Risultati Lega Pro / Classifica aggiornata e livescore in diretta: Parma ok, colpaccio del Mantova (girone A e B, 20^giornata, 23 dicembre 2016)

- La Redazione

Risultati Lega Pro, 20^ giornata: livescore in diretta, classifica aggiornata dei gironi A, B e C. Prima di Natale c’è spazio per un altro turno, che inaugura anche il girone di ritorno

IltifodellAlessandria
Foto LaPresse

Terminate le ultime 4 partite del girone B di Lega Pro, questi i risultati finali: Feralpisalò-Santarcangelo 2-0, Mantova-Ancona 3-2, Parma-Modena 3-1 e Reggiana-Bassano 1-1. La Feralpisalò ha confermato il doppio vantaggio del primo tempo confermando il proprio piazzamento in zona playoff, e rispedendo al mittente il tentativo di sorpasso da parte del Santarcangelo. Vera battaglia a Mantova dove i padroni di casa sono riesci a piegare lAncona rimontando 2 reti nei minuti finali: decisiva la rete in pieno recupero di Mattia Marchi, su calcio di rigore. LAncona rimane una lunghezza sopra la zona playout ma vede avvicinarsi proprio il Mantova, salito a meno 2. Successo per il Parma, il secondo di fila e terzo nelle ultime 4 giornate: il Modena, che ha chiuso il derby in dieci uomini, rimane sul fondo della classifica assieme al Fano. Infine l1-1 tra Reggiana e Bassano, con gli ospiti a segno in piena zona Cesarini per il definitivo pareggio. La Reggiana non approfitta quindi delle sconfitte di Venezia e Pordenone e rimane terza, il Bassano allunga a 9 la serie di partite senza vittoria. Dalle 20:30 al via le ultime 2 gare di oggi: sono Siena-Pontedera e Tuttocuoio-Prato, valide entrambe per il girone A. 

In corso le partite di Lega Pro che completano il programma della 20^giornata del girone B, vediamo i risultati allintervallo. La Feralpisalò sembra ben messa in casa contro il Santarcangelo: i gol di Gerardi e Guerra consentono ai Leoni del Garda di affrontare la ripresa con un buon margine di vantaggio. Ancora senza gol la sfida salvezza tra Mantova ed Ancona, comprensibilmente tesa, mentre il Parma si è già portato sul 3-1 nel derby emiliano contro il Modena; per i ducali a segno Calaiò, Giorgino e Corapi su calcio di rigore, di Giorico invece il punto del momentaneo 2-1. Da segnalare che i ducali hanno perso per infortunio il centrocampista Scavone, uscito al 19 minuto e rimpiazzato dal più offensivo Nocciolini. Reti bianche anche tra Reggiana e Bassano Virtus: la parola torna ai campi per i secondi tempi.

Altri quattro risultati arrivano dalla ventesima giornata di Lega Pro, naturalmente quelli che si riferiscono alle partite che erano cominciate alle ore 16.30. La prima citazione va di diritto alla Giana Erminio, perché la squadra lombarda si è imposta con un clamoroso 0-4 esterno sul campo della Carrarese, anche se per la classifica del girone A il successo più significativo è quello ottenuto dalla Cremonese ai danni della Viterbese per 3-1: in questo modo i grigiorossi salgono a quota 42 punti, sempre secondi anche se lAlessandria capolista è a quota 50. Nel girone A da registrare anche il colpaccio della Lucchese sul campo del Piacenza (1-2), mentre nel girone B si è giocata una sola partita ma che ci ha regalato un esito decisamente a sorpresa a causa della vittoria per 1-0 del Forlì sulla capolista Venezia, per una classifica del gruppo che si fa dunque sempre più compatta nelle prime posizioni. Ormai però siamo già in campo con le partite delle ore 18.30, tutte nel girone B: si tratta di FeralpiSalò-Santarcangelo, Mantova-Ancona, del derby emiliano Parma-Modena e di Reggiana-Bassano. Lo spettacolo continua! 

Sono terminate ora le gare delle 14.30 di Lega Pro con diverse squadre che hanno regalato emozioni e sorprese. Continua a vincere l’Alessandria che supera 3-1 la Pro Piacenza e continua ad allungare in classifica nle Gruppo A. Ribalta la partita il Livorno che era andato sotto in casa della penultima in classifica Racing Roma, nella ripresa i gol di Lambrughi e Cellini però regalano alla squadra di Claudio Foscarini una bella e importante vittoria. Vincono in trasferta Renate, 2-1 ad Olbia, ed Arezzo, 2-3 a Como. Pareggio poi 1-1 in Pistoiese-Lupa Roma. Nel Gruppo B invece sono due gli zero a zero in Fano-Sudtirol e Maceratese-Albinoleffe, due gli 1-0 in Gubbio Pordenone e Padova-Sambenedettese e in finie termina 1-1 Teramo Lumezzane. Si parte invece in Carrarese-Giana Erminio, Cremonese-Viterbese, Piacenza-Lucchese e Forlì-Venezia.

Siamo arrivati all’intervallo delle gare delle 14.30 di Lega Pro, si gioca nel Gruppo A e nel B. Continua a imporre il proprio gioco l’Alessandria capolista che mette sotto la Pro Piacenza 2-1 con una doppietta di Bocalon. Fuori casa si sta imponendo l’Arezzo con un 3-1 a Como grazie a una doppietta di Polidori, gli altri gol li segnano Le Noci su rigore e Corradi. La gara Pistoiese-Lupa Roma è sul risultato di 1-1, unico pareggio del girone. Completano il Gruppo A due partite che sono decise da una una rete: Olbia-Renate 0-1 con gol di Marzeglia, Racing Roma-Livorno 1-0 rete di Loglio. Nel Gruppo B invece c’è più equilibrio con addirittura quattro gare sullo zero a zero: Fano-Sudtirol, Gubbio-Pordenone, Maceratese-Albinoleffe e Teramo-Lumezzane. All’Euganeo il Padova invece è in vantaggio uno a zero sulla Sambenedettese con una rete su calcio di rigore di Russo. Staremo a vedere come andranno i secondi tempi, c’è grande attesa proprio per vedere se arriveranno altre sorprese.

Sta per iniziare la 20^ giornata di Lega Pro, che oggi è protagonista con i suoi gironi A e B alla vigilia della sosta natalizia. Ben 10 i match che stanno per avere inizio tra pochi minuti di cui andiamo subito a vedere gli incroci: per il primo gruppo ricordiamo la grande sfida tra Alessandria e Pro Piacenza, dove la compagine grigia oggi tenterà il record di ben 15 partite da imbattuta. Si continua con Como-Arezzo e Olbia-Renate, oltre Pistoiese-Lupa Roma e Racing Roma e Livorno. Sono invece ben 5 gli incontri del girone B il cui fischio dinizio è stato fissato a pochi minuti, ovvero Fano-Sudtirol, Gubbio-Pordenone, maceratese-Albinoleffe, e poi Padova-Sambenedettese e Teramo-Lumezzane. Nel girone B gli occhi di tutti saranno chiaramente sul match in casa umbra tra gli eugubini e i neroverdi, visto che la formazione dei ramarri oggi proverà a superare la capolista Venezia: la distanza in classifica tra le due sfidanti a distanza è infatti di appena un punto, e Venezia oggi sarà attesa in campo nel pomeriggio contro il Forlì. 

Il Modena è una delle squadre in crisi in questo campionato di Lega Pro: i risultati dei canarini sono stati pessimi nel girone di andata e la classifica nel gruppo B non fa che confermare il trend negativo di una squadra che, partita con lobiettivo di riconquistare subito la cadetteria, deve ora fare i conti con la durissima lotta per non retrocedere. Simone Pavan aveva pagato a fine novembre venendo esonerato; in panchina è arrivato lesperto e sanguigno Eziolino Capuano, che aveva già fatto parlare di sè per i suoi metodi a volte poco ortodossi nei confronti dei suoi giocatori (celebre una sfuriata dello scorso anno, quando allenava lArezzo). Capuano ha impiegato quattro partite per mettere le mani sulla prima vittoria della sua gestione, dovendo anche passare per lultimo posto in classifica: lo scorso sabato, nellanticipo del girone B, il Modena ha vinto 2-0 contro il Gubbio, un risultato prestigioso perchè arrivato contro una delle migliori formazioni del campionato. I gol firmati da Daniele Giorico su rigore e Emmanuel Besea hanno ridato fiato alla piazza e fanno guardare con più fiducia al futuro: adesso per i canarini arriva un impegno davvero difficile sul campo del Parma, vincere per Capuano e il Modena significherebbe riprendere una marcia che allandata ha visto la squadra vincere appena tre partite e raccogliere 16 punti, con la miseria di 10 gol realizzati. 

Il girone di andata del Venezia in Lega Pro è stato ricco di grandi risultati, e i lagunari sono riusciti a blindare il primo posto in classifica restando favoriti per la promozione diretta in Serie B. Pippo Inzaghi si è dimostrato ottimo allenatore, la rosa ha confermato di avere un valore non indifferente: in tutta landata, nel girone B il Venezia ha perso due volte (a Pordenone e in casa contro il Padova) segnando 26 gol ma soprattutto incassandone appena 15, con nove clean sheet (tre nelle ultime quattro e cinque nelle ultime sette). Il pareggio del Penzo contro la Maceratese, la scorsa domenica, ha rappresentato una battuta darresto ma il Venezia non ha pagato dazio, visto che anche il Pordenone si è dovuto fermare. La formazione di Pippo Inzaghi è capolista per la terza giornata consecutiva; lo era già stata dopo aver battuto la Feralpisalò e in generale, se si escludono le prime giornate con la classifica ancora da sgranare, non è mai andata oltre il quarto posto. Insomma: un campionato di tutto rispetto per il Venezia, ma il girone B al momento si è dimostrato il più incerto in questo campionato e dunque i veneti sanno bene che dovranno lottare fino allultimo per garantirsi il primo posto e la promozione diretta in Serie B.

Quarto posto nel girone B di Lega Pro e risultati in crescita: la squadra del momento è senza ombra di dubbio il Parma, che ha attraversato una grave crisi di identità e società ma sembra aver ripreso la corsa verso un posto nei playoff. Niente di eclatante, ma Stefano Morrone e Roberto DAversa hanno rimesso i ducali in carreggiata: tra metà novembre e inizio dicembre il Parma non aveva mai vinto raccogliendo due punti in quattro partite e scivolando allottavo posto in classifica. Un periodo negativo che aveva portato allo scossone dirigenziale con le dimissioni del presidente Nevio Scala e lallontanamento del direttore sportivo Minotti e dellallenatore Luigi Apolloni. Morrone, chiamato con la funzione di traghettatore, ha ottenuto un prezioso pareggio sul campo del Bassano; poi è arrivato DAversa che ha vinto sul campo del Sudtirol e, dopo il pareggio interno contro il Teramo, ha centrato il colpo vincendo 2-0 al Mapei Stadium contro la Reggiana, terza forza del girone. Risultato: il Parma non perde dal 26 novembre (1-2 ad Ancona) e questa mini striscia di quattro partite ha ridato tanta fiducia alla squadra, che ha un organico costruito per provare a raggiungere la promozione e si è rimessa in linea con lobiettivo dopo qualche momento di sbandamento.

Lintera andata da imbattuta: lAlessandria di Piero Braglia ha letteralmente dominato il girone A di Lega Pro fino a questo momento. Basta guardare le cifre: 47 punti, 39 gol segnati e 12 subiti. In entrambi i casi si tratta di miglior attacco e miglior difesa del girone; la difesa è anche la numero uno di tutta la Lega Pro, mentre per quanto riguarda lattacco il Matera fa meglio (44 reti). I cinque pareggi sono sostanzialmente degli incidenti di percorso allinterno di un cammino che ha portato lAlessandria ad avere otto punti di vantaggio sulla seconda – la Cremonese – 11 sulla terza (Livorno) e un vantaggio di 20 lunghezze sullundicesima classificata. Il che significa, sostanzialmente, essersi assicurata un posto ai playoff al giro di boa, nella peggiore delle ipotesi. Naturalmente lAlessandria è la squadra con più punti dopo landata guardando ai tre gironi; per capire la portata del suo girone basta fare un confronto con le due squadre che avevano dominato la passata stagione, ovvero Cittadella e Spal. I veneti avevano ottenuto 38 punti e avevano perso tre partite solo allandata (contro AlbinoLeffe, Feralpisalò e Sudtirol) mentre i ferraresi avevano 41 punti e due sconfitte. UnAlessandria che vola verso la promozione diretta in Serie B: a questo punto solo lei può fallire lobiettivo.

Archiviate le partite del girone C di Lega Pro, i risultati del venerdì ci proiettano agli altri due gruppi: ieri abbiamo assistito al cambio della guardia in testa al girone C, o meglio allallungo del Matera che ha approfittato del pareggio pazzesco del Lecce (3-3 interno contro il Monopoli) e al pareggio del Foggia. Adesso tocca alle altre capolista: lAlessandria si culla gli 8 punti di vantaggio sulla Cremonese ma non vuole abbassare la guardia, perchè il discorso che riguarda la promozione diretta può essere chiuso subito e magari provando a centrare il record per le giornate di anticipo con cui il traguardo verrà tagliato. Nel girone B invece la capolista è il Venezia, in una classifica che ha visto alternarsi al comando tante squadre ma che da qualche settimana parla lagunare. Pippo Inzaghi si sta riscattando dopo lanno in chiaroscuro vissuto in Serie A con il suo Milan; alle spalle del Venezia lagguerrito Pordenone, la Reggiana a caccia di riscatto e la coppia Padova-Parma in grande rimonta provano a minare le certezze della capolista. La sensazione netta è che almeno in questo gruppo la corsa al primo posto e alla promozione diretta sarà una questione che si prolungherà fino alle ultimissime giornate della stagione regolare; intanto godiamoci queste 20 partite che ci fanno compagnia nel venerdì di Lega Pro, il Natale sta arrivando ma il campionato della terza serie del calcio italiano non si ferma.

La Juve Stabia squilla, il Matera adesso deve rispondere: le Vespe segnano quattro gol al Catania e si riportano al primo posto del girone C di Lega Pro, agganciando il Lecce che ha pareggiato 3-3 contro il Monopoli. Grande prestazione da parte dei gialloblu, che trovano la doppietta di Izzillo e i gol di Ripa e Lisi; etnei battuti e con un deciso passo indietro rispetto alle ultime uscite. Torna alla vittoria la Casertana, che si rilancia in quota playoff: i rossoblu approfittano del turno favorevole e battono il Melfi grazie ai gol di Rajcic e Corado, nel finale De Vena accorcia le distanze ma non riesce ad evitare la sconfitta per i lucani. Alle ore 20.45 come detto il Matera apre la sua partita contro il Taranto, ultimo match nella ventesima giornata del girone C: con una vittoria i biancazzurri di Gaetano Auteri tornerebbero in testa alla classifica e per la prima volta occuperebbero da soli la prima posizione, il Taranto imbattuto da tre giornate vuole prendersi altri punti utili per la salvezza.

Sono finali tutti i risultati nel girone C di Lega Pro: mancava soltanto quello del Matera, che batte 2-0 il Taranto e si prende il primo posto della classifica. Assoluto protagonista della serata è Giacomo Casoli: il centrocampista segna due gol, vale a dire il doppio di quanto avesse fatto in tutto il resto del campionato, e demolisce le speranze del Taranto di uscire almeno con un pareggio dal XXI Settembre. Con questo risultato il Matera è la nuova capolista solitaria del girone: sale a 42 punti in classifica, ovvero +2 sulla Juve Stabia, confermando il vantaggio sulle Vespe, e sul Lecce fermato al Via del Mare dal Monopoli. Le emozioni della prima di ritorno in Lega Pro non sono però terminate questa sera: domani infatti spazio al programma completo del girone A e del girone B, altre 20 partite che ci terranno compagnia prima del Natale. 

Altri risultati finali dal girone C di Lega Pro: sono quelli di Andria-Foggia e Lecce-Monpoli. Entrambe le partite si sono concluse in parità: il Foggia si è visto raggiungere negli ultimi minuti ed è salito a 38 punti in classifica, occasione sprecata anche per il Lecce che però può ritenersi fortunato, avendo rimontato il Monopoli da uno svantaggio di 1-3. Ora la palla passa alle altre due squadre di vertice del girone C, Juve Stabia e Matera, impegnate entrambe in casa e rispettivamente contro Catania e Taranto (calcio dinizio). Con un successo la Juve Stabia aggancerebbe il Lecce a 40 punti, il Matera invece ha lopportunità di guadagnare la vetta in solitaria. La parola torna ai campi per gli ultimi 2 match del girone C. 

Sono arrivati i primi risultati della ventesima giornata del girone C di Lega Pro, naturalmente quelli relativi alle cinque partite del girone C che erano iniziate alle ore 14.30. Pareggio per 1-1 nel derby calabrese fra Cosenza e Catanzaro, colpaccio molto importante dellAkragas in casa della Vibonese in uno scontro diretto assai delicato in coda alla classifica (0-1) dove cè da registrare anche un altrettanto importante successo della Reggina ai danni del Fondi con il punteggio di 2-1 in questo turno che apre il girone di ritorno. Tornando più in alto, tre splendidi punti per la Virtus Francavilla che ha vinto per 2-0 contro la Paganese, mentre ai margini della zona playoff abbiamo da registrare laffermazione del Siracusa per 2-0 nel derby siciliano contro il Messina. Sono nel frattempo già cominciate le due partite delle ore 16.30, cioè i due derby pugliesi Fidelis Andria-Foggia e Lecce-Monopoli.

La Calabria è in crisi nel girone C di Lega Pro, le cui prime cinque partite della ventesima giornata avranno inizio fra pochi minuti: con la sola eccezione del Cosenza (quinta con 29 punti, ma a -8 dalla coppia in terza posizione), le formazioni di questa regione stanno disputando un pessimo campionato e al momento occupano in sincrono lultima posizione in classifica con 15 punti. Catanzaro, Vibonese e Reggina: tra queste, la formazione amaranto è quella che ha vinto meno partite (due) e non lo fa dal 9 ottobre quando sorprese la Juve Stabia, da allora cinque pareggi e sei sconfitte. La Vibonese ha la striscia peggiore: tre sconfitte consecutive (come Akragas e Melfi) e quattro nelle ultime cinque, ultima vittoria il 13 novembre sul campo del Monopoli. Sembrava in ripresa il Catanzaro, che il 6 dicembre aveva battuto proprio la Vibonese: poi due pareggi contro Casertana e Fondi, per i giallorossi una sola vittoria nelle ultime undici. I numeri ci dicono che la Vibonese ha il peggior attacco del girone C con appena 9 gol segnati, il Catanzaro il penultimo con 15 (la Reggina ha segnato 17 gol); per quanto riguarda le difese, la Reggina è ultima nel girone con 29 gol incassati preceduta dal Catanzaro con 28 (come lAkragas), sono invece 25 le reti incassate dalla Vibonese ma il quadro ovviamente è deficitario per tutte.

Non accenna a fermarsi, in Lega Pro, la favola della Virtus Francavilla: grazie alla vittoria per 3-1 contro il Siracusa, la formazione pugliese allenata da Nicola Calabro si è portata al quarto posto in classifica agganciando il Cosenza, e con un vantaggio di cinque lunghezze sullundicesima posizione in chiave playoff. Una sola sconfitta (contro la Juve Stabia) nelle ultime dieci partite, con ben sei vittorie e tre pareggi; 13 i gol segnati in questo periodo. La Virtus Francavilla, comunque vada, ha già vinto la palma di rivelazione del campionato; le statistiche ci dicono che Giuseppe Abruzzese e Marian Galdean sono i più presenti con 1710 minuti in campo, seguiti da Riccardo Idda (1620). Il capocannoniere è invece MBala Nzola, ventenne francese (di origine angolana) che nei 1141 minuti giocati ha segnato 6 gol. Nellultima giornata ha siglato una tripletta Giovanni Abate, mentre mancano allappello i gol dei due attaccanti che avrebbero dovuto rappresentare il punto di riferimento, vale a dire il trentacinquenne Gianuca De Angelis e Danilo Alessandro: entrambi ne hanno realizzati 2, ma nonostante questo la Virtus Francavilla continua a volare. Potrà addirittura andare a insidiare le prime quattro della classifica?

Nel girone C di Lega Pro il girone di ritorno si apre con una situazione nettamente definita: ci sono quattro squadre in fuga e, salvo rientri a sorpresa, sono queste le formazioni che si giocheranno la promozione diretta in Serie B. Matera, Lecce, Juve Stabia e Foggia: le quattro big sono riuscite subito a staccarsi dal resto del gruppo e, come da pronostici, stanno dominando la stagione. Tutte e quattro sono state già in testa al girone; al momento il distacco tra la coppia Juve Stabia-Foggia e quella formata da Cosenza e Virtus Francavilla è di otto punti, in virtù della sconfitta dei calabresi nello scorso fine settimana. Di queste quattro il Matera è la squadra che segna di più, anche per distacco (44 gol, Lecce e Juve Stabia ne hanno 33); le difese sono praticamente identiche, il Lecce (16) ha incassato una rete in meno delle altre tre ma nel girone la migliore retroguardia è la Fidelis Andria, che ha incassato 15 gol e rispetto allanno scorso si sta confermando. Diamo anche uno sguardo alle sfide dirette andate in scena finora: il Matera ha vinto 3-0 a Lecce e pareggiato in casa contro Foggia (1-1) e Juve Stabia (2-2). Il Lecce ha fatto 0-0 al Via del Mare contro il Foggia e vinto in casa della Juve Stabia in rimonta (2-3), infine le Vespe hanno nettamente battuto il Foggia (4-1) nel loro stadio. 

Per il momento il campionato di Lega Pro 2016-2017 non conosce soste: si gioca tra giovedì 22 e venerdì 23 dicembre la ventesima giornata, ma il campionato vivrà un altro turno prima di salutare lanno solare. Siamo alla prima giornata di ritorno, e quindi un bilancio si può tracciare; andiamo però a vedere quali sono le partite che ci attendono in questa due giorni.

Risultati girone C: alle ore 14:30 Cosenza-Catanzaro, Reggina-Fondi, Siracusa-Messina, Vibonese-Akragas e Virtus Francavilla-Paganese. Alle ore 16:30 avremo Fidelis Andria-Foggia, Lecce-Monopoli, alle ore 18:30 Casertana-Melfi e Juve Stabia-Catania, alle ore 20:45 si chiude con Matera-Taranto. Cè una coppia in testa alla classifica, quella formata da Matera e Lecce: i lucani a questo punto sognano il colpo grosso e la promozione diretta, mentre è un periodo di stanca per la Juve Stabia che, reduce da due pareggi consecutivi, si è fatta riprendere da un Foggia che non va mai dato per finito e che potrebbe tornare a fare la voce grossa. Le Vespe ospitano un Catania che si è pienamente portato in zona playoff, insieme alla Virtus Francavilla che continua a sorprendere; in fondo è caduta libera per Reggina e Vibonese, le due calabresi. 

Risultati girone A, venerdì 23 dicembre, si parte alle ore 14:30 con Como-Arezzo, Olbia-Renate, Pistoiese-Lupa Roma e Racing Roma-Livorno; avremo alle ore 16:30 Carrarese-Giana Erminio, Cremonese-Viterbese e Piacenza-Lucchese, alle ore 20:30 Alessandria-Pro Piacenza, Siena-Pontedera e Tuttocuoio-Prato. LAlessandria ha chiuso il girone di andata da imbattuta, anche se lultimo pareggio ha fatto riavvicinare la Cremonese; si fa per dire visto che i grigiorossi restano comunque a -8, e ora devono anche scrollarsi di dosso il Livorno che si è rifatto sotto con tre vittorie nelle ultime quattro.

Il Renate è sorprendentemente quinto in classifica, mentre è calata la Giana Erminio tornata però a vincere; come la Viterbese, che deve riconquistare il posto nelle prime dieci. Più sotto, tre sconfitte consecutive per la Racing Roma superata anche dal Prato; sta provando a muovere la classifica la Pro Piacenza reduce da due pareggi.

Risultati girone B: alle ore 14:30 con Fano-Sudtirol, Gubbio-Pordenone, Maceratese-AlbinoLeffe, Padova-Sambenedettese e Teramo-Lumezzane; alle ore 16:30 è prevista Forlì-Venezia mentre alle ore 18:30 ci saranno Feralpisalò-Santarcangelo, Mantova-Ancona, Parma-Modena e Reggiana-Bassano. Continua a esserci una grande altalena di emozioni: Venezia e Pordenone si confermano prima e seconda ma hanno pareggiato, la Reggiana sconfitta nel derby non ne ha approfittato e ha consentito al Padova e al Parma di recuperare altro terreno. Questel e prime cinque, perchè sotto hanno calato il ritmo le neopromosse Sambenedettese e Gubbio e inoltre il Bassano e la Feralpisalò non sanno più vincere. In coda il Mantova è tornato ultimo, insieme al Fano; vittoria preziosissima per il Modena che però ora dovrà dimostrare di poter aprire una striscia nella sentita e difficile partita contro il Parma.

 

Venerdì 23 dicembre

RISULTATO FINALE  Como-Arezzo 2-3 (17′, 28′ Polidori A, 33′ Le Noci C, 43′ Corradi A)

RISULTATO FINALE  Olbia-Renate 1-2 (16′ Marzeglia R, 50′ Anghileri R, 56 Piredda O’)

RISULTATO FINALE Pistoiese-Lupa Roma 1-1 (4′, 31′ Baldassin L, 44′ Colombo P)

RISULTATO FINALE  Racing Roma-Livorno 1-2 (27′ Loglio R, 66′ Lambrughi L, 68′ Cellini L)

RISULTATO FINALE Alessandria-Pro Piacenza 3-1 (16′, 31′ Bocalon A, 45′ Sall P, 65′)

RISULTATO FINALE Carrarese-Giana Erminio 0-4  – (75′ Marotta, 82′ Pinardi, 90′ Ferrari, 92′ Marotta)

RISULTATO FINALE Cremonese-Viterbese 3-1 (39′ Neglia V, 42′ Belingheri C, 66′ Scarsella C, 79′ Brighenti C)

RISULTATO FINALE Piacenza-Lucchese 1-2 (4′ e 9′ Forte L, 83′ Segre P)

RISULTATO FINALE Siena-Pontedera 2-1(17′ rig.Marotta, 66′ Calo G., 89′ Bunino)

RISULTATO FINALE Tuttocuoio-Prato 3-1 (3′ Moncini, 39′ Tempesti, 73′ Shekiladze I., 83′ Provenzano)

 

Alessandria 50

Cremonese 42

Livorno 39

Arezzo 36

Renate 32

Lucchese (-1) 31

Giana Erminio 30

Piacenza 29

Como 28

Olbia, Viterbese 27

Siena 26

Pistoiese 24

Carrarese 22

Tuttocuoio 21

Pontedera 19

Pro Piacenza 18

Lupa Roma 17

Prato 12

Racing Roma 11

 

Venerdì 23 dicembre

RISULTATO FINALE Fano-Sudtirol 0-0

RISULTATO FINALE  Gubbio-Pordenone 1-0 (92′ Conti)

RISULTATO FINALE Maceratese-AlbinoLeffe 0-0

RISULTATO FINALE Padova-Sambenedettese 1-0 (16′ rig. Russo)

RISULTATO FINALE Teramo-Lumezzane 1-1 (55′ Sansovini T, 94′ Leonetti L)

RISULTATO FINALE Forlì-Venezia 1-0 (67′ Capellini)

RISULTATO FINALE Feralpisalò-Santarcangelo 2-0 (8′ Gerardi, 34′ Guerra)

RISULTATO FINALE Mantova-Ancona 3-2 (49′ Caridi M, 54′ Ricci A, 83′ Momentè A, 86′ Caridi M, 93′ rig.M.Marchi M)

RISULTATO FINALE Parma-Modena 3-1 (15′ Calaiò P, 34’ Giorgino P, 38’ Giorico M, 41’ Corapi P; 77′ espulso Bajner M)

RISULTATO FINALE Reggiana-Bassano 1-1 (81′ Cesarini R, 92′ Maistrello B)

 

1. Venezia 20 11 6 3 26:16 39
2. Pordenone 20 11 5 4 34:22 38
3. Reggiana 20 11 4 5 26:18 37
4. Padova 20 10 6 4 29:19 36
5. Parma 20 10 6 4 30:21 36
6. Gubbio 20 11 1 8 25:21 34
7. Sambenedettese 20 8 7 5 26:22 31
8. Bassano 20 7 9 4 32:27 30
9. FeralpiSalò 20 8 5 7 26:21 29
10. AlbinoLeffe 20 6 8 6 22:21 26
11. Santarcangelo 20 5 9 6 20:21 24
12. Lumezzane 20 5 7 8 12:15 22
13. Südtirol 20 5 7 8 16:20 22
14. Maceratese 20 5 9 6 18:20 21
15. Ancona 20 4 8 8 15:23 20
16. Teramo 20 4 7 9 23:28 19
17. Forlì 20 4 7 9 20:30 19
18. Mantova 20 5 3 12 17:30 18
19. Modena 20 3 7 10 11:21 16
20. Fano 20 3 7 10 10:22 16

 

Giovedì 22 dicembre

RISULTATO FINALE Cosenza-Catanzaro 1-1 – 63′ Statella (Cs), 68′ Basrak (Ct)

RISULTATO FINALE Reggina-Fondi 2-1 – 41′ Coralli (R), 63′ Iadaresta (F), 79′ Bianchimano (R)

RISULTATO FINALE Siracusa-Messina 2-0 – 27′ Catania, 36′ Catania

RISULTATO FINALE Vibonese-Akragas 0-1 – 7′ Cochis

RISULTATO FINALE Virtus Francavilla-Paganese 2-0 – 55′ G. Abate, 93′ Pastore

RISULTATO FINALE Fidelis Andria-Foggia 1-1  – 36′ Agnelli

RISULTATO FINALE Lecce-Monopoli 3-3  – 30′ Tsonev (L), 38′ Montini (M), 42′ Montini (M), 47′ Mar. Mancosu (L), 55′ Caturano (L)

RISULTATO FINALE Casertana-Melfi 2-1 – 39′ Rajcic (C), 67′ Corado (C), 90′ De Vena (M)

RISULTATO FINALE Juve Stabia-Catania 4-0 – 7′ Izzillo, 29′ Izzillo, 39′ Ripa, 58′ Lisi

RISULTATO FINALE Matera-Taranto 2-0 – 45′ Casoli, 50′ Casoli

 

1. Matera 20 12 6 2 46:17 42
2. Lecce 20 11 7 2 36:19 40
3. Juve Stabia 20 12 4 4 37:17 40
4. Foggia 20 10 8 2 31:18 38
5. Virtus Francavilla 20 9 5 6 25:21 32
6. Cosenza 20 9 3 8 26:22 30
7. Andria 20 6 10 4 16:16 28
8. Siracusa 20 7 6 7 21:24 27
9. Catania 20 9 7 4 24:16 27
10. Monopoli 20 7 5 8 25:30 26
11. Fondi 20 6 9 5 29:23 26
12. Casertana 20 6 7 7 19:22 23
13. Paganese 20 6 4 10 22:25 22
14. Akragas 20 4 8 8 17:28 20
15. Taranto 20 4 7 9 16:23 19
16. Reggina 1914 20 3 9 8 19:30 18
17. Messina 20 4 6 10 17:28 18
18. Melfi 20 4 6 10 22:39 17
19. Catanzaro 20 3 7 10 16:29 16
20. Vibonese 20 3 6 11 9:26 15


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori