VIDEO/ Cagliari-Palermo (2-1): highlights e gol della partita. De Zerbi: è mancata la determinazione (Serie A 2016-2017, 11^ giornata)

- La Redazione

Video Cagliari-Palermo (risultato finale 2-1): highlights e gol della partita che si è giocata allo stadio Sant’Elia, valida per l’undicesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017

DiGennaroPadoin_Cagliari
Foto LaPresse

Con il 2 a 1 incassato al SantElia contro il Cagliari, il Palermo di De Zerbi raggiunge le 4 sconfitte di seguito al termine di questa 11^ giornata di campionato di Serie A: un risultato che tiene la formazione rosanero in coda alla classifica a quota 6 punti. Intervenuto nella conferenza stampa al termine di Cagliari-Palermo, lallenatore De Zerbi, ha dichiarato: I gol subiti sono rimediabili, quelli non fatti è più difficile: oggi abbiamo preso due gol ma non penso siamo stati schiacciati. La squadra che avevamo di fronte oggi è di grande qualità con giocatori ottimi e con cui non abbiamo sofferto tantissimo. Mi sarei aspettato un po più di determinazione nel cercare luno contro uno, nellattaccare al porta, qualche iniziativa persona in più, è vero che cè il collettivo ma io cerco di creare le condizioni perché i sinoli siano in una situazione a loro consona, parto di Quasion di Diamante, dei terzini.

Tre punti molto importanti per il Cagliari che torna nella zona sinistra della classifica, agganciando Fiorentina e Torino al settimo posto in graduatoria. Rimane ancora a bocca asciutta il Palermo di De Zerbi che adesso è penultimo con 6 punti in 11 giornate. Dalle statistiche emerge come il Derby delle isole sia stata una partita bloccata che si è decisa in base agli episodi scaturiti da errori della difesa rosanero che ha lasciato campo libero a Dessena che ha potuto concludere a rete indisturbato per due volte. Possesso palla: 43% Cagliari, 57% Palermo; una superiorità completamente inutile per gli ospiti ai fini del risultato. Parate: 2 Storari, 3 Posavec; dopo la gara disastrosa contro la Roma l’estremo difensore del Palermo si è riscattato con una prestazione nuovamente all’altezza dei suoi standard. Tiri in porta: 5 Cagliari; 3 Palermo; i padroni di casa hanno preso la mira con più facilità rispetto agli ospiti. Palle recuperate: 36 Cagliari, 29 Palermo; ed è proprio da queste che sono nati i due gol di Dessena. Aleesami si è distinto per aver recuperato sette palloni, e per averne persi altrettanti.

Ai microfoni di Sky Sport il difensore del Cagliari, Daniele Dessena, è raggiante per la serata da sogno che sta vivendo: “La squadra ha fatto un gran lavoro, per il rseto non so descrivere quello che sto provando, è stato un anno lunghissimo lontano dai campi, mi sentivo come un bambino a cui manca qualcosa e che per questo si mette a piangere ma sono stato aiutato e confortato da tantissime persone, in primis dai compagni e dagli allenatori, per non parlare della famiglia. Era importante non perdere oggi, stiamo disputando un ottimo campionato anche se venivamo da due brutte sconfitte, in Serie A ci può stare perdere ma i tre punti ci rendono davvero felici e ora possiamo guardare al futuro con serenità”.

Le parole del tecnico del Cagliari, Massimo Rastelli, ai microfoni di Sky Sport: “Oggi volevamo dimostrare più solidità in difesa dopo aver preso 9 gol in 2 gare, ai ragazzi avevo chiesto proprio di essere più compatti concedendo il meno possible agli avversari. stata una partita difficile, la posta in palio era altissima e ci siamo trovati davanti a una squadra tosta, ci è voluto il miglior Cagliari per conquistare i tre punti. Quando si viene da due sconfitte è inevitabile entrare in campo un po’ contratti, è stato difficile trovare gli spazi visto che il Palermo si è chiuso molto bene, nell’intervallo ho detto ai ragazzi di stare tranquilli e di giocare come volevano e mi hanno dato retta, sono felice soprattutto per Dessena che rientrava dopo qusi un anno di assenza e con lui abbiamo scritto un’altra bella pagina dopo quella di Melchiorri”.

Le parole del tecnico del Palermo, Roberto De Zerbi, ai microfoni di Sky Sport: “Ho la sensazione che questa squadra stia sul punto di sbocciare ma ogni volta c’è sempre qualcosa che lo impedisce. Ai miei ragazzi voglio comunque fare i complimenti per la prestazione, non avremmo meritato di pedere, non siamo stati pericolosissimi ma mi sembra che stiamo percorrendo la strada giusta per ottenere i risultati che vogliamo, è solo questione di tempo. Zamparini è sempre presente e vicino alla squadra, ha una parola buona per tutti, noi cerchiamo di vincere non solo per noi stessi ma anche per il presidente e per i tifosi ai quali non riusciamo a dare le soddisfazioni che si meritano”. (Stefano Belli)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori