Diretta / Besiktas-Napoli (risultato finale 1-1) info streaming video e tv: Hamsik salva i partenopei dal KO! (Champions League 2016)

- La Redazione

Diretta Besiktas-Napoli info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Champions League per il girone B a Istanbul (oggi martedì 1 novembre 2016)

Hysaj_Callejon_Jorginho
LaPresse

Tempo scaduto alla Vodafone Arena di Istanbul, Besiktas e Napoli si spartiscono la posta in palio pareggiando 1 a 1, la formazione di Sarri resta dunque al comando del gruppo B di Champions League 2016-2017 in attesa di Benfica-Dinamo Kiev. La reazione dei partenopei dopo lo 0-1 di Quaresma su rigore non si fa attendere, già all’82’ gli ospiti ristabiliscono la parità con il gran gol di Hamsik che da fuori area trafigge Fabri con un sinistro imprendibile che va a gonfiare la rete, è durato appena tre minuti il vantaggio dei padroni di casa che a questo punto pensano a difendere almeno il punticino. Nel recupero Mertens arriva in zona tiro ma il suo destro è troppo centrale per creare grattacapi all’estremo difensore del Besiktas. Proprio allo scadere Insigne dal limite cerca la porta con un destro a giro che termina di pochissimo a lato, pericolo scampato per i turchi con il triplice fischio di Clattenburg che dichiara chiuse le ostilità.  – 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo il punteggio di Besiktas-Napoli vede la formazione di Gunes avanti per 1 a 0. Nonostante la buona volontà gli uomini di Sarri non riescono ad abbattere il fortino dei padroni di casa, il tecnico del Napoli per rompere gli equilibri si gioca la carta Mertens che prende il posto di Gabbiadini ma la difesa locale non concede sconti nepupure al centravanti belga che in diverse occasioni, entrando dalla panchina, ha risolto le contese a favore dei partenopei. Al 69′ Insigne va di nuovo al tiro col destro, la palla si alza troppo e termina appena sopra la traversa. Anche col passare dei minuti la squadra che continua a cercare la vittoria è il Napoli, ma al 75′ Koulibaly commette un’altra sciocchezza su cui prova ad approfittarne Aboubakar che viene chiuso in corner da Allan. Due minuti più tardi è Maksimovic a combinarla grossa quando dentro l’area intercetta col gomito largo il cross dello stesso Aboubakar, Clattenburg indica il dischetto e dagli undici metri Quaresma trasforma impeccabilmente il penalty portando in vantaggio la formazione turca, finale in salita per il Napoli. 

Alla Vodafone Arena di Istanbul è ricominciata la gara valida per la 4^ giornata del gruppo B di Champions League 2016-2017 tra Besiktas e Napoli, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio è sempre bloccato sullo 0-0. A inizio ripresa gli ospiti tornano subito ad attaccare e a occupare stabilmente la metà campo avversaria, gli uomini di Sarri battono anche un calcio d’angolo senza però trovare varchi per concludere a rete. Padroni di casa sempre sulla difensiva, pronti a ripartire in contropiede o ad approfittare di eventuali errori da parte del Napoli che non sta giocando male ma accusa qualche calo di tensione che potrebbe costare caro. Al 51′ occasione per i partenopei, Insigne innesca Callejon che prova a scavalcare Fabri con un pallonetto che si perde sul fondo. 

Intervallo alla Vodafone Arena di Istanbul dove si è appena concluso il primo tempo di Besiktas-Napoli, le due squadre tornano negli spogliatoi per il riposo sul punteggio di 0-0. Dopo aver lasciato sfogare gli avversari nel primo terzo di gara, i padroni di casa provano ad alzare il baricentro e attuano un pressing piuttosto snervante nei confronti degli uomini di Sarri che non riescono a creare palle gol. Al 40′ il Besiktas torna all’attacco con il destro di Aboubakar teso ma centrale, Reina blocca con facilità. Un minuto più tardi Callejon va al cross per Insigne che prova a colpire al volo col sinistro ma la conclusione è da dimenticare. Al 44′ è Insigne a servire Callejon, il centravanti spagnolo viene anticipato dall’uscita di Fabri. Dopo due minuti di recupero arriva il duplice fischio di Clattenburg, prima frazione di gioco a reti bianche. 

Alla mezz’ora del primo tempo Besiktas e Napoli sono sempre sullo 0-0. Match equilibrato e combattutto alla Vodafone Arena con gli ospiti che provano a fare la partita, più passivo l’atteggiamento dei padroni di casa che si affidano alle ripartenze in contropiede. All’11’ gli uomini di Sarri si ripresentano dalle parti di Fabri con Gabbiadini che libera il destro, l’estremo difensore del Besiktas rimane in piedi e riesce a respingere la conclusione. Al 13′ Hysaj si propone sulla fascia destra e mette un cross al centro per Callejon che prova a colpire il pallone in girata alzandolo sopra la traversa. Al 18′ Ghoulam cerca la porta direttamente da calcio d’angolo ma trova solamente l’esterno della rete. Al 20′ Quaresma con una gran giocata entra in area e libera il tiro ribattuto da Hysaj che si rifugia in corner, un minuto più tardi Arslan sfugge ad Allan e mette in pallone in mezzo per Aboubakar che lo alza troppo sopra la traversa. Al 24′ il tecnico Gunes deve spendere il primo cambio, Tosic si fa male e deve lasciare il campo a Tosun. Al 29′ brivido per il Napoli, Koulibaly regala il pallone a Hutchinson che lo stampa sul palo. 

Alla Vodafone Arena di Istanbul è cominciato il match valido per la 4^ giornata del gruppo B di Champions League 2016-2017 tra Besiktas e Napoli, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Sin dal fischio d’inizio i tifosi turchi si fanno parecchio sentire, si gioca in un’autentica bolgia con i partenopei subissati di fischi ogni volta che toccano il pallone ma sono proprio gli ospiti a creare il primo pericolo con il cross di Ghoulam per Gabbiadini che calcia male, Fabri interviene senza problemi. Al 6′ lancio lungo di Marcelo per Aboubakar che gonfia la rete ma l’arbitro annulla per un fallo ai danni di Koulibaly. Leggermente gli uomini di Sarri che non si stanno facendo intimidire dai tifosi avversari e giocano senza alcuna paura. 

Besiktas-Napoli è dietro langolo: manca ormai pochissimo al calcio dinizio e allora vediamo quali sono le formazioni ufficiali alla Besiktas Arena. Maurizio Sarri spariglia nuovamente le carte: Lorenzo Insigne gioca dal primo minuto al pari di Jorginho, che sembrava invece destinato alla panchina dopo la polemica per la sostituzione di sabato. Parte invece in panchina Dries Mertens, al pari di Amadou Diawara; in difesa cè Nikola Maksimovic. Nel Besitkas Aboubakar è lunica punta, Quaresma e Adriano lo accompagnano sugli esterni con Tolgay Arslan che fa il trequartista. Calcio dinizio alle ore 18:45 italiane, non vediamo lora di tuffarci in questa entusiasmante Besiktas-Napoli. BESIKTAS (4-2-3-1): 1 Fabri; 32 Beck, 30 Marcelo, 44 Rhodolfo, 6 D. Tosic; 13 Hutchinson, 80 Inler; 7 Quaresma, 18 Arslan, 3 Adriano; 9 Aboubakar. In panchina: 29 Tolga Zengin, 10 Olçay Sahan, 15 Ozyakup, 21 K. Frei, 23 Cenk Tosun, 33 Nukan, 77 Gokhan Gonul. Allenatore: Senol Gunes NAPOLI (4-3-3): 25 Reina; 2 Hysaj, 19 Ni. Maksimovic, 26 Koulibaly, 31 Ghoulam; 5 Allan, 8 Jorginho, 17 Hamsik; 7 Callejon, 23 Gabbiadini, 24 L. Insigne. In panchina: 1 Rafael C., 11 Maggio, 21 Chiriches, 20 Zielinski, 42 A. Diawara, 4 Giaccherini, 14 Mertens. Allenatore: Maurizio Sarri

La partita tra Besiktas e Napoli verrà diretta da Mark Clattenburg, arbitro inglese. Nell’attuale stagione di Champions League il direttore di gara ha arbitrato la partita della fase a gironi tra Borossia Dortmund e Real Madrid dove ha estratto cinque cartellini gialli. Arbitro internazionale da cinquecentoventidue partite in carriera, ed ha diretto le finali della Champions League dello scorso anno tra Real Madrid ed Atletico Madrid e la finale dei Campionati Europei in Francia tra Portogallo e Francia. Nella massima competizione europea Mark Clattenburg non ha mai diretto né il Besiktas né il Napoli quindi è la prima volta che l’arbitro inglese si trova alle prese con queste due squadre in Champions League. Mark Clattenburg in questa stagione tra qualificazioni Mondiali, Champions League, Europa League e Premier League ha estratto quarantatré cartellini gialli, e nessun cartellino rosso. I suoi assistenti saranno Jake Collin e Simon Bennett, il quarto uomo Ian Hussin.

Besiktas-Napoli si avvicina, pertanto nell’attesa possiamo andare a studiare quali siano i precedenti giocati tra queste due squadre scoprendo che c’è una sola partita a formare lo storico tra i turchi e i partenopei. Se si esclude infatti il match d’andata giocato due settimane fa, quando il Besiktas ha espugnato il San Paolo per 3-2 (in gol Dries Mertens e Manolo Gabbiadini per il Napoli, Adriano e una doppietta di Vincent Aboubakar per i bianconeri) le due squadre non si sono incontrate in altre occasioni. Appare tuttavia utile andare a vedere come la due formazioni oggi protagoniste approdano a questa 4 giornata della fase a gironi. Nel Gruppo B gli azzurri di Sarri rimangono primi in classifica a quota 6 punti con due vittorie e una sola sconfitta, proprio ad opera dei turchi di Gunes, mentre il Besiktas al momento insegue in seconda posizione ad appena un punti di distanza. Il bilancio della formazione turca al momento è di due pareggi realizzati contro Benfica e Dinamo Kiev e un successo. 

Si avvicina, per cui andiamo a vedere quale potrebbe essere la chiave tattica per questa partita di Champions League. Lallenatore del Besiktas Gunes sta affinando il suo modulo 4-2-3-1 che in Europa sta portando buoni risultati. Il Napoli, il Benfica e la Dinamo Kiev potevano rappresentare avversari capaci di vantare una maggiore esperienza in Champions League per la formazione turca, ma finora, anche grazie a molti rinforzi che sono stati scelti fra giocatori capaci di muoversi in ambito internazionale, i campioni di Turchia si sono dimostrati competitivi anche sulla ribalta della Champions League. In casa Napoli, con linfortunio di Milik si sono ridotte le possibilità offensive nel 4-3-3 del mister Maurizio Sarri, che a causa della squalifica di Gabbiadini si è ritrovato costretto a scendere in campo col falso nueve nelle ultime due giornate di campionato. Stasera però si tornerà a un modulo più normale, perché la squalifica naturalmente non vale sul palcoscenico della maggiore competizione europea.

Dall’arbitro inglese Mark Clattenburg stasera, martedì 1 novembre 2016 alle ore 18.45 presso la Besiktas Arena di istanbul (saranno le 20.45 locali a causa delle due ore di fuso orario), sarà un incrocio importantissimo non solo per il cammino della formazione partenopea in Champions League, giunto alla sua quarta giornata, ma anche per tutta la stagione della squadra allenata da Maurizio Sarri. Dopo la pur onorevole sconfitta subita in campionato a Torino contro la Juventus, le priorità degli azzurri rischiano di cambiare con la corsa scudetto che appare particolarmente impervia, ma anche in Europa il Napoli deve fare attenzione dopo la sconfitta nel match dandata contro i turchi, che sono passati allo stadio San Paolo con un rocambolesco due a tre, rimettendo in discussione una qualificazione che pareva ormai ad un passo. In generale il Napoli ha perso quattro delle ultime sei partite disputate tra campionato e Champions League.  – 

Venerdì nellanticipo contro il Genclerbirligi il Besiktas ha interrotto invece una serie di cinque vittorie consecutive tra campionato, coppa di Turchia e Champions League. Un pari che tiene apertissima la lotta per il primato in ambito turco, ma il Besiktas dopo il titolo conquistato nella scorsa stagione in patria punta più che mai a una consacrazione europea possibile dopo la vittoria di Napoli, con i partenopei, i turchi ed il Benfica in piena lotta per i due posti che portano agli ottavi di finale della competizione.

Linizio di stagione aveva fatto però presagire una stagione in cui il Napoli avrebbe potuto contendere il titolo come nella passata stagione alla Juventus. Tre sconfitte nelle ultime cinque partite di Serie A hanno rappresentato un passo indietro tangibile per gli azzurri che ora vedono nella Champions un possibile salvagente stagionale: in Turchia andrà però recuperata la chance persa al San Paolo contro il Besiktas per chiudere anticipatamente la corsa qualificazione.

Alla Vodafone Arena di Istanbul scenderanno in campo le seguenti probabili formazioni: lo spagnolo Fabri in porta giocherà alle spalle della coppia centrale formata dal serbo Tosic e dal brasiliano Marcelo, con il tedesco Beck schierato in posizione di terzino destro e l’ex Barcellona Adriano a sinistra. Il canadese Hutchinson affiancherà Arslan come centrocampista arretrato, mentre l’ex Inter Quaresma, Ozyakup e Frei supporteranno offensivamente lunica punta di ruolo, il camerunese Aboubakar, autore di una doppietta nel match dandata.

Risponderà il Napoli con lo spagnolo Reina tra i pali, Hysaj sullout difensivo di destra e lalgerino Ghoulam a sinistra, con il senegalese Koulibaly e il romeno Chiriches centrali della retroguardia. Il polacco Zielinski, il nuovo acquiasto Diawara e il capitano slovacco Hamsik dovrebbero formare il terzetto di centrocampo, mentre in attacco tornerà Manolo Gabbiadini, assente contro la Juventus per squalifica, titolare nel tridente offensivo assieme allaltro spagnolo Callejon e al belga Mertens.

I bookmaker pur tenendo conto del difficile momento attraversato dal Napoli e dalla difficoltà del fattore campo turco vedono comunque favoriti gli azzurri, con vittoria esterna quotata 2.10 da Bwin, mentre William Hill propone a 3.50 la quota per leventuale pareggio e Betfair offre a 3.60 la quota per laffermazione interna della formazione turca.

Besiktas-Napoli, martedì 1 novembre 2016 alle ore 20.45, potrà essere seguita dagli abbonati Mediaset Premium sia in diretta tv, sui canali Mediaset Premium Sport 2 e Mediaset Premium Sport 2 HD del digitale terrestre pay, sia in diretta streaming video sul sito play.mediasetpremium.it, grazie all’applicazione Premium Play che non comporta costi aggiuntivi e si può attivare su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Per i non abbonati Premium, risulteranno indispensabili gli aggiornamenti che saranno forniti dalla Uefa e dalle due società attraverso i propri siti Internet e social network ufficiali. – 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori