Moviola Serie A/ Visnadi: due simulazioni, due errori. Squalifica Lulic? Decisione ridicola (esclusiva)

- La Redazione

Moviola Serie A, intervista esclusiva con Gianni Visnadi: il direttore di Telenova analizza i principali episodi arbitrali andati in scena nella diciottesima giornata del campionato

Insignegol_Fiorentina
Lorenzo Insigne esulta dopo il gol alla Fiorentina (Foto LaPresse)

La Serie A ha chiuso il suo 2016 con la diciottesima giornata di campionato. Come da previsione la Juve va in vacanza con il primo posto e il titolo d’inverno in cassaforte. In classifica sono 4 i punti che separano i bianconeri dalla Roma, anche se quest’ultimi hanno una partita in più. In zona Champions seguono Napoli, Milan e Lazio mentre Torino, Atalanta, Inter e Fiorentina possono aspirare a un piazzamento per disputare le coppe. Per quel che riguarda la zona salvezza sembra delinearsi una corsa a 4 squadre: Crotone, Pescara, Palermo ed Empoli. La giornata di ieri ha proposto la vittoria della Roma (3-1 al Chievo) mentre il Toro di Mihajlovic è tornata al successo dopo 3 sconfitte di fila superando di misura il Genoa all’Olimpico (1-0). Gol e spettacolo nel frattempo al Franchi, dove Fiorentina e Napoli regalano ai presenti ben 6 gol (3-3). Pioggia di gol pure in Sardegna dove il Cagliari vince in rimonta sul Sassuolo (4-3). Pareggi invece tra Samp e Udinese (0-0) e tra Palermo e Pescara (1-1). Nei giorni precedenti, vittorie per Atalanta (2-1 sull’Empoli) e per l’Inter (3-0 sulla Lazio). Per analizzare al meglio le prestazioni degli arbitri in quest’ultima giornata del 2016 IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Gianni Visnadi, direttore di Telenova.

Buonasera, partirei dalla sfida del Franchi. Insigne era in fuorigioco prima di realizzare quel gran gol? Sì. Dal campo era difficile da vedere ma comunque la rete era da annullare. C’è la possibilità che il guardalinee sia stato ingannato dai vari giocatori che si frapponevano tra lui e appunto Insigne.  

Fine primo tempo, Kalinic simula piuttosto evidentemente ma non viene ammonito per la seconda volta, dunque espulso. Cos’è successo? Penso che Tagliavento non abbia valutato il movimento di Kalinic come simulazione. Rivedendo l’episodio, sembra chiaro però il tentativo di simulazione. Il giocatore andava certamente espulso.

A fine gara invece rigore per il Napoli. Decisione corretta? Sì. Salcedo interviene in maniera ingenua causando un rigore netto.

Passiamo all’Olimpico di Torino. Maresca ammonisce Belotti per simulazione ma il giocatore si lamenta molto… Quel cartellino giallo è assurdo. Il fallo non c’era ma l’attaccante si è tirato su dopo mezzo secondo. Non c’è stata simulazione.

Poche ore fa è arrivata la comunicazione della Figc in merito al caso Lulic-Rudiger. Il giocatore della Lazio è stato squalificato per 20 giorni, dunque salterà Lazio-Crotone del 6 gennaio. Che ne pensa? Questa per me è una decisione folle e assurda. E’ ignobile che sia stato squalificato per Natale e Santo Stefano. Già quando le sue frasi erano state valutate come lesive e non a sfondo razzista avevo immaginato che le pena non sarebbe stata esemplare ma così si è sfiorato il ridicolo. Questo è il calcio che fa ridere, anche se in verità questa è una decisione che fa piangere. Quello è un epiteto razzista, Lulic avrebbe meritato 1-2 mesi di squalifica così lui e nessun’altro avrebbero ripetuto frasi del genere.

(Francesco Davide Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori