Diretta / Atletico Madrid-Real Madrid (risultato finale 0-3) info streaming video-tv: Zidane ‘mata’ il Cholo! (Liga 2016, oggi 19 novembre)

Diretta Atletico Madrid-Real Madrid info streaming video e tv, probabili formazioni, orario e risultato live della partita della Liga spagnola (oggi sabato 19 novembre)

19.11.2016 - La Redazione
Atletico_Carrasco
(LaPresse)

Atletico Madrid-Real Madrid termina 0-3 ed è una sconfitta pesante e senza attenuanti per l’Atletico di Simeone, che crolla davanti ai suoi tifosi nel derby contro gli odiati cugini del Real. Nel finale due… quasi-gol di Carrasco e Modric, entrambi ad un passo dalla realizzazione; non cambia però il giudizio già espresso in precedenza, il Real Madrid ha meritato la vittoria nonostante i momenti di difficoltà sul forcing avversario a inizio partita e poi a inizio ripresa, capitalizzando al massimo le proprie opportunità. E sfruttando un pessimo momento per l’Atletico in campionato – terza sconfitta nelle ultime 4 giornate – con vetta sempre più lontana. Zidane invece allunga in vetta, dopo lo 0-0 interno del Barça contro il Malaga del pomeriggio, portando a 4 punti la distanza tra sè e Luis Enrique. Quando ormai si intravede all’orizzonte il clasico di inizio dicembre.

Atletico Madrid-Real Madrid 0-3 quando siamo entrati nell’ultimo spezzone del derby della capitale spagnola e i blancos continuano a condurre ma triplicano addirittura, grazie alla tripletta di CR7! La sfuriata incredibile di inizio secondo tempo dell’Atletico non è valsa a molto, causa mancanza di concretezza di Griezmann e compagni; di contro il Real ha messo la testa fuori dal guscio con buon ritardo sull’inizio della ripresa ma trovando il colpo letale, che vale il sipario anticipato sulla sfida. Calcio di rigore conquistato (o meglio regalato) per fallo a dir poco ingenuo di Savic su Ronaldo, abile poi a spiazzare Oblak dagli 11 metri e raddoppiare. Tutto sotto controllo insomma per Zidane, che dalla panchina si sta godendo il derby perfetto per lui e per tutti i tifosi del Real. Anche perchè poi lo stesso portoghese ha siglato anche lo 0-3 su assist di Bale, in ripartenza. Buio pesto per Simeone, che dalla teatralità davanti alla sua panchina è passato alla depressione, in maniera repentina…

ripartita con la reazione prevedibile e rabbiosa dei padroni di casa, che stanno chiudendo il Real nella propria area di rigore! Un’uscita dagli spogliatoi da gladiatori per Gabi e compagni, in forcing continuo da 10 minuti! Grandi occasioni per Ferreira Carrasco prima e Griezmann poi: sfortunato il belga con un bel destro fuori di poco, indiavolato il secondo con un tiro cross pericoloso e poi un mancino intercettato da Keylor Navas. Zidane e i suoi non ci stanno capendo quasi nulla, limitandosi ad una difesa per quanto possibile attenta ma tra mille difficoltà. Dovute anche al clima infuocato dello stadio biancorosso, che segue il Cholo nei suoi classici incitamenti a due braccia…  Si gioca ad una sola porta e la pressione dell’Atletico inizia a farsi insostenibile! Ma il risultato dice sempre che i blancos sono avanti per un gol a zero.

Atletico Madrid-Real Madrid 0-1 a fine primo tempo al Vicente Calderon, una prima frazione sofferta solo in avvio per CR7 & co, che poi hanno legittimato la loro superiorità dopo il sigillo del portoghese con una prova attenta e disinnescando la pericolosità di Griezmann in particolare. Ad impressionare negativamente è stato proprio l’attacco dei padroni di casa, incapaci di mettere paura a Keylor Navas e che si sono limitati ad una serie di cross inutili e tutti preda dell’estremo difensore avversario. Urgono soluzioni per il Cholo, che dalla panchina ha osservato 45′ di gioco piuttosto deludenti. Dal canto suo il Real è andato nuovamente al tiro con Cristiano Ronaldo, liberatosi bene in area con la sua classica sterzata, andando poi al tiro ma troppo debolmente per sorprendere Oblak. L’attesa, nel secondo tempo, sarà tutta per la reazione emotiva e di gioco dell’Atletico, finora addormentato…

Atletico Madrid-Real Madrid 0-1 alla mezzora del primo tempo al Vicente Calderon, in un derby divertente ed uno spettacolo calcistico godibile per ora! Dopo l’avvio migliore per i padroni di casa, ecco il ritorno del Real: colpo di testa di Cristiano Ronaldo al minuto 11, su cross di Marcelo, che non entra in porta per questione di millimetri. Respinta sulla linea di Oblak. Il portiere sloveno invece non ha potuto nulla al 23, sul calcio di punizione calciato centralmente dal portoghese ma deviato in maniera decisiva e sfortunata dalla sua barriera. Traiettoria beffarda, ultimo tocco di un giocatore dell’Atletico e vantaggio a referto per i blancos! Sta cercando ora di riorganizzarsi la squadra di Simeone, colpita duramente e in difficoltà, come dimostra anche il giallo a Gabi per fallo su Modric. Visto il pari del Barcellona nel pomeriggio, intanto, questa sarebbe una vittoria pesante per il Real!

iniziata tra la frenesia del centrocampo di Simeone – subito aggressivo con la solita foga – e le prime occasioni da calcio piazzato: al minuto 3 fallo di Bale su Juanfran e cross verso il centro dell’area dell’Atletico, a cercare l’avanzata del sempre pericoloso Godin. Ben controllato però dalla retroguardia del blancos. Poi irregolarità di Carvajal su Filipe Luis, sull’altra fascia, con nuovo traversone velenoso dei biancorossi messo fuori con qualche affanno dalla muraglia a protezione di Keylor Navas. Decisivo in questo caso Marcelo, non lontano dal palo della porta difesa dall’estremo difensore costaricano. Poi grande inserimento senza palla di Saul, che prova il tiro al volo in scivolata ma la mette sul fondo, anche se di poco. Buon approccio dunque della squadra del Cholo, per ora quella di Zidane sta a guardare e si difende! E’ iniziato il derby di Madrid, punteggio sempre sullo 0-0.

Atletico Madrid-Real Madrid si gioca fra pochi minuti allo stadio Vicente Calderon, dove sono già state comunicate le formazioni ufficiali delle due squadre che stasera daranno vita al derby di Madrid, per lultima volta in casa dellAtletico in questo impianto che dalla prossima stagione i Colchoneros abbandoneranno. Un motivo in più per fare bene per la squadra di Diego Pablo Simeone, che deve anche recuperare sei lunghezze in classifica: modulo 4-4-2 con Griezmann e Fernando Torres in attacco, con la bandiera che ha tolto il posto a Gameiro che sembrava favorito. Dallaltra parte abbiamo il Real Madrid di Zinedine Zidane, che vince anche se convince poco: per rovinare lultimo derby al Calderon dei cugini il modulo sarà il consueto 4-3-3, ma con Cristiano Ronaldo punta centrale, Benzema in panchina e linserimento di Lucas Vazquez al fianco di CR7, oltre naturalmente a Bale. ATLETICO MADRID (4-4-2): 13 Oblak; 20 Juanfran, 2 Godin, 15 Savic, 3 Filipe Luis; 8 Saul, 14 Gabi, 6 Koke, 10 Ferreira Carrasco; 7 Griezmann, 9 Torres. Allenatore: Diego Pablo Simeone. REAL MADRID (4-3-3): 1 K. Navas; 2 Carvajal, 5 Varane, 6 Nacho, 12 Marcelo; 19 Modric, 16 Kovacic, 22 Isco; 17 Lucas Vazquez, 7 Cristiano Ronaldo, 11 Bale. Allenatore: Zinedine Zidane.

Si avvicina sempre di più. In attesa del fischio dinizio, ricordiamo come era andato il derby di Madrid (in casa dellAtletico) nella scorsa stagione. Allo stadio Vicente Calderon Atletico e Real si affrontarono il 4 ottobre dellanno scorso, visto che anche allora si giocò landata in casa dei Colchoneros. Fu un pareggio per 1-1 che la squadra allenata da Diego Pablo Simeone agguantò in extremis, grazie a un gol di Luciano Vietto al 38 minuto del secondo tempo dopo una partita quasi sempre in svantaggio per lAtletico, dal momento che il Real allora allenato da Rafa Benitez era passato in vantaggio dopo soli nove minuti di gioco nel primo tempo grazie al gol segnato da Karim Benzema. Ricordiamo che al ritorno lAtletico fu capace invece di espugnare il Santiago Bernaebeu: era il 27 febbraio di questanno e in casa Real si imposero gli ospiti per 0-1 grazie al gol segnato da Antoine Griezmann al 53 minuto di gioco.

Vediamo i migliori marcatori di Atletico Madrid e Real Madrid in vista della sfida diretta. Il top scorer dellAtletico Madrid è Antoine Griezmann, vera punta di diamante della squadra: finora il francese, che dovrebbe essere della partita nonostante un dolore ad un piede, è andato a segno 8 volte tra Liga e coppe. Al secondo posto un giocatore che sta crescendo e che per alcune caratteristiche può ricordare Griezmann: il belga Yannick Ferreira-Carrasco, che come il francese nasce esterno ma sta ampliando il proprio bagaglio tecnico-tattico. Per lex Monaco 7 reti in questa stagione, 5 in campionato e 2 in Champions League. Proseguendo nella classifica marcatori dellAtletico troviamo un altro attaccante transalpino, Kevin Gameiro che in estate è stato acquistato dal Siviglia: 5 i suoi gol. A quota 3 il ventunenne argentino Angel Correa, a 2 Fernando Torres e il centrocampista Nicolas Gaitan. Passando al Real Madrid troviamo in testa ai goleador Alvaro Morata, che però salterà il derby causa infortunio: lex juventino è già andato a segno 8 volte in stagione, seguono a ruota i fuoriclasse più attesi ovvero Cristiano Ronaldo e Gareth Bale, con 7 reti ciascuno. 6 gol per il ventenne della pantera Marco Aesnsio, trequartista di cui si parla un gran bene, 5 quelli dellariete francese Karim Benzema.

Sarà il piatto forte della serata di calcio internazionale, dunque vediamo quali sono le quote proposte dallagenzia di scommesse sportive Snai circa il derby di Madrid, valido per la dodicesima giornata della Liga spagnola. Il pronostico è molto incerto, ma vede lAtletico leggermente favorito, forse anche grazie al fattore campo dal momento che si giocherà al Vicente Calderon. Dunque il segno 1 per la vittoria dellAtletico Madrid è proposto a quota 2,40, poi si sale esattamente a 3,00 per la quota sulla vittoria del Real Madrid (segno 2). Il risultato considerato meno probabile è dunque il pareggio, ma le differenze sono minime: infatti il segno X è quotato a 3,30. Cè grande incertezza circa le possibilità che si tratti di una partita ricca di gol: lopzione Over 2,5 (almeno tre gol segnati) è infatti offerta a 1,85, considerato leggermente più probabile dellUnder (al massimo due gol), che tocca quota 1,90. Molto probabile che entrambe le squadre segnino almeno un gol, ipotesi che è bancata a 1,70, mentre per il NoGol (almeno una squadra senza reti segnate) si sale a 2,07.

Andiamo a vedere i ballottaggi per il derby tra Atletico Madrid e Real Madrid che si sfideranno per la dodicesima giornata della Liga. Tra le file dei padroni di casa il tecnico Simeone ha ancora il grande dubbio Griezmann che ha avuto un problema al piede ma dovrebbe stringere i denti per scendere in campo contro il Real Madrid, se non dovesse farcela pronto Fernando Torres a prendere il suo posto in attacco. Si gioca fino all’ultimo anche un posto Correa, Simeone potrebbe preferirgli ancora una volta Riguez come nell’ultima partita contro la Real Sociedad. Pochissimi dubbi per Zidane che ha diversi infortunati e quindi sarà alle prese con delle scelte obbligate: Luka Modrid riprenderà il suo posto in campo al posto di Kovacic che è sceso in campo nell’ultima gara contro la Leganes. Carvajal si gioca un posto da titolare con Danilo ma il primo dovrebbe essere il prescelto per cominciare dal 1′ al Calderon.

Il derby di Madrid sarà la sfida più attesa della dodicesima giornata di Liga spagnola, con Atletico Madrid e Real Madrid che si sfideranno all’Estadio Vicente Calderón. Andiamo a vedere gli assenti della gara: tra le file dei padroni di casa il tecnico Simeone dovrà fare sicuramente a meno di Gaitan per un problema all’anca, così come Fernandez e Moreira per l’infortunio al ginocchio. Possibilità invece di vedere in campo l’attaccante Griezmann che ha avuto un problema al piede ma dovrebbe stringere i denti per la gara delicata contro il Real Madrid. Il tecnico Zidane invece perde Casemiro, Kroos e Morata con quest’ultimo che ha rimediato un infortunio muscolare e non potrà scendere in campo al Calderon. Problemi anche per Pepe mentre Zidane spera di poter recuperare Benzema che aveva un problema muscolare ma dovrebbe farcela, così come Sergio Ramos che dovrebbe rientrare contro l’Atletico Madrid dopo l’infortunio al ginocchio.

la sfida più entusiasmante di questo weekend, vediamo i protagonisti che scenderanno in campo al Calderon. Tra le file dei padroni di casa il protagonista atteso potrebbe essere Kevin Gameiro, attaccante che è arrivato in estate dal Siviglia ed ha conquistato la fiducia di Simeone. In questo avvio di stagione è sempre sceso in campo in Liga al fianco di Griezmann, ed è stato autore di cinque gol e di tre assist in campionato, manca soltanto un gol in Champions League visto che ha disputato quattro partite finora. Per quanto riguarda il Real Madrid, invece, il protagonista atteso dai tifosi potrebbe essere Gareth Bale: l’attaccante milita nel club di Madrid da tre anni ed in questa stagione è sceso in campo per dieci volte in Liga siglando cinque gol (con un assist) ed è stato protagonista anche in Champions League con due gol su quattro partite disputate nella fase a gironi della competizione.

Si gioca questa sera, sabato 19 novembre alle ore 20.45, quando le due squadre di Madrid si affrontano in un derby che come sempre si preannuncia infuocato e che per i ragazzi di Simeone è fondamentale vincere, considerando la situazione di classifica. Se in Champions League le cose vanno benissimo, come testimoniano i 12 punti in 4 partite, lo stesso non si può dire per il campionato, dove due sconfitte nelle ultime tre partite hanno improvvisamente fatto staccare l’Atletico Madrid dalla testa della classifica. Le sconfitte contro Siviglia e Real Sociedad, intervallate dalla vittoria casalinga sul Malaga hanno fatto precipitare Simeone a -6 da Zidane. Ora il tecnico argentino spera nel Vincente Calderon, dove a parte il pari contro l’Alaves nella prima giornata, la squadra ha sempre vinto, segnando 17 goal e subendone soltanto 2. 

Il Real Madrid di Zidane arriva a questa importante trasferta con la forza del primato da un lato e, come vedremo a breve, una lunga serie di infortunati. I blancos dopo tre pareggi di fila hanno infilato una serie di quattro successi e con il 3 a 0 al Leganes hanno approfittato alla grande dello “stop” dei cugini. Al Real potrebbe andare bene anche un pari, ma appare difficile che un presidente esigente come Perez e la tifoseria si accontentino di un pari in un derby che negli ultimi anni è tornato ad essere assolutamente di vertice per merito del gran lavoro fatto da Simeone.

Per il match contro il Real Madrid, ennesima rivincita delle due finali di Champions League perse in tre anni, Simeone sembra intenzionato ad affidarsi al 4-3-3, sperimentato con successo già contro il Barcellona. Questo comporterebbe, rispetto al match perso contro la Real Sociedad, il semplice spostamento di Carrasco sulla linea degli attaccanti, dove il belga andrebbe a comporre il reparto con Gameiro e Griezmann: e proprio il francese è osservato speciale, considerando che non segna da quattro turni e che il Real Madrid è una delle sue “vittime” predilette, rigori a parte. L’unica novità rispetto al solito, Simeone dovrebbe proporla in difesa, dove appare arrivato il momento dell’ex Sassuolo Sime Vrsaljko, che dovrebbe andare a rimpiazzare un Juanfran che contro la Real Sociedad è apparso decisamente in difficoltà da un punto di vista prettamente fisico.

Chi è in piena emergenza è Zidane, che contro i cugini dell’Atletico Madrid dovrà fare a meno di giocatori fondamentali come Pepe e Sergio Ramos, solo per fare due nomi. Ma la lista degli infortunati comprende anche Casemiro e Morata: senza dubbio l’assenza dell’ex attaccante della Juventus, insieme a quella di Kroos per squalifica, risulta la più pesante. Le merengues dovrebbero giocare con il 4-3-3 e i centrali di difesa dovrebbero essere Fernandez e Varane. In mediana Modric dovrebbe prendere il posto di Kroos, mentre in attacco appare sicuro l’impiego di Vazquez in luogo di Alvaro Morata. Non sembra plausibile al momento l’impiego di un modulo che prevede il trequartista e quindi Kovacic sembra ancora una volta destinato a partire in panchina. Sarà sicuramente della partita Cristiano Ronaldo, a cui Zidane affiderà le chiavi dell’attacco e che sembra sulla via di un completo recupero.

Ricordiamo infine che il match Atletico Madrid-Real Madrid sarà visibile in diretta tv sulla piattaforma a pagamento Sky: per coloro che sono infatti abbonati al pacchetto sport sarà dunque possibile assistere in diretta al match sul canale Fox Sports (presente al numero 204 del telecomando) a partire dalle ore 20.45. Ricordiamo inoltre la possibilità per gli utenti di Sky tv, la possibilità di seguire la partita della Liga anche in diretta streaming video, tramite lapplicazione Sky Go, disponibile per PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori