Risultati Premier League/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (17^ giornata, 17-18 dicembre 2016)

- La Redazione

Risultati premier League: la classifica aggiornata, le partite e i marcatori della 17^ giornata del massimo campionato inglese, nelle giornate del 17 e 18 dicembre 2016.

manchester_city_arsenal
(LaPresse)

22 le reti nel 17^ turno di Premier League, che vede il Chelsea di Conte centrare l’undicesima vittoria di fila e consolidare il primato. Il City vince il big-match contro l’Arsenal e in attesa del Liverpool è ora secondo. Vincono anche Tottenham e United. Il Leicester in 10 uomini recupera due goal contro lo Stoke City. Sugli scudi sicuramente Diego Costa, ancora a segno con il Chelsea, mentre la delusione è Sanchez, che nel momento della verità, ovvero il match contro il City, è sparito: il mancato apporto del cileno è tra le cause del rovescio dei Gunners di Wenger. Il racconto della diciassettesima giornata di Premier League può partire dal Leicester di Ranieri, che sotto di due reti ad un quarto d’ora dal termine del match contro lo Stoke City e in dieci uomini, trovano la forza di reagire e agguantare un pareggio che fa ben sperare per il resto della stagione. Il match per le Foxes si era messo male con l’espulsione di Vardy alla mezz’ora e con la rete di Bojan al 40, su calcio di rigore.

Il Leicester è finito all’inferno quand allo scadere del recupero del primo tempo Allen ha piazzato il colpo del 2 a 0. Nella ripresa il Leicester ha giocato meglio e i cambi di Ranieri hanno avuto un peso determinante: a due minuti dal loro ingresso in campo Gray e Ulloa hanno confezionato il 2 a 1 (74 Ulloa) e al 90 Amartery ha segnato il suo primo goal in maglia Foxes. Per il Leicester ora i punti son 17, tre in più del terzultimo posto. In zona salvezza c’è da registrare il colpo del Middlesbrough, che annienta 3 a 0 (Negredo al 18 e 29) e de Roon al 58 lo Swansea e sorpassa (18 punti) proprio il Leicester. I gallesi invece sono ultimi a 12 punti in compagnia dell’Hull City, che perde in trasferta contro il West Ham (rigore di Noble a 14’dalla fine). Per gli Hammers, ora a 19 punti, continua la risalita. Sempre rimanendo sul fondo della classifica c’è da segnalare l’importantissima vittoria del Sunderland, che è andato a vincere 1 a 0 (rete di Van Aanholt) sul campo del Watford di Mazzari. Per il tecnico toscano si tratta del secondo ko di fila, mentre il Sunderland è salito a 14 punti, al terzultimo posto e a -1 dal Palace.

Proprio il Palace è stata l’undicesima squadra di fila a perdere contro il Chelsea di Conte, che ha rafforzato così la propria leadership in testa alla classifica: ora i Blues sono a 43 punti, con sette lunghezze di vantaggio sul City, che è la prima delle inseguitrici. A dare la vittoria a Conte è stato Diego Costa, con un colpo di testa che è bastato per vincere il derby. Le uniche note stonate per il tecnico italiano sono state le ammonizioni del brasiliano naturalizzato spagnolo e di Kantè: i due salteranno il match del cosiddetto Boxing Day. Nel sabato che ha confermato il dominio del Chelsea è arrivata anche la vittoria dello United di Mourinho, che con il 2 a 0 in casa del si è portato a 30 punti e complice la sconfitta dell’Arsenal (fermo a 34) si è rimesso in corsa almeno per un posto in Champions. A regalare i tre punti ai Red Devils è stata una doppietta di Ibrahimovic, che con un goal di testa nel primo tempo e uno di sinistro nel secondo ha chiuso la pratica contro una delle squadre più in forma del campionato.

Il big match di giornata era senza dubbio quello tra il Manchester City di Guardiola e l’Arsenal di Wenger: per i Gunners è arrivato il secondo stop consecutivo dopo la sconfitta contro l’Everton di Koeman e ora la vetta dista 9 punti. Guardiola invece può sorridere, perchè in attesa del derby di Liverpool è il più diretto inseguitore di Conte, anche se distanziato di ben 7 punti. La partita dell’Etihad ha confermato quello che è il limite strutturale dei Gunners, ovvero l’essere una squadra bella da veder giocare, ma troppo fragile e che manca nei momenti che contano. I Gunners, dopo essere passati in vantaggio al 5 grazie ad un goal di Walcott su assist di Sanchez, si sono limitati a gestire il possesso palla. Errore grave, perchè Guardiola negli spogliatoi deve essersi fatto sentire e dopo 120 secondi dall’inizio della ripresa Sanè ha trovato il primo centro con la maglia del City. Il goal è stato viziato da una posizione di off-side, ma il City dopo ha legittimato il pari mettendo l’Arsenal alle corde. Il goal del vantaggio è arrivato al 71 grazie ad un goal di Sterling, su cui però c’è stata anche la “collaborazione” di Peter Cech. A completare la giornata nera dei Gunners l’infortunio di Oxlande-Chamberlaine, che entrato nella ripresa è stato costretto ad uscire dal campo dopo solo 13 minuti. Ora i Gunners vedono non solo scappare via il Chelsea di Antonio Conte, ma avvicinarsi pericolosamente lo United e il Tottenham. Del successo dei Red Devils abbiamo già detto, mentre gli Spurs hanno battuto 2 a 1 in casa il Burnley, che dopo essere passato in vantaggio si è dovuto inchinare ai goal di Alli e Rose. Infine c’è da segnalare la bella vittoria del Southampton sul campo del Bournemouth: vittoria contro una squadra ostica per i Saints, i quali ora sono al 7 posto. Le reti che hanno ribaltato l’iniziale vantaggio di Ake sono arrivate da Bertrand e Rodriguez, con quest’ultimo autore di una doppietta.

Sabato 17 dicembre 2016

Crystal Palace-Chelsea 0-1  – 44′ Diego Costa

West Ham-Hull City 1-0  – 76′ Noble 

Sunderland-Watford 1-0  – 50′ Van Adnholt

Stoke City-Liecester 2-2, 39′ Bojan (S), 45+3′ Allen (S), 75′ Ulloa (L), 89′ Amartey (L)

Middlesbrought-Swansea 3-0  – 18′ Negredo, 28′ Negredo, 58′ De Roon 

Wba-Manchester United 0-2  – 5′ Ibrahimovic, 56′ Ibrahimovic 

Domenica 18 dicembre 2016

Bournemouth-Southampton 1-3  – 6′ Akè (B), 14′ Bertrand (S), 48′ Rodriguez (S), 85’Rodriguez (S)

Tottenham-Burnely 2-1  – 21′ Barnes (B), 27′ Alli (T), 71′ Rose (T)

Manchester City-Arsenal 2-1 – 5′ Walcott (A), 47′ Sanè (M), 72′ Sterling 8M)

Everton-Liverpool da disputare

1. Chelsea 17 14 1 2 35:11 43
      
2. Manchester City 17 11 3 3 36:20 36
      
3. Liverpool 16 10 4 2 40:20 34
      
4. Arsenal 17 10 4 3 38:19 34
      
5. Tottenham 17 9 6 2 29:12 33
      
6. Manchester Utd 17 8 6 3 24:17 30
      
7. Southampton 17 6 6 5 17:16 24
      
8. West Brom 17 6 5 6 23:21 23
      
9. Everton 16 6 5 5 21:20 23
      
10. Bournemouth 17 6 3 8 23:28 21
      
11. Stoke 17 5 6 6 19:24 21
      
12. Watford 17 6 3 8 21:29 21
      
13. West Ham 17 5 4 8 19:31 19
      
14. Middlesbrough 17 4 6 7 16:19 18
      
15. Leicester 17 4 5 8 23:29 17
      
16. Burnley 17 5 2 10 16:28 17
      
17. Crystal Palace 17 4 3 10 28:32 15
      
18. Sunderland 17 4 2 11 15:28 14
      
19. Swansea 17 3 3 11 20:37 12
      
20. Hull 17 3 3 11 14:36 12


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori