Pagelle/ Benfica-Napoli (1-2): i voti della partita (Champions League 2016-2017, girone B)

- La Redazione

Pagelle Benfica-Napoli, i voti della partita che si è giocata allo Stadio Da Luz martedì 6 dicembre ed è stata valida per la sesta giornata del girone B della Champions League

RuiVitoria_Sarri
Foto LaPresse

Ecco le pagelle finali di Benfica-Napoli nelle quali assegnamo i voti a tutti i giocatori che sono scesi in campo per la partita di Champions League, il giudizio alle due squadre viste al Da Luz e agli allenatori che si sono sfidati nella sesta giornata del girone B. Il Napoli strappa con grande facilità il pass per gli ottavi di finale di Champions League, aiutato da un crollo insperato del Besiktas sul campo della Dinamo Kiev, che agevola anche la sfida del da Luz: finisce 2-1 per gli azzurri con gol di Callejon e Mertens e sigillo finale, inutile, di Raul Jimenez. Avanti a braccetto lusitani e partenopei, con primo posto per Sarri, che centra alla grande il primo obiettivo stagionale!

Ci si aspettava almeno un accenno di forcing nella ripresa da parte dei portoghesi, che invece si sono accontentati del secondo posto senza nemmeno abbozzare. Meglio per Sarri… Partita vinta meritatamente seppur non perfetta per molti aspetti. Ma nelle serate da dentro o fuori, in Champions, va benissimo così Quasi un senza voto per lui. La partita più facile da arbitrare degli ultimi 10 anni

Dopo un primo tempo partito su ritmi molto elevati e terminato invece con grande tranquillità, da entrambe le parti, Benfica e Napoli si stanno “accompagnando” a braccetto verso gli ottavi di finale. Incredibile infatti quando sta avvenendo a Kiev: contro ogni pronostico, la già eliminata Dinamo è sul 4-0 contro il Besiktas (ridotto anche in 10 uomini) e stando così le cose, sia i lusitani che gli azzurri sono matematicamente al turno successivo. Una circostanza che non aiuta a spettacolarizzare la contesa… La squadra di Sarri in ogni caso ha creato diverse buone occasioni per passare in vantaggio: molto vivace Gabbiadini (voto 6,5), stoppato solo da un Ederson (voto 6,5) migliore in campo per i padroni di casa. Anche un gol non convalidato per l’ex Samp, per fuorigioco netto, decisione corretta dunque dell’arbitro. Molto falloso Koulibaly (voto 5,5), insolitamente impreciso e che dovrà controllarsi vista l’ammonizione; decisamente sotto la sufficienza Diawara in mezzo al campo (voto 5), disordinato e mai nel vivo del gioco. Per Rui Vitoria grande movimento in avanti di Gonçalo Guedes e Raul Jimenez (voto 6), mai veramente pericolosi però al tiro. Eppure il Napoli ha provato in un paio di occasioni a complicarsi la vita, regalando palla al messicano anche con un Hamsik (voto 5,5) non troppo brillante. In ogni caso, vista la situazione, c’è poco da obiettare: va benissimo così e la concentrazione deve essere tutta per il mantenimento dello status quo. Che vuol dire primo posto e massimo risultato, con il minimo sforzo!

Qualche buona trama ma nessun vero grattacapo creato a Reina. E le notizie dei gol della Dinamo hanno un po’ fiaccato gli uomini di Rui Vitoria Non è un caso se il vertice a livello di voti è proprio il portiere, dopo i primi 45′ di gioco. Decisivo in particolare su Gabbiadini Si vede molto poco, dovrebbe essere uno dei singoli in grado di “spezzare” la partita. Ma non se ne ravvisa grande bisogno, evidentemente…

Crea qualcosa in più rispetto agli avversari, controlla e con un po’ di attenzione in più non rischierebbe nemmeno il minimo sindacale. A questo punto è fondamentale mantenere il primo posto, per come si sono messe le cose Meritava il gol, si muove bene, non ha il gol nel sangue, da centravanti (quale non è per ruolo); però si impegna e solo Ederson gli toglie la gioia per la rete Anche contro l’Udinese aveva proposto un primo tempo indecente, per poi diventare uno dei migliori nella ripresa. Glielo auguriamo anche stasera (Luca Brivio)

Resta il migliore dei suoi anche nel secondo tempo, negando un paio di altri gol agli azzurri, dopo quelli salvati nella prima frazione

 Propositivo ma confuso nelle sue discese palla al piede, più nel primo che nel secondo tempo. Quando invece resta basso e soffre molto Insigne

Mertens lo ridicolizza con un dribbling da videogioco, sul 2-0 del Napoli. Lento, in ritardo, sta perdendo decisamente colpi

Sia Gabbiadini che Callejon lo superano agevolmente, non sarà una partita a decretarne il valore assoluto, ma alle cifre che circolano – visto come si parla di lui sul mercato – noi guarderemmo altrove…

 Non riesce mai a prendere Callejon, che lo lascia sul posto con i suoi tagli in profondità sui lanci di Insigne. Brutta serata

Opposizione nulla in mezzo al campo, interpreta la partita come un’amichevole, fin dall’inizio

Il talento non gli manca ma in questo caso l’ha lasciato negli spogliatoi. Poco o niente da segnalare

E’ uno dei migliori singoli di Rui Vitoria e se anche lui si mette a passeggiare in mezzo al campo si fa dura…

Qualcosina in più rispetto alla media desolante di squadra. Ma proprio poco

Il gol è un pacco regalo di Natale di Albiol scartato in anticipo. Corre tanto, ci prova sempre, concretezza non eccelsa

Ad osservare lui e Jimenez nei primi minuti di match non ti aspetteresi certo di assistere poi a una prova così deludente del Benfica. Scarica però le battierie abbastanza alla svelta

Entra con buon atteggiamento mentale, non si può dire lo stesso della pericolosità che dimostra in area

Si agita in panchina ma pare evidente che se la squadra è così… pacifica in campo, lui lo zampino l’abbia messo

Chiamato all’intervento solo dai cross alti in area, si fa trovare sempre presente. Sul gol nulla può

Serata di enorme serenità, gli avversari lo impegnano per circa 15 minuti. Poi vacanza

Niente di eccessivamente grave, il classico errore dovuto ad un calo di attenzione che – valutando il contesto – non lo porta all’insufficienza pesante

Primo tempo balbettante, a tratti non sembra lui. Migliora nella ripresa ma non serve tutta la sua fisicità al Napoli, stavolta

Brutto errore in disimpegno nel primo tempo, in fase offensiva però è un fattore assoluto. Il secondo gol nasce da una sua iniziativa

Avvio di match da protagonista, poi abbassa il voltaggio perchè si accorge che non c’è bisogno di tutta quella energia

Non gioca bene, tutt’altro. Il fatto che il Napoli vinca con un regista che sbaglia totalmente partita la dice lunga sull’inconsistenza (per questa sera, sia chiaro) del Benfica

Come Ghoulam concentra il peggio del suo match in un disimpegno da mani nei capelli, nel primo tempo. Per il resto è tra i migliori, alternando bene le due fasi

Molto bello e importante il gol, ne sbaglia anche un paio altrettanto pienamente nelle sue corde. Grande intesa con Mertens e Insigne

Volenteroso, l’avevamo scelto come il migliore della prima parte di gara. Rendimento bloccato a inizio ripresa, quando appare molto stanco e viene subito sostituito

Due assist fantastici per Callejon, non sfruttati dallo spagnolo. Prestazione di livello, in coppia con Ghoulam

E’ indubbiamente l’elemento che per doti tecniche e tattiche risulta il più importante per Sarri. Top player

Difficilmente sbaglia partita, che giochi dall’inizio o che subentri nel finale. Rischia di bissare il gol contro l’Inter

Una bella iniezione di fiducia, una prima spilla (per le medaglie c’è tempo…) sul petto, in questa stagione che si preannucia ancor più interessante

(Luca Brivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori