DIRETTA/ Rostov-Bayern Monaco (risultato finale 3-2): clamoroso in Russia, Ancelotti ko! (oggi, Champions League 2016)

- La Redazione

Diretta Rostov-Bayern Monaco: risultato finale 3-2. Succede quello che non ti aspetti in Russia, la squadra di Carlo Ancelotti cade contro la matricola e dice di fatto addio al primo posto

dzhanaev_rostov
Foto LaPresse

Clamoroso a Rostov-on-Don: il Rostov batte il Bayern Monaco 3-2, vince la prima storica partita in Champions League e a questo punto il Bayern abbandona il primo posto nel girone D, a meno che il Psv Eindhoven non faccia il colpo grosso in casa dellAtletico Madrid. Partita pazzesca: Douglas Costa porta in vantaggio il Bayern Monaco al 35 minuto ma il Rostov riesce a chiudere il primo tempo pareggiando con Azmoun. Nella ripresa ci si aspetta la reazione dei tedeschi e invece è la formazione di casa a scattare meglio: Poloz al 50 segna il gol del vantaggio. Due minuti più tardi Juan Bernat rimette a posto le cose, ma non è finita: al 67 minuto è Noboa a mettere la palla alle spalle di Ulreich, il gol questa volta è definitivo per tre punti storici di un Rostov che ora sente vicina la qualificazione in Europa League, mentre per il Bayern Monaco questo è un passo falso pesante, ma che altro non fa se non confermare le difficoltà incontrate dalla squadra di Carlo Ancelotti.

Ci ha messo un po la squadra di Carlo Ancelotti, ma alla fine è passata in vantaggio nella partita in Russia. Un vantaggio che è stato subito rintuzzato dal Rostov, che clamorosamente dunque si rimette in corsa: al 35 minuto il Bayern Monaco, dopo averci provato varie volte, è passato in vantaggio grazie al gol realizzato da Douglas Costa. Sembrava linizio di una possibile goleada, ma da qualche tempo anche la formazione russa si era fatta vedere dalle parti di Ulreich; lincredibile gol del pareggio è arrivato al 44, quando Ancelotti sperava di chiudere in vantaggio il primo tempo. Gol di Sardar Azmoun, reattivo a recuperare palla e infilare il portiere del Bayern; bel primo tempo nel quale anche il Rostov ha fatto vedere di potersela giocare grazie alla grande intensità messa in campo. Staremo a vedere dunque come andrà a finire nella ripresa e se il Bayern Monaco riuscirà ad agganciare momentaneamente lAtletico Madrid in testa al girone D.

dietro langolo, e possiamo dunque andare a studiare le formazioni ufficiali della partita che inaugura il mercoledì di Champions League. I bavaresi hanno già centrato la qualificazione agli ottavi di Champions League, ma devono vincere stasera per non perdere contatto dallAtletico Madrid e arrivare così allultima giornata potendosi giocare il primo posto nel girone D; il Rostov invece punta al colpo grosso, ovvero la qualificazione ai sedicesimi di Europa League che sarebbe comunque un ottimo risultato in un raggruppamento nel quale partiva come ultima in griglia. Calcio dinizio alle ore 18, vediamo allora quali sono le scelte dei due allenatori. 35 Dzhanaev; 2 Kalachev, 23 Mevlja, 44 César Navas, 4 Granat, 30 Kudryashov; 89 Erokhin, 84 Gatskan, 16 Noboa; 20 Azmoun, 7 Poloz. A disposizione: 77 Medvedev, 5 Terentyev, 6 Ezatolahi, 9 Grigoryev, 10 M. Doumbia, 19 Bayramyan, 28 Prepelita. Allenatore: Ivan Daniliants 26 Ulreich; 13 Rafinha, 17 J. Boateng, 28 Badstuber, 18 Bernat; 6 Thiago Alcantara; 11 Douglas Costa, 21 Lahm, 35 Renato Sanches, 7 Ribéry; 9 Lewandowski. A disposizione: 22 Starke, 32 Kimmich, 5 Hummels, 27 Alaba, 14 Xabi Alonso, 37 J. Green, 25 T. Muller. Allenatore: Carlo Ancelotti 

Andiamo ad analizzare alcune delle principali statistiche di Rostov e Bayern Monaco, che si affrontano tra poche ore. I padroni di casa hanno una percentuale di possesso palla pari al 38% contro il 67% dei tedeschi che vantano anche il 92% dei passaggi riusciti nella massima competizione europea finora. Soltanto tre i gol subiti dal Bayern Monaco in quattro partite disputate, a differenza delle dieci reti subite dal club russo che ha una media di gol fatti pari a 0.75 a gara (inutile dire che la media dei gol fatti sorride al Bayern con 2.75 a partita). Trentaquattro tiri in porta per gli uomini di Carlo Ancelotti, dodici invece i tiri respinti mentre per il Rostov finora ci sono stati tredici tiri in porta e solo quattro respinti, dato statistico che fa intuire anche la percentuale di pericolosità delle due squadre. Ancelotti si affiderà ancora una volta a Lewandowski autore di quattro reti finora, e con dieci tiri che erano indirizzati in porta e sono terminati fuori. 

La gara tra i padroni di casa del Rostov ed il Bayern Monaco verrà diretta dal signor Artur Soares Dias della federazione portoghese. Al suo fianco ci saranno gli assistenti di linea Rui Tavares e Paulo Soares, il quarto uomo Nuno Pereira e gli addizionali di porta Tiago Martins e Joao Pinheiro. Il fischietto portoghese è nato nel mese di luglio 1974 ed è un internazionale FIFA dal 2004. In questa prima parte di stagione ha già avuto modo di dirigere un incontro di Champions League ed esattamente Arsenal Ludogorets 6-0. Inoltre, ha diretto Monaco Fenerbahce 3-1 nei Preliminari di Champions, Lituania Slovenia 2-2 per le qualificazioni ai prossimi campionati del Mondo di Russia 2018 ed il match Sparta Praga Inter 3-1 per la fase a gironi di Europa League. In stagione sono stati sin qui 15 i gettoni per Dias che ha estratto 58 cartellini gialli, 2 cartellini rossi per somma di ammonizioni e decretato 6 calci di rigore.  

Dall’arbitro portoghese Artur Dias, è in programma mercoledì 23 ottobre alle ore 18:00 (si gioca in Russia, motivo per cui l’orario del calcio d’inizio rispetto al resto d’Europa è anticipato di quasi tre ore), teatro della sfida tra le due formazioni impegnate nel gruppo D di Champions League 2016-2017 è lo stadio Olimp 2 di Rostov-sul-Don. Con la qualificazione agli ottavi di finale ormai in tasca, poiché il Bayern a due giornate dal termine si trova a +8 proprio sul Rostov terzo e matematicamente irraggiungibile, per gli uomini di Ancelotti l’obiettivo principale diventa quello di riconquistare il primo posto che l’Atletico Madrid di Simeone gli ha scippato battendolo nello scontro diretto.

A differenza dell’era Guardiola, da quando Ancelotti siede sulla panchina dei bavaresi, in Bundesliga il Bayern Monaco non riesce più a viaggiare a vele spiegate come gli succedeva nelle passate stagioni, tanto è vero che in questo momento al comando del campionato tedesco troviamo la rivelazione Lipsia (squadra neopromossa ma che con il sostegno finanziario della Red Bull può pensare davvero in grande per il futuro) con tre punti di vantaggio proprio su Lewandowski e soci.

Confidando in un dispetto degli olandesi del PSV Eindhoven ai danni dei madrileni, i tedeschi sperano di agguantarli almeno in vetta. Il Rostov (che nel campionato russo al momento si trova in sesta posizione) è una squadra abbordabile, una delle rivelazioni di questa edizione della Champions League dopo aver eliminato a sorpresa il ben più blasonato (ma decadente) Ajax nei playoff, finora nella fase i gironi la formazione russa non ha ancora trovato la vittoria, ottenendo un solo pareggio nelle quattro gare fin qui disputate.

La compagine allenata dall’austriaco Ivan Daniliants può comunque ancora puntare in un posto nei sedicesimi di Europa League, poiché ha gli stessi punti del PSV Eindhoven, anch’esso tagliato fuori dagli ottavi e che dunque contro l’Atletico Madrid potrebbe non avere le giuste motivazioni per opporre resistenza ai colchoneros di Simeone.

Andiamo a vedere quali potrebbero essere le formazioni titolari delle due squadre. Nelle fila del Rostov tra i pali sicura la riconferma di Dzhanaev, con il tecnico Daniliants che è tentato di riproporre la difesa a cinque con Kalachev, Mevlja, Navas, Granat e Kudryashov che si sistemeranno in campo dietro alla linea mediana composta da Gatcan, Noboa ed Erokhin; in attacco spazio ad Azmoun e Poloz.

Il Bayern Monaco di Ancelotti potrebbe presentarsi con 4-3-3, con Neuer disponibile sarà Ulreich a difendere la porta dei bavaresi; la difesa a quattro sarà verosimilmente formata da Lahm, Boateng, Hummels e Alaba; la regia del centrocampo sarà affidato all’esperto Xabi Alonso che sarà circondato da Kimmich (sempre più pedina fondamentale per Ancelotti) e Thiago Alcantara; nel tridente d’attacco Lewandowski sarà supportato da Muller e Ribery con Vidal, Robben e Coman fuori uso e non arruolabili per infortuni e acciacchi vari.

Le agenzie di scommesse non hanno alcun dubbio sulle possibilità di successo del Bayern Monaco, il 2 dei tedeschi viene dato a solamente 1,26 su Bwin che propone quote molto basse in caso di vittoria degli ospiti; decisamente più invitanti le quote che prevedono il pari o la vittoria dei padroni di casa; su Bet365 l’X viene dato a 6,50, su WilliamHill l’1 del Rostov è quotato a 13,00. Facile che Rostov e Bayern Monaco segnino complessivamente almeno tre gol, motivo per cui la giocata Over (1,61 su Betfair) ha una quota più bassa rispetto all’Under (2,38 su Unibet).

Rostov-Bayern Monaco sarà proposta in diretta tv esclusiva su Mediaset Premium, l’incontro andrà in onda su Premium Calcio 5 (canale 386 del digitale terrestre, solamente in risoluzione standard, niente alta definizione) con il commento di Andrea Distaso che raccoglierà il match agli abbonati alla pay-tv. La visione del match sarà disponibile non solo tramite il televisore di casa, ma anche in diretta streaming video su smartphone, tablet e PC grazie a Premium Play, accessibile via app sui dispositivi mobili e via browser sui sistemi desktop Windows e MAC. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori