Video / Ronda Rousey vs Amanda Nunes, UFC: le origini della rivaltà. L’americana ko dopo soli 48 secondi (oggi 31 dicembre 2016)

- La Redazione

Video Amanda Nunes vs Ronda Rousey, UFC: l’americana ko dopo soli 48 secondi, la brasiliana conserva il titolo dei pesi gallo. Ritiro per Ronda Rousey? (oggi 31 dicembre 2016)

boxe_2016
Boxe (Lapresse)

Per capire la grande rivalità che aveva condotto Amanda Nunes e Ronda Rousey al match di andato in scena questa notte a Las Vegas e vinto per KO dalla brasiliana dopo soli 48 secondi, basta rileggere alcune dichiarazioni dei giorni scorsi che ci aiutano a inquadrare la situazione. Ricordiamo che negli Usa l’attesa era grandissima per il ritorno in gara della Rousey dopo un anno di stop, ma nel frattempo era stata proprio la Nunes a diventare campionessa della categoria. Questo però non era bastato alla brasiliana per insidiare la maggiore popolarità della rivale, cosa che alla Nunes proprio non andava giù: “La UFC vuole che sia semplice per lei. Così che non si ricordi di non essere più la campionessa. Le vogliono far credere di non essere la numero due. Vogliono far sentire me la numero due, in modo da farla sentire più forte o qualcosa del genere. Continuano a dire Ronda di qui e Ronda di lì. Ma è comunque lei la sfidante. Ed io sono la campionessa. Nessuno lo può cambiare. Nessuno può renderla la campionessa. Non lo è più”. L’esito del match ha in effetti confermato che la più forte è ormai davvero Amanda Nunes, ma chissà se ciò basterà a renderla anche più popolare di Ronda Rousey…

Al termine del match vinto contro Ronda Rousey, la brasiliana Amanda Nunes si è confermata campionessa dei pesi gallo di  femminile. Per Amanda la soddisfazione è stata davvero grande, come dimostrano le parole subito dopo la vittoria per KO in soli 48 secondi: “Mi alleno duramente, ho tutto il team con me, tanti ragazzi che si dedicano a me in palestra e mi hanno reso un’atleta incredibile. Mi hanno spinto verso un altro livello. Quello che è successo è folle. Questo momento è il mio momento”. Per l’avversaria americana c’è stima, ma di certo la rivalità è fortissima, come dimostrano le successive dichiarazioni di Amanda Nunes: “Ronda Rousey ha fatto moltissimo per questo sport, quindi la ringraziamo. Adesso sono io la campionessa e l’ho dimostrato a tutti. Ho preparato la mia mente, il mio spirito ed il mio corpo per questo match. Sapevo che il pubblico amava Ronda Rousey, ma nessuno potrà portarmi via questa cintura. Ero veramente pronta per questo incontro e stasera ho dimostrato a tutti che sono la migliore del pianeta. Adesso dimenticatevi di Ronda Rusey”. Parole forti, che forse non saranno piaciute al pubblico di Las Vegas che sicuramente tifava per il ritorno della beniamina locale, ma di certo non ci possono essere dubbi sulla perentoria affermazione della brasiliana.

Batte Ronda Rousey per KO tecnico nel primo round, dopo soli 48 secondi dal via dellattesissimo incontro che si è disputato nella notte italiana, piatto forte della riunione di  andata in scena alla T-Mobile Arena di Paradise, località vicino a Las Vegas, in Nevada (Usa) e si è in questo modo confermata campionessa dei pesi gallo, naturalmente per quanto riguarda la divisione femminile. Una vera e propria impresa da parte della brasiliana, che parte fortissimo, non permette all’avversaria di reagire e non le lascia scampo, infliggendole una netta sconfitta in meno di un minuto, lasciando anche un po di amaro in bocca agli spettatori che si attendevano certamente un incontro più equilibrato ed appassionante dopo tutto il clamore mediatico che negli Stati Uniti aveva acceso lattenzione sul match nei giorni precedenti. Si tratta infatti del terzo KO più veloce di sempre nella storia di questa categoria di peso, un trionfo per Amanda Nunez e invece una pesante sconfitta per Ronda Rousey. Un risultato che permette alla brasiliana di conquistare il quinto successo consecutivo e che porta il suo record in carriera a quattordici vittorie e quattro sconfitte. Per l’americana invece questo doveva essere il match del grande ritorno dopo oltre un anno di assenza dai combattimenti, ed invece la pesante sconfitta potrebbe tramutarsi nel canto del cigno, visto che a questo punto non è da escludere anche un ritiro definitivo dalle competizioni da parte di Ronda Rousey, che è stata sconfitta senza appello dalla rivale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori