PROBABILI FORMAZIONI/ Austria Vienna-Roma: i dubbi di Spalletti e Fink. Quote, le ultime novità live (oggi 3 novembre 2016, Europa League)

- La Redazione

Probabili formazioni Austria Vienna-Roma: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca all’Ernst Happel Stadion per la quarta giornata del girone E di Europa League

ElShaarawy_RomaAustriaVienna
Il centravanti della Roma, Stephan El Shaarawy (Lapresse)

Sono davvero ben pochi i ballottaggi in corso per la probabile formazione della Roma di Spalletti, oggi attesi nella 4^ giornata di Europa League contro lAustria Vienna. Complice le molteplici assenze per infortuni il tecnico giallorosso è infatti costretto a scelte obbligate specialmente in difesa. Per quanto riguarda lattacco invece sono possibili alcune varianti, anche qui obbligate: lidea è quella di far osservate un turno di riposo al El Sharaawy  e di inserire Diego Perotti, ma è possibile che questultimo venga poi utilizzato come finto centravanti. Rimane in ballottaggio invece Paredes, per il centrocampo della Roma, anche se limpressione e che Spalletti opti per un 4-3-3 che lasci fuori largentino. Pochi dubbi anche per la probabile formazione dellAustria Vienna, dove Fink opterà per un turnover davvero risicato rispetto a quanto visto in campionato lo scorso 30 ottobre: unico cambio possibile, ma non certo è quello di Stronati su Rotpuller in difesa. Un ballottaggio che però sembra premiare fin dalla vigilia il giocatore dalle origini italiane. 

In attesa del fischio dinizio del match tra Austria Vienna e Roma, per la 4^ giornata di Europa League, andiamo subito a vedere quali saranno gli assenti eccellenti per la partita di questa sera, a cui i tecnico delle rispettive formazioni hanno dovuto fare i conti nello stilare l11 iniziale. Per la compagine austriaca in campo questa sera lallenatore Fink avrà a diposizione duna formazione quasi al completo con solo 4 giocatori ancora out per problemi fisici: lassenza più significativa però rimane quella del portiere e Capitano dellAustria Vienna Robert Almer, fuori perla rottura del legamento crociato e il cui probabile ritorno è stata annunciato per il prossimo maggio. A fargli compagni nellinfermeria austriaca anche il difensore Windbichler, de Paula e Ronivaldo. Decisamente strapiena invece linfermeria giallorossa: situazione di grave emergenza che costringerà il tecnico della Roma Spalletti a fare scelte obbligate per le probabili formazioni. Ancora fuori Mario Rui, Vermaelen, Emerson, Seck e Manolas nel reparto difensivo, mentre più avanti in campo saranno assenti anche Alessandro florenzi, recentemente operato al legamento crociato del ginocchio sinistro e il capitano Francesco Totti, non convocato per limpegno di Europa League di stasera per affaticamento muscolare.

Portieri con storie ben diverse quelli che troviamo nelle probabili formazioni di Austria Vienna e Roma. Per la compagine austriaca dovremmo vedere fra i pali il portiere di riserva Osman Hadzikic, che in campionato deve lasciare spazio al più noto Robert Almer, che ha fatto parte della Nazionale austriaca a Euro 2016. Concorrenza dunque non facile per Hadzikic, in questo simile ad Alisson che per la Roma è il portiere di Europa League mentre in campionato il titolare è il polacco Wojciech Szczesny. Tuttavia in questo caso si tratta di una soluzione per dare spazio a due portieri entrambi di alto livello. Se infatti Szczesny è arrivato alla Roma dallArsenal, Alisson può vantare di essere il portiere titolare della Nazionale brasiliana, con numerose presenze fra le qualificazioni mondiali e la Coppa America 2016. Per lui è però la prima esperienza in squadre di club fuori dal Brasile, per cui al momento Spalletti si affida a Szczesny in campionato, lasciando ad Alisson la Coppa come palcoscenico per fare esperienza nel calcio europeo, consapevole del fatto che il futuro potrebbe essere più suo visto che il polacco è in prestito dallArsenal. 

Parlando delle probabili formazioni di Austria Vienna-Roma, bisogna inevitabilmente fare i conti con le scelte che Luciano Spalletti farà in attacco. Unipotesi è il ritorno dal primo minuto di Diego Perotti, che ha già assaggiato il campo nel finale del match con lEmpoli, ma non è da escludere nemmeno che possa giocare Edin Dzeko, che di solito in Europa League riposa per scatenarsi in campionato, dove è il capocannoniere e ha già raggiunto la quota di 10 gol segnati. Il pareggio dellandata ha però complicato la situazione ed ecco che Dzeko potrebbe servire oggi a Vienna. In coppa vanta già un gol allattivo Perotti, su rigore contro il Viktoria Plzen nella prima giornata, daltronde finora largentino ha segnato solamente dal dischetto in questa stagione: anche i tre gol in campionato sono arrivati tutti dagli 11 metri. Naturalmente utili in fase dattacco potranno essere anche El Shaarawy (per lui doppietta allandata) e Salah, che dovrebbe partire dalla panchina. Kayodé sarà invece il centravanti dellAustria Vienna: i tifosi giallorossi ricorderanno il gol che ha fissato il pareggio nellincredibile partita dandata, per lui è la seconda stagione in Austria dopo altre esperienze in giro per lEuropa, dalla Svizzera a Israele.

Se si guarda le probabili formazioni di Austria Vienna- Roma, attese in campo questa sera per la 4^ giornata locchio non può non cadere sulle due punte centrali schierate dai due tecnici, veri jolly per i rispettivi 11 iniziali, a cui spesso sono state affidate le sorti del match. Per la compagine austriaca si segnala dunque lattaccante nigeriano Olarenwaju Kayodè, classe 1993  e approdato alla maglia dellAustria Vienna nellestate del 2015 dopo una sola stagione al Maccabi Netanya. Innquesta stagione 2016-2007 Kayode ha messo a segno 4 reti su 12 presenze in campionato e 4 su 9 presenze complessive in Europa (sia qualificazione che fase a gironi). Da segnalare che il nigeriano ha già avuto occasione di fare male alla Roma di Spalletti, proprio nel match di andata dello scorso dove ha siglato il gol del pareggio per 3 a 3 all84 minuto. Dalla parte giallorossa non ci può non parlare di Edin Dzeko: 10 gol su 11 presenze in campionato e ancora nulla su due presenze in Europa League: che giunga oggi il grande giorno per il bosniaco?

Si gioca alle ore 19 di giovedì 3 novembre; allo stadio Ernst Happel va in scena una partita valida per la quarta giornata del girone E di Europa League 2016-2017. La Roma vuole ripartire dopo aver pareggiato a Empoli, ma soprattutto deve ancora chiudere i conti con la qualificazione ai sedicesimi: il modo in cui i giallorossi si sono fatti rimontare due gol di vantaggio due settimane fa impone che ora si vada a vincere in trasferta per prendere le distanze rispetto alla formazione austriaca. Arbitra la partita lo spagnolo Javier Estrada; andiamo a dare uno sguardo più ravvicinato a quelle che sono le probabili formazioni di Austria Vienna-Roma.

Per Austria Vienna-Roma, partita valida per la quarta giornata del girone E di Europa League 2016-2017, abbiamo le quote fornite dallagenzia di scommesse Snai: ci dicono che la vittoria dellAustria Vienna (segno 1) vale 5,00, il pareggio (segno X) è quotato 4,20 mentre la vittoria della Roma (segno 2) vi farà guadagnare 1,63 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

Austria Vienna in campo con il 4-2-3-1 e una formazione che dovrebbe ricalcare quella vista nella partita di andata. Come abbiamo già detto non ci sarà il portiere Almer, che si è infortunato proprio allOlimpico dopo aver subito il primo gol della serata; il suo posto sarà preso da Hadzikic, mentre Stryger Larsen (pessimo allandata) e Martschinko saranno i laterali bassi a supporto di Stronati e Filipovic, confermati al centro dello schieramento difensivo. A centrocampo invece cè Holzhauser come leader del reparto; il numero 26 giocherà al fianco di Serbest e i due dovranno essere bravi nel creare il filtro giusto e permettere così alla linea di mezzepunte di creare gioco. Qui ci sono le due frecce brasiliane Felipe Pires e Lucas Venuto, due giocatori davvero molto interessanti che possono creare problemi ai terzini della Roma; da posizione centrale agisce Grunwald, mentre in attacco sarà Kayodé a dover provare a mettere in porta i palloni che possono spingere lAustria Vienna in testa alla classifica del girone.

Qualche dubbio nella formazione della Roma: Luciano Spalletti aveva intenzione di far riposare qualche titolare ma gli ultimi infortuni (Emerson Palmieri, Manolas e Totti) non gli fanno dormire sonni tranquilli. Prende sempre più corpo la soluzione con Diego Perotti da finto centravanti, sperimentata a lungo nella scorsa stagione; Dzeko andrebbe in panchina in vista del campionato, mentre sugli esterni ci sarebbe ancora El Shaarawy (doppietta allandata) con Iturbe che ha nellEuropa League un palcoscenico da sfruttare. A centrocampo rientra De Rossi dopo le tre giornate di squalifica: dovrebbe essere titolare, mentre tra Nainggolan e Strootman uno potrebbe rimanere fuori per consentire a Gerson di avere unaltra possibilità per incidere nella squadra. Difesa obbligata: Bruno Peres, rientrato già domenica, sarà il terzino destro con Juan Jesus che giocherà invece dallaltra parte, in mezzo la coppia inedita formata da Rudiger e Fazio che dovranno essere bravi a prendere le misure in poco tempo, non facendo rimpiangere lassenza di Manolas che, causa la frattura al naso, ne avrà per circa un paio di settimane.

 

 31 Hadzikic; 17 Stryger Larsen, 18 Stronati, 4 Filipovic, 28 Martschinko; 26 Holzhauser, 15 Serbest; 95 F. Pires, 10 Grunwald, 11 Venuto; 8 Kayodé

A disposizione: 32 Pentz, 33 Rotpuller, 25 T. Salamon, 16 Prokop, 7 Tajouri, 9 Friesenbichler, 27 Kvasina

Allenatore: Thorsten Fink

Squalificati: –

Indisponibili: Almer

 19 Alisson; 13 Bruno Peres, 2 Rudiger, 20 Fazio, 3 Juan Jesus; 30 Gerson, 16 De Rossi, 6 Strootman; 7 Iturbe, 8 Perotti, 92 El Shaarawy

A disposizione: 1 Szczesny, 91 Marchizza, 17 Seck, 4 Nainggolan, 5 L. Paredes, 11 Salah, 9 Dzeko

Allenatore: Luciano Spalletti

Squalificati: –

Indisponibili: Florenzi, Manolas, Vermaelen, Emerson P., Totti

 

Arbitro: Javier Estrada (Spagna)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori