Diretta / Empoli-Milan (risultato finale 1-4) info streaming video e tv: i rossoneri espugnano il Castellani! (Serie A, oggi 26 novembre 2016)

- La Redazione

Diretta Empoli-Milan: info streaming video e tv, risultato live e cronaca. La partita della 14^giornata di Serie A è in programma sabato 26 novembre 2016

tonelli_bonaventura
(LAPRESSE)

Tempo scaduto al Castellani, dopo il pari nel derby il Milan batte in trasferta l’Empoli per 4 a 1 e per una notte vola da sola al secondo posto in classifica. Nelle battute conclusive del match i rossoneri controllano in assoluta scioltezza, nel recupero la formazione di Montella chiude in dieci per un problema al flessore della coscia sinistra che costringe Bonaventura ad accomodarsi in tribuna. Padroni di casa davvero sfortunati che al 90′ colpiscono anche una traversa con Maccarone che manca l’appuntamento con il 2-4. Secondo KO di fila per l’Empoli che ha incassato otto gol negli ultimi due impegni, ora Martusciello (se verrà confermato dalla dirigenza) dovrà lavorare parecchio per sistemare non solo l’attacco ma anche la difesa. 

Quando mancano solamente dieci minuti al novantesimo il Milan è in vantaggio sull’Empoli per 4 a 1. Netto calo fisico per i padroni di casa in questo secondo tempo, via libera per gli ospiti che al 61′ si riportano in vantaggio con Suso che su assist di Abate firma la rete del 2 a 1; passano altri tre minuti e i rossoneri vanno a segno per la terza volta, grandissima giocata di Bonaventura che fa tutto da solo, entra in area, mette il pallone in mezzo dove Costa, nel tentativo di deviarlo in calcio d’angolo, lo piazza in porta alle spalle di Skorupski, autogol sfortunato per il difensore dell’Empoli. Nonostante il doppio svantaggio gli uomini di Martusciello e provano a rientrare in partita ma si sbilanciano troppo in avanti e al 77′, dopo una rete annullata a Pasalic per una netta posizione di fuorigioco, arriva la prima doppietta in Serie A di Lapadula, anche in questo caso Costa ci mette lo zampino con una deviazione che mette fuori causa Skorupski, a meno di clamorosi ribaltoni il Milan ha ormai i tre punti in cassaforte. 

Al Castellani è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la 14^ giornata di Serie A 2016-2017 tra Empoli e Milan, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede le due formazioni sempre bloccate sull’1 a 1. A inizio ripresa padroni di casa ancora in avanti, al 51′ Saponara va di nuovo al tiro, decisivo l’intervento di Romagnoli che ribatte il destro del numero 10 avversario, sul prosieguo dell’azione Maccarone scarica il sinistro addosso a Donnarumma. Finora nessuna gol per i rossoneri dall’inizio del secondo tempo, Montella capisce che c’è qualcosa che non va per il verso giusto e ha fatto alzare dalla panchina diversi giocatori per il riscaldamento. 

Fine del primo tempo al Castellani tra Empoli e Milan, le due squadre vanno al riposo sul punteggio di 1-1. Prima dell’intervallo gli uomini di Montella provano a tornare in vantaggio, al 32′ Abate va vicinissimo al gol con un sinistro che viene deviato in calcio d’angolo, sugli sviluppi del corner Suso prende la mira e libera il sinistro costringendo Skorupski a una parata piuttosto impegnativa. Capovolgimento di fronte al 35′, Locatelli perde un altro pallone regalandolo a Maccarone che prova a servire Saponara, il numero 10 di Martusciello si aggiusta male il pallone spedendolo ampiamente sopra la traversa. Un minuto più tardi i padroni di casa ci riprovano, stavolta è Marilungo a pescare Saponara che sfiora l’incrocio dei pali mancando l’appuntamento con la doppietta. Squadre molto allungate in mezzo al campo, al 38′ Bonaventura direttamente da calcio di punizione costringe Skorupski all’uscita, prima del duplice fischio di Calvarese non si segnalano altre occasioni clamorose degne di nota. 

Alla mezz’ora del primo tempo il punteggio di Empoli-Milan vede le due squadre sull’1 a 1. Montella deve fare i conti con l’ennesimo infortunio a Mati Fernandez che già al 10′ è costretto a lasciare il campo, al suo posto entra Kucka. Sarà proprio il nuovo entrato a dare il là all’azione che porterà al vantaggio dei rossoneri, il pallone arriva a Suso che serve l’assist per Lapadula, l’ex-attaccante del Pescara al centro dell’area di rigore non può proprio sbagliare e firma la rete dell’1 a 0. Tuttavia i padroni di casa impiegano appena due minuti a pareggiare i conti, la difesa del Milan è piazzata malissimo con Donnarumma costretto a uscire sul cross di Marilungo (che ha lasciato sul posto De Sciglio) lasciando così la porta sguarnita per Saponara che a differenza di Maccarone non sbaglia e fa 1 a 1. Dietro la formazione di Montella continua a sbandare, al 23′ gli uomini di Martusciello ripartono in contropiede con Krunic che apre per Maccarone, anche stavolta il numero 7 dell’Empoli non riesce a piazzarla col pallone che termina sul fondo. 

Al Castellani è cominciato il secondo anticipo della 14^ giornata di Serie A 2016-2017 tra Empoli e Milan, al decimo minuto del primo tempo il punteggio vede le due squadre sullo 0-0. Buon inizio dei padroni di casa che al 3′ vanno vicinissimi al gol su rinvio sbagliato da Donnarumma che mette in difficoltà De Sciglio, Krunic gli ruba il pallone e lo rimette in mezzo per Maccarone che, solo davanti alla porta sguarnita, non riesce a depositarlo in rete, sul capovolgimento di fronte successivo Lapadula chiama Skorupski al suo primo intervento della serata. Al 6′ gli uomini di Martusciello di nuovo pericolosi con il sinistro di Saponara, tiro potente ma centrale e Donnarumma blocca in due tempi, Empoli davvero minaccioso sulle ripartenze grazie a Saponara che sa sempre come far salire i suoi compagni. 

Empoli-Milan sta per cominciare allo stadio Carlo Castellani della città toscana, dove sono già state comunicate le formazioni ufficiali delle due squadre che daranno vita a questo anticipo della quattordicesima giornata di Serie A. In classifica le due squadre sono molto lontane: lEmpoli di Giovanni Martusciello cercherà limpresa affidandosi al modulo 4-3-1-2 con tanti ex soprattutto in attacco, dove Saponara sarà il trequartista alle spalle delle due punte Marilungo e Maccarone per cercare di festeggiare degnamente la partita numero 400 in Serie A nella storia dei toscani. Vincenzo Montella però non può commuoversi e cercherà il successo affidandosi al modulo 4-3-3 con Lapadula punta centrale in assenza di Bacca, assistito dalle ali che saranno leroe del derby Suso e lintoccabile Bonaventura, che avanza in attacco lasciando spazio a Mati Fernandez in un centrocampo che vede titolare anche Pasalic insieme allormai titolare fisso Locatelli. Dunque la parola va al campo e alle emozioni di Empoli-Milan! EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Veseli, Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Dioussé, Croce; Saponara, Marilungo, Maccarone. Allenatore: Giovanni Martusciello. MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Gomez, Romagnoli, De Sciglio; Pasalic, Locatelli, Mati Fernandez; Suso, Lapadula, Bonaventura. Allenatore: Vincenzo Montella. 

Al Castellani fra poco si gioca Empoli-Milan, sfida tra due squadre che vivono un momento diametralmente opposto. Vediamo infatti alcune statistiche relative a queste due squadre nel corso del campionato. I rossoneri hanno una buona media gol di 1.62 reti a partite, rispetto a quella clamorosamente negativa dei ragazzi di Martusciello, appena 0.46. Il Milan ha infatti segnato fino a questo momento 21 reti, di cui 6 di Bacca, mentre l’Empoli solamente sei. Questa differenza si vede anche nel numero di conclusioni che sono 132 a 92, in porta 74 a 50. Inoltre la squadra di Vincenzo Montella completa anche molti più assist ben 34 a 24, di cui vincenti 10 a 5. Entrambe le squadre però corrono davvero molto poco sono infatti in fondo alla classifica di questa specifica con rispettivamente 103.6 e 103.3 chilometri medi percorsi a gara. Sembra una gara dal risultato scontato anche se il fattore campo potrebbe essere importante.

In Empoli-Milan la sfida tra migliori parte dalla porta, dove si affrontano due interpreti giovani e talentuosi come Lukasz Skorupski, autore di 54 parate, e Gigio Donnarumma, per lui 50. In difesa spuntano per personalità Giuseppe Bellusci e Gabriel Paletta, molto bravi anche sotto porta: hanno segnato un gol per uno. Attenzione anche a quello che accade in mezzo al campo, dove ci sono in entrambe le fazioni giocatori di grande qualità. Nell’Empoli si distingue l’ex della partita Riccardo Saponara, tornato proprio in Toscana dopo una breve e negativa parentesi rossonera. Il calciatore ha completato 18 conclusioni, meno di sicuro di Suso che ha segnato 4 gol su 25 conclusioni. Davanti sfida tra Massimo Maccarone e Carlos Bacca, non c’è però storia con i due gol dell’italiano contro i sei del colombiano (anche lui però a secco ormai da tempo).

Il Milan non vince sul campo dellEmpoli in Serie A dal lontano 2008, allorchè si impose con il punteggio di 1-3 grazie alle reti messe a segno da Pato, Kaka e Ambrosini. Per i toscani la rete del momentaneo pareggio fu a firma di Buscè. Di quel Milan non è rimasto più nessun giocatore mentre nelle fila dellEmpoli cerano in campo tanti ragazzi che poi sono diventati calciatori di spessore come Claudio Marchisio, Sebastian Giovinco e lo stesso capitano rossonero Ignazio Abate. Nella passata stagione, con Marco Giampaolo sulla panchina toscana e Sinisa Mihajlovic su quella milanista, la sfida tra Empoli e Milan si concluse sul 2-2. Passò in vantaggio il Milan con Bacca, pareggio di Zielinski ora al Napoli, nuovo vantaggio dei rossoneri con Bonaventura e definitivo pareggio di Maccarone. Il bilancio nelle ultime 5 sfide dirette è di 2 vittorie del Milan e 3 pareggi. Per ritrovare una vittoria dellEmpoli ai danni del Milan bisogna tornare fino al 21 ottobre 2007, quando i toscani sbancarono San Siro grazie al gol dellex Luca Saudati.

Giovanni Martusciello è seduto sulla panchina dellEmpoli da circa 6 mesi durante i quali sono emerse delle difficoltà soprattutto nel concretizzare sotto porta. Infatti, suo Empoli ha trovato la via delle rete in sole 6 occasioni a fronte di 17 gol incassati. Il 45enne tecnico toscano sta adottando uno schema di gioco basato sul 4-3-1-2 con rombo in mezzo al campo utilizzando 25 calciatori. Il rendimento è stato un po deficitario: 10 punti in 13 gare disputate per una media di 0,77 ad incontro. Molto meglio ha fatto Vincenzo Montella che con il suo 4-3-3 ha decisamente trasformato il Milan rispetto alle deludenti passate stagioni. Montella ha utilizzato complessivamente 23 giocatori raccogliendo 26 punti per una media di 2,00 punti per match. Da sottolineare come la differenza tra il lavoro di Martusciello e quello di Montella sia tutto nella fase offensiva in quanto il Milan ha incassato ugualmente 17 gol ma ne ha messi a segni 15 in più rispetto allEmpoli.

Gianpaolo Calvarese sarà l’arbitro di Empoli-Milan, anticipo della quattordicesima giornata di Serie A. Il direttore di gara, ingegnere di professione, ha già arbitrato le due squadre in passato e più precisamente in una sola occasione. La partita in questione risale al 23 settembre 2014, quando l’Empoli, che stava conducendo la partita in vantaggio di due reti, si è fatto rimontare dal Milan, che è riuscito a scongiurare la sconfitta e a tornare a casa con un punto. In questa partita, non particolarmente “cattiva” dal punto di vista agonistico, Calvarese mostrò il cartellino rosso a Mirko Valdifiori, che lasciò in inferiorità numerica nei minuti finali l’Empoli per doppia ammonizione. Due cartellini gialli rimediati tra l’altro dal centrocampista nel giro di un solo minuto. Calvarese per la direzione della partita Empoli-Milan potrà contare su Posato e Ranghetti come assistenti, Preti sarà il quarto uomo, mentre Banti e Abbattista saranno gli addizionali.

, diretta dall’arbitro Gianpaolo Calvarese della sezione di Teramo, sarà un banco di prova importante per i rossoneri nella quattordicesima giornata del campionato di Serie A: calcio d’inizio alle ore 20:45 di sabato 26 novembre 2016. Anticipo del sabato con i rossoneri ancora in classifica dopo il pareggio nel derby, ma aver visto sfumare nel recupero la possibilità di ottenere una vittoria ha sicuramente amareggiato i tifosi, anche se il Milan è comunque tornato grazie a questo punto al secondo posto in classifica, agganciando la Roma sconfitta a Bergamo. Tornare in Champions a fine stagione sarebbe comunque un successo assoluto per la squadra allenata da Vincenzo Montella, assente da tre anni dalle Coppe Europee.

Ci sarà comunque bisogno di un segnale contro un Empoli che vanta ancora tre punti di vantaggio sul Pescara terzultimo. Fondamentale per i toscani il successo di due settimane fa proprio sul campo degli abruzzesi, ma i problemi della squadra di Martusciello riguardano un attacco che ha segnato solo due gol in dodici partite, fatta eccezione per la goleada allo stadio Adriatico che ha portato a sei il bottino complessivo di reti, e che al momento è fuori dalla zona pericolo solo per il pessimo rendimento delle altre concorrenti dirette nella lotta per non retrocedere. 

Contro il Pescara ed il Palermo, pur trattandosi di formazioni molto staccate in classifica e al momento nella zona che costerebbe la retrocessione a fine campionato, il Milan ha sofferto non poco per fare bottino pieno. Sono arrivati però tre punti importantissimi in entrambe le occasioni, ed i rossoneri di Montella si sono poi trovati per due volte in vantaggio nel derby di domenica scorsa, grazie ad una doppietta di Suso.

Il gol di Perisic al novantaduesimo minuto ha gelato la curva sud e dimostrato come la squadra sia ancora alla ricerca di maturità e freddezza indispensabili per combattere la vertice della classifica. Col pareggio casalingo contro la Roma e la vittoria strabordante a Pescara, l’Empoli ha invece impresso alla sua stagione il primo vero cambio di marcia dell’anno.

Per la formazione toscana la delusione maggiore è stata però subire una nuova goleada in casa nel derby toscano contro la Fiorentina: il cammino è lungo e ci sarà inevitabilmente da soffrire, anche se i segnali di risveglio della squadra di Martusciello nelle ultime settimane sono stati tangibili. Montella recupererà un pezzo da novanta come Romagnoli in difesa e si è compiaciuto di aver visto un Milan comunque vivo e reattivo nel derby, pur col rammarico di aver visto sfuggire una vittoria che pareva ormai acquisita. Martusciello gode della fiducia della società ed ha sottolineato come in un momento difficile dal punto di vista del calendario da affrontare, l’Empoli debba innanzitutto puntare ad ottenere il maggior numero di punti possibili, strappando punti sia giocando con sofferenza come contro la Roma, sia esprimendo spettacolo in campo come contro il Pescara.

L’anno scorso ad Empoli la sfida tra le due squadre si è risolta con un pareggio. Milan due volte in vantaggio con i gol di Bacca e Bonaventura, ma le reti di Zielinski e Maccarone hanno permesso agli azzurri di strappare un prexzioso pari il 23 gennaio del 2016. Il Milan non vince in casa dei toscani dal 9 marzo del 2008, tre a uno con reti di Pato, Ambrosini e Kakà per i rossoneri. Un’altra era, nel vero senso della parola. Negli undici precedenti in campionato il Milan non ha mai perso ad Empoli: i toscani hanno vinto contro i rossoneri solo in trasferta, l’ultima volta il 21 ottobre del 2007.

Le principali agenzie di scommesse puntano con una certa convinzione sul ritorno immediato al successo del Milan, con William Hill che propone a una quota di 2.10 il successo esterno della squadra di Montella, mentre Tipico.it propone a 3.40 la quota per l’eventuale pareggio e Unibet offre a 3.90 la quota dell’affermazione interna della squadra toscana. 

Empoli-Milan, sabato 26 novembre 2016 alle ore 20.45 si potrà seguire in diretta tv: gli abbonati Mediaset Premium potranno collegarsi sul canale Premium Sport HD, mentre gli abbonati Sky sui canali 201, 206 e 251 del boquet satellitare (rispettivamente Sky Sport 1 HD, Sky Super Calcio HD e Sky Calcio 1 HD). La diretta in streaming video sarà garantita agli abbonati alle due piattaforme sui siti play.mediasetpremium.it e skygo.sky.it.+



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori