DIRETTA / Gigante parallelo maschile Alta Badia, risultato: sorpresa Sarrazin! Streaming video e tv (Coppa del Mondo sci, oggi 19 dicembre 2016)

- La Redazione

Diretta gigante parallelo maschile Alta Badia streaming video e tv, risultato live della gara di Coppa del Mondo di sci: orario, favoriti e azzurri (oggi lunedì 19 dicembre 2016)

hirscher_solden
Diretta slalom Soldeu, Marcel Hirscher (LaPresse)

Il francese Cyprien Sarrazin ha vinto a sorpresa il gigante parallelo dell’Alta Badia, valido per la Coppa del Mondo di sci. Dunque si è imposto uno dei meno noti fra i 32 atleti in gara, che d’altronde ha legittimato il suo successo con una serie di belle prestazioni, su tutte la finale vinta su Carlo Janka nonostante fin dalla partenza Sarrazin avesse perso uno dei suoi bastoncini. Una vittoria che per il transalpino resterà memorabile, importante anche il ritorno sul podio dello svizzero anche se a quel punto Janka era considerato il grande favorito. Si erano fermate invece in semifinale le speranze della Norvegia, con Kjetil Jansrud eliminato da Janka e Leif Kristian Haugen dal futuro vincitore. La finale terzo posto è stata dunque un derby norvegese, vinto da Jansrud che così sale sul podio. Poca gloria per l’Italia, perché tutti gli azzurri sono stati eliminati al primo turno tranne Florian Eisath, che è riuscito a battere l’austriaco Christoph Noesig per fermarsi però poi al secondo turno contro il tedesco Stefan Luitz. Non sono comunque mancate altre vittime eccellenti: Marcel Hirscher è uscito già al primo turno mentre Alexis pinturault e Henrik Kristoffersen non sono andati oltre il secondo turno, per una gara molto spettacolare ma che poco ha in comune con il vero gigante.

Pochi minuti alla partenza del gigante parallelo dellAlta Badia, gara che non ha paragoni con altre nel calendario della Coppa del mondo di sci maschile 2016-2017. Una sfida ad eliminazione diretta sulla parte finale del tracciato della meravigliosa pista Gran Risa, per un esercizio che possiamo assimilare ad un gigante ma con molti distinguo, tanto che ad esempio lanno scorso fu un festival norvegese con la finale fra Kjetil Jansrud e Aksel Lund Svindal, cioè due velocisti. Ricordiamo che per lItalia sono in gara Luca De Aliprandini, Florian Eisath, Manfred Moelgg, Roberto Nani e Dominik Paris, va anche detto che ci sarà unapripista deccezione, cioè la grande campionessa slovena Tina Maze, che ha annunciato il proprio ritiro dalle competizioni alla vigilia di questa nuova stagione del Circo Bianco. Adesso però bisogna fare spazio a questa gara anomala ma spettacolare: parola alla pista e al cronometro, il gigante parallelo dellAlta Badia sta per cominciare!

Manca ormai meno di un’ora al gigante parallelo dell’Alta Badia, valido per la Coppa del Mondo di sci. Ricordiamo dunque che i 32 sciatori partecipanti saranno inseriti in un tabellone di tipo tennistico per le sfide ad eliminazione diretta in due manche dei sedicesimi di finale. Sfida molto difficile per Roberto Nani contro il norvegese Kjetil Jansrud che l’anno scorso vinse la prima edizione, mentre i due nostri migliori nel gigante di ieri, cioè Florian Eisath e Luca De Aliprandini, dovranno affrontare rispettivamente l’austriaco Christoph Noesig e lo svizzero Carlo Janka. Il francese Victor Muffat Jeandet sarà l’avversario di Manfred Moelgg, infine Dominik Paris si metterà alla prova affrontando lo svedese Andre Myhrer nella curiosa sfida fra un velocista e un slalomista. Infine ricordiamo che Marcel Hirscher, vincitore della gara di ieri, se la dovrà vedere con il francese Steve Missillier.

La Coppa del Mondo di sci alpino è sempre in Italia e prosegue senza soste. Oggi l’appuntamento è ancora in Alta Badia, dove si disputa un gigante parallelo sulla parte finale della leggendaria e bellissima pista Gran Risa di La Villa, che ieri ha ospitato il gigante “classico”, proprio come era successo l’anno scorso quando questo parallelo si disputò per la prima volta per onorare il trentesimo anniversario della Gran Risa in Coppa del Mondo. L’esperimento è piaciuto e la Fis dunque lo ripropone, a partire dalle ore 18.00.

Diciamo subito che l’appuntamento per tutti gli appassionati sarà in diretta tv su Rai Sport 1 (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e sul canale tematico Eurosport, disponibile sia su Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium, che ormai da molti anni sono i canali di riferimento per lo sci.

Se non potrete mettervi davanti a un televisore, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservata agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player ma anche Sky Go e Premium Play. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose in Alta Badia (www.fis-ski.com).

Adesso andiamo a descrivere in che cosa consiste esattamente il gigante parallelo. Come già accennato, si gareggerà sulla parte finale della Gran Risa: la manche durerà circa 20 secondi e la distanza fra una porta e l’altra sarà di circa 20 metri. Essendo un parallelo, gli sciatori gareggeranno due per volta con la formula dell’eliminazione diretta. Saranno 32 in gara, dunque si partirà dai sedicesimi (in doppia manche), poi nell’ordine ottavi, quarti, semifinali e finale che saranno invece disputati in manche secca. Saranno cinque gli azzurri al via: Roberto Nani, Florian Eisath, Manfred Moelgg, Luca De Aliprandini e Dominik Paris, che si comenta dunque in una specialità che l’anno scorso diede gloria ai velocisti visto che la finale fu tutta norvegese con Kjetil Jansrud e Aksel Lund Svindal protagonisti.

Pur essendo una gara anomala, varrà comunque 100 punti per la classifica della Coppa del Mondo, mossa inevitabile per evitare che questo parallelo si riducesse a semplice esibizione e magari sarebbe stata disertata da molti, ad esempio da chi pensa già allo slalom di giovedì a Madonna di Campiglio. Sarà dunque curioso vedere se avranno la meglio stavolta i gigantisti puri o se davvero il parallelo si rivelerà riserva di caccia per i velocisti e la loro grande esplosività muscolare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori