Diretta / Dinamo Kiev-Besiktas (risultato finale 6-0) info streaming video e tv: serata da incubo per i turchi! (oggi, Champions League 2016)

- La Redazione

Diretta Dinamo Kiev-Besiktas, info streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita valida per la sesta giornata del girone B di Champions League

quaresma_besiktas_trivela
Diretta Besiktas Olympiacos, Foto LaPresse

Tempo scaduto a Kiev, la Dinamo si congeda dalla Champions League 2016-2017 con un rumorosissimo 6 a 0 inflitto al Besiktas, grazie a questo risultato i turchi retrocedono in Europa League mentre Benfica e Napoli passano entrambe il turno accedendo agli ottavi di finale. Non paghi del punteggio tennistico i padroni di casa non si fermano e approfittando della doppia superiorità numerica si concedono il lusso di chiudere in attacco. All’81’ Rybalka va vicino al 7-0 colpendo in pieno il palo, solamente il legno sembra avere pietà del Besiktas che è davvero sparito dal campo. L’arbitro decide saggiamente di non concedere alcun recupero mandando tutti sotto la doccia con la formazione ucraina che regala ai suoi tifosi una bellissima serata. 

Quando mancano dieci minuti al novantesimo la Dinamo Kiev è avanti sul Besiktas per 6 a 0. successo davvero ben poco in questa fase del match, e non potrebbe essere altrimenti considerando il risultato ormai ampiamente acquisito dai padroni di casa che se non altro stasera escono di scena con un successo roboante, mentre gli ospiti, con due uomini di meno, sono più preoccupati a non prendere altri gol che a segnare quello della bandiera. Nel frattempo è iniziata anche la girandola dei cambi con Rebrov che ha giustamente concesso la standing ovation a Sydorchuk e Derlis Gonzalez richiamandoli in panchina. La formazione ucraina non si accontenta e prova a inferire ancora sugli avversari ormai inermi, con Yarmolenko che al 62′ manca l’appuntamento con la doppietta. Al 77′ Junior Moraes, appena entrato in campo, si unisce al festival del bar firmando la rete del 6-0, un accanimento senza precedenti per il Besiktas che mai aveva perso così pesantemente nelle coppe europee. 

Al ventesimo minuto del secondo tempo è cambiato ancora il punteggio di Dinamo Kiev-Besiktas con la formazione di Rebrov avanti per 5 a 0. Gara che ormai non ha più storia allo Stadio Olimpico della capitale ucraina, 4 gol da recuperare con un uomo in meno (nel corso del primo tempo è stato infatti espulso Beck) sono davvero troppi per gli ospiti che sembrano rassegnati a scendere in Europa League dove possono comunque dire la loro, finora l’undici di Gunes non riesce nemmeno a trovare il gol della bandiera mentre al 51′ il tiro di Rybalka viene neutralizzato da Fabri. Al 57′ il Besiktas rimane addirittura in nove per l’espulsione di Aboubakar, somma di ammonizioni per il numero 9 ospite che lascia mestamente il campo per tornare anzitempo negli spogliatoi. Al 60′ Sydorchuk cala addirittura il pokerissimo trafiggendo per la quinta volta Fabri e umiliando così gli avversari che aspettano solamente il triplice fischio di Thomson per porre fine alla loro serata da incubo. 

Allo Stadio Olimpico di Kiev è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la 6^ giornata del gruppo B di Champions League 2016-2017 tra la Dinamo e il Besiktas, al quinto minuto del secondo tempo il punteggio è di 4 a 0 in favore della formazione di Rebrov che sta facendo un grosso favore a Benfica e Napoli nel battere la squadra turca allenata da Gunes, in questa maniera le due compagini impegnate nello scontro diretto in Portogallo passerebbero il turno a prescindere da come finirà al novantesimo. Gli ospiti non ci stanno comunque ad alzare bandiera bianca senza dare tutto in campo e prima del riposo provano quantomeno ad accorciare le distanze, ma la difesa locale fa buona guardia. Nel recupero arriva il colpo di grazia definitivo per il Besiktas con il quarto gol di Derlis Gonzalez, Fabri viene messo fuori causa della sfortunata deviazione di Hutchinson che lo trae in inganno. A inizio ripresa i giocatori della Dinamo Kiev pensano solamente a coprire gli spazi per non far rientrare in partita la formazione turca che sembra ancora rintronata dalla lezione che sta ricevendo dagli avversari. 

Quando mancano dieci minuti all’intervallo il Dinamo Kiev è in vantaggio sul Besiktas per 3 a 0, tracollo per gli ospiti ai quali adesso servirebbe un miracolo, e non solo in senso sportivo, per rientrare in corsa per gli ottavi. Gli uomoni di Senol Gunes provano a darsi una mossa, a guidare i turchi nella caccia Al 23′ Quaresma prova la soluzione personale ma il suo cross verso il centro dell’area di rigore si perde sul fondo. Al 29′ gli ospiti si complicano ulteriormente la vita con Beck che commete fallo da rigore su Derlis Gonzalez, l’arbitro Thomson indica il dischetto ed espelle il numero 32 del Besiktas che rimane dunque in dieci, dagli undici metri Yarmolenko buca le mani di Fabri e firma così la rete del raddoppio, passano altri due minuti e arriva addirittura il terzo gol degli ucraini con Buyalskyy che deposita in rete il pallone approfittando del black-out difensivo del Besiktas, per il quale adesso è notte fonda. 

Dinamo Kiev-Besiktas 1-0 al ventesimo minuto del primo tempo. La formazione di Rebrov fa capire agli avversari che quella in Ucraina non sarà una gita di piacere, all’8′ Besedin porta – quasi a sorpresa – in vantaggio i padroni di casa piazzando il pallone nell’angolino su assist di Yarmolenko. Una notizia che farà sicuramente piacere ai tifosi di Benfica e Napoli, in questa maniera le due squadre saranno qualificate a prescindere dall’esito dello scontro diretto. La Dinamo Kiev insiste e sfiora il raddoppio con Yarmolenko che davanti alla porta di Fabri non angola abbastanza il pallone consentendo a Fabri di intervenire. Non pervenuta, finora, la reazione degli ospiti che hanno tutti gli interessi del mondo ad attaccare, solamente con un successo il Besiktas può sperare di accedere agli ottavi concedendosi anche il lusso di infischiarsi di cosa succederà in Portogallo tra Benfica e Napoli. 

Allo stadio Olimpico di Kiev è cominciata la sfida valida per l’ultima giornata del gruppo B di Champions League 2016-2017 tra la Dinamo e il Besiktas, al quinto minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Si gioca sotto la neve, la temperatura fa segnare -2 e ci sono tutti i presupposti per una serata da tregenda, almeno dal punto di vista climatico, poiché i padroni di casa sono già fuori dai giochi, matematicamente ultimi nel girone, mentre gli ospiti, in caso di vittoria, e considerando lo scontro diretto tra Benfica e Napoli, otterrebbero il pass per gli ottavi di finale, motivo per cui quasi certamente sarà la formazione allenata da Senol Gunes a fare la partita e a prendere l’iniziativa. 

Sta per prendere il via Dinamo Kiev-Besiktas, la partita che vale per il girone B di Champions League: i turchi sognano la qualificazione agli ottavi di Champions League e se non altro vincere in Ucraina sarà sufficiente qualunque risultato dovesse maturare al Da Luz, e dunque questo è un vantaggio per la formazione di Istanbul. Per contro la Dinamo Kiev è già fuori da tutto; rispettate le previsioni che la volevano cenerentola del girone B. Vediamo subito quali sono le formazioni ufficiali in campo, il calcio dinizio è alle ore 20:45. 72 Rudko; 26 Burda, 34 Khacheridi, 24 Vida, 5 Antunes; 16 Sydorchuk, 17 Rybalka, 29 Buyalskiy; 10 Yarmolenko, 41 Besedin, 25 Derlis Gonzalez A disposizione: 35 Koval, 9 Morozyuk, 11 Junior Mores, 15 Tsygankov, 18 Korzun, 19 Garmash, 27 Makarenko Allenatore: Serhiy Rebrov 1 Fabri; 32 Beck, 30 Marcelo, 6 Tosic, 3 Adriano; 18 Arslan, 15 Ozyakup, 13 Hutchinson; 7 Quaresima, 9 Aboubakar, 10 Sahan A disposizione: 29 Tolga Zengin, 20 Uysal, 21 Kerim Frei, 23 Tosun, 33 Nukan, 77 Gonul, 80 Inler Allenatore: Senol Gunes

Per il match tra Dinamo Kiev e Besiktas, lo storico dei testa a testa ci offre diversi risultati, tutti piuttosto recenti e chiaramente, molto interessanti. Partendo dal risultato più recente non possiamo dimenticare il match di andata di questa fase di Champions League, dove lo scorso settembre aveva visto gli ucraini e i turchi fronteggiarsi in casa dei secondi citati: il risultato però non andò oltre il pareggio per 1 a 1 con gol di Quaresma per i padroni di casa e Tsygankov per la Dinamo Kiev. Fonti Uefa poi ci ricordano che nella stagione 2010-2011 di Europa League Dinamo Kiev e Besiktas sono state protagoniste particolarmente attese: 4 gli scontri totali in questa stagione, di cui due nella fase a girone (con una vittoria per parte) e due ai sedicesimi di finale (dove si registrò il doppio successo ucraino). A scavare maggiormente nel passato i più ricorderanno certamente i testa a testa tra le due compagini nella Coppa Uefa 2002-2006 dove si incontrarono al terzo turno e dove di registrò invece il doppio successo turco: il precedente più datato invece risale alla Coppa dei Campioni 1987, quando nel doppio scontro diretto dei quarti di finale fù al Dinamo Kiev ad affermarsi sia in casa che in trasferta (quellanno gli ucraini furono poi fermati dal Porto in semifinale, vincitore del titolo).

, diretta dall’arbitro scozzese Craig Thomson, si gioca alle ore 20:45 di martedì 6 dicembre presso lo stadio NSK Olimpiyskyi della capitale ucraina; è valida per la sesta e ultima giornata del girone B di Champions League 2016-2017. La partita ha un senso solo per i turchi, pienamente in corsa per la qualificazione e consci che vincendo manderebbero sicuramente in Europa League una tra Benfica e Napoli, passando alla fase ad eliminazione diretta o da prima o da seconda.

Tale possibilità per il Besiktas sembrava remota dopo le prime due giornate: poi la vittoria del San Paolo ha cambiato tutto. La Dinamo Kiev è invece di fronte all’ennesimo fallimento, con Rebrov che non è riuscito a centrare quello che era l’obiettivo minimo, ovvero un terzo posto che avrebbe voluto dire Europa League. Ora c’è da salvare almeno l’onore e provare a rendere difficile la vita ad una squadra che comunque arriva in Ucraina con molte più motivazioni, vedendo la qualificazione vicinissima.

Che il cammino europeo della Dinamo Kiev sarebbe stato difficile lo si era peraltro capito già dalla prima partita, quando il Napoli aveva violato lo stadio degli ucraini con un ottimo 2 a 1 con doppietta di Milik. Nel turno successivo è arrivato un pari proprio con il Besiktas e l’idea di poter dire la propria nel girone ha fatto probabilmente capolino nella testa di Rebrov, che poi si è dovuto però arrendere alla superiorità dei portoghesi del Benfica nel doppio confronto che ha caratterizzato terza e quarta giornata: contro i lusitani sono arrivate due sconfitte, di cui la prima in casa per 2 a 0 e la seconda in trasferta, con il risultato minimo (1 a 0). A quel punto la qualificazione all’Europa League era appesa al match contro il Napoli, che era assolutamente da vincere.

Invece è arrivato un pari che non ha accontentato nessuno e che ha tagliato fuori la Dinamo da qualsiasi discorso europeo. Nell’ultimo turno di campionato gli ucraini hanno pareggiato 2 a 2 in trasferta su un campo totalmente innevato: risultato di questo ennesimo passo falso è lo Shaktar che è volato via definitivamente, con ben 10 punti di vantaggio. La stagione degli ucraini rischia seriamente di diventare fallimentare. Il Besiktas invece è reduce da un buon pari a reti inviolate sul campo del Fenerbahçe ed è rimasto secondo in campionato con 29 punti, sempre con due lunghezze di ritardo dall’Istanbul Basaksehir.

Ora arriva questo match contro la Dinamo Kiev, dopo i pareggi contro Benfica e ucraini all’andata, la vittoria pesantissima in casa del Napoli (2-3) e il pari, sempre con i partenopei, in casa (1 a 1) e il pazzo match contro il Benfica, dove dopo essere stato sotto per 3 a 0 a fine primo tempo è riuscito a risalire la china e a trovare un pareggio per 3 a 3 che ha rimandato tutti i verdetti a questa ultima giornata.

Per quanto riguarda le formazioni che scenderanno in campo, risulta probabile che il Besiktas si schieri con un 4-2-3-1 dove molto dipenderà da Quaresma. Per quel che riguarda gli uomini che scenderanno in campo è assai probabile che gli uomini saranno gli stessi che hanno giocato il match in campionato. Per quanto riguarda la squadra di Rebrov appare invece abbastanza scontata la presenza di molte seconde linee, considerando che la squadra non ha più nulla da chiedere alla stagione per quanto riguarda il palcoscenico europeo e proverà quindi a concentrarsi sul campionato. Probabile il 4-3-3 come modulo, anche se non sono nemmeno esclusi esperimenti tattici da parte del tecnico.

La diretta tv di Dinamo Kiev-Besiktas avverrà su Mediaset Premium, in particolare sul canale Premium Calcio 6; tutti gli abbonati, come al solito, avranno la possibilità di assistere al match anche in diretta streaming video, grazie al servizio Premium Play che, senza costi aggiuntivi, si può attivare su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori