Diretta/ Forlì-Venezia (risultato finale 1-0) Geijo spreca il pari, terzo successo di fila per i romagnoli (Lega Pro 2016 oggi)

- La Redazione

Diretta Forlì-Venezia: info streaming video Sportube, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone B è in programma venerdì 23 dicembre 2016

Si è invece chiuso con il successo dei romagnoli il match tra Forlì e Venezia, il cui risultato finale si attesta sul 1 a 0 grazie alla provvidenziale rete di capellini che salva i bianconeri a 66 minuto. Il match, sostanzialmente bloccato per la prima ora, ha subito i primi momenti più concitati solo al termine del secondo tempo, dove la magia di capellini sembra risvegliare bianconeri e lagunari: questi ultimi provano allora a cercare il pareggio a lungo ma senza successo. Lultima occasione per il Venezia si registra al quinto minuto di recupero concesso, quando Geijo a porta vuota spreca il millimetrico passaggio di Turris, che avrebbe potuto portare al pareggio. Il Forlì centra quindi oggi tra le mura di casa la terza vittoria consecutiva che gli permette di salire a quota 19 punti in classifica, mentre il Venezia, nonostante la sconfitta riesce a rimanere in testa alla classifica del girone, visto il provvidenziale contemporaneo Ko del Pordenone, sconfitto per 1 a 0 dal Gubbio. 

Non si è ancora sbloccato il risultato del match tra Forlì e Venezia, ora nei rispettivi spogliatoi per la consueta pausa tra i due tempi regolamentari. Al momento il tabellone infatti è rimasto bloccato sull 0 a 0 che però ben testimonia il grande equilibrio che al momento rimane al Morgagni: nessuna grande occasione gol creata al momento da entrambe le formazioni, finora animate da un atteggiamento piuttosto prudente. Gli arancioverdi al momento hanno provato a mostrarsi più aggressivi di fronte alo specchio avversario ma senza un particolare impegno per la difesa del Forlì, che si prepara  a entrare in campo con uno spirito più battagliero. Al moment la compagine romagnola combatter per uscire dalla zona retrocessione della classifica del girone B, mentre i lagunari di Inzaghi dovranno ora inserire la marcia giusta per poter riuscire a difendere la prima posizione nella graduatoria. 

Stoppato nella scorsa giornata, il Venezia vuol subito rialzarsi contro il Forlì. Gli uomini di Filippo Inzaghi sono ancora primi nel girone B, ma il Pordenone, secondo, e la Reggiana, terza, sono lì a pochi punti. L’attaccante dei lagunari Alexandre Geijo torna a parlare del pareggio per 3-3 dello scorso fine settimana: Meritavamo la vittoria per tutte le palle gol avute. Ci rimane l’ottima prestazione, anche se resta la sensazione di aver perso per strada due punti. Adesso spiega Geijo – dobbiamo pensare al Forlì, che è il nostro prossimo avversario. Il nostro obiettivo? Vincere per restare al primo posto. Dall’altra parte il mister del Forlì, Gadda, ha analizzato il Venezia, considerato avversario ostico e complicato: Affrontiamo una realtà che è lontana anni luce da noi per forza economica, spessore, tradizione e storia -esordisce il tecnico dei biancorossi, come riportato dal sito ufficiale del club – Nel girone d’andata loro hanno perso solo due volte Il Venezia è una delle squadre favorite, ha dei giocatori con un pedigree di spessore, è una squadra fisica, tecnica. La partita dura però 90 minuti e bisogna giocarsela. Bisogna fare una partita perfetta cercare di andare oltre i nostri limiti. In una partita può comunque succedere di tutto.

Il Venezia di Filippo Inzaghi sfiderà in trasferta il Forlì per la ventesima giornata di Lega Pro, Girone B, vediamo le statistiche in vista della gara. Il Venezia rientra tra le squadre con la miglior difesa visto che ha subito soltanto quindici gol con una media di 0.79 reti a gara. Il Forlì invece ne ha subiti ben trenta in questa prima parte di stagione, in perfetto equilibrio tra il primo ed il secondo tempo. Passiamo ai gol segnati, i padroni di casa ne hanno collezionati diciannove finora, cinque arrivati nei primi quindici minuti di gara. Il Venezia ne ha segnati ben ventisei, dieci dei quali siglati tra il 75′ ed il 90′ delle gare precedenti. Diciottesimo posto in classifica per il Forlì in questo girone B, mister Gadda si affiderà a Bardelloni che ha segnato finora sette gol. Il Venezia, invece, è al primo posto in classifica, Inzaghi sa di poter puntare su Geijo, attaccante con con cinque gol in attivo.

Il Forlì giocherà contro questo pomeriggio contro il Venezia, cioè una delle squadre più forti del campionato di Lega Pro: sfida che oltre al match di andata di questa stagione 2016-2017 non risulta comunque inedito. Le due formazioni infatti hanno già avuto modo di incrociarsi nella stagione 2012-2013 di Lega Pro dove furono i lagunari ad avere la meglio sai allandata (vittoria in trasferta per 2 a 19 che la ritorno (in casa al Penzo con il risultato di 3 a 0). Romagnoli e veneti si sono sfidati nel girone d’andata di questo campionato allo stadio Pier Luigi Penzo, con una vittoria dei padroni di casa per 1-0. A realizzare la rete decisiva era stato l’esterno destro Gianni Fabiano, che fin da inizio stagione ha sempre fornito prestazioni convincenti. La sua presenza servirà certamente a mettere in apprensione la retroguardia del Forlì, creando occasioni pericolose.

Sarà diretta dallarbitro Antonello Balice della sezione di Termoli, assistito dai guardalinee Carmine Graziano e Andrea Bologna entrambi di Mantova. Una delle partite di Lega Pro in programma venerdì 23 dicembre 2016, per la ventesima giornata del girone B, è quella che si gioca allo stadio Tullio Morgagni di Forlì: si gioca dalle ore 16:30. I romagnoli padroni di casa ricevono la capolista del raggruppamento ovvero il Venezia di Filippo Inzaghi, primo in classifica a quota 39 punti. Il Forlì invece ha abbandonato lultimo posto e prima del girone di ritorno si trova in terzultima posizione con 16 punti, gli stessi del Modena che però ha una migliore differenza reti.

Sulla carta quindi il pronostico di Forlì-Venezia si presenta fortemente sbilanciato a favore degli ospiti; attenzione però a dare per spacciata la formazione biancorossa, che dopo un inizio di campionato sta incubo ha perso solamente una volta nelle ultime 7 giornate.

Domenica scorsa è arrivata per il Forlì la seconda vittoria consecutiva, la prima della stagione in trasferta: il primo centro in questo torneo di Nicola Capellini ha consentito di espugnare lo stadio Del Conero di Ancona (tanto caro a mister Massimo Gadda che ci ha militato per 8 anni da giocatore), regalando anche il sorpasso in classifica su Mantova e Fano. I romagnoli possono quindi guardare allimmediato futuro con rinnovato ottimismo, anche se sono ancora 4 le lunghezze che li separano dalla quota salvezza (i 20 punti proprio dellAncona).

Al Morgagni si presenta un Venezia battuto solo in uno degli ultimi 12 turni, ma reduce dal pareggio casalingo con la Maceratese che ha lasciato lamaro in bocca, pur consegnando alla formazione di Inzaghi il titolo di campione dinverno. Sotto all8 minuto dopo la rete di Colombi, i lagunari hanno pareggiato a fine primo tempo con Davide Marsura, operando poi il sorpasso a metà ripresa con il centravanti Stefano Moreo (74); la Maceratese però non si è arresa e all82 ha riacciuffato la parità grazie ad un gran destro di Turchetta.

Nei minuti finali il botta e risposta tra Alex Geijo (85) e Quadri (89), questultimo a segno su un contestato rigore, ha determinato il 3-3 finale. Venezia che quindi cerca un immediato al ritorno al successo anche perché il Pordenone, secondo a meno 1 ed impegnato a Gubbio (ore 14:30) in questa giornata, punta al sorpasso in vetta; da tener docchio anche la Reggiana, terza a quota 36 e di scena al Mapei Stadium contro un Bassano in astinenza da vittorie (inizio ore 18:30).

Probabili formazioni: nel Forlì rientra lattaccante Giuseppe Ponsat che ha saltato il match precedente per squalifica; sul ventunenne riprenderà posto nel tandem offensivo al fianco di Bardelloni, top scorer di squadra con i suoi 7 gol. Capellini agirà tra le linee in posizione di trequartista, a centrocampo invece previsti Alimi, Capellupo e Spinosa. In difesa da destra a sinistra dovrebbero giocare Adobati, Cammaroto, Conson e Sereni, tra i pali Turrin.

Il Venezia risponderà probabilmente con il modulo 4-3-3. Davanti al portiere Facchin i difensori centrali saranno Modolo e il capitano Domizzi, a completare la linea arretrata i laterali Baldanzeddu e Garofalo. Fabris, schierato terzino domenica scorsa, dovrebbe tornare a centrocampo e fare reparto con Pederzoli e Bentivoglio, a guidare il tridente dattacco sarà invece lo spagnolo Alex Geijo supportato dalle punte esterne, Nicola Ferrari da una parte e Marsura dallaltra.

Per quanto riguarda le quote, snai.it favorisce nettamente il segno 2 per la vittoria esterna del Venezia al Morgagni: la valutazione corrispondente è 1,60, mentre il segno 1 per il successo casalingo del Forlì si alza fino a quota 5,75. Il segno X per il pareggio finale invece è proposto a 3,50. Opzione Under quotata 1,72, Over 2,05, Opzione Gol 1,95 e NoGol 1,75.

Come tutte le partite del campionato di Lega Pro e della Coppa Italia di categoria, anche Forlì-Venezia si potrà seguire in diretta streaming video sul canale web sportube.tv; da questanno però il servizio di Lega Pro Channel è a pagamento, per seguire le partite dinteresse si può acquistare uno dei pacchetti proposti dal sito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori