PROBABILI FORMAZIONI / Juventus-Milan. Daniele Rugani sostituto di Bonucci. Diretta tv, orario, ultime notizie live (Supercoppa Italiana 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Juventus-Milan: diretta tv, orario, le ultime notizie live sulla partita che si gioca a Doha, in Qatar, ed è valida per l’assegnazione della Supercoppa Italiana 2016

JuventusMilan_KhediraDeSciglio
Foto LaPresse

, grande sfida per la Supercoppa Italiana 2016, ci aspetta: Massimiliano Allegri ha modificato la sua difesa e oggi, come già era accaduto nel 2014-2015, gioca stabilmente con una linea a quattro. Lassenza di Leonardo Bonucci, fresco di rinnovo fino al 2021, è pesantissima ma il suo erede Daniele Rugani viene da una grande partita contro la Roma e ormai si può considerare un titolare aggiunto, il centrale che imposta il gioco avendo al suo fianco un marcatore arcigno e indomabile come Giorgio Chiellini. A sinistra Alex Sandro ha ormai soppiantato Patrice Evra, dallaltra parte due indisponibili (Dani Alves e Stephan Lichtsteiner) e allora senza laterali di ruolo Massimiliano Allegri sarà costretto a far giocare Andrea Barzagli, che in passato si è già prestato alla bisogna e pur non avendo il passo dei grandi fluidificanti sopperisce con mestiere ed esperienza. Anche Vincenzo Montella ha trovato la quadratura del cerchio: Mattia De Sciglio è ormai titolare inamovibile a sinistra, dove si è spostato nel corso della carriera (può giocare agilmente anche a destra), dallaltra parte cè Ignazio Abate che porta esperienza, in attesa del ritorno di Davide Calabria che aveva iniziato molto bene la stagione ma si è fermato per un problema alla caviglia. In mezzo Alessio Romagnoli cresce partita dopo partita; è il centrale adibito a prendere la prima palla dal portiere e aprire lazione, al suo fianco Gabriel Paletta aggiunge tanta esperienza e ultimamente è tornato quello dei tempi di Parma, anche in grado di conquistare la nazionale. A disposizione cè Gustavo Gomez, che deve ancora crescere; meno spazio per Cristian Zapata, mai utilizzato in questa stagione.

Anche le panchine di Juventus e Milan potranno decidere la Supercoppa Italiana a favore delluna o dellaltra squadra: andiamo subito a vedere quale sia la composizione, o se non altro quali possano essere i giocatori che entreranno a partita in corso. La Juventus come abbiamo già detto farà partire dalla panchina uno tra Mario Mandzukic e Paulo Dybala: un vero e proprio lusso che Massimiliano Allegri può concedersi, insieme a quello di lasciare seduto Juan Cuadrado e poi inserirlo a partita in corso per sfruttare la sua velocità. Cè poi lesperienza di Patrice Evra, un leader dentro e fuori dal campo; e le qualità di corsa e sacrificio che possono portare giocatori come Mario Lemina e Kwadwo Asamoah, ricambi delle mezzali come Hernanes può esserlo davanti alla difesa, prendendo il posto di Marchisio che potrebbe essere utilizzato da interno. Nel Milan uno tra Gianluca Lapadula e Carlos Bacca: anche qui si cade in piedi, visto il rendimento recente dellex cannoniere di Serie B. Per il centrocampo, al momento la prima alternativa è rappresentata da Mario Pasalic: oggetto misterioso fino a un mese fa, ha già messo insieme 435 minuti in campionato trovando il primo gol in Serie A. José Sosa ha deluso le attese; per la difesa il primo cambio dei centrali è Gustavo Gomez, giocatore che ha certamente qualità ma deve ancora crescere per diventare una concreta alternativa al posto di uno tra Gabriel Paletta e Alessio Romagnoli. 

Uno sguardo alle mediane di Juventus e Milan. La Supercoppa Italiana 2016 ci presenterà tanti giocatori di qualità e corsa: sia il centrocampo bianconero che quello rossonero giocano a tre, pertanto prevedono un playmaker davanti alla difesa e due mezzali che, almeno sulla carta, hanno compiti diversi. Alla Juventus manca il regista puro: Claudio Marchisio si adatta da tempo ad agire in questa posizione ed è ormai diventato affidabile tanto da essere costantemente schierato davanti alla linea arretrata. Sami Khedira è linterno con capacità di lanciarsi nello spazio e diventare pericoloso in zona gol (8 reti con la maglia della Juventus) ma nelle sue corde ha anche contenimento e capacità di fare interdizione, sapendo sempre dove mettersi in campo. Dallaltra parte, due soluzioni possibili: quella con Stefano Sturaro (o Mario Lemina) a recuperare palloni su palloni, oppure Miralem Pjanic che rappresenta una sorta di regista aggiunto, un impostatore della manovra che può chiudere in area e calciare in porta. Nel Milan qualcosa di simile, perchè Giacomo Bonaventura ha qualità e versatilità: lex Atalanta è a suo agio come mezzala a sinistra ma sa ricoprire tanti ruoli, di fatto è il vero playmaker di un Milan che davanti alla difesa schiera il diciottenne Manuel Locatelli, giocatore che ha preso il posto di Montolivo e, pur con limiti ancora da limare, sta dimostrando che il futuro gli appartiene. Sul centrodestra gioca Juraj Kucka: un giocatore che fa interdizione, ma che nel Genoa giocava anche come esterno nel tridente e in nazionale dimostra di saper fare gol. Le alternative? Mario Pasalic e Andrea Bertolacci per la qualità e lo sviluppo della manovra, Andrea Poli per aggiungere polmoni e spirito di sacrificio.

I reparti offensivi di Juventus e Milan, che si sfidano in Supercoppa Italiana, sono pieni di qualità. La Juventus al momento ha solo tre giocatori indisponibili vista lassenza di Marko Pjaca ma può contare su Juan Cuadrado, che può fare lesterno a destra in un tridente o alloccorrenza il trequartista o la seconda punta. Allegri non ha ancora sciolto il nodo che riguarda Paulo Dybala: largentino sta bene e può fare la differenza, ma Mario Mandzukic come abbiamo già detto sta vivendo uno straordinario momento di forma ed è dura lasciarlo fuori dal campo. Lipotesi di un tridente con i due schierati insieme a Gonzalo Higuain (impossibile lasciarlo fuori) prende piede ma darebbe alla Juventus un assetto forse troppo sbilanciato in avanti; a questo punto è probabile che tra Mandzukic e Dybala ci sia staffetta, e che Pjanic vada a giocare come trequartista. Nel Milan le scelte sono più definite: Vincenzo Montella non rinuncia al tridente con Suso e Niang certi del loro posto sugli esterni (lalternativa sarebbe quella di mandare Bonaventura a fare lesterno sinistro, come accaduto sabato scorso contro lAtalanta), mentre tra Bacca e Lapadula è ballottaggio. Studiamo i numeri dei due attacchi con riferimento al campionato: quello della Juventus, comprendendo Higuain, Mandzukic e Dybala, ha un totale di 17 gol in 2879 minuti, quello del Milan (Suso, Lapadula, Bacca e Niang) ha realizzato 18 gol in 3871 minuti. Una rete ogni 169 minuti per la Juventus, una ogni 215 minuti per il Milan.

la Supercoppa Italiana 2016: si gioca alle ore 17:30 del nostro Paese a Doha, presso il Jassim Bin Hamad Stadium. Di fronte la squadra che ha vinto lo scudetto, la Juventus, contro la finalista di Coppa Italia, il Milan; i bianconeri infatti avevano centrato la seconda doppietta consecutiva nella scorsa primavera, e per il quinto anno in fila giocano questo trofeo che, come era accaduto due anni fa, si disputa a ridosso del Natale. Un solo precedente tra le due squadre: nel New Jersey, allinizio della stagione 2013-2014, la Juventus si impose ai rigori. Larbitro a Doha sarà Antonio Damato; andiamo dunque a dare uno sguardo in maniera più approfondita alle probabili formazioni di Juventus-Milan.

La Juventus arriva alla Supercoppa avendo recuperato Stephan Lichtsteiner, uscito infortunato dalla partita di campionato contro il Milan; Massimiliano Allegri vuole però confermare la difesa a quattro e dunque lo svizzero potrebbe essere regolarmente in campo, con Barzagli che sarebbe nel caso l’alternativa più credibile. Rugani ancora favorito su Benatia per affiancare Chiellini, a sinistra giocherà invece Alex Sandro; la formazione della Juventus dovrebbe sostanzialmente ricalcare quella delle ultime uscite, ma cè il dubbio Pjanic perchè il bosniaco, che ha subito un colpo allanca, sta stringendo i denti per esserci. Qualora non dovesse farcela è pronto Cuadrado, che giocherebbe come esterno in un tridente che prevederebbe Higuain in posizione centrale e uno tra Dybala e Mandzukic dallaltra parte; questo è il punto di domanda più grande per Allegri, visto che lasciar fuori il croato in questo momento appare realmente difficile ma largentino è già in grande forma, e dunque bisognerà decidere fino allultimo. A centrocampo in ogni caso le scelte sembrano bloccate: Sturaro ha giocato una grande partita contro la Roma e sarà la mezzala di sinistra, Marchisio agirà in posizione di playmaker basso e Khedira sarà invece linterno destro.

Un dubbio anche nel Milan: riguarda il ruolo di prima punta, dove Lapadula sta facendo bene ma vede la sua maglia insidiata da un Carlos Bacca che ha superato i problemi fisici e si candida perciò ad essere il giocatore di riferimento nel tridente offensivo. Un tridente nel quale dovrebbe tornare titolare Niang, dopo la panchina contro lAtalanta; il francese arriva da due errori consecutivi dal dischetto ma rimane molto importante per questa squadra, dunque ci aspettiamo che sia in campo dal primo minuto. Nessun dubbio per quanto riguarda il posto garantito a Suso; a centrocampo torna allora a giocare Bonaventura, che sabato scorso ha agito da esterno offensivo; il numero 5 rossonero dovrebbe sfilare la maglia a Pasalic, con Kucka che invece sarà confermato andando a giocare sul centrodestra. In mezzo si rivede anche Locatelli; Vincenzo Montella aveva fatto turnover contro lAtalanta proprio per preservare i suoi titolari in vista di questa partita. Anche in difesa si cambia: fuori Antonelli, tornato a giocare dopo tanto tempo, e dentro De Sciglio che recupera la sua posizione da terzino sinistro. A destra senza sorprese giocherà Abate che avrà anche la fascia di capitano al braccio; in mezzo, a protezione di Donnarumma, agirà la coppia formata da Paletta e da Alessio Romagnoli.

, Supercoppa Italiana 2016, sarà trasmessa in chiaro per tutti da Rai Uno con calcio dinizio alle ore 17:30 del nostro Paese.

 

 1 Buffon; 15 Barzagli, 24 Rugani, 3 Chiellini, 12 Alex Sandro; 6 Khedira, 8 Marchisio, 27 Sturaro; 5 Pjanic; 17 Mandzukic, 9 Higuain

A disposizione: 25 Neto, 32 Audero, 26 Lichtsteiner, 40 Coccolo, 41 M. Andersson, 4 Benatia, 33 Evra, 18 Lemina, 11 Hernanes, 22 Asamoah, 20 Pjaca, 21 Dybala

Allenatore: Massimiliano Allegri

Squalificati: –

Indisponibili: Dani Alves, Bonucci, Mandragora

 99 G. Donnarumma; 20 Abate, 29 Paletta, 13 A. Romagnoli, 2 De Sciglio; 33 Kucka, 73 M. Locatelli, 5 Bonaventura; 8 Suso, 70 Bacca, 11 Niang

A disposizione: 1 Gabriel, 35 Plizzari, 15 Gustavo Gomez, 17 C. Zapata, 31 Antonelli, 16 A. Poli, 80 Pasalic, 23 J. Sosa, 91 Bertolacci, 10 Honda, 9 Lapadula, 7 Luiz Adriano

Allenatore: Vincenzo Montella

Squalificati: –

Indisponibili: Calabria, Vangioni, Montolivo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori