricoprire tutte le caselle sulla corsia. Daltra parte il dirimpettaio Jordi Alba è giocatore abituato ad arare la fascia per cercare il fondo, se non anche linterno dellarea. Chi sarà titolare tra Candreva e Florenzi avrà quindi il compito di tenere Jordi Alba sulla difensiva, di modo che ls Spagna trovi uno sbocco in meno per la sua manovra. Dallaltra parte invece dovrebbero ritrovarsi di fronte De Sciglio e Sergi Roberto: in questo caso il duello si preannuncia meno forsennato, anche se agli Europei il terzino del Milan sembra aver ritrovato un po del suo migliore smalto. Il ventiquattrenne in forza al Barcellona invece nasce come centrocampista, ma il lavoro con Gerardo Martino prima e Luis Enrique poi lo ha trasformato in un vero e proprio jolly, capace di adattarsi in diversi ruoli. Compreso quello di terzino destro che attualmente ricopre con ottimi risultati nel Barcellona: il ct Lopetegui potrebbe mantenere Sergi Roberto in quella posizione, preferendolo a Carvajal le cui quotazioni sono però in risalita. Nei duelli laterali saranno importanti anche le azioni di raddoppio, da parte dei rispettivi compagni: gli interni di centrocampo per lItalia e gli esterni offensivi per la Spagna; tra questi ultimi attenzione in particolare a David Silva, fantasista meno prevedibile dal punto di vista tattico. 

Tre giocatori convocati dal ct Lopetegui per Italia-Spagna militano -o hanno militato- nella Serie A italiana. Procedendo in ordine di ruolo troviamo anzitutto José Reina, portiere del Napoli dalla stagione 2013-2014 con un intermezzo al Bayern Monaco nellanno seguente. Il trentaquattrenne nato a Madrid ha indossato per 33 volte la casacca della sua nazionale maggiore, subendo 17 gol. Con la Roja Pepe Reina ha debuttato il 17 agosto 2005: nelle grandi competizioni internazionali ha sempre fatto da riserva a Iker Casillas, vincendo comunque 1 mondiale (Sudafrica 2010) e 2 Europei (Austria-Svizzera 2008 e Polonia-Ucraina 2012). Passando allattacco troviamo José Maria Callejon, che ha riguadagnato la convocazione in Nazionale dopo 2 anni (ultima presenza il 18 novembre 2014, nellamichevole di Vigo contro la Germania). Nel Napoli Callejon ci ha abituato ad un incessante lavoro ad elastico tra la fase offensiva e quella di ripiegamento, che raramente ne offusca la lucidità: non a caso in questo avvio di campionato il numero 7 partenopeo ha già realizzato 5 gol. Nel match delle qualificazioni mondiali tra Italia e Spagna, la difesa azzurra dovrà guardarsi dai movimenti di Callejon che potrebbero aprire spazi invitanti per i terzini o per gli interni di centrocampo della Roja (sempre che il ct non gli preferisca Vitolo o Nolito). Infine Alvaro Morata, che proprio a Torino hanno imparato ad apprezzare nelle due stagioni con la maglia della Juventus. Tornato al Real Madrid, lex bianconero si candida a raccogliere leredità di Fernando Torres nel ruolo di numero 9 della sua nazionale. Ma dovrà fare i conti con un certo Diego Costa, concorrente scomodo 

Per le qualificazioni ai Mondiali 2018 torna in campo lItalia di Giampiero Ventura: lo fa contro la Spagna nella serata di giovedì 6 ottobre 2016, allo Juventus Stadium di Torino. Il calcio dinizio è in programma alle ore 20:45: Italia e Spagna si affrontano per la seconda giornata del gruppo G. Nella prima partita entrambe le formazioni hanno vinto: lItalia in Israele per 1-3, la Spagna contro il Lichtenstein addirittura per 8-0. Le altre squadre inserite nel gruppo G sono Albania (allenata dallitaliano Gianni De Biasi) e Macedonia. Vediamo di seguito le probabili formazioni di Italia-Spagna alla vigilia del match. 

Il ct Ventura confermerà il suo modulo prediletto, il 3-5-2. Chi saranno i titolari? Per la porta non cè discussione, Gigi Buffon difenderà per la 164^ volta i pali della Nazionale. Nel trio difensivo dovrebbe trovare spazio anche Alessio Romagnoli: smaltito lultimo problema fisico, il ventunenne centrale del Milan è favorito per rimpiazzare lo squalificato Chiellini sul centro sinistra, mentre a completare il reparto saranno Barzagli e Bonucci. Per quanto riguarda gli esterni di fascia i favoriti sono Candreva da una parte e De Sciglio dallaltra, mentre Florenzi dovrebbe traslocare nel ruolo di mezzala destra come nellultimo match di campionato tra Roma ed Inter. Un altro romanista, De Rossi, agirà davanti alla difesa mentre laltro interno dovrebbe essere Parolo, in vantaggio su Bonaventura. Verratti invece dovrebbe giocare come regista nella partita successiva contro la Macedonia, valida sempre per le qualificazioni Mondiali e in programma domenica 9 ottobre a Skopje (sempre ore 20:45). In attacco confermata la coppia degli Europei, quella formata da Eder e Pellè.

Passando dalle mani di Vicente Del Basque a quelle di Julen Lopetegui, la nazionale iberica ha mantenuto lo stesso abito tattico, quindi il 4-3-3, rimescolando un po le carte a livello di singoli. In porta giocherà David De Gea che ha definitivamente scalzato Iker Casillas. La retroguardia è ancora imperniata sulla coppia Sergio Ramos-Piqué, acerrimi rivali nella Liga ma molto affiatati con la Roja; nel ruolo di terzino destro spazio a Sergi Roberto, duttile jolly del Barcellona, a sinistra confermato il suo compagno di club Jordi Alba. A tinte blaugrana anche il centrocampo, con Busquets ad agire da perno e Iniesta ad illuminare la manovra; il terzo titolare dovrebbe uscire dal ballottaggio Koke-Saul Niguez. Nel tridente offensivo chance per litaliano Callejon, tornato tra i convocati dopo due anni: con lui anche Morata e Silva.

Sarà Rai 1 a trasmettere in diretta tv il match tra Italia e Spagna, valido per le qualificazioni ai Mondiali 2018: collegamento dalle ore 20:30 e dalle 20:45 la telecronaca, a seguire il post partita che dalle ore 23:00 si sposterà sul canale Rai Sport 1, visibile al numero 57 del digitale terrestre e 227 di Sky. Italia-Spagna sarà trasmessa anche in diretta streaming video sul sito ufficiale www.raiplay.it.

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Romagnoli; Candreva, Florenzi, De Rossi, Parolo, De Sciglio; Eder, Pellè

In panchina: Perin, Donnarumma, Astori, Ogbonna, Criscito, Darmian, Montolivo, Verratti, Bernardeschi, Bonaventura, N.Sansone, Gabbiadini, Immobile, Belotti

Allenatore: Giampiero Ventura

Squalificati: Chiellini

Spagna (4-3-3): De Gea; S.Roberto, S.Ramos, Piqué, Jordi Alba; Saul, Busquets, Iniesta; Caleçon, Morata, Silva

In panchina: Reina, Rico, Nacho, Javi Martinez, Carvajal, Koke, Thiago Alcantara, Isco, Lucas Vazquez, Vitolo, Nolito, Diego Costa

Allenatore: Julen Lopetegui

 

 

Arbitro: Felix Brych (Germania)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori