Materazzi contro l’Inter / L’ex difensore sulla crisi nerazzurra: “Colpa di un italiano”. Pioli e Ausilio non si sbilanciano (oggi, 19 novembre 2016)

- La Redazione

Marco Materazzi contro l’Inter, l’ex difensore sulla crisi nerazzurra: “Colpa di un italiano, qualcuno dovrebbe andarsene”. Le ultime notizie di oggi, 19 novembre 2016, e gli aggiornamenti.

marco_materazzi2
Marco Materazzi

Siamo alla vigilia di un derby della Madonnina molto teso in casa Inter con le parole di Marco Materazzi, ex bandiera proprio dei nerazzurri, ad arroventare il clima ancor più di quello che era. L’ex difensore centrale si è sbilanciato e non poco sulla situazione che si vive in casa Inter, ma gli attuali tesserati della squadra meneghina non si sono sbilanciati. Alla vigilia di Milan-Inter hanno parlato infatti sia il direttore Piero Ausilio che il nuovo allenatore Stefano Pioli che però non hanno nemmeno sfiorato questa situazione. Parole importanti quelle di Marco Materazzi che andranno analizzate e sulle quali saranno fatte le giuste riflessioni. Il tutto però non oggi perchè c’è una partita troppo importante da giocare per pensare al momento a queste situazioni extra calcistiche. Il campo è la parola numero uno e il debutto di Stefano Pioli sarà particolarmente complicato.

Marco Materazzi in tackle, ma questa volta non per difendere l’Inter: l’ex centrale nerazzurro è, infatti, andato all’attacco della nuova proprietà e poi ha preso di mira chi sta da anni nel club meneghino. Intervenuto ai microfoni del Corriere della Sera, Materazzi ha parlato della crisi dell’Inter partendo dai tre cambi in panchina nel giro di pochi mesi: “Questo dato è lo specchio di quello che sta succedendo in società. Ora però i nuovi vertici vogliono vedere i i risultati prima di assicurare contratti“. Fin qui i toni si sono mantenuti pacati, poi Materazzi ha cominciato ad alzarli: “Io non voglio buttare la croce addosso a Mancini, de Boer o Pioli: la colpa è di chi sta lì da anni“. Il mirino dell’ex difensore dell’Inter è puntato su una persona specifica che lavora nell’Inter, ma non ne rivela l’identità. Fornisce un solo indizio: “Non è straniero“. Di chi si tratta? Per Materazzi, però, ciò che conta è l’Inter: “Mi piange il cuore vederla in questa posizione di classifica“. L’auspicio dell’ex difensore è che la società si affidi a “gente competente“. C’è qualcuno, invece, nell’Inter che ha sbagliato e che dovrebbe prima ammetterlo “e poi andarsene“. Fanno rumore le dichiarazioni di Matteo Materazzi, giunte a poche ore dall’attesissimo derby di Milano. A tal proposito: chi può deciderlo? “Mentirei se non dicessi Icardi“, conclude il campione del mondo del 2006.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori