DIRETTA / Pisa-Spezia (risultato finale 0-0) info streaming video e tv: pareggio senza reti! (20^giornata, oggi Serie B 2016)

- La Redazione

Diretta Pisa-Spezia: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Serie B è in programma sabato 24 dicembre 2016

ujkani_pisa_abbattista
Foto LaPresse

Pisa-Spezia termina con il risultato di 0-0. La partita è stata in equilibrio per quasi l’intera durata del match: nessuna delle due squadre è riuscita a prevalere sull’altra e il pareggio senza reti è la più logica conseguenza di quanto visto all’Arena Garibaldi di Pisa. Nel primo tempo parte leggermente meglio la squadra ospite, che al 30′ si fa notare con un tiro debole di Piccolo bloccato da Ujkani. Nella ripresa esce fuori anche il Pisa, che sfiora il gol per due volte su altrettante disattenzioni della difesa spezzina. Per due volte Eusepi approfitta delle dormite di Valentini e Terzi ma non riesce a superare Chichizola, bravo a rimediare gli errori dei compagni. Al 78′ brivido per Ujkani su un gran tiro di Migliore terminato fuori di poco. Al termine di 4′ di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro: un punto a testa per Pisa e Spezia. 

Quando siamo all’80’ di gioco il risultato di Pisa-Spezia è sempre di 0-0. In questo finale gli ospiti stanno spingendo al massimo alla ricerca del gol del vantaggio. Gli uomini di Di Carlo si rendono pericolosissimi con una bordata dalla distanza di Migliore: il pallone esce di pochissimo, sfiorando l’incrocio dei pali. La risposta del Pisa arriva in seguito a una clamorosa dormita della difesa spezzina. Su un lancio lungo dalle retrovie dei padroni di casa, Valentini si addormenta in area. Eusepi sbuca alle spalle dell’avversario e prova a intervenire: decisiva l’uscita di Chichizola. Ultime battute di gioco all’Arena Garibaldi.   

Quando siamo al 55′ di gioco il risultato di Pisa-Spezia è sempre di 0-0. Nella ripresa le due squadre sono rientrate in campo con gli stessi 22 del calcio d’inizio. Il Pisa, tuttavia, sembra esssere decisamente più aggressivo rispetto a quanto visto nel primo tempo. Esuberante sulla fascia sinistra Mannini: il capitano dei nerazzurri si è fatto apprezzare con un paio di iniziative sulla corsia mancina. Sempre da quell’out buono anche l’impatto di Peralta, che si è visto respingere di pugno da Chichizola un traversone insidioso. Lo Spezia si è fatto apprezzare al 51′ con un tiro di Pulzetti neutralizzato da Ujkani. Da segnalare il primo cambio speso da Gattuso: fuori il giovane Birindelli (promosso), dentro l’esperto Mudingaiy. 

All’intervallo il risultato di Pisa-Spezia è fermo sullo 0-0. Nel primo tempo non ci sono state palle gol di rilievo, né da una parte né dall’altra. Giusto un paio di iniziative da segnalare. Al 7′ il Pisa prova a rendersi pericoloso con una bordata da distanza siderale di Lazzari: pallone ampiamente sul fondo. Alla mezzora risponde lo Spezia con un’azione ben manovrata partita da Migliore sulla sinistra. Il traversone dell’esterno di Di Carlo arriva sui piedi di Piccolo che dal limite dell’area non riesce però ad imprimere la giusta forza al tiro: nessun problema per Ujkani. Gli ospiti hanno un gioco lento e prevedibile. Merito di un Pisa impreciso ma sicuramente molto ben organizzato in campo. Il grande merito dei toscani è quello di far giocare male gli avversari, sulla carta favoriti. Tre sono gli ammoniti: Terzi e Signorelli nello Spezia e Longhi nel Pisa. Primo tempo che si chiude senza gol. 

Quando siamo al 30′ di gioco il risultato di Pisa-Spezia è sempre di 0-0. La partita non riesce a decollare, con le due squadre che si stanno annullando a vicenda. I padroni di casa sono più imprecisi ma hanno il grande merito di far giocare male gli avversari. Lo Spezia cerca sempre di uscire palla al piede ma la manovra degli uomini di Di Carlo pecca di fluidità: merito dell’organizzazione dei toscani. Nel frattempo non ci sono palle gol, né da una parte né dall’altra. L’unico squillo degno di nota arriva al 30′: traversone di Migliore dalla sinistra, Granoche non schiaccia di testa. Il pallone arriva a Piccolo, che dal limtie dell’area lascia partire un destro, debole, facile preda di Ujkani. 

Quando siamo al 10′ di gioco il risultato di Pisa-Spezia è sempre di 0-0. Poche emozioni da segnalare all’Arena Garibaldi di Pisa. In avvio gli ospiti partono con il piglio giusto, con Granoche e Piu che cercano di mettere in difficoltà la retroguardia nerazzurra. Dall’altra parte il Pisa inizia a carburare dopo 5′ di apnea. Galubovic, uno dei più reattivi, scambia con Peralta. Quest’ultimo entra in area, cerca una finta di troppo e perde il controllo della sfera. Al 7′ da segnalare un tiro da distanza siderale di Lazzari terminata ampiamente sul fondo. Non si blocca il risultato tra Pisa e Spezia: ancora zero occasioni da gol. 

Prende il via Pisa-Spezia e, dunque, allArena Garibaldi viene inaugurata questa vigilia di Natale con una partita molto interessante. Abbiamo già presentato le due realtà e la situazione che stanno vivendo; il Pisa continua a vivere un momento di grande incertezza dal punto di vista societario (anche se la cessione è di fatto avvenuta) ma in campo sta mostrando di potersi giocare una posizione utile per i playoff, un traguardo che lo Spezia punta da anni ma che è riuscito a centrare solo una volta. Ci attende una gran bella partita, difficile che latmosfera natalizia in campo sia già tale da condizionare le due squadre in campo; a proposito andiamo a vedere quali sono le formazioni ufficiali della partita, il calcio dinizio è alle ore 12:30. Ujkani; S. BirindellI, Del Fabro, Fautario, Longhi; Golubovic, Verna; Mannini, Peralta, A. Lazzari; M. Gatto. Allenatore: Gennaro Gattuso. Chichizola; De Col, Terzi, Valentini, Migliore; Pulzetti, Signorelli, Vignali; A. Piccolo, Piu, Granoche. Allenatore: Domenico Di Carlo. 

In vista dellattesa sfida tra Pisa e Spezia, il centrocampista degli Aquilotti Luca Vignali ha incontrato i giornalisti nella conferenza stampa di lunedì. Il ventenne cresciuto nel vivaio è partito dalla partita precedente, che ha visto lo Spezia superare un avversario ostico come il Perugia ed avvicinarsi a meno 1 dalla zona playoff: Contro il Perugia abbiamo ottenuto una vittoria importantissima, soprattutto perchè arrivata dopo la sconfitta di Ferrara che ci aveva lasciato l’amaro in bocca; tre punti che ci permettono di rimanere attaccati al treno playoff e che fanno benissimo al morale, dandoci la spinta giusta per affrontare le ultime due gare del girone d’andata. Vigilai ha poi sottolineato limportanza della doppietta di Pablo Granoche, i cui gol saranno fondamentali per alimentare le speranze dello Spezia. Il ragazzo ha poi parlato anche del proprio utilizzo in campo: Cerco di farmi trovare pronto per aiutare la squadra, indipendentemente dalla posizione che devo andare ad occupare in campo; rispetto all’anno scorso qualche inserimento in meno, ma per segnare è importante appoggiare la manovra con più giocatori e sto cercando di lavorare per essere più pericoloso in zona gol. Vignali ha invitato i compagni a non sottovalutare il Pisa, che cercherà il successo a prescindere dai suoi problemi extra campo. Dichiarazioni tratte dal sito internet ufficiale www.acspezia.com. 

La partita delle ore 12:30 tra Pisa e Spezia verrà diretta dallarbitro Gianluca Manganiello, che ha da poco compiuto 35 anni (è nato il 28 novembre 1981). A completare la squadra disciplinare per questo match sono i guardalinee Citro e Gori e il quarto uomo Chiffi. In carriera larbitro Manganiello ha diretto oltre 80 partite in Serie B ed anche 5 in Serie A. Questanno il fischietto piemontese, nato a Pinerolo in provincia di Torino, è stato selezionato per dirigere Pescara-Chievo, match della settima giornata terminato 0-2 in favore degli ospiti, e Genoa-Udinese 1-1 del turno numero 12. Relativamente allattuale campionato di Serie B invece, Manganiello ha già diretto una volta il Pisa e in due occasioni lo Spezia. Il precedente con i nerazzurri toscani è relativo allundicesima giornata, in cui la squadra di Gattuso ha fermato lHellas Verona pareggiando 0-0 allArena Garibaldi. Per lo Spezia invece doppia vittoria di misura con Manganiello a dirigere: quella del sesto turno sul Novara e quella del 19 novembre (quindicesimo turno) ai danni del Cesena, sempre per 1-0. Ma non solo: Manganiello ha incrociato il destino degli Aquilotti anche nel secondo turno preliminare di Coppa Italia, disputato il 6 agosto. Risultato finale? Altro 1-0, vittima di turno il Modena. Se 3 indizi fanno una prova, potremmo già avere unidea su come finirà questo Pisa-Spezia 

Pisa e Spezia si sfideranno per la ventesima giornata di Serie B, andiamo a vedere quali saranno i bomber che scenderanno in campo nell’anticipo dell’ora di pranzo. Partiamo dai padroni di casa, con mister Gattuso che si affiderà come sempre ad Umberto Eusepi: la punta centrale ha siglato tre gol in questa stagione con la maglia del Pisa sulle sette complessive siglate dalla sua squadra quindi avrà una percentuale di realizzazione pari al 42.9%. Due gli assist collezionati dall’attaccante, quindi la percentuale di partecipazione ai gol sale fino al 71.4%. Passiamo allo Spezia, con bomber Nenè pronto a lasciare il segno in questa delicata trasferta. L’attaccante brasiliano ha segnato quattro gol con la maglia dello Spezia in questa prima parte di stagione, con una percentuale di realizzazione pari al 23.5% considerando che i gol complessivi segnati dalla sua squadra in questo campionato cadetto sono stati diciassette.

, diretta dall’arbitro Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo, sabato 24 dicembre 2016 alle ore 12.30 sarà l’anticipo che aprirà ufficialmente il turno pre-natalizio del campionato di Serie B. Penultima giornata del girone di ritorno con i nerazzurri ancora impelagati in zona play out ed i liguri invece ad una sola lunghezza dai play off. Lo Spezia si aspettava probabilmente un girone d’andata migliore, visto che da tre stagioni rincorrere quello che sarebbe lo storico salto in Serie A, ma la continuità non è stata quella dei tempi migliori.

Dopo la sconfitta di Ferrara sul campo della Spal, i bianconeri hanno saputo almeno opporre una grande reazione andando a vincere in rimonta in casa contro il Perugia grazie ad una doppietta di Granoche. I toscani allenati da Gattuso sono caduti di nuovo sul campo del Cittadella, restando di nuovo a secco in avanti. Un dato particolarmente pesante visto che i nerazzurri hanno segnato finora solamente sette gol in diciannove partite.

Dopo una partenza che era riuscita a consolare i tifosi riguardo la grave crisi societaria che il Pisa sta attraversando, la squadra anche a causa dell’assenza di ricambi si è ritrovata sempre più in difficoltà. Ora c’è da ricercare una difficile salvezza, ma sarà difficile pensare ad un Pisa attivo sul mercato a gennaio se la proprietà non troverà una svolta al più presto, coi tifosi costantemente sul piede di guerra e la squadra sempre incerta sul suo futuro. Assieme a quella del Benevento quella pisana è anche la miglior difesa del campionato, ma se l’attacco non riuscirà a sbloccarsi sarà difficile tornare agli standard di risultati di inizio stagione per i ragazzi di Gattuso. 

Allo stadio Arena Garibaldi saranno queste le probabili formazioni che si confronteranno nel lunch match della vigilia di Natale: il kosovaro Ujkani difenderà la porta nerazzurra, col serbo Golubovic che avrà compiti da terzino destro e Longhi da terzino sinistro, con Lisuzzo e Del Fabro che giocheranno invece al centro della difesa. Sanseverino, Mannini e Verna a centrocampo saranno nel terzetto titolare, con l’argentino Peralta che completerà il tridente offensivo assieme a Montella e all’albanese Cani.

Risponderà lo Spezia con il numero uno argentino Chichizola alle spalle di Terzi e Valentini difensori centrali nella difesa a quattro con De Col chiamato a presidiare la fascia destra e Migliore impiegato come esterno mancino. Vignali, Maggiore e Pulzetti comporranno il terzetto di centrocampo, nel tridente offensivo ci sarà invece spazio per Piccolo, Piu e per il ‘Diablo’ Granoche, l’attaccante uruguaiano che con la sua doppietta sabato scorso ha permesso allo Spezia di fare bottino pieno in casa contro il Perugia.

Più che questione di modulo sarà questione di motivazioni, con Gattuso che nelle ultime settimane ha fatto più che altro di necessità virtù riguardo la squadra da schierare, col suo 4-3-3 che si è adattato alle evenienze. Di sicuro i nerazzurri sperano che possa andare in porto la trattativa col nuovo proprietario Corrado, in grado di dare un futuro a una società che ha passato davvero moltissime traversie nell’ultimo periodo. 4-3-3 anche per lo Spezia di Di Carlo che non ha mai perso la fiducia nel suo allenatore, anche quando i risultati sono stati ben lontani dal livello che i tifosi speravano di raggiungere ad inizio stagione.

La squadra ora è in ripresa e spera di recuperare in zona play off, ma evidentemente è sul tasto della continuità che il tecnico ciociaro dovrà battere per riuscire a presentarsi per il terzo anno consecutivo ai nastri di partenza dei play off. In questo senso la sfida di Pisa sarà per i liguri un crocevia importantissimo.

I bookmaker vedono il Pisa sfavorito nonostante il fattore campo, con la situazione dei nerazzurri che si sta facendo sempre più difficile, settimana dopo settimana, a causa dei problemi societari. Betfair quota 3.60 l’affermazione interna della squadra di Gattuso, mentre il pareggio viene offerto ad una quota di 2.90 da Unibet e la vittoria esterna invece ad una quota di 2.38 da William Hill.

Sui canali 201, 206 e 251 di Sky (ovvero Sky Sport 1 HD, Sky Super Calcio HD e Sky Calcio 1 HD) si potrà seguire in diretta tv e in esclusiva riservata agli abbonati Sky, Pisa-Spezia, sabato 24 dicembre 2016 alle ore 12.30. Il lunch match si potrà seguire anche in diretta streaming video, collegandosi sul sito skygo.sky.it. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori