VIDEO / Torino-Chievo (2-1): highlights e gol della partita. Valdifiori: testa al Pisa (14^giornata, Serie A 2016-2017)

- La Redazione

Video Torino-Chievo, risultato finale 2-1: highlights e gol della partita di Serie A disputata sabato 26 novembre 2016 allo stadio Olimpico Grande Torino, primo anticipo della 14^giornata

castro_benassi
(LAPRESSE)

Il Torino continua nel suo momento magico e aggiunge altri tre punti pesantissimi alla sua ottima classifica. Il 2-1 ottenuto ieri contro il Chievo è arrivato grazie a una doppietta di Iago Falque, assoluto protagonista dell’incontro. Devo dare sempre il massimo ha dichiarato l’ex Roma a Sky al termine del match Ho fatto una doppietta e sono molto contento e soddisfatto di questo. Mirko Valdifiori, intanto, pensa già al prossimo impegno del Torino, in Coppa Italia contro il Pisa: Ci teniamo molto a questo trofeo, vogliamo scendere in campo per vincere. Non sottovalutiamo il Pisa. La gara con il Chievo? Abbiamo sofferto ha detto Valdifiori in zona mista – ma preso i tre punti. Cerchiamo di lavorare e crescere ogni giorno. Per indole non dobbiamo mai accontentarci. Questo è il nostro percorso.

Il risultato di 2 a 1 con cui è terminato il match tra Torino e Chievo non è particolarmente piaciuto al tecnico della formazione gialloblu: Maran è infatti intervenuto nel post match dellanticipo della 14^ giornata di Serie A affermando ai microfoni di Sky Sport che: è cambiato tutto in quel momento: in due minuti abbiamo preso due gol, di cui uno anche irregolare. A parte quei 5 minuti là, per il resto abbiamo fatto la partita. Nel secondo tempo non ci hanno dato due calci di rigore clamorosi e abbiamo accorciato le distanze. Credo che se gli episodi oggi fossero stati decisi in maniera giusta oggi non avremmo perso la partita. La direzione arbitrale di Chiffi e dei colleghi sono state dunque severamente criticate dalla panchina del Chievo: al momento la formazione gialloblù rimane in undicesima posizione, con il Torino che invece è sesto. Ricordiamo che però oggi sono in programma altri match e che dunque le attuali posizioni potrebbero mutare non poco.

Il protagonista assoluto di Torino-Chievo è stato sicuramente lo spagnolo Iago Falque autore di una doppietta proprio poco prima che Sinisa Mihajlovic decidesse di sostituirlo con Boye. Il tecnico serbo è tornato nella conferenza postpartita su un episodio accaduto in settimana: “Sono molto felice per la doppietta di Iago Falque che ha fatto due bei gol. In settimana ci ridevamo su con Petrachi che mi diceva come il gol di Suso del Milan fosse simile a quelli di Iago. Io gli risposi però che questi gol Iago li faceva solo in allenamento, oggi per fortuna li ha fatti invece anche in partita”. Il calciatore ex Roma ha dimostrato di vivere un ottimo momento di forma e spera di potersi prendere definitivamente il Torino, magari già dalle prossime partite quando il Toro tra due settimane sarà impegnato in una sfida di grande livello contro i rivali cittadini della Juventus. Staremo a vedere.

Il 2-1 del Torino contro il Chievo, firmato Iago Falque, è un risultato non così semplice da “leggere” attraverso i numeri dello scout della Lega Serie A, a fine partita. I granata fanno leggermente meglio degli avversari nel possesso palla (52 a 48%), bilanciando bene il proprio gioco tra metà campo difensiva e offensiva. Molto più sbilanciato il Chievo, che dei 25 minuti di possesso effettivo ne trascorre 17 (il 68%) nella propria metà campo; perdendo tra l’altro ben 42 palloni, contro i 30 degli avversari, incapaci comunque di sfruttare questi errori per ampliare un distacco nel parziale che resta assai ristretto. Eppure le occasioni da gol (8 a 6) i tiri totali (11 a 8) e quelli nello specchio (4 per parte) sono molto simili, specchio di una contesa che senza errori arbitrali, evidenti e tutti a favore del Toro sarebbe finita con un segno X in schedina. Tra i singoli, Iago Falque e Castro sono i più intraprendenti, con due occasioni a testa: la differenza sta nella concretezza del granata (doppietta) e nella mancanza di efficacia sottoporta del gialloblu (due parate di Hart). Impressiona invece, in negativo, lo score di Belotti: è lui il giocatore più presente a livello di tiri, tutti fuori dallo specchio però. Condizione molto approssimativa per lui, fiaccato dall’influenza. Infine luci e ombre per Valdifiori, che è il più bravo a recuperare palla (6 volte) ma anche quello che perde più possessi (8 volte). Risultando poco impattante in cabina di regia per i granata.

Mihajlovic come riporta la ‘Gazzetta dello Sport’ sul proprio sito ammette la serata non indimenticabile dal punto di vista del gioco: “Sapevo che questa sera sarebbe stata una partita molto difficile e difatti il Chievo è la squadra che ci ha messo più in difficoltà in casa da inizio campionato. Avessero pareggiato non avrebbero rubato nulla. Anche per questo però è stato importantissimo vincere e in questa occasione ci siamo dimostrati cinici e concreti. Dobbiamo migliorare ancora il gioco ma siamo il miglior attacco in Serie A e abbiamo fatto 20 punti in 9 gare: qualcosa sta cambiando. Iago Falque? Ha sbagliato alcuni passaggi e non riusciva ad entrare in partita, così ho fatto scaldare Boyé. Lui l’ha visto e ha fatto due gol…”. Maran a ‘Sky Sport’ invece attacca, giustamente: “In due minuti abbiamo preso due gol, uno dei quali era anche irregolare poi nel secondo tempo abbiamo avuto due rigori non fischiati e clamorosi… Posso dire soltanto che abbiamo perso la partita perchè le decisioni non sono state adeguate. Abbiamo fatto una buonissima ripresa, rischiando poco. L’arbitro lo considero bravo, però probabilmente non è stato aiutato nel modo migliore, comunque gli episodi sono questi e io non posso dire che ha valutato le cose in maniera giusta. Questa è una sconfitta assolutamente non meritata, mi dispiace per i ragazzi che hanno fatto la partita che gli avevo chiesto con grande coraggio “.

 






© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori