RISULTATI LEGA PRO/ Classifica aggiornata e livescore in diretta: Alessandria, prima sconfitta! Gironi A, B (oggi 30 dicembre 2016, 21^ giornata)

- La Redazione

Risultati Lega Pro, 21^ giornata: livescore in diretta e classifica aggiornata dei gironi A, B e C. Seconda di ritorno e ultimo turno prima del nuovo anno: sono 30 le partite in programma

matera_formazione
Diretta Matera Siracusa (Foto LaPresse)

Finale col botto nella ventunesima giornata di Lega Pro: lultimo dei risultati è anche il più sorprendente, perlomeno numericamente perché si tratta della prima sconfitta stagionale dellAlessandria. I piemontesi di mister Piero Braglia sono usciti sconfitti dallo stadio Armando Picchi, contro un Livorno che si conferma in ottima forma fisica e mentale (12 risultati utili di fila) e al terzo posto nel girone A. Eppure era stata lAlessandria a portarsi in vantaggio, ma al gol di Marras ha replicato sempre nel primo tempo il livornese Cellini. Che ad inizio ripresa ha messo dentro anche il gol del raddoppio, risultato poi decisivo per le sorti del match. Si riapre quindi la corsa alla prima posizione nel girone A, con il campionato di Lega Pro lappuntamento è per il week-end tra sabato 21 e domenica 22 gennaio 2017: adesso tre settimane di pausa e tutti a ricaricare le pile. 

Altri due risultati finali sono appena giunti dalla ventunesima giornata di Lega Pro, dal momento che sono appena finite le partite che erano in programma alle ore 18.30 nel girone B. Non ci sono state a dire il vero grandissime emozioni in termini di gol segnati, ma non mancheranno i riflessi sulla classifica, in particolare a causa della frenata della Reggiana che infatti è imbattuta in uno stop sul campo dellAncona, che è uscita vittoriosa di una partita di grande blasone con il punteggio di 1-0. Un solo gol anche in Santarcangelo-Fano, quello che proprio nei minuti di recupero ha dato una significativa vittoria ai romagnoli padroni di casa (1-0), lasciando invece i marchigiani desolatamente da soli allultimo posto della classifica del gruppo. Adesso però ci attende il gran finale, cioè quello che probabilmente è il big-match della giornata che chiude lanno solare 2016 della Lega Pro: in prima serata infatti avremo alle ore 20.45 Livorno-Alessandria per il girone A, sfida fra squadre di grande blasone. Lo spettacolo dunque può continuare!

Altri cinque risultati finali per la ventunesima giornata di Lega Pro, dal momento che sono appena finite le partite che erano in programma alle ore 16.30 fra il girone A e il girone B. Iniziamo proprio da questultimo, che aveva in programma un solo incontro, ma decisamente importante: infatti il Venezia, grazie alla vittoria per 3-1 contro il Mantova, torna immediatamente in testa alla classifica del raggruppamento, che per sole due ore era stata conquistata dal Pordenone. Nel girone A invece la Cremonese prova ad avvicinarsi alla vetta avendo vinto per 0-2 il derby lombardo sul campo del Renate. Nei piani alti avanza a grandi passi anche lArezzo, che ha vinto per 2-1 un altro derby regionale, quello toscano con la Carrarese. Pareggio per 2-2 anche fra Pontedera e Como, mentre finisce in parità ma a reti bianche (0-0) il match fra il Prato e la Racing Roma. Questo ricchissimo venerdì con la Lega Pro prosegue però ancora, perché alle ore 18.30 avranno inizio altre due partite, entrambe nel girone B: si tratta di Ancona-Reggiana e Santarcangelo-Fano. Infine, in prima serata avremo alle ore 20.45 Livorno-Alessandria per il girone A.

Pioggia di risultati finali per la ventunesima giornata di Lega Pro, dal momento che sono appena finite le nove partite che erano in programma alle ore 14.30 fra il girone A e il girone B. Nel primo gruppo abbiamo avuto le vittorie del Siena sul campo della Giana Erminio (2-3) e della Viterbese in casa contro il Tuttocuoio (2-0), mentre Lupa Roma e Piacenza hanno pareggiato per 1-1. Nel girone B naturalmente spicca la vittoria per 5-0 del Pordenone sul Forlì, anche perché almeno per qualche ora i friulani saranno capolista solitaria in classifica; importanti vittorie esterne per Padova e Parma, rispettivamente sui campi di AlbinoLeffe (0-3) e Lumezzane (0-2). Colpo esterno anche per la Maceratese sul campo della Sambenedettese nel derby marchigiano (0-1), vince in casa invece il Bassano contro il Teramo (2-1). Infine ecco il pareggio fra Sudtirol e Gubbio per 2-2. Questo ricchissimo venerdì con la Lega Pro prosegue però sempre a ritmi altissimi, perché alle ore 16.30 avranno inizio altre cinque partite: nel girone A avremo Arezzo-Carrarese, Pontedera-Como, Prato-Racing Roma e Renate-Cremonese, mentre per il girone B sarà la volta di Venezia-Mantova.

Fra pochi minuti avranno inizio le nove partite previste alle ore 14.30 per la ventunesima giornata di Lega Pro. Tuttavia nellattesa facciamo un breve salto al big-match di questa sera. LAlessandria, come già detto, gioca oggi su uno dei campi più difficili di tutta la Lega Pro: quello del Livorno. LArmando Picchi non è soltanto uno stadio nel quale nessuno ha ancora vinto (6 vittorie e 5 pareggi per gli amaranto); è anche un campo dove il Livorno ha subito solo 7 reti nelle 10 partite giocate, e casa di una squadra che in termini assoluti non perde una partita dal 16 ottobre (0-1 a Siena) e dunque è imbattuta da oltre due mesi. Per il Livorno in questo periodo i punti conquistati sono stati 25; ne ha recuperati 3 alla Cremonese e ha tenuto lo stesso passo dellAlessandria di cui sopra. I punti di ritardo dalla capolista sono 11; ancora unenormità, e anche in caso di vittoria odierna la squadra allenata da Claudio Foscarini sarebbe ben staccata dalla vetta e dalla promozione diretta. Tuttavia le cose potrebbero iniziare a cambiare: intanto il Livorno, qualora la Cremonese dovesse perdere a Renate, potrebbe trovarsi secondo in classifica diventando così il principale antagonista dei grigi, e poi costringerebbe Piero Braglia alla prima sconfitta del suo campionato, minando forse qualche certezza allinterno di una squadra che sta volando e non conosce soste. Si vedrà; di sicuro il Livorno è, capolista a parte, la squadra più in forma del girone A e sta dimostrando di essere una seria candidata al passaggio di Serie, salendo nel torneo cadetto che ha abbandonato la scorsa estate.

Pordenone e Venezia si marcano stretto nel girone B di Lega Pro, e luna è fortemente interessata ai risultati dellaltra. Nelle ultime giornate le due squadre sembrano marcarsi talmente bene da ricalcare i risultati quasi con esattezza: è stato così negli ultimi tre turni. A metà dicembre il Venezia ha vinto in casa dellAlbinoLeffe e il Pordenone ha vinto sul campo della FeralpiSalò; la settimana seguente i lagunari sono stati fermati in casa dalla Maceratese (pirotecnico 3-3) ma i friulani non ne hanno approfittato, pareggiando per 1-1 al Bottecchia contro la Sambenedettese. Lo scorso venerdì poi il Venezia è caduto per la prima volta dopo un mese, battuto clamorosamente a Forlì: per il Pordenone unoccasione doro per riprendersi la vetta, eppure i neroverdi hanno perso a Gubbio (con risultato identico, 0-1) rimanendo in seconda posizione. Qualche squadra ne ha approfittato? No, perchè la prima delle inseguitrici – la Reggiana – ha fatto ancora peggio in queste tre giornate, raccogliendo un pareggio (contro il Bassano) dopo aver vinto quattro partite consecutive. Certo Parma e Padova si sono fatte sotto, ma Venezia e Pordenone restano prima e seconda nonostante il punto nelle ultime due; di sicuro però questo girone B di Lega Pro ci regalerà altre emozioni come si è già visto lungo tutto il corso delle 19 giornate di andata.

Il Padova è una delle squadre impegnate oggi in Lega Pro: tra i risultati della ventunesima giornata attenzione a quello dei biancoscudati, che vanno a giocare sul campo dellAlbinoLeffe e potrebbero, con una vittoria, portarsi addirittura in testa al girone B. Il Padova ha dimostrato di saper credere nel progetto: dopo otto giornate di campionato la squadra, partita con il chiaro intento di rimanere nelle prime posizioni della classifica, era undicesima e aveva vinto soltanto due volte, perdendo in altrettanti frangenti ma soprattutto non segnando in ben tre occasioni, pareggiando per due volte consecutive contro Mantova e Teramo (ovvero squadre che giocano per la salvezza). Rinnovata la fiducia a Oscar Brevi, il vento è girato subito dopo: tre vittorie consecutive contro Reggiana, Santarcangelo e Modena e da lì altre cinque affermazioni nelle successive nove giornate, perdendo soltanto a Bassano e in casa contro il Pordenone (rocambolesco 3-4) che peraltro erano prime in classifica nel momento dellincrocio. Adesso il Padova è una delle squadre più in forma del girone B, se non altro insieme al Parma con cui per di più condivide la posizione in classifica; un altro sforzo potrebbe essere utile ad arrivare a ridosso del primo posto, il calendario è ampiamente favorevole da qui alla ventiseiesima giornata (dopo lAlbinoLeffe ci saranno Forlì, Fano, Maceratese, Gubbio e Mantova) e non sarebbe azzardato sperare in 18 punti (compresa la sfida di oggi) per spiccare definitivamente il volo.

LAlessandria e il passo da record: i risultati dal girone A di Lega Pro potrebbero consegnarci oggi lennesima vittoria dei grigi, che dopo 20 giornate di campionato hanno ottenuto 50 punti e si trovano a +8 sulla Cremonese. Nel big match dellArmando Picchi, contro il Livorno, la squadra di Piero Braglia vuole proseguire la sua corsa: la media punti dellAlessandria è di 2,50 e rappresenta un unicum da quando la Lega Pro è organizzata su tre gironi. Fino a oggi la squadra che aveva ottenuto la media più alta era stata la Salernitana, che nel 2014-2015 aveva centrato la promozione diretta ottenendo 2,10 punti per gara (80 complessivi al termine del campionato). Possiamo fare dei rapidi calcoli: intanto diciamo che dopo 20 giornate di campionato quella Salernitana aveva ottenuto 41 punti (9 in meno dellAlessandria), e soprattutto non era prima nel girone C. Lo era invece il Benevento, che aveva perso una sola partita (in casa contro il Lecce) e di punti ne aveva 43. Anche in questo caso lAlessandria sta facendo meglio, e non di poco; una proiezione calcolata sulla media attuale ci dice che, dovesse continuare così, la capolista del girone A chiuderebbe il campionato con una strabiliante cifra di 95 punti. Naturalmente lenorme vantaggio e uno strutturale calo fisico potrebbero facilmente rallentare il passo dei grigi, ma per il momento Braglia e i suoi ragazzi si godono il momento.

Si completa oggi la ventunesima giornata dei Gironi A e B di Lega Pro con tante partite interessanti e che potrebbero dare un taglio nuovo alla classifica. Nel Gruppo A si gioca un Livorno-Alessandria di alta classifica. I padroni di casa sono terzi a 39 punti distanti di ben undici punti sulla capolista ospite. Ne potrebbe approfittare la Cremonese che è chiamata comunque alla non semplice partita in trasferta contro il Renate sesto. Sono due i testa coda che potrebbero cambiare le cose in testa alla classifica. Le prime tre Venezia, Pordenone e Reggiana sono divise tra di loro di un punto e vengono da un punto nelle ultime due partite. Il Venezia ospita il Mantova penultimo in classifica, il Pordenone invece gioca in casa contro il Forlì e infine la Reggiana va in casa dell’Ancona quindicesima.

Col risultato finale di 0-0  tra Catania e Andria si chiudono le partite pomeridiane di questo turno di Lega Pro infrasettimanale, lultimo del 2016. Si giocavano anche due partite alle 16.30 e una alle 18.30. Nel primo gruppo di partite avevamo due formazioni big di Lega Pro. il Foggia di Giovanni Stroppa impegnato in casa col Siracusa si è imposto co disarmante facilità per 3 reti a 0 grazie alle reti di Coletti, capitan Agnelli e Mazzeo. Un Siracusa rinunciatario e a tratti svogliato non ha opposto alcuna resistenza e si è fatto vedere davanti al portiere avversario solo a quindici minuti dalla fine mentre i ragazzi di strappa provavano fino allultimo a calare lultimo poker di stagione. Nella seconda partita era impegnata la capolista Matera in casa della Paganese. Partita sulla carta abbordabile e già vinta ma che si è rivelata molto velenosa. Era partito bene il Matera passando quasi subito in vantaggio con Ignoffo, per farsi poi raggiungere grazie ad una beffa del proprio portiere dalla Paganese con il gol di Herrera a un quarto dora dalla fine. a nulla è servito il forcing finale. Ora sono in campo Taranto-Cosenza con i calabresi sopra di due reti a zero.

Si sono chiusi i risultati di queste prime nove partite di Lega Pro.Avevamo partalto di un primo tempo con risultati deludenti conditi d ben sette pareggi e avari di gol. Come da noi auspicato il secondo tempo non ha tradito le attese e sono fioccati i gol. Nel Gruppo A due pareggi col risultato di 1-1. La Lucchese al minuto 49 trova il pareggio definitivo, nell’altra partita lasfavorita Pistoiese va in vantaggio con un uomo in meno ma negli ultimi minuti il Pro Piacenza trova il gol che fissa il risultato sul pareggio. Nel Gruppo B, il Modena strapazza il Feralèisalò col risultato di 4-1 mettendo a segno tre reti tutte nel secondo tempo. Infine nel Gruppo B si sono sbloccati i risultati tanto attesi di Messina- Reggina con i padroni di casa che si impongono per 2-0 con le reti di Bruno e Milinkovic, e la sfida tra Akragas e Lecce con i salentini che vincono col risultato di 2-0. Per quanto riguarda gli altri risultati vittorie esterne della casertana col Monopoli 3-2 e della Juve Stabia contro il Melfi per 2-1, vittoria per 1-0 del Fondi sulla Vibonese e unico 0-0 quello tra catanzaro e Francavilla. Alle 16.30 sono scese in campo Foggia Siracusa e Paganese Matera. 

Sono ben nove le partite in corso in questa giornata di Lega Pro con inizio alle 1430. I risultati dei primi tempi appena conclusi fanno registrare pochi gol e altrettanto poche emozioni. basti pensare infatti che sono ben sette i risultati delle partite bloccati sul pareggio e di queste sei partite col risultato di 0-0. da registare solamente per ora l’acuto dell’Olbia che è passato in vantaggio dopo soli 6 minuti con Kuoko sul campo della Lucchese. Vantaggio in trasferta anche per la Juve Stabia sul campo del Melfi, partita per ora decisa da un gol dopo pochi minuti di Lisi. Nei due pareggi con reti il Modena è passato in vantaggio intorno al quindicesimo per poi essere raggiunto dopo soli 5 minuti dal Feralpisalò. Nell’altra sfida tra Monopoli-Casertana sono passsati in vantaggio gli ospiti ripresi poi al minuto 43 dai padroni di casa che fissano il risultato momentaneo sull’1-1. Ancora bloccata la sfida più attesa di questo turno alle 14.30 tra Messina e Reggina, così come il Lecce ancora a secco sul campo dell’Akragas. Vediamo se i secondi tempi ci regaleranno più emozioni. 

Messina-Reggina ci darà uno dei risultati di Lega Pro più attesi di oggi e anzi rappresenta forse lepisodio più caldo in tutto il campionato. Una rivalità storica, conosciuta come derby dello Stretto: le due città si trovano infatti ai due estremi del famoso stretto e le loro tifoserie sono nemiche da sempre. Lultimo doppio incrocio era stato quello della stagione 2014-2015: nel playout per non retrocedere la Reggina aveva vinto due volte per 1-0 condannando i siciliani, ma i granata non si erano iscritti al campionato seguente spianando così la strada al ripescaggio del Messina, che peraltro si era anche portato in vetta al girone C nelle prime giornate del campionato seguente. Le due società si ritrovano ora in Lega Pro dopo la riammissione dei calabresi; cè anche un passato nobile perchè la Reggina ha conosciuto la Serie A tra il 1999 e il 2001 e ancora tra il 2002 e il 2009, ultima apparizione nel massimo campionato. Il Messina è stato nel massimo campionato tra il 2004 e il 2007, e dunque per tre stagioni ci sono stati anche incroci nel campionato più prestigioso: lultimo, quello del 2006-2007, ha visto il Messina vincere 2-0 al San Filippo e la Reggina ottenere i tre punti al Granillo grazie ad un 3-1. Lo vivremo fra pochi minuti con numerose altre partite: la parola al campo!

Tema ricorrente, nei risultati di Lega Pro, quello della fuga che coinvolge le quattro squadre di testa del girone C. Matera con 42 punti, Lecce e Juve Stabia con 40, Foggia con 38: la distanza tra i satanelli e la quinta in classifica, la sorprendente Virtus Francavilla, come detto è di 6 lunghezze, il che autorizza a pensare che queste quattro possano staccare ancor più la concorrenza. Tuttavia sono in quattro, e per la promozione diretta cè un solo posto: era già successo più o meno lo scorso anno, quando addirittura le pretendenti erano cinque. La classifica finale ci aveva detto che il Cosenza aveva chiuso a -10 dal Benevento; nei fatti però i calabresi, così come la Casertana (-7) aveva già rallentato il passo nel finale e dunque il discorso si era chiuso su tre squadre, appunto il Benevento e la coppia salentina Lecce-Foggia che ritroviamo anche oggi a provare a prendersi il primo posto. Il girone C era stato entusiasmante anche nel 2014-2015, con Salernitana e Benevento che se lerano giocata fino allultimo – questa volta erano stati i granata ad avere la meglio, chiudendo con 80 punti contro i 76 dei giallorossi – e la Juve Stabia che di fatto si era staccata tardi, restando aggrappata alla promozione diretta. Ci sono tutti i presupposti perchè la situazione si ripeta, staremo a vedere se sarà davvero così.

Ventunesima giornata nel campionato di Lega Pro 2016-2017: anche il torneo della terza serie vive il suo ultimo turno prima della meritata sosta. Siamo alla seconda di ritorno e giovedì 29 dicembre avremo lintero programma del girone C più tre partite che, con riferimento ai gironi A e B, possono essere considerate una sorta di anticipo rispetto al calendario di venerdì 30. Procedendo con ordine, per il girone A si giocano oggi Lucchese-Olbia e Pro Piacenza-Pistoiese, entrambe alle ore 14:30; domani avremo, sempre alle ore 14:30, Giana Erminio-Siena, Lupa Roma-Piacenza e Viterbese-Tuttocuoio, alle ore 16:30 Arezzo-Carrarese, Pontedera-Como, Prato-Racing Roma e Renate-Cremonese, alle ore 20:45 Livorno-Alessandria.

Situazione piuttosto definita: sono 50 i punti dellAlessandria che, ancora imbattuta, sta letteralmente dominando la stagione e ha un vantaggio di otto lunghezze sulla Cremonese, che peraltro oggi rischia sul campo del Renate. Big match per i grigi: il Livorno ha vinto le ultime tre e quattro delle ultime cinque, potrebbe essere davvero la prima squadra a battere la capolista provando così a riaprire almeno un po la porta sulla promozione diretta, candidandosi a sua volta (al momento è a -11 dallAlessandria). LArezzo quarto vuole ridurre le distanze e nel derby contro la Carrarese, tornata in una spirale di risultati negativi, ha tante possibilità per farlo; in coda sembra segnato il destino della Racing Roma (quattro sconfitte consecutive) che però vincendo a Prato abbandonerebbe lultima posizione in classifica.

Risultati girone B si parte giovedì con Modena-Feralpisalò (ore 14:30); venerdì il programma si completa con AlbinoLeffe-Padova, Bassano-Teramo, Lumezzane-Parma, Pordenone-Forlì, Sambenedettese-Maceratese e Sudtirol-Gubbio (ore 14:30), Venezia-Mantova (ore 16:30), Ancona-Reggiana e Santarcangelo-Fano (ore 18:30).

Qui la situazione è molto più ingarbugliata: vincendo tre delle ultime quattro partite il Parma si è rimesso totalmente in corsa e, insieme al Padova, si trova adesso a -3 dalla vetta, visto che il Venezia e il Pordenone hanno perso entrambe nellultimo turno. Possibilità di effettuare il controsorpasso da parte della Reggiana (che non vince da due partite) anche perchè lAncona dopo un periodo positivo ha perso le ultime due gare tornando ad un passo dalla zona playout. Il Modena deve trovare continuità in fondo alla classifica, staccare il Fano e provare a sorpassare un Mantova che va a giocare sul campo della capolista, la corsa ai playoff è entusiasmante e anche Lumezzane e Sudtirol vogliono tornare a giocarsela.

Risultati girone C come detto si gioca tutto giovedì 29 dicembre: alle ore 14:30 si parte con Akragas-Lecce, Catanzaro-Virtus Francavilla, Melfi-Juve Stabia, Messina-Reggina e Monopoli-Casertana, alle ore 16:30 Foggia-Siracusa, alle ore 18:30 Catania-Fidelis Andria e Paganese-Matera, alle ore 20:30 Fondi-Vibonese e Taranto-Cosenza.

Si sta leggermente riducendo la forbice tra le prime quattro e il resto del gruppo: la sorprendente Virtus Francavilla, che ha vinto tre delle ultime quattro partite, è a sei punti da un Foggia che nelle ultime cinque ha vinto soltanto due volte, e rischia di staccarsi dal terzetto al comando. Il Matera sembra aver preso il passo giusto, vuole confermarsi a Pagani per rimanere in testa da sola sapendo che il Lecce potrebbe rischiare qualcosa ad Agrigento, dove lAkragas si è ripreso dopo tre sconfitte in fila. Ambizioni anche per il Cosenza, che non vince da due partite; la Juve Stabia, seconda, è imbattuta da quattro gare ma deve provare a cambiare definitivamente passo, ci proverà sul campo di un Melfi sempre più giù (ha perso le ultime quattro).

 

Giovedì 29 dicembre

RISULTATO FINALE Lucchese-Olbia 1-1

RISULTATO FINALE Pro Piacenza-Pistoiese 1-1

 

Venerdì 30 dicembre

RISULTATO FINALE Giana Erminio-Siena 2-3

RISULTATO FINALE Lupa Roma-Piacenza 1-1

RISULTATO FINALE Viterbese-Tuttocuoio 2-0

RISULTATO FINALE Arezzo-Carrarese 2-1

RISULTATO FINALE Pontedera-Como 2-2

RISULTATO FINALE Prato-Racing Roma 0-0

RISULTATO FINALE Renate-Cremonese 0-2

RISULTATO FINALE Livorno-Alessandria 2-1

 

1. Alessandria 21 15 5 1 43:15 50
2. Cremonese 21 14 3 4 42:21 45
3. Livorno 21 12 6 3 34:20 42
4. Arezzo 21 11 6 4 33:24 39
5. Lucchese 21 8 9 4 30:20 32
6. Renate 21 8 8 5 25:22 32
7. Giana Erminio 21 7 9 5 27:22 30
8. Viterbese 21 8 6 7 24:23 30
9. Piacenza 21 8 6 7 25:25 30
10. Siena 20 8 5 7 28:24 29
11. Como 21 7 8 6 31:31 29
12. Olbia 21 8 4 9 28:29 28
13. Pistoiese 21 5 10 6 26:25 25
14. Carrarese 21 6 4 11 24:30 22
15. Tuttocuoio 21 5 6 10 17:24 21
16. Pontedera 21 4 8 9 20:34 20
17. Pro Piacenza 20 5 4 11 18:24 19
18. Lupa Roma 21 4 6 11 17:32 18
19. Prato 21 3 4 14 14:39 13
20. Racing Roma 21 3 3 15 17:39 12

 

Giovedì 29 dicembre

RISULTATO FINALE Modena-FeralpiSalò 4-1

 

Venerdì 30 dicembre

RISULTATO FINALE AlbinoLeffe-Padova 0-3

RISULTATO FINALE Bassano-Teramo 2-1

RISULTATO FINALE Lumezzane-Parma 0-2

RISULTATO FINALE Pordenone-Forlì 5-0

RISULTATO FINALE Sambenedettese-Maceratese 0-1

RISULTATO FINALE Sudtirol-Gubbio 2-2

RISULTATO FINALE Venezia-Mantova 3-1

RISULTATO FINALE Ancona-Reggiana 1-0

RISULTATO FINALE Santarcangelo-Fano 1-0

 

Venezia 42

Pordenone 41

Padova, Parma 39

Reggiana 37

Gubbio 35

Bassano 33

Sambenedettese 31

FeralpiSalò 29*

Santarcangelo 27

AlbinoLeffe 26

Maceratese (-3) 24

Sudtirol, Ancona 23

Lumezzane 22

Modena*, Teramo, Forlì 19

Mantova 18

Fano 16

 

Giovedì 29 dicembre

RISULTATO FINALE Akragas-Lecce 0-2 – 58′ Caturano S., 67′ Pacilli (L)

RISULTATO FINALE Catanzaro-Virtus Francavilla 0-0

RISULTATO FINALE Fondi-Vibonese 1-0 – 51′ Varone (F)

RISULTATO FINALE Melfi-Juve Stabia 1-2 – 6′ Lisi (J), 47′ Rosafio (J), 86′ Obeng (M)

RISULTATO FINALE Messina-Reggina 2-0 – 73′ Bruno (M), 82′ Milinkovic (M)

RISULTATO FINALE Monopoli-Casertana 2-3 – 14′  Giannone (C), 43′ Pinto, 82′ (M), 90’+2 (C), 90’+5 (M)

RISULTATO FINALE Foggia-Siracusa 3-0 – 30′ Coletti (F), 34′ Agnelli (F), 51′ Mazzeo

RISULTATO FINALE Paganese-Matera 1-1 – 38′ Ingrosso (M), 63′ Herrera (P)

RISULTATO FINALE Catania-Fidelis Andria 0-0

RISULTATO FINALE Taranto-Cosenza 0-3 – 21′ Statella, 34′ Gambino, 72 Baclet

 

Matera, Lecce, Juve Stabia 43

Foggia 41

Cosenza, Virtus Francavilla 33

Fondi (-1) 29

Catania (-7), Fidelis Andria 28

Siracusa, 27

Monopoli 26, 

Casertana (-2) 26

Paganese 23

Messina 21

Akragas 20

Taranto 19

Reggina, 18 

Melfi (-1) 17

Catanzaro 17

Vibonese 15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori