Diretta/ Latina-Salernitana (risultato finale 1-1) info streaming, video e tv: posta in palio divisa (Serie B 2016, oggi 19 novembre)

- La Redazione

Diretta Latina-Salernitana: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Serie B è in programma sabato 19 novembre 2016

latina_francioni_curva
Diretta Latina Carpi, LaPresse

Finisce uno a uno la sfida di Serie B tra Latina e Salernitana. Le due squadre devono accontentarsi di un pareggio, dopo novanta minuti di battaglia. Sono i padroni di casa a passare in vantaggio ad inizio secondo tempo, con una giocata di precisione da parte di Scaglia. La reazione dei granata si concretizza nel finale, attorno all’ottantaduesimo minuto quando Coda insacca con una bella giocata e regala ai campani un punto prezioso per la classifica. In pieno recupero i campani spingono sull’acceleratore e rischiano persino di ribaltare il punteggio. 

Quando siamo giunti oltre il sessantacinquesimo minuto della partita tra Latina e Salernitana, il risultato è fermo sull’uno a zero in favore della compagine nerazzurra. Avvio di ripresa subito movimentato con i campani che perdono Odjer per infortunio. Al suo posto i granata inseriscono Della Rocca. Oltre al danno la beffa per la Salernitana, perchè pochi minuti dopo segna il Latina con una giocata ravvicinata di Scaglia. E’ l’episodio che cambia il volto all’incontro e che rende tutto più complicato agli ospiti. Il Latina, sulle ali dell’entusiasmo, ha subito provato ad accelerare e a raddoppiare con due tentativi insidiosi di Corvia. 

Quando siamo giunti agli sgoccioli del primo tempo di Latina-Salernitana, il risultato è sempre fermo sullo zero a zero. Partita abbastanza movimentata, soprattutto negli ultimi minuti. Alle mezzora grande occasione per Coda, che riceve palla da Donnarumma e calcia a botta sicura da buona posizione: ottima la risposta dell’estremo difensore nerazzurro. Al trentatreesimo ci prova Odjer da fuori area, Pinsoglio non si lascia sorprendere e respinge ancora in calcio d’angolo. I ritmi restano molto gradevoli, il punteggio è tutto sommato giusto. Meglio il Latina in avvio, la Salernitana si è accesa nella seconda parte del primo tempo. Cosa accadrà nella ripresa? 

E’ cominciata da quasi venti minuti di gioco l’incontro di Serie B tra Latina e Salernitana, con il risultato ancora fermo sullo zero a zero. Primo squillo della partita al sesto minuto, con Corvia che suggerisce per Scaglia, il quale da posizione defilata lascia partire una conclusione insidiosa su cui Terracciano è costretto ad intervenire per deviare in calcio d’angolo. Poco dopo ci prova Corvia di testa con una conclusione aerea che finisce fuori di pochissimo. Passano pochi secondi e la Salernitana si fa vedere sul fronte offensivo con Rosina, il cui tiro è troppo debole per preoccupare realmente Pinsoglio. Attorno al diciassettesimo ci riprova Scaglia con una botta dalla distanza, ancora una volta Terracciano risponde presente. 

Non manca molto al fischio di inizio di Latina-Salernitana, partita valida per la quindicesima giornata del campionato cadetto. I nerazzurri vogliono sfruttare il fattore casalingo e allontanarsi dalle zone calde. I campani hanno lo stesso obiettivo, con la volontà chiara di lasciare il Latina alle spalle in classifica. Andiamo ora a leggere le scelte dei due allenatori con le formazioni ufficiali. Latina (3-4-3): Pinsoglio; Bruscagin, Dellafiore, Garcia Tena; Brosco, Bandinelli, Mariga, Di Matteo; Scaglia, Corvia, Acosty. In panchina: Tonti, Regolanti, Coppolari, Gilberto, D’Urso, Rocca, Rolando, Paponi, Amadio. Allenatore: Vivarini. Salernitana (3-5-2): Terracciano; Perico, Schiavi, Bernardini; Improta, Rosina, Ronaldo, Odjer, Vitale; Coda, Donnarumma.  In panchina: Liverani, Franco, Mantovani, Tuia, Laverone, Della Rocca, Zito, Caccavallo, Joao Silva. ?Allenatore: Sannino. 

La gara Latina-Salernitana sarà diretta dal signor Roberto Pinzani della sezione di Empoli. Il fischietto classe 1978 appartiene alla sezione di Empoli ed è figlio di Giovanni ex Presidente dell’Empoli mentre suo fratello Raffaele in passato ha diretto una squadra di Serie D. Pinzani è un direttore di gara che usa molto il cartellino giallo con trentaquattro ammonizioni in sedici partite con una media di 2.2 a gara in casa e 2 fuori. Quest’anno in Serie B ha guidato sei gare con l’ultima il cinque novembre uno Spezia-Verona terminata con il risultato 1-4. Sicuramente è un direttore di gara di personalità e di grande esperienza nonostante la giovane età. I guardalinee sono D’Apice e Caliari, mentre il quarto uomo è Viotti.

La storia dei precedenti tra Latina e Salernitana è piuttosto breve e recente: i testa a testa tra queste due squadre infatti sono appena due, e tutti giocati nella scorsa stagione. Molto bella la sfida di andata allo stadio Francioni: Daniele Corvia e Maxwell Acosty portarono il Latina sul 2-0 ma poi arrivò la doppietta di Alfredo Donnarumma a ripristinare il 2-2 con cui si concluse la sfida. Furono addirittura cinque le reti nella partita di ritorno: ancora una volta Latina in vantaggio (con Marco Calderoni), pareggio della Salernitana con Moses Odjer e, due minuti più tardi, Luigi Scaglia faceva ancora gioire i pontini. Era però destino che il Latina non avesse vita semplice contro i campani: la Salernitana pareggiava ancora nel primo tempo con Donnarumma che saliva così a quota 10 gol in campionato, a quattro minuti dal 90 il bomber della Salernitana, Massimo Coda, realizzava il calcio di rigore (con annessa espulsione di Andrea Esposito) e portava in dote alla squadra di Leonardo Menichini tre punti fondamentali per la salvezza (che sarebbe poi arrivata attraverso i playout).

Vincenzo Vivarini sfida Giuseppe Sannino in Latina-Salernitana: una partita molto interessante e importante per la corsa alla salvezza. Entrambi si intendono di promozioni e serie minori: Vivarini è stato lartefice della promozione in Serie B del sorprendente Teramo, grazie anche alla coppia Lapadula-Alfredo Donnarumma. Non se la godette per lillecito sportivo e, ripartito dallAbruzzo, ha comunque condotto la squadra alla salvezza (pur penalizzata), guadagnandosi finalmente il campionato cadetto con unaltra squadra, quel Latina che da quando ha giocato la finale playoff (con Breda in panchina) non è più riuscito a raggiungere quel livello. Per quanto riguarda Sannino, sono lontani i tempi della splendida salvezza in Serie A con il Siena; da allora le cose non sono andate benissimo, ma nessuno dimentica che il tecnico di Ottaviano ha centrato una promozione in C2 con il Sudtirol, una in C1 con il Lecco e unaltra con il Pergocrema, poi due promozioni consecutive con il Varese (dalla Seconda Divisione alla Serie B) e con i biancorossi, che mancavano alla categoria da 25 anni, ha subito giocato la semifinale playoff persa in extremis contro il Padova. Una bella sfida in panchina dunque, i due allenatori potrebbero essere il vero ago della bilancia in questa partita dello stadio Francioni.

, diretta dall’arbitro Riccardo Pinzani della sezione di Empoli (con al suo fianco i guardalinee D’Apice e Calcari) e in programma sabato 19 novembre alle ore 15:00, sarà uno dei match potenzialmente più interessanti della quindicesima giornata del campionato di Serie B. Il Latina appare in grande ripresa, dopo un inizio di stagione difficile con i punti che arrivavano col contagocce. Con la vittoria interna in un match difficile contro il Bari la squadra si è sbloccata, riuscendo poi a dare continuità alla sua azione col colpaccio di Vicenza della settimana scorsa. Sei punti che hanno rappresentato ossigeno puro per la formazione pontina, che ha appaiato proprio i granata in classifica a quota sedici punti, portando a tre le lunghezze di distanza dalla zona play out quando i nerazzurri fino a poche settimane fa erano impantanati nelle posizioni che a fine stagione costerebbero la retrocessione diretta.

La Salernitana dalla sua continua ad avanzare in maniera lenta ma convinta: la squadra di Sannino ha decisamente vissuto un brutto quarto d’ora nell’ultima partita interna contro la Ternana, con gli umbri protagonisti di una partenza sprint e capaci di portarsi avanti di due reti allo stadio Arechi. Prontissima è stata la risposta dei campani che, sfruttando anche la superiorità numerica, hanno travolto sotto il peso di quattro reti gli avversari, vendicando così anche la precedente sconfitta sul campo del Cittadella che aveva reso di nuovo problematica la classifica della formazione granata. Si prospetta dunque una sfida equilibrata, per entrambe le squadre sarebbe importantissimo fare risultato per migliorare ancora una classifica che inizia comunque a farsi più incoraggiante rispetto al preoccupante quadro di inizio stagione. 

Allo stadio Francioni di Latina si fronteggeranno queste probabili formazioni. Padroni di casa in campo con Pinsoglio in porta e una difesa a tre formata da Bruscagin, dallo spagnolo Garcia e dall’argentino Dellafiore. Il kenyano Mariga farà coppia con Bandinelli al centro della linea mediana, mentre D’Urso a destra e Di Matteo a sinistra saranno gli esterni di fascia a centrocampo, considerando la squalifica del romeno Nica, espulso nel match di Vicenza. Acosty e Scaglia saranno invece schierati avanzati alle spalle dell’unica punta di ruolo, Daniele Corvia.

Risponderà la Salernitana con Terracciano estremo difensore alle spalle di una linea difensiva a quattro composta da Perico, Mantovani, Bernardini e Vitale, rispettivamente dalla fascia destra alla fascia sinistra. Busellato e Della Rocca copriranno la zona centrale di centrocampo, mentre sull’out di destra si muoverà Rosina e sulla fascia opposta Improta. Donnarumma e Coda giocheranno invece in coppia sul fronte offensivo.

3-4-2-1 per il Latina di Vivarini, col tecnico che ha provato a lavorare su una maggiore applicazione tattica da parte della squadra, apparsa troppo prevedibile nelle prime uscire stagionali. Dopo una sola vittoria nelle prime dodici partite di campionato disputate, sono arrivati due successi consecutivi che hanno cambiato nettamente la prospettiva di classifica della formazione pontina. Il tecnico sta lavorando per non dare riferimenti certi agli avversari, col tono agonistico della squadra comunque cresciuto sensibilmente nelle ultime uscite.

4-4-2 per la Salernitana di Sannino che può compiacersi soprattutto per la capacità di reazione dimostrata nel match contro la Ternana. Ai granata il carattere non fa difetto, e si è visto anche nella trasferta di Cittadella pur risoltasi in una sconfitta. La partita ha messo in mostra uno spirito che la Salernitana ha saputo trasferire in campo anche contro gli umbri, ma i campani dovranno superare anche gli alti e bassi delle ultime settimane che non hanno permesso alla squadra di insediarsi nella zona sinistra della classifica della Serie B.

L’equilibrio del match prevale anche nelle considerazioni delle agenzie di scommesse, che quotano con valori praticamente equivalenti la vittoria di entrambe le formazioni. Il fattore campo concede un leggerissimo vantaggio al Latina, il cui successo viene proposto ad una quota di 2.70, mentre Betclic propone a 3.10 l’eventuale pareggio e Unibet propone a 2.90 il successo esterno della formazione allenata da Sannino.

Tutte le sfide del campionato cadetto, compresa Latina-Salernitana, sabato 19 novembre 2016 alle ore 15.00, saranno trasmesse in diretta tv per gli abbonati di Sky, col match dello stadio Francioni trasmesso sul canale 255 del boquet satellitare, e in diretta streaming video sul sito skygo.sky.it. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori