Diretta / Benevento-Ascoli (risultato finale 0-0) info streaming video e tv: parità al Vigorito! (Serie B 2016, oggi 18 dicembre)

Diretta Benevento-Ascoli: info streaming video tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Serie B è in programma domenica 18 dicembre 2016

18.12.2016 - La Redazione
Ciciretti_Benevento
Il centravanti del Benevento, Amato Ciciretti (Lapresse)

Tempo scaduto al Vigorito, Benevento e Ascoli si spartiscono la posta in palio e pareggiano 0-0 al triplice fischio dell’arbitro Rapuano, la formazione di Baroni fallisce l’aggancio alla vetta della classifica salendo a quota 33 punti, dietro a Frosinone e Verona (che giocherà domani sera contro la Virtus Entella). Inutili gli sforzi dei padroni di casa nelle battute conclusive del match con la stanchezza che si fa parecchio sentire per entrambe le squadre, a causa delle tante interruzioni che hanno caratterizzato la seconda frazione di gioco il direttore di gara concede ben 6 minuti di recupero, dunque supplemento di sofferenza per gli ospiti, proprio al 96′ Puscas si gira e va al tiro con Lanni che per l’ennesima volta fa il suo dovere e abbassa la saracinesca, sarà questa l’ultima emozione del match prima che Rapuano mandi tutti sotto la doccia. 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo resiste l’equilibrio al Vigorito tra Benevento e Ascoli con le due squadre sempre inchiodate sullo 0-0. Dopo la traversa di Orsolini il match si accende all’improvviso, dopo il pericolo scampato i padroni di casa tornano immediatamente all’attacco con Orsolini che impegna severamente Lanni con un sinistro a giro, poco dopo Venuti scarica il destro addosso all’estremo difensore dell’Ascoli che non trattiene il pallone, Chibsah prova ad approfittarne ma viene chiuso da Mengoni che interviene con i tempi giusti senza commettere fallo. Momento di massimo sforzo per la formazione di Baroni che non lascia nulla di intentato per portare a casa i tre punti, Lanni sta facendo gli straordinari per mantenere la sua porta inviolata e resistere agli assalti del Benevento, l’Ascoli a parte il tentativo di Cacia al 63′ e quello di Felicioli al 73′ non sta mettendo particolarmente in apprensione la retroguardia casalinga, mentre al 69′ e al 71′ i padroni di casa sfiorano ancora il gol prima con Chibsah e poi con Pezzi. 

Al Vigorito è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la 19^ giornata di Serie B 2016-2017 tra Benevento e Ascoli, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio rimane sempre fermo sullo 0-0. A inizio ripresa il copione sostanzialmente non cambia con i padroni di casa che provano ad alzare il baricentro e a mettere pressione agli avversari schiacciandoli nella loro trequarti, tuttavia la formazione di Baroni non riesce a trovare il guizzo vincente per sbloccare la contesa che rimane in bilico. Più passivo l’atteggiamento degli ospiti che preferiscono affidarsi alle ripartenze in contropiede lasciando l’iniziativa al Benevento, come accade al 55′ quando Orsolini fa tutto alla perfezione e va al tiro ma il pallone si stampa sulla traversa che evita lo 0-1 ai padroni di casa. 

Intervallo al Vigorito dove si è appena concluso il primo tempo di Benevento-Ascoli, le due squadre tornano negli spogliatoi per il riposo sul punteggio di 0 a 0. Continuano a provarci i padroni di casa a caccia del gol, al 31′ altra occasione per Ceravolo che in posizione regolare sul suggerimento di De Falco manca la deviazione vincente col pallone che esce sfiorando il palo alla destra di Lanni. Al 40′ Augustyn rimedia il cartellino giallo per aver steso Ceravolo lanciato a rete, l’arbitro Rapuano assegna la punizione dal limite alla formazione di Baroni con Falco che costringe Lanni all’intervento in due tempi. La prima frazione di gioco si chiude senza recupero, appuntamento tra circa un quarto d’ora per l’inizio della ripresa. 

Trascorso il primo terzo di gara, Benevento e Ascoli rimangono sullo 0-0, gara equilibrata al Vigorito dove gli uomini di Baroni stanno giocando leggermente meglio senza però fare la differenza. Al 14′ prima occasione per i padroni di casa, Ceravolo calcia in porta trovando l’opposizione di Lanni che fa buona guardia sul suo palo. Un paio di minuti più tardi sono gli ospiti a rendersi minacciosi per la prima volta, sul tiro ribattuto di Orsolini tenta il tap-in Cacia che non riesce ad angolare il pallone bloccato da Cragno. Al 17′ Venuti spaventa Lanni dalla distanza, il suo tiro termina però di poco a lato. Il Benevento fa comunque molta fatica ad arrivare all’ultimo passaggio, consentendo alla difesa dell’Ascoli di intervenire spesso e con i tempi giusti. Al 25′ break degli ospiti che conquistano un paio di tiri dalla bandierina, ma al 27′ i padroni di casa colpiscono il palo con Ceravolo che aveva trovato il modo di battere Lanni, sul prosieguo dell’azione Cissé mette il pallone fuori con la porta praticamente sguarnita. 

Allo stadio Vigorito l’arbitro Antonio Rapuano ha dato il via alle ostilità tra Benevento e Ascoli per il primo posticipo della 19^ giornata di Serie B 2016-2017, al decimo minuto del primo tempo il punteggio rimane sullo 0-0. Prima del calcio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Gaetano Vigorito, padre del presidente del Benevento, Oreste, recentemente scomparso all’età di 96 anni. Gli uomini di Baroni provano a rompere gli indugi e ad affacciarsi dalle parti di Lanni senza però creare grosse palle gol, inizio ancora più timido da parte degli ospiti che finora non hanno trovato il modo di impegnare a dovere Cragno. I padroni di casa dal canto loro, a parte un paio di calci d’angolo, non hanno prodotto chissà quali occasioni. 

Ci siamo, Benevento-Ascoli sta per cominciare. Il match vale tantissimo e profuma d’alta classifica per i padroni di casa, che con una vittoria aggancerebbero in vetta il Frosinone a quota 35 punti. Dall’altra parte l’Ascoli viaggia nella parte medio bassa della classifica e cerca una salvezza tranquilla. Tra i protagonisti più attesi del match in programma al Ciro Vigorito troviamo sicuramente Ceravolo, uno degli uomini più importanti per i padroni di casa. Non soltanto per i gol segnati ma anche per le sue abilità che calzano a pennello con il gioco di mister Baroni. Dall’altra parte il protagonista potrebbe essere Cacia, titolare nell’undici di Aglietti. Di seguito le formazioni ufficiali di Benevento e Ascoli. Benevento (4-2-3-1): Cragno; Venuti, Camporese, Lucioni, Pezzi; De Falco, Chibsah; Ciciretti, Falco, Cissè; Ceravolo. All.: Baroni. Ascoli (4-4-1-1): Lanni; Almici, Augustin, Mengoni, Mignanelli; Orsolini, Cassata, Giorgi, Felicioli; Gatto; Cacia. All.: Aglietti.

Tra Benevento e Ascoli sono già intercorsi ben 12 match precedenti: tutti sono raccolti tra il 1984 e il 2014 con tre vittorie da parte degli stregoni e ben 5 pareggi finora realizzati. Il testa a testa più storico risale infatti alla Coppa Italia del 1984, dove furono i campani a trovare il passaggio del turno, mentre il più recente appartiene alla stagione 2013-2014 del campionato di Lega Pro. Negli ultimi 5 precedenti, tutti in Lega Pro, il Benevento ha vinto in 2 occasioni, con una sola vittoria dei marchigiani e 2 pareggi. Al Vigorito  andò in scena il match di andata del campionato 2013-2014: allepoca furono i padroni di casa a trovare il successo per 2 a 0 con gol di Bonaiuto e Evacuo, entrambi occorsi al secondo tempo. Sempre il Benevento trovò la vittoria anche nel girone di ritorno: il risultato al Del Duca questa volta fu fissato per 2 a 0 per gli stregoni, con Evacuo, Mancosu e Melara in rete per i giallorossi. 

Il Benevento giocherà il posticipo della diciannovesima giornata di Serie A affrontando l’Ascoli, analizziamo le statistiche in vista di questa gara. Partiamo dei dati medi ad incontro, con la percentuale del possesso palla che sorride ai padroni di casa con il 54%, contro il 46% dell’Ascoli. Le palle giocate sorridono al Benevento: cinquecentosettantaquattro dei padroni di casa contro le quattrocentottantasei dell’Ascoli ed anche la percentuale di attacco è a favore del Benevento. Si parla infatti del 47.8% contro il 43.6% dell’Ascoli. Passiamo ai recordman: l’Ascoli si affiderà come sempre alle giocate di Cacia, autore di sette gol in questo avvio di stagione, contro le reti di Ceravolo del Benevento che ha segnato cinque gol finora. Per quanto riguarda invece gli assist Falco del Benevento ne ha collezionati ben trentanove in questo campionato cadetto, Cassata dell’Ascoli è a quota ventuno. 

Si gioca oggi alle ore 17.30 la sfida Benevento-Ascoli posticipo della giornata di Serie B. L’ultima volta al Ciro Vigorito risale al dicembre del 2013 quando fu il Benevento a vincere 2-0 con i gol di Buonaiuto ed Evacuo. In precedenza a Benevento si erano giocate tre partite che erano terminate tutte con un pareggio, due per uno a uno e una per zero a zero. Ci sono anche quattro precedenti ad Ascoli con un pareggio, due vittorie per l’Ascoli e una per il Benevento. Staremo a vedere come andrà a finire questa gara tra due squadre che sicuramente dimostrano fisico e grande applicazione. Staremo a vedere se la partita darà delle emozioni con al momento le due compagini divise da dieci punti in classifica. I giallorossi sono infatti terzi in questa prima parte di stagione davvero esaltante. 

Il Benevento ospiterà l’Ascoli nel posticipo della diciannovesima giornata di Serie B, quali saranno i bomber che scenderanno in campo? Per i padroni di casa il bomber sarà Fabio Ceravolo, attaccante di nazionalità italiana che ha segnato cinque gol con la maglia del Benevento in questa stagione del campionato cadetto. La sua percentuale di realizzazione è del 20%, considerando che la sua squadra ha segnato venticinque reti. Ceravolo ha collezionato anche due assist nelle sedici partite disputate finora, quindi la percentuale di partecipazione ai gol è del 28%.Per l’Ascoli invece il tecnico sa di potersi affidare ad Orsolini, ala destra che ha segnato quattro gol in questo campionato cadetto. La sua percentuale di realizzazione è del 21.1%, con i tre assist collezionati finora Orsolini arriverà ad una percentuale di partecipazione alle reti pari al 36.8%, più elevata rispetto al suo avversario Ceravolo. 

Al Ciro Vigorito la partita Benevento-Ascoli sarà diretta da Antonio Rapuano di Rimini. Questi è uno dei direttori di gara più giovani e talentuosi della categoria basti pensare che essendo un classe 1985 spesso è anche più giovane dei calciatori che si trova di fronte. Non per questo difetta di personalità, anzi spesso ha dimostrato di sapersi far rispettare in campo con una direzione di polso. Ha diretto in questa stagione sei partite di Serie B tirando fuori trentuno cartellini gialli e appena un rosso. Non ha mai diretto il Benevento di Marco Baroni, ma ha diretto una volta l’Ascoli di Alfredo Aglietti. Per questa gara bisogna tornare indietro a Trapani-Ascoli del diciassette settembre scorso, gara terminata col risultato di uno a uno. Sarà coadiuvato dai signori Raspollini e Rossi mentre il quarto uomo sarà Balice. 

, diretta dall’arbitro Antonio Rapuano della sezione di Rimini,domenica 18 dicembre 2016 alle ore 17.30, sarà il primo posticipo della diciannovesima giornata del campionato di Serie B. Il torneo cadetto si avvicina a grandi falcate alla fine del girone d’andata, che arriverà a cavallo di Natale con i turni fissati per il 24 e il 30 dicembre. La formazione sannita spera di arrivare a questo appuntamento caricata da una posizione di classifica impensabile alla vigilia del torneo. 

Senza la penalizzazione di un punto con la quale la squadra di Baroni ha dovuto iniziare la sua stagione, il Benevento sarebbe solo al secondo posto che a fine annata varrebbe il salto diretto in Serie A. In ogni caso la seconda piazza è stata conquistata dai giallorossi in coabitazione con un’altra neopromossa, la Spal, e con il Frosinone. I sanniti si sono dimostrati decisamente duri a morire nell’ultimo impegno in una sfida molto sentita dai tifosi come quella contro l’Avellino, sono riusciti a rimontare grazie ad una rete di Cissé e a mantenersi sulla scia delle prime. L’occasione è propizia visto che allo stadio Vigorito arriverà un Ascoli che anche quest’anno ha dimostrato di poter puntare al massimo ad una tranquilla salvezza.

Bisogna dire che nel recupero contro la Virtus Entella i bianconeri marchigiani hanno trovato una fondamentale boccata d’ossigeno, battendo due a uno i liguri e staccandosi dalla zona play out, a tre punti di distanza dal Cesena quintultimo. Per i bianconeri brucia ancora la clamorosa rimonta subita contro il Latina sabato scorso, con gli avversari ridotti a fine partita in nove uomini eppure capaci di recuperare due reti. Una situazione difficile alla quale gli ascolani hanno però saputo reagire, ma ora la trasferta di Benevento sarà un altro banco di prova importantissimo.

Le probabili formazioni dell’incontro: il Benevento schiererà Cragno in porta, il ghanese Gyamfi sulla fascia destra e Walter Lopez sulla fascia sinistra come laterali difensivi, mentre Camporese e Lucioni giocheranno come centrali. Del Pinto, Buzzegoli e il ghanese Chibsah formeranno il terzetto di centrocampo, mentre il romeno Puscas guiderà di nuovo l’attacco affiancato da Amato Ciciretti e da Ceravolo. L’Ascoli schiererà invece Lanni a difesa della porta dietro una difesa a quattro con Almici e Felicioli ad occupare rispettivamente il versante destro ed il versante sinistro della linea a quattro difensiva, mentre il polacco Augustyn e Mengoni giocheranno come centrali. Carpani ed il ghanese Addae saranno i due playmaker arretrati di centrocampo, mentre Giorgi, Cassata ed Orsolini saranno gli incursori offensivi di supporto al bomber Cacia, che dopo una giornata nera contro il Latina si è riscattato andando a segno su rigore contro la Virtus Entella.

I due allenatori nelle ultime partite si sono un po’ scambiati i moduli di riferimento, con Baroni che ha dimostrato di saper lavorare col suo Benevento anche con il 4-3-3, mentre Aglietti sta impostando tatticamente l’Ascoli con un 4-2-3-1 molto ben organizzato ma che continua ancora a mostrare qualche falla in chiave difensiva. E’ parso subito chiaro come il Benevento riesca a giovarsi della qualità espressa già nella passata stagione, quella della prima storica promozione in Serie B.

La squadra continua a giocare nel segno della continuità, e mantenendo questo passo anche il primo posto attualmente occupato dall’Hellas Verona potrebbe non essere una chimera. Di contro l’Ascoli ha mostrato almeno a tratti una qualità superiore a quella della squadra della scorsa stagione che ha strappato per il rotto della cuffia la salvezza diretta. I bianconeri devono puntare però a sprecare meno in situazioni di vantaggio, come avvenuto nell’incredibile partita col Latina.

Il momento d’oro del Benevento è sotto gli occhi di tutti, ed i bookmaker credono nelle qualità dei sanniti, con vittoria interna quotata 1.67 da Bwin, mentre Betfair alza fino a 6.50 la quota relativa all’eventuale successo esterno della formazione marchigiana. Il pareggio viene invece proposto ad una quota di 3.50 da Bet365. Benevento-Ascoli, domenica 18 dicembre 2016 alle ore 17.30, sarà una sfida trasmessa in diretta tv esclusiva da Sky sul canale 252 del satellite (Sky Calcio 2 HD) con diretta streaming video dedicata per tutti gli abbonati alla piattaforma che si collegheranno sul sito skygo.sky.it. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori