DIRETTA / Leicester-Brugge (risultato finale 2-1): Ranieri centra gli ottavi (Champions League 2016, oggi)

- La Redazione

Diretta Leicester-Brugge: risultato finale 2-1. Grande impresa delle Foxes: alla prima partecipazione assoluta in Champions League Ranieri le conduce agli ottavi con primo posto nel girone

LeicesterChampions_Slimani
Foto LaPresse

Il match tra Leicester e Brugge si riapre improvvisamente al 52 minuto. Gran gol di José Izquierdo: lattaccante colombiano accelera dalla propria metacampo ed arriva a concludere con il destro vicino allincrocio dei pali; per il ventiquattrenne arrivato nel 2014 dallOnce Caldas si tratta del quinto centro in stagione.

Alla mezzora esatta di gioco il Leicester raddoppia, portandosi sul 2-0 ed ipotecando già nel primo tempo i tre punti contro il Brugge. Larbitro francese Buquet assegna un calcio di rigore, punendo il fallo del giovane terzino belga Cools ai danni del centrocampista inglese Drinkwater; dagli undici metri si presenta Rihad Mahrez che non sbaglia, e sigla il raddoppio. Sesto gol stagionale e quarto in Champions League per lattaccante algerino.

La partita di Champions League tra Leicester e Brugge si è sbloccata già al 5 minuto di gioco. A segno la squadra allenata da Claudio Ranieri grazie al giapponese Shinji Okazaki, bravo nel girare in rete un cross dalla fascia sinistra del tedesco Fuchs. Per il trentenne nipponico quarto gol stagionale, primo in questa edizione della Champions League.

Leicester-Brugge è la partita che può regalare alla formazione inglese allenata da Claudio Ranieri una storica qualificazione agli ottavi di Champions League, alla prima partecipazione di sempre: contro i belgi, che hanno zero punti e sono già fuori dai giochi, serve soltanto un pareggio ma si proverà comunque a blindare il primo posto difendendolo dal Porto. Riuscirà il Leicester a invertire una rotta che ha preso una brutta deriva in campionato? Vediamo intanto quali sono le formazioni ufficiali della partita, il calcio dinizio è alle ore 20:45. 21 Zieler; 17 Simpson, 6 Huth, 5 Morgan, 28 Fuchs; 26 Mahrez, 10 A. King, 4 Drinkwater, 11 Albrighton; 9 Vardy, 20 Okazaki. A disposizione: 12 Hamer, 2 Luis Hernandez, 7 Musa, 13 Amartey, 15 Schlupp, 22 Gray, 23 Ulloa. Allenatore: Claudio Ranieri 1 Butelle; 21 Cools, 5 Poulain, 44 Mechele, 28 De Bock; 6 Claudemir, 3 Simons, 15 Pina, 20 Vanaken; 9 Vossen, 11 Izquierdo. A disposizione: 16 Bruzzese, 2 Van Rhijn, 7 Wesley, 17 Limbombe, 19 Gedoz, 24 Denswil, 63 Bolingoli. Allenatore: Michel PreudHomme

Sulla carta la sfida Leicester-Brugge sembra non avere storia e ce lo raccontano anche le statistiche delle due squadre. Pensare che la squadra di Claudio Ranieri nelle prime quattro partite di Champions League ha segnato cinque reti rispetto all’unica della squadra belga. Gli inglesi hanno siglato tre gol di sinistro oltre a un gol rispettivamente di testa e di destro. Dall’altra parte l’unica rete del Brugge è stata fatta col piede destro. A sorpresa però le due squadre vanno con lo stesso ritmo al tiro in porta con le conclusioni che sono 36 a 35, 9 a 8.75 di media a partita. Inoltre il Club Brugge cerca di giocare molto di più la palla rispetto al Leicester che si chiude e basta tutto sulle ripartenze. Infatti i passaggi sono 1447 a 1778 con una percentuale di scambi completati impressionante che è 75% a 85% in favore degli ospiti. Inoltre il club inglese tende di più a spezzettare il gioco con più falli 59 a 57, con i cartellini gialli che però sono 10 a 13. Staremo a vedere cosa ci dirà il campo e chi vincerà la partita.

diretta dall’arbitro francese Ruddy Buquet, si gioca martedì 22 novembre alle ore 20.45, sarà un vero e proprio match point per la formazione inglese, chiamata a mettere il sigillo sulla qualificazione, la prima della sua storia, agli ottavi di finale di Champions League, ma potenzialmente anche al primo posto nel girone F della competizione.

Le Volpi di Claudio Ranieri, dopo essere state al centro delle attenzioni di tutto il mondo con l’incredibile conquista del titolo d’Inghilterra nella passata stagione, quest’anno stanno soffrendo in Premier League, avanzando alla media di un punto a partita e ritrovandosi costrette a guardarsi indietro per non trovarsi, a causa di una ritrazione forse anche fisiologica, a fare i conti con la lotta per non retrocedere. 

Ma in Champions League la situazione è decisamente diversa, con dieci punti in quattro partite che hanno portato Jamie Vardy e compagni in testa al raggruppamento, ormai a una passo dalla qualificazione ma anche con la concreta prospettiva di chiudere al primo posto, soprattutto se dovessero arrivare buone notizie dall’altro match della quinta giornata della fase a gironi tra Copenaghen e Porto.

Il Brugge ha archiviato ormai come un fallimento la campagna europea di quest’anno: dopo il titolo del Belgio conquistato un anno fa, i nerazzurri si sono presentati direttamente alla fase a gironi di Champions forse senza avere il giusto spessore nella rosa per affrontare l’impegno, e in un girone pur senza nessuna big assoluta del calcio europeo non è riuscito ancora a fare punti, incassando quattro sconfitte su altrettante partite disputate. 

Al King Power Stadium saranno queste le probabili formazioni: Leicester senza il portiere titolare, il danese Schmeichel, sostituito dal tedesco Zieler. Nella difesa a quattro schierata da Ranieri il tedesco Huth e il giamaicano Morgan saranno confermati come centrali, mentre lo spagnolo Luis Hernandez giocherà sulla fascia destra, con l’austriaco Fuchs impiegato sulla corsia laterale opposta. I centrali di centrocampo saranno il ghanese Amartey e Danny Drinkwater, mentre l’algerino Mahrez, finora grande protagonista in Champions, si muoverà sulla fascia destra con il giapponese Okazaki esterno mancino. Al fianco di Jamie Vardy, quest’anno in gol solo quattro volte in competizioni ufficiali, comprese le partite giocate con l’Inghilterra, ci sarà il nigeriano Musa in attacco.

Nel Brugge spazio al francese Butelle, mentre l’olandese Van Rhijn a destra e Cools a sinistra saranno gli esterni di fascia in difesa, con l’altro olandese Denswil e l’altro francese Poulain schierati al centro della retroguardia. Il brasiliano Claudemir e lo spagnolo Tomas Pina si muoveranno per vie centrali sulla mediana, mentre il capitano olandese della squadra, Vormer, sarà l’esterno di fascia destra con Bolingoli-Mbombo confermato sull’out mancino. Il maliano Diaby giocherà invece al fianco dell’altro brasiliano Wesley sul fronte d’attacco.

Dopo la sconfitta contro il Watford di Mazzarri, per Ranieri la situazione in Premier League sta diventando problematica, col Leicester a due soli punti di distanza dalla zona retrocessione. Il 4-4-2 del tecnico italiano sta funzionando molto bene in Europa, ma un cambio di passo potrebbe essere necessario anche a scapito delle energie da riversare in Europa. Stesso modulo anche per il Brugge di Preud’homme, ancora a secco in campionato ma che sta risalendo la china sul fronte interno in Belgio. Tre vittorie e due pareggi nelle ultime cinque partite di campionato hanno riportato i nerazzurri al terzo posto, a sei lunghezze dalla capolista Waregem.

Anche se i risultati in Champions hanno sempre il loro peso anche dal punto di vista economico, il Brugge potrebbe essere ormai a corto di motivazioni di classifica, e di questo i bookmaker tengono conto per le scommesse sulla partita, con la vittoria interna inglese quotata 1.45 da Bet-at-Home e quella belga moltiplicata per 8.00 da Betfair. Bwin propone invece a 4.75 la quota per l’eventuale pareggio. Anche per

Leicester-Brugge, martedì 22 novembre 2016 alle ore 20.45, ci sarà diretta tv esclusiva per gli abbonati Mediaset Premium, sul canale Premium Calcio 2 del digitale terrestre pay e in diretta streaming video per tutti gli abbonati sul sito play.mediasetpremium.it, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Premium Play. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori