ATP FINALS 2016/ Diretta Djokovic-Nishikori (2-0) info streaming video e tv: Nole asfalta Kei con un doppio 6-1! (oggi, Tennis Masters)

- La Redazione

Diretta Atp Finals 2016: Djokovic-Nishikori, Murray-Raonic info streaming video e tv. Oggi le semifinali del Masters di tennis maschile, che si gioca alla O2 Arena di Londra

Murray_Master2016
Andy Murray (LaPresse)

Mette a tacere tutte le critiche dell’ultimo periodo e con un doppio 6-1 ai danni di Kei Nishikori conquista l’accesso per la finale dell’Atp World Tour Finals 2016 di Londra. Non c’è stata mai partita questa sera tra Nole e il giocatore giapponese, incapace di resistere oltre un’ora e 7 minuti, venendo meno alle aspettative di chi già pregustava una seconda semifinale fiume sull’impronta di quella di oggi pomeriggio vinta al tie break del terzo set da Andy Murray su Milos Raonic. E proprio il beniamino di casa, domani, sfiderà da numero 1 del ranking Atp l’uomo che in vetta alle classifiche c’è stato per diverse settimane, sentendosi per lunghi periodi quasi inattaccabile. Inutile dire che analizzando la stagione in corso, e considerando il fattore casa, Murray è il favorito per l’ultimo delle Atp Finals 2016, ma con un Djokovic così… 

Un grande Novak Djokovic asfalta con il punteggio di 6-1 Kei Nishikori nel primo set della seconda semifinale dell‘Atp World Tour Finals 2016 in corso a Londra. Il giocatore serbo ha letteralmente annichilito il giocatore del Sol Levante, incapace di opporre resistenza all’ex numero 1 delle classifiche Atp. Nole, che ha infilato un parziale di 4 game a zero prima di concedere al giapponese il primo game dell’incontro, ha avuto anche due chance per portarsi sul 5-0 prima di pagare un calo di concentrazione costatogli il servizio. A questo punto bisognerà capire se Nishikori, autore di una prestazione opaca già ieri contro Marin Cilic, avrà la forza di reagire nel secondo set ad un Djokovic che al contrario sembra essere finalmente sulla strada giusta per ritrovare quel tennis che lo ha reso per alcuni anni un giocatore “quasi” imbattibile.

Vince la prima semifinale delle Atp Finals 2016 di Londra battendo in tre set Milos Raonic e qualificandosi per la finale di domani. Una partita pazzesca, una vera e propria maratona che ha riservato grandi emozioni in ben oltre tre ore di durata, per la precisione tre ore e 42 minuti – dato notevolissimo sulla distanza di tre soli set: . Nel primo si è imposto Raonic con il punteggio di 7-5, grazie al fondamentale break strappato allundicesimo gioco sul 5-5 e servizio Murray, opera poi completata dal canadese tenendo il servizio nel game successivo per il 7-5. Ancora più incerto il secondo set: un break per parte al terzo e al quarto game, poi tutto è filato liscio fino allinevitabile tie-break che è stato vinto da Murray per 7-5. Finisce al tie-break anche il terzo e decisivo set, decisamente pazzo nel finale con quattro servizi consecutivi dal nono al dodicesimo game persi da chi era in battuta: si arriva così sul 6-6 che affida il verdetto dellintera partita appunto al tie-break. Naturalmente nemmeno lepilogo poteva essere tranquillo in una partita del genere: vince Murray 11-9 al termine di una piccola maratona nella maratona, dopo avere sprecato tre precedenti match point ma averne anche annullato uno al rivale. Una partita che sarà ricordata a lungo da chi lha vissuta, dal vivo o almeno in tv: adesso gli appassionati possono prendere fiato seguendo il doppio Murray/Soares-Klaasen/Ram (con il fratello darte in campo), poi in prima serata ecco la seconda semifinale Djokovic-Nishikori, che designerà laltro finalista di queste avvincenti Atp Finals.

Fra pochi minuti alle Atp Finals 2016 di tennis in corso a Londra sarà il momento della prima semifinale, quella che metterà di fronte l’idolo di casa britannico Andy Murray al canadese di origini montenegrine Milos Raonic. La giornata di oggi è già cominciata con la prima semifinale del parallelo torneo di doppio, che ha visto la vittoria della coppia formata da Kontinen e Peers in due set sui fratelli Bryan con il punteggio di 7-6 (2) 6-4: risultato significatovo, perché i fratelli americani hanno scritto pagine gloriose nel doppio, ma adesso naturalmente l’attesa passa tutta sul match dell’idolo di casa Murray, anche perché c’è pure la lotta a distanza per il numero 1 del Mondo con Novak Djokovic, che affronterà questa sera il giapponese Kei Nishikori nella seconda semifinale alla O2 Arena.

La semifinale delle Atp Finals 2016 di tennis a Londra che metterà di fronte Novak Djokovic e Kei Nishikori vedrà il giapponese cercare di sfatare un vero e proprio incubo, quale è per lui il campione serbo. Il perché è presto detto: Djokovic ha una striscia aperta di nove vittorie consecutive contro Nishikori, iniziata dopo lultimo successo del nipponico che risale agli Us Open 2014. Una vittoria che fece rumore, dal momento che eravamo in un torneo del Grande Slam (che si concluse con linattesa finale Cilic-Nishikori), ma che non ha più avuto repliche nei numerosi incontri successivi fra questi due tennisti. Questanno poi Djokovic e Nishikori si sono affrontati ben cinque volte, ma lesito non è mai cambiato: Australian Open, Miami, Madrid, Roma e Toronto, cioè stagioni, continenti e superfici diverse, ma quello che non è mai cambiato è lesito finale. Va anche detto però che solo a Toronto i due si sono affrontati nella seconda parte della stagione, quella che ha causato a Djokovic qualche difficoltà di troppo: che per Nishikori sia loccasione per un riscatto?

Oggi una delle due semifinali delle Atp Finals 2016 sarà quella che metterà di fronte Andy Murray e Milos Raonic. Il match tra il britannico e il canadese di origini montenegrine potrebbe essere definito un classico del 2016 del tennis mondiale, dal momento che questanno Murray e Raonic si sono affrontati già in sei precedenti occasioni. A dire il vero gli incontri giocati sono stati solamente cinque, perché nella semifinale di Parigi-Bercy Raonic si è ritirato e quindi Murray è stato promosso in finale senza nemmeno giocare. Favorevoli a Murray anche tutti gli altri incroci, infatti il britannico ha avuto la meglio anche agli Australian Open, a Montecarlo, al Queens, a Wimbledon e infine a Cincinnati. Limitandoci agli incontri nei tornei del Grande Slam, nettissimo il successo britannico sullerba di Wimbledon in tre soli set, mentre agli Australian Open si arrivò fino al tie-break. Insomma, Andy è una vera e propria bestia nera per Raonic, che non vince contro Murray dallormai lontano 12 marzo 2014, quando il canadese ebbe la meglio sul cemento americano di Indian Wells.

E tempo di verdetti alle Atp Finals 2016: oggi infatti per il Masters di fine anno di tennis maschile in corso alla O2 Arena di Londra è il giorno delle semifinali. Per la precisione, alle ore 15.00 italiane si gioca Murray-Raonic, mentre alle ore 21.00 sarà la volta di Djokovic-Nishikori, con le due partite di singolare che come di consueto si incroceranno alle due del doppio.

L’attesa è soprattutto per Andy Murray e Novak Djokovic, perché i tifosi sperano che siano loro ad andare in finale e perché Andy e Nole si contendono pure la posizione numero 1 nel ranking mondiale Atp al termine di una stagione che ha visto nella prima metà (fino al Roland Garros) il dominio di Djokovic, mentre da quel momento in poi è stata netta la supremazia di Murray, con le perle dei successi a Wimbledon e alle Olimpiadi di Rio de Janeiro fino al sorpasso in vetta alla classifica mondiale, che si è concretizzato con il successo a Parigi-Bercy ma con un margine di punti insufficiente per essere già certo di chiudere l’anno al numero 1, dunque potrebbe tornare in vetta Djokovic: tutto dipenderà dai risultati delle partite di oggi e domani. Finora tutto bene per entrambi: gironi vinti con tre successi in altrettante partite e un solo set a testa lasciato per strada.

Oggi però lo scozzese e il serbo dovranno pensare ai rispettivi avversari di giornata. Per Murray si tratta del canadese di origini montenegrine Milos Raonic, che è arrivato secondo nel girone di Djokovic perdendo solamente contro Nole, ma vincendo in due set sia contro Gael Monfils sia contro Dominic Thiem, legittimando dunque ampiamente una qualificazione più che meritata. Il serbo invece dovrà vedersela con Kei Nishikori che – meraviglia delle regole del Masters di fine anno – ha avuto la certezza della qualificazione ancora prima di scendere in campo ieri sera per l’ultima partita del girone grazie a una differenza set che già lo metteva al riparo da attacchi di Stanislas Wawrinka e Marin Cilic, gli altri due componenti del gruppo di Murray.

Le Atp Finals 2016 saranno trasmesse in diretta tv su Sky Sport 2; lappuntamento è per tutti gli abbonati alla pay tv del satellite che godranno anche di ampi prepartita e analisi dei match giocati a Londra sul canale numero 202 della piattaforma satellitare. Naturalmente per gli abbonati ci sarà la possibilità di assistere al Masters di tennis maschile anche in diretta streaming video, grazie allattivazione del servizio Sky Go utilizzabile – senza costi aggiuntivi – su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Non mancate inoltre di consultare le pagine ufficiali del torneo e del circuito Atp: il sito è www.barclaysatpworldtourfinals.com, per quanto riguarda invece le pagine sui social network trovate facebook.com/ATPWorldTour e, su Twitter, l’account @ATPWorldTour.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori