Diretta / Novara-Carpi (risultato finale 2-1), info streaming video e tv: Boscaglia chiude l’anno con i 3 punti! (Serie B 2016, oggi)

- La Redazione

Diretta Novara-Carpi: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live. La partita della 21^ giornata di serie B è in programma oggi 30 dicembre 2016.

Boscaglia_Novara_rimessa
Diretta Novara Spezia (Foto LaPresse)

Novara-Carpi termina 2-1 al Piola e l’ultima sfida del 2016 è dunque fruttuosa per Boscaglia e i suoi, che frenano la corsa del Carpi e ottengono la terza vittoria consecutiva tra le mura amiche, cementando una tranquilla posizione di metà classifica, con vista playoff. Nel finale in campo anche Bolzoni e Bianco, sostituzioni che però – al pari delle altre 4 – non influiscono sull’andamento della partita. A differenza di quanto visto nella prima frazione, poca pericolosità per gli ospiti dal rientro in campo fino all’ultimo dei 4 minuti di recupero: punizioni (una ben calciata ma troppo alta di Lasagna, al minuto 86) e calci d’angolo in serie per i biancorossi ma poca efficacia, con Mantovani & co bravi a sigillare la porta di Benedettini. Sipario con sconfitta dunque per Castori, che per coltivare sogni di Serie A dovrà ripartire nel 2017 con altro ritmo e altra verve offensiva. Per entrambe, appuntamento al 21 di gennaio, dopo una sosta di tre settimane del campionato.

Novara-Carpi 2-1 quando siamo entrati negli ultimi e decisivi minuti del match allo stadio Piola: azzurri sempre avanti con il minimo scarto sugli emiliani e primi cambi da parte dei due tecnici, con Kupisz per Sansone da una parte e Poli per Struna dall’altra. Dentro anche Macheda (alla prima davanti al nuovo pubblico) per i padroni di casa, al posto di Galabinov; Concas per Crimi nel Carpi. Nessuna vera e nitida occasione da gol invece in questo spezzone di match, nel quale le difese – con Romagnoli e Mantovani tra i migliori in campo – hanno decisamente messo la museruola ai rispettivi attacchi. Da sottolineare anche l’ottima prestazione di Benedettini, portiere classe 1995 dei piemontesi, sempre attento e preciso nei suoi interventi. Unico brivido: poco prima di uscire, Sansone è stato atterrato da Lollo all’ingresso in area di rigore; ci stava certamente (almeno) la punizione, Marinelli invece, sbagliando, ha lasciato correre. Ed ora gran finale!

ripartita senza modifiche dei due allenatori alle formazioni iniziali, con la squadra di Boscaglia a gestire il 2-1 maturato nella prima frazione. Buon avvio-bis per Lollo in mezzo al campo, con un paio di azioni fermate con le cattive da Viola (ammonito) e Casarini; il centrocampista di Castori ha poi illuminato la scena con un gran lancio per Lasagna, messo in porta dall’assist. Decisivo stavolta Benedettini, con uscita al limite dell’area e respinta sul tentativo di pallonetto della punta, a salvare la propria porta. La contesa resta in totale equilibrio, aperta a ogni soluzione e con il Carpi nuovamente – come nel primo tempo – più continuo e deciso nella proposizione del gioco. Il Novara si difende, anche piuttosto basso, tentando di azionare Galabinov e Sansone in velocità. Per il momento tanto basta ai piemontesi, anche se Di Gaudio e compagni hanno idee diverse per questa ripresa!

Novara-Carpi 2-1 a fine primo tempo, padroni di casa abbastanza casualmente avanti al riposo: vantaggio costruito nel giro di un paio di minuti e dopo tanta sofferenza nei primi 30′ di gioco, con due calci di punizione trasformati alla grande da Galabinov prima e Sansone poi. Carpi sfortunato e incapace di concretizzare una superiorità parsa a tratti evidente: imprendibile Di Gaudio, bene anche Bifulco sull’altra fascia; il centrocampista in prestito dal Napoli non è stato abbastanza freddo nel finale, ben servito in area avversaria, andando al tiro al volo con il destro ma mettendo la palla a lato. L’unico sigillo resta quello del momentaneo vantaggio per la banda-Castori, a firma Lasagna. Partita piuttosto nervosa, tanti falli e già 4 ammoniti: ci aspettiamo un secondo tempo di fuoco… nonostante il gelo di Novara!

Novara-Carpi 2-1 alla mezzora del primo tempo in questo anticipo pomeridiano dell’ultimo turno del 2016 di Serie B, scosso al quarto d’ora da un episodio controverso: palla rubata da Di Gaudio a Dickmann, volata in velocità verso l’area e ingresso nella zona “calda”, tuffo del numero 11 ospite. Il tutto è stato valutato dall’arbitro come simulazione, plateale e meritevole di cartellno giallo. Decisione condivisibile. Il crescendo degli ospiti ha però portato proprio Di Gaudio vicinissimo al gol al minuto 22 e all’assist decisivo pochi istanti dopo: prima un tap in fuori, dopo parata di Benedettini su Struna, poi il pallone offerto a Lasagna, per il gol del vantaggio del Carpi. Bel sinistro in diagonale della punta di Castori, prima di un doppio colpo da KO del Novara! Ci hanno pensato Galabinov e Sansone, con due bellissimi gol su calcio piazzato – destro e sinistro, per non farsi mancare nulla – a togliere Boscaglia dall’angolo e ribaltare letteralmente la partita! Per ora ci stiamo divertendo, bella sfida quella del Piola!

iniziata con i padroni di casa a cercare di condurre le danze ed il Carpi piuttosto aggressivo in mezzo al campo, in particolare con la pressione alta di Lollo su Viola, cuore del gioco di Boscaglia. Prime occasioni a firma Faragò e Lasagna: per il centrocampista del Novara tiro-cross intercettato facilmente da Belec sul primo palo; per la punta di Castori tiro pretenzioso e impreciso con il mancino, traiettoria larga e troppo alta, palla sul fondo. Poi ancora Lasagna, al minuto 6, protagonista: sinistro a giro su punizione per lui, buona risposta di Benedettini che blocca a terra. Sta costantemente salendo di tono la prova degli ospiti, pericolosi anche con Struna all’8, dopo un disimpegno sbagliato di Scognamiglio. E’ arrivata anche la prima sanzione dell’arbitro del match, Marinelli, che ha ammonito Faragò per un fallo su Crimi. Si resta per ora sul pari senza gol, sfida aperta al Piola!

Tutto pronto allo stadio Silvio Piola di Novara, per la sfida di Serie B tra i piemontesi padroni di casa ed il Carpi. Vediamo di seguito le formazioni ufficiali della partita, con le scelte dei due allenatori per i rispettivi undici titolari: tutto confermato per quanto riguarda il Novara, nel Carpi invece la novità è il diciannovenne Alfredo Bifulco, titolare sulla fascia destra a scapito del difensore Poli (Letizia parte quindi nel pacchetto arretrato). 22 Benedettini; 2 Troest, 3 A.Mantovani, 6 Scognamiglio; 24 Dickmann, 8 Faragò, 4 N.Viola, 5 Casarini, 27 Calderoni; 18 G.Sansone, 16 Galabinov In panchina: 31 Pacini, 9 Di Mariano, 10 Macheda, 19 Bolzoni, 20 Kupisz, 23 Adorna, 30 Koch, 32 Lukanovic, 33 Romagna Allenatore: Roberto Boscaglia 12 Belec; 5 Struna, 21 S.Romagnoli, 6 Gagliolo, 3 Letizia; 14 Bifulco, 24 M.Mbaye, 17 Crimi, 11 Di Gaudio; 20 Lollo; 15 Lasagna In panchina: 18 Monticò, 7 Concas, 8 Bianco, 10 Catellani, 13 F.Poli, 16 Jako, 26 De Marchi, 30 Mezzoni Allenatore: Fabrizio Castori Arbitro: Livio Marinelli (sezione di Tivoli)

Sono davvero pochi i risultati recenti nello storico di Novara-Carpi, uno dei match più attesi di questo turno di Serie B e che vede opposte due formazioni che possono dire la loro in chiave promozione. La squadra piemontese e quella emiliana sono due ottime formazioni e che hanno elementi in grado di fare la differenza: solamente 2 i precedenti recenti ed entrambi della stagione 2013-2014, del campionato cadetto. Una vittoria a testa e dunque grande equilibrio, anche se in questa stagione entrambe hanno bisogno di punti per la zona spareggi. L’ultima gara giocata a Novara fu decisa da una rete di Buzzegoli che regalò la vittoria ai piemontesi di casa per 1 a 0: allandata in casa emiliana il risultato cambiò poco visto che si attestò per i padroni di casa sull1 a 0  grazie a una magia di Sgrigna al 35 minuto.

Quali saranno i migliori giocatori che scenderanno in campo per Novara-Carpi? Per quanto riguarda il reparto avanzato non si può non nominare Galabinov, attaccante classe ’88 del Novara che ha disputato quattro gol in questo campionato disputando sedici partite ma contribuendo in maniera significativa al buon rendimento della sua squadra. Galabinov milita nel Novara dal 2015, prima ha vestito le maglie di Livorno e Avellino in Serie B e quella del Gubbio in Lega Pro. A centrocampo non ci sono giocatori che si sono particolarmente messi in mostra delle due formazioni, per la difesa invece il migliore è senza dubbio Letizia del Carpi. Il difesnore classe ’90 ha disputato diciassette partite in stagione, rimediando sei ammonizioni che gli hanno fatto scontare anche il turno di squalifica. Letizia ha militato nel Carpi anche in Serie A nella scorsa stagione, mettendo a segno anche una rete.

Sebbene il Carpi, atteso in campo oggi contro il Novara, abbia più punti e una posizione migliore nella graduatoria del campionato cadetto, nelle statistiche appare meno efficace che nel risultato finale. La formazione piemontese, nel confronto dei dati medi a partita infatti registra a suo favore un maggior livello di possesso palla, con una percentuale di 55%, contro il 45% degli emiliani. Sempre dei novaresi una maggior numeri di palle giocate un maggior indice di pericolosità, dove i piemontesi registrano il 49,4 % contro il 39,3 % del Carpi di Castori. Sempre per i colori gaudenziani anche i principali recordman nel confronto diretto di questo pomeriggio: tra le file del Novara troviamo infatti il miglior assistman, ovvero Calderoni a quota 29 passaggi, oltre che il maggior numero di assist vincenti, messo a segno da Galabinov con 4. Sempre piemontese il maggior numero di tiri, segnati da Sansone, con 55, mentre a favore del Carpo vi è la classifica delle reti con gli otto gol segnati finora Kevin Lasagna.

Per il match tra Novara e Carpi il pronostico appare largamente favorevole alla formazione di casa, sebbene lattuale classifica al momento non premi eccessivamente la formazione piemontese. Per il portale di scommesse sportive bet365 il successo del Novara è infatti stato fissato a 2.37, contro la quota di 3.25 data ai biancorossi, con il pareggio valutato a 3.00. Per la doppia chance ricordiamo che il successo dei padroni di casa o lX è stato valutato a 1.35, la vittoria degli emiliani o il pareggio è stata quotata a 1.60, mentre laffermazione di una delle due formazioni è stata data a 1.40. I primi 45 minuti dellincontro comunque sembrano improntati a grande equilibrio visto che lesito 1X2 per il primo tempo vede proprio il pari tra esiti più pronosticati, e fissato a 2.05, con il vantaggio del Novara dato a 3.20 e quello del Carpi quotato invece a 3.60. Non a caso il tempo con più gol al momento appare proprio il secondo, quotato a 2.10, contro i primi 45 minuti valutati a 3.20, con il pari valutato in questo caso a 3.25.

La partita della ventunesima giornata tra Novara e Carpi verrà diretta dallarbitro Livio Marinelli, trentaduenne della sezione AIA di Tivoli nato il 6 novembre 1984. Il direttore di gara laziale è sceso in campo già 7 volte in questo campionato di Serie B, debuttando alla prima giornata in occasione di Bari-Cittadella: un battesimo di fuoco per Marinelli che al San Nicola estrasse 7 cartellini gialli e 1 rosso, al centrocampista barese Romizi per somma dammonizioni; decretò inoltre un calcio di rigore che portò al gol del Bari. Anche lultima partita diretta dallarbitro Marinelli, Ascoli-Latina del 10 dicembre, ha riservato qualche straordinario: 2 espulsioni per cartellino rosso diretto, allindirizzo dei giocatori pontini Coppola e Rocca, e il calcio di rigore assegnato allAscoli e sbagliato da Cacia (parata del portiere Pinsglio). Per Marinelli la sfida odierna tra Novara e Carpi rappresenta il primo incrocio con entrambe le squadre: da segnalare che finora, nelle 7 sfide arbitrate da lui, solo una volta ha vinto la squadra di casa; è successo il 24 settembre quando la Salernitana si è imposta sul Trapani per 2-0, nelle altre occasioni invece 4 pareggi e 2 successi esterni. I guardalinee di Novara-Carpi saranno i signori Chiocchi e Tardino, il quarto uomo il signor Manganiello.

Dallarbitro Livio Marinelli, è la partita in programma oggi venerdi 30 dicembre 2016 alle ore 17.30 al Silvio Piola, valida per la 21^ giornata del campionato di Serie B. Con il pesante K.O. patito sul campo dell’Entella, 4-1 il punteggio a favore dei liguri, il Novara ha spezzato un periodo positivo che durava dal mese di novembre costituito da 4 risultati utili di fila.

La squadra di Boscaglia è andata sotto 3-0 già nel primo tempo e si può dire non sia mai stata in partita, nonostante la carica e le raccomandazioni dell’allenatore fossero state evidenti alla vigilia. Un eccesso di entusiasmo, unito a qualche assenza in campo, è stata probabilmente la principale causa di una débâcle che i tifosi hanno trovato quanto mai inaspettata date le premesse.

Ai piemontesi, che conservano comunque qualche punto di vantaggio dalla zona calda, basterebbe comunque un pari contro il Carpi per chiudere questo girone di andata in una posizione tranquilla e per godersi la sosta. Il 2016 è stato sicuramente un anno positivo per la società piemontese, che è arrivata fino alle semifinali degli scorsi play-off di B ed ha costruito una squadra sulle basi di quella dello scorso anno nonostante le inevitabili partenze estive. 

Dall’altra parte in questa delicata sfida troviamo il Carpi di mister Castori, che con i suoi 5 risultati utili di fila nel mese di dicembre si è rilanciata per la corsa alla promozione diretta dopo un periodo di appannamento a novembre. Gli emiliani, che hanno confermato quasi in blocco la squadra che si è giocata la salvezza in Serie A dignitosamente nella passata stagione, hanno giocato un girone di andata mantenendo le aspettative della piazza; l’ambiente, infatti, pur conoscendo il valore dell’organico, sapeva che sarebbe stato più difficile fare un campionato da protagonista rispetto a quello di due anni fa in cui la squadra cavalcò da matricola fino alla Serie A.

Le pressioni della squadra da battere e della favorita hanno talvolta condizionato le prestazioni del gruppo di Castori, il quale comunque è stato più che capace nel difficile compito di dare motivazioni e sicurezze alla sua squadra. Con i suoi 32 punti in classifica, il Carpi staziona al momento al quinto posto della classifica, e con una vittoria potrebbe agganciare la Spal al terzo posto. 

Per quanto concerne le probabili formazioni, il tecnico del Novara Boscaglia potrebbe operare alcuni cambi rispetto alla squadra uscita battuta dal campo dell’Entella. Se appare certa la conferma del 3-5-2, infatti, ci saranno probabili ritocchi a centrocampo con Adorjan che lascerà il posto a Selasi, con Viola e Faragò a completare il pacchetto della mediana. In difesa l’unico dubbio riguarda la presenza in campo di Romagna, che potrebbe infatti lasciare il posto nuovamente a Troest accanto a Mantovani e Scognamiglio. In attaco, invece, scalpita il neo-acquisto Macheda per trovare posto accanto a Galabinov.

Nel Carpi, invece, possibile conferma del 4-3-3 per Castori, dati i buoni riscontri ottenuti contro il Verona. In difesa soltanto un dubbio per il tecnico emiliano, che infatti potrebbe rilanciare Blanchard dal primo minuto al posto di Struna. A centrocampo è ballottaggio Lollo-Mbaye per un posto accanto a Crimi e Bianco, mentre in avanti quasi sicura la presenza di Lasagna, Di Gaudio e Catellani a comporre il tridente. Spazio, come al solito a partita in corso, per il bomber Gianmario Comi e Catellani, due riserve di lusso per questa categoria.

Partiamo proprio dal Carpi per l’analisi tecnica di questa gara: come già anticipato, sono molte le differenze fra questo Carpi e quello vittorioso del campionato 14/15. In quell’anno la squadra di Castori riuscì a fare una vera e propria cavalcata trionfale verso la massima serie grazie ad una squadra giovane ed organizzata, che viaggiò sulle ali dell’entusiasmo per tutto il girone di ritorno. Quest’anno la situazione è totalmente cambiata con la retrocessione dalla Serie A, e la squadra ha dovuto vestire i panni della squadra da battere per fare il campionato che le compete dal punto di vista tecnico.

La società ha fatto valutazioni oculate e perciò ha rinforzato la squadra con elementi di categoria e giocatori utilissimi a partita in corso, e puntualmente la squadra si è saputa tenere ad alti livelli sin dalle prime giornate. Il campionato del Novara, invece, è sicuramente al di sotto degli standard a cui la squadra aveva abituato nello scorso anno, ma la situazione non è mai sfuggita di mano all’allenatore e la squadra non ha mai navigato in acque pericolose. 

Match molto difficile da analizzare questo Novara-Carpi in sede di pronostico; SNAI, infatti, si mantiene su quote equilibrate con un 3,00 per i segni 2 e X a fronte di un 2,55 per il segno 1. Ricordiamo infine che il match tra Novara e Carpi, come tutto gli incontri del campionato di Serie B sarà trasmesso in diretta tv sulla piattaforma satellitare di Sky: la partita sarà quindi trasmessa sul canale SkySuperCalcio e Sky Calcio, disponibili rispettivamente ai numeri 2016 e 251 del telecomando del tv pay-per view. Sarà altresi confermata anche la diretta streaming video dellincontro tramite lapplicazione Sky Go, riservata agli abbonati.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori