Diretta / Roma-Chievo (risultato finale 3-1) info streaming video e tv: Perotti su rigore chiude la contesa! (Serie A 2016, oggi 22 dicembre)

- La Redazione

Diretta Roma-Chievo: info streaming video e tv, quote, orario, risultato live e cronaca. La partita di Serie A è in programma allo stadio Olimpico giovedì 22 dicembre 2016 alle ore 20.45

BrunoPeresRoma_bianca
Il centrocampista della Roma, Bruno Peres (Lapresse)

Tempo scaduto all’Olimpico, la Roma batte il Chievo per 3 a 1 e in classifica si riporta a -4 dalla Juve (che ha una gara in meno). Nelle battute conclusive del match si rinnova il duello tra Dzeko e Sorrentino, all’83’ sull’ennesimo errore di Dainelli il bosniaco va in campo aperto e davanti all’estremo difensore ospite non trova la doppietta per l’intervento decisivo del portiere clivense. Al 90′ Perotti a porta scavalcata manca l’appuntamento con il 3 a 1 che è comunque rinviato di un paio di minuti quando il numero 8 giallorosso viene steso da Costa in area, Calvarese indica il dischetto e dagli undici metri l’argentino fa centro archiviando la pratica, dopo due vittorie e un pareggio il Chievo va incontro alla settima sconfitta in campionato. 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo resiste il vantaggio della Roma sul Chievo, il punteggio vede la formazione di Spalletti sempre avanti per 2 a 1. Dopo il gol di Dzeko gli ospiti hanno accusato decisamente il colpo disunendosi, gli uomini di Spalletti spadroneggiano e provano subito ad archiviare la pratica, al 58′ Bruno Peres dalla distanza spaventa Sorrentino con un destro che si spegne di poco a lato, al 60′ ci prova El Shaarawy (il migliore in campo nelle fila della Roma) senza però aggiustare a dovere la mira. Nel frattempo Maran spende il secondo cambio togliendo Birsa (non al meglio) e inserendo Bastien, ma la mossa non cambia l’inerzia della gara con i padroni di casa che hanno il pieno controllo della situazione anche se Spalletti dalla panchina si sgola per far capire ai suoi che vuole al più presto il terzo gol, al 70′ Salah libera il sinistro che viene ribattuto da Radovanovic. Al 75′ due palle gol per Dzeko, nella prima il bosniaco stacca di testa colpendo il palo, nella seconda libera male il destro che termina mestamente sul fondo. Maran si gioca anche la carta Pellissier sperando di riacciuffare il pari. 

All’Olimpico è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la 19^ giornata di Serie A 2016-2017 tra Roma e Chievo, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione di Spalletti avanti per 2 a 1. A inizio ripresa gli ospiti provano timidamente a far girare il pallone e a prendere l’iniziativa, ma appena i padroni di casa tornano ad accelerare guadagnano subito diversi metri di campo e al 52′ El Shaarawy apparecchia la tavola per il 13^ gol in campionato di Dzeko che, tenuto ingenuamente in gioco da Frey, deposita il pallone in rete con la Roma che completa così la rimonta e rimette le cose a posto quando fino a poco fa la serata sembrava mettersi male per gli uomini di Spalletti. 

Intervallo all’Olimpico dove è appena terminato il primo tempo di Roma-Chievo, le due squadre tornano negli spogliatoi per il riposo sul punteggio di 1 a 1. Non è variato il leitmotiv della gara in questi minuti con i padroni di casa che attaccano senza violare la porta di Sorrentino che fa buona guardia tra i pali come al 35′ quando respinge con lo stinco la gran botta dalla distanza di Dzeko. A sorpresa, invece, sono gli ospiti a sbloccare la contesa quando al 37′ De Guzman sul cross di Izco stacca perfettamente di testa infilzando Szczesny e realizzando così la rete dell’1 a 0 portando così in vantaggio il Chievo tra i fischi dei tifosi giallorossi. Non si fa attendere la reazione degli uomini di Spalleti, al 40′ El Shaarawy va di nuovo al tiro ma trova l’opposizione di Dainelli che lo mura. Poco dopo Izco, che aveva fornito l’assist vincente per De Guzman, si fa male e deve lasciare il campo, al suo posto Maran fa entrare Costa. Nel recupero a rimettere in carreggiata la Roma ci pensa El Shaarawy che si procura il calcio di punizione che lui stesso trasformerà alla perfezione mettendo la palla nell’angolino dove Sorrentino non può arrivare. 

Alla mezz’ora del primo tempo Roma e Chievo rimangono sul punteggio di 0-0. Bella partita all’Olimpico con i giallorossi che fanno la partita e i clivensi che finora hanno saputo giocarsi bene le porprie carte. All’11’ Dzeko con una gran giocata si accentra e libera il sinistro a giro mancando la porta di poco, un minuto più tardi sugli sviluppi di un calcio d’angolo Sorrentino si esalta parando il tiro al volo di El Shaarawy. Al 15′ ci prova anche Salaha ma al momento del tiro impenna troppo il pallone che termina in curva. Per gli ospiti l’unico che prova a muoversi nella trequarti giallorossa è Inglese che però non trova spazi per impensierire Szczesny. Al 20′ Birsa regala il pallone a El Shaarawy che lo appoggia a Nainggolan, il destro del belga termina ampiamente sopra la traversa. Al 22′ grossa palla gol per il Chievo, cross di Birsa per De Guzman che in posizione regolare e davanti a Szczesny colpisce malissimo il pallone mancando l’appuntamento con l’1 a 0. Al 24′ è la Roma a sfiorare il gol, Nainggolan da calcio di punizione va direttamente in porta, Sorrentino respinge ma non trattiene, per sua fortuna Fazio fallisce il tap-in a due passi. Al 27′ Bruno Peres colpisce il palo battendo un altro calcio piazzato, questa volta è il legno a salvare il Chievo dallo 0-1. 

Allo Stadio Olimpico di Roma l’arbitro Calvarese ha dato il via alle ostilità tra la squadra di casa e il Chievo, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Poco dopo il fischio d’inizio i giallorossi provano subito a rompere gli indugi e a pressare gli avversari nella loro trequarti, tuttavia sono gli ospiti ad andare per primi al tiro con Inglese che dal limite dell’area non riesce a inquadrare la porta di Szczesny. Ancora nessuna occasione da gol importante per i giallorossi che stanno comunque alzando il baricentro e, salvo colpi di scena, dovrebbero fare loro la partita imponendo il ritmo di gioco alla squadra di Maran, venuta qui per giocarsi le proprie carte consapevole comunque della forza degli uomini di Spalletti. Al 10′ la Roma batte il primo tiro dalla bandierina, Rudiger prova a fare da sponda per Salah ma il passaggio è troppo lungo. 

Pochi minuti al via di Roma-Chievo, andiamo dunque a leggere le formazioni ufficiali della partita che alle ore 20.45 va in scena allo stadio Olimpico. La principale notizia arriva dalla scelta di luciano Spalletti, che in attacco butta nella mischia già dal primo minuto Mohamed Salah, mandando in panchina Diego Perotti perché laltro esterno dattacco giallorosso sarà Stephan El Shaarawy, fermo restando che come centravanti è intoccabile Edin Dzeko. Per il Chievo un esame davvero molto difficile prima del Natale: per provare a superarlo, Rolando Maran si affiderà al modulo ormai consueto per i gialloblù, cioè il 4-3-1-2 con il trequartista Valter Birsa in appoggio alla coppia dattacco formata da Riccardo Meggiorini e Roberto Inglese. Qui di seguoto potete scegliere le scelte complete dei due allenatori, poi la parola passerà al campo perché Roma-Chievo sta per cominciare! Szczesny; Rudiger, Vermaelen, Fazio, Emerson; Peres, Strootman, Nainggolan; El Shaarawy, Dzeko, Salah. A disposizione: Alisson, Crisanto, Seck, Mario Rui, Gerson, Pellegrini, Juan Jesus, Iturbe, Perotti, Totti, Spinozzi. Allenatore: Luciano Spalletti. Sorrentino; Izco, Dainelli, Gamberini, Frey; Rigoni, Radovanovic, De Guzman; Birsa; Meggiorini, Inglese. A disposizione: Bressan, Confente, Spolli, Costa, Depaoli, Kiyine, Bastien, Parigini, Floro Flores, Pellissier. Allenatore: Rolando Maran.

Il match Roma-Chievo è andato in scena allOlimpico già in ben 14 occasioni, delle quali in nove di queste sono stati i giallorossi a trovare il successo in casa. Nel bilancio abbreviato i padroni di casa dominano il pronostico con quattro successi nelle ultime sei partite giocate, mentre l’ultima vittoria dei veneti risale alla 36^ giornata di Serie A, quando un gol di Thereau all’ultimo minuto regalò un insperato successo al Chievo proprio allOlimpico. Nainggolan e Rudiger furono i protagonisti a maggio del successo della Roma per 3-0, l’ultimo precedente in ordine cronologico: la sfida di andata della stagione 2015-2016 di serie A aveva invece vito come risultato finale il pareggio per 3 a 3, con Umar, Florenzi e Falque a segno per i giallorossi, a cui risposero per i clivensi i gol di Paloschi, Dainelli e Pepe. In casa la miglior partita fu una fantastica vittoria conseguita per 2 a 0 nella stagione 2001-2002.

La Roma prova a rialzare la testa dopo la sconfitta immeritata subita sul campo della Juventus, affidandosi ai propri uomini migliori. Nello specifico spera nel recupero del difensore greco Manolas che è il vero leader del pacchetto arretrato giallorosso e nellapporto di Nainggolan che nelle ultime giornate è ritornato ad unire grande dinamismo e ottime qualità tecniche. In avanti luomo sul quale si poggiano tutte le giocate offensive della squadra di Spalletti continua ad essere il bosniaco Edin Dzeko il quale oltre ad aver realizzato ben 12 reti è spesso risultato decisivo per le proprie sponde e la capacità di far salire la squadra. Nelle fila del Chievo che sta disputando unaltra ottima annata, sono diversi i giocatori che si stanno mettendo in mostra. Nel reparto arretrato sta facendo molto bene lesterno Fabrizio Cacciatore abile sia nella fase di spinta che in quella di non possesso. A centrocampo Valter Birsa oltre ad unire qualità e quantità sta dando un cospicuo contributo anche dal punto di vista realizzativo con 4 centri mentre in avanti cè leterno Sergio Pellissier che sta attraversando un periodo particolarmente positivo.

Sarà diretta dal signor Gianpaolo Calvarese della sezione di Teramo, che sarà coadiuvato dagli assistenti Fiorito e Alassio, dal quarto uomo La Rocca e dagli addizionali di porta Giacomelli e Saia. Calvarese è un arbitro esperto e navigato, e conta 81 gettoni in Serie A nei quali ha estratto 374 volte il cartellino giallo e 7 il rosso diretto; ben 21 i calci di rigore assegnati. La Roma ha incontrato Calvarese sul proprio cammino per 9 volte, rimediando 6 vittorie e 3 sconfitte: l’ultimo precedente risale a Roma-Palermo dello scorso 23 ottobre (4-1 per i giallorossi). Da brividi, invece, il ruolino del Chievo con il fischietto abruzzese: in 7 precedenti nella massia serie è arrivata una sola vittoria (Chievo-Bologna della stagione 2012/2013); poi 2 pari e 3 ko (il più recente Lazio-Chievo 4-1 dello scorso gennaio). L’addizionale Giacomelli conta invece rispettivamente 7 e 10 precedenti con Roma e Chievo. Ottimo il bilanco dei giallorossi, con 2 pari e 5 successi, due dei quali in questa stagione (Roma-Bologna 3-0 e Roma-Sampdoria 3-2); per il Chievo, invece, 5 vittorie e altrettanti ko con Giacomelli a dirigere. 

La Roma affronterà il Chievo per la diciottesima giornata di Serie A, vediamo quali saranno i bomber che scenderanno in campo allo stadio Olimpico. Partiamo dai giallorossi di Luciano Spalletti che si affiderà come sempre ad Edin Dzeko: l’attaccante bosniaco ha segnato dodici gol in questa prima parte di stagione, delle trentasei reti messe a segno dalla Roma finora. La percentuale di realizzazione di Dzeko è del 33.3%, che si alza se aggiungiamo anche gli assist, ben quattro finora, per una percentuale di partecipazione ai gol del 44.4%. Tra le file del Chievo, invece, il bomber finora si è rivelato Walter Birsa: il centrocampista ha segnato quattro gol finora in campionato, delle diciotto reti messe a segno dal club gialloblù. Una percentuale di realizzazione pari al 22.2% per il giocatore gialloblù, ma Birsa ha collezionato anche quattro assist in campionato quindi la percentuale di partecipazione ai gol sale fino al 44.4%.

Si avvicina Roma-Chievo, andiamo allora a vedere alcune statistiche relative al campionato di Serie A finora disputato da queste due squadre. I numeri sono comprensibilmente molto diversi: la Roma ha segnato esattamente il doppio dei gol rispetto al Chievo (36 contro 18), anche se curiosamente entrambe le compagini hanno subito 17 gol. La differenza reti di conseguenza è +19 per la Roma, mentre il Chievo vanta un +1 che permette comunque ai gialloblù veneti di restare in territorio positivo. La Roma logicamente ha calciato molto di più: 243 tiri complessivi di cui 121 nello specchio delle porte avversarie, mentre i veneti non vanno oltre i 133 tiri complessivi, 59 in porta. Spulciando fra le varie statistiche ufficiali fornite dalla Lega di Serie A, possiamo notare che la Roma è prima per il numero di assist (72, di cui 18 vincenti), statistica nella quale il Chievo vanta invece 43 passaggi di cui 7 convertiti in gol. Il Chievo però corre di più rispetto ai giallorossi: in media 107,680 km a partita sommando il dato di tutti gli uomini in campo contro i 105,159 km della Roma.

diretta dall’arbitro Gianpaolo Calvarese e si gioca giovedì 22 dicembre alle ore 20.45, sarà la sfida di chiusura anno per il club capitolino e quello scaligero, nella diciottesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017. Per i giallorossi la prima parte della stagione si è risolta nel solito ‘vorrei ma non posso’. Squadra competitiva, dall’attacco atomico e ricca di individualità, probabilmente in pole position nella corsa al secondo posto. 

Ma la Juventus sembra ancora lontana, come dimostrato dall’ultimo scontro diretto vinto dai bianconeri sabato scorso. Una partita di difficile lettura per Spalletti, che comunque nel 2017 punterà anche sulle Coppe per provare ad alzare un trofeo a fine stagione in giallorosso, condizione che a detta del tecnico toscano sarebbe importante anche per la sua permanenza futura nella Capitale.

Per quanto riguarda il Chievo, la squadra di Maran si è confermata agli ottimi livelli della passata stagione. La salvezza sembra ormai già ipotecata da quella che resta una realtà importante del massimo campionato, ed il girone di ritorno servirà per capire se i gialloblu riusciranno a coltivare anche ambizioni in chiave Europa League: per riuscirci serviranno imprese importanti, proprio in partite come quelle sul campo di grandi come la Roma. 

La Roma si è trovata ad affrontare un periodo caldissimo in calendario presentandosi alla supersfida allo Juventus Stadium nel migliore dei modi. Due scontri difficilissimi come il derby contro la Lazio e la sfida al Milan che appaiava i giallorossi al secondo posto in classifica al momento del match dell’Olimpico. Due sfide sofferte ma che hanno fruttato sei punti fondamentali per presentarsi in casa dei bianconeri con la prospettiva di arrivare a meno uno dalla vetta in caso di vittoria. La rete di Gonzalo Higuain ha invece chiuso i conti per il titolo d’Inverno, con la squadra di Spalletti ora chiamata a respingere gli assalti delle varie pretendenti al secondo posto. Il Chievo dalla sua sta attraversando un ottimo momento. Dopo il pareggio interno senza reti contro il Genoa, i veronesi hanno sbancato Palermo per poi ripetersi allo stadio Bentegodi nell’ultimo match disputato contro la Sampdoria. Sette punti in tre partite che hanno permesso ai gialloblu di agganciare il Torino a quota venticinque punti e di insediarsi nella parte sinistra della classifica.

Roma e Chievo si sono ritrovate di fronte per l’ultima volta allo stadio Olimpico in campionato l’8 maggio scorso, con le reti di Nainggolan, Rudiger e Pjanic che hanno deciso la sfida in favore dei giallorossi. Al 7 maggio 2013 risale invece l’ultimo successo clivense nella Capitale, vittoria firmata da un gol di Thereau all’ultimo minuto. Al 3 maggio del 2009 risale invece l’ultimo pareggio tra le due compagini a Roma, col punteggio di zero a zero.

Spalletti ha analizzato con attenzione la sconfitta dei suoi contro la Juventus. Secondo il tecnico non è giusto darsi già per vinti in chiave scudetto, ma va comunque sottolineato come serva ancora tempo per la Roma per colmare una distanza che verso la Juventus si è andata a formare anno dopo anno, così come per le altre pretendenti allo scudetto. I sette punti attuali non sono comunque una distanza ancora incolmabile, a patto di ripartire subito contro il Chievo nonostante le assenze, con De Rossi e Manolas out e Nainggolan uscito malconcio da Torino. Secondo Maran la prestazione del Chievo contro la Sampdoria è stata di grande impressione, con i gialloblu che stanno riuscendo ad esprimersi nel segno di una continuità fondamentale per puntare in alto in classifica, oltre che per garantirsi una salvezza assolutamente tranquilla.

Le quote dei bookmaker indicano chiaramente come ci si attenda una pronta reazione da parte della Roma dopo il ko di Torino, deludente soprattutto perché ha di nuovo dimostrato il gap tra le due formazioni di testa in chiave scudetto. Unibet quota 1.35 la vittoria degli uomini di Spalletti, mentre si alza fino a 5.50 la quota per il pareggio secondo Bet365 e con Tipico.it che moltiplica per 10.00 quanto scommesso sul blitz clivense all’Olimpico.

Diretta tv sul canale 252 di Sky (ovvero Sky Calcio 2 HD) per tutti gli abbonati alla pay tv satellitare per seguire Roma-Chievo, giovedì 22 dicembre 2016 alle ore 20.45. Ci sarà anche la possibilità di seguire la partita in diretta streaming video, collegandosi sul sito skygo.sky.it. Per i clienti Mediaset Premium l’appuntamento è sul canali 372 e 381 del digitale terrestre (Premium Calcio 1) con diretta streaming video su Premium Play; su Sky Super Calcio andrà in onda il programma Diretta Gol Serie A, con highlights e gol in tempo reale da tutti i campi. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori