DIRETTA / Psg-Ludogorets (risultato finale 2-2), info streaming video e tv: Di Maria in extremis, parigini secondi (oggi, Champions League 2016)

- La Redazione

Diretta Psg-Ludogorets, info streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita valida per la sesta giornata del girone A di Champions League

cavani_psg_champions
Edinson Cavani (LaPresse)

E stato Angel Di Maria a salvare il dalla sconfitta interna contro il Ludogorets. Il trequartista argentino ha sfruttato il servizio di Kurzawa dal lato sinistro per firmare la sua terza rete stagionale, ma soprattutto il punto del definitivo 2-2 in questa gara di Champions League. Per il PSG però laver riacciuffato la parità non è bastato, per il primo posto nel girone: lArsenal infatti ha saccheggiato Basilea (1-4) guadagnando il primato nel gruppo A; 14 i punti della formazione londinese, mentre quella parigina è salita solo a 12 ed accede quindi agli ottavi come seconda. Per il Ludogorets invece rammarico ma non troppo, poiché il ko interno del Basilea ha consegnato ai bulgari il terzo posto e il passaggio in Europa League. 

Il Psg era riuscito a pareggiare contro il Ludogorets, ma è finito ancora sotto: siamo 1-2 in questo momento al Parco dei Principi, con Edinson Cavani che ha risposto allo squillo di Misidzhan ma Wanderson che al 69 minuto ha portato in vantaggio ancora una volta la formazione bulgara, che a questo punto vede sempre più vicina la qualificazione in Europa League. Un Paris Saint-Germain che clamorosamente sta fallendo la possibilità, che era data per certa, di chiudere al primo posto nel girone A di Champions League: lArsenal infatti ha già sbrigato la pratica Basilea, è in vantaggio per 4-0 e dunque ha blindato i suoi 14 punti nel gruppo. Il Psg in questo momento chiuderebbe a 11; ha bisogno di due gol per ribaltare la situazione e riportarsi al comando del gruppo. Sarebbe una grande beffa per i transalpini che erano stati in grado di rimontare sui Gunners e portarsi davanti rispetto alla squadra di Arsène Wenger. Ora invece lultima mezzora della partita contro il Ludogorets si trasforma in una disperata rincorsa per provare a segnare i due gol che varrebbero la prima posizione.

E tutto pronto per Psg-Ludogorets: una vittoria per il primo posto nel girone A per i transalpini, mentre il Ludogorets si gioca le speranze di arrivare in Europa League. La partita del Parco dei Principi sembra piuttosto scontata, anche se questo nuovo Paris Saint-Germain di Unai Emery non è ancora riuscito a esprimere tutto il suo potenziale; la differenza in campo però è evidente e dunque ci aspettiamo un risultato favorevole per i transalpini. Intanto andiamo a leggere quali sono le formazioni ufficiali della partita, il cui calcio dinizio è alle ore 20:45.   16 Aréola; 12 Meunier, 5 Marquinhos, 2 Thiago Silva, 17 Maxwell; 8 Thiago Motta, 14 Matuidi; 11 Di Maria, 21 Ben Arfa, 7 Lucas; 9 Cavani. A disposizione: 1 Trapp, 3 Kimpembe, 4 Krychowiak, 19 Aurier, 20 Kurzawa, 22 Jesé Rodriguez, 29 Augustin. Allenatore: Unai Emery 21 Stoyanov; 4 Cicinho, 32 Plastun, 27 Moti, 6 Natanael; 18 Dyakov, 84 Marcelinho, 12 Abel; 93 Misidjan, 22 Jonathan Cafù, 88 Wanderson. A disposizione: 1 Borjan, 5 Palomino, 10 Campanharo, 11 Junior Quixadà, 25 Minev, 28 Keseru, 92 Lukoki. Allenatore: Georgi Dermendziev

Eccezion fatta per il match di andata la sfida tra Psg e Ludogorest non ha precedenti nelle rispettive storie: la partita di andata, primo vero inedito tra le due formazioni era stata vinta proprio dai transalpini con un netto 3-1. Ad andare in gol erano stati Blaise Matuidi ed Edinson Cavani con una doppietta, ed erano riusciti a rispondere al vantaggio iniziale siglato dal brasiliano Natanael (segnaliamo poi il rigore sbagliato di Moti per i colori bulgari al 59). Il match tra Paris Saint Germain e Ludogorest, se non fondamentale per le rispettive posizioni in classifica, rimane certamente significativa a livello storico: la formazione biancoverde infatti prima di questa stagione 2016-2017 non aveva mai avuto loccasione di affrontare in scontri ufficiali una club francese stando alle fonti Eufa. Per trovare invece un precedente testa a testa tra il Paris Saint Germain e un club bulgaro dobbiamo scavare nella storia fino al primo turno di Coppa delle Coppe del settembre 1982, quando la compagine parigina si trovò di fronte al PFC Lokomotiv Sofia per due volte realizzando un successo e una sconfitta.

,  diretta dall’arbitro greco Tasos Sidiropoulos, si gioca alle ore 20:45 di martedì 6 dicembre presso il Parco dei Principi di Parigi; è valida per la sesta e ultima giornata del girone A di Champions League 2016-2017. La partita ha ancora un significato per entrambe le formazioni: i francesi devono vincere per essere sicuri di mantenere il primo posto nel girone a discapito dell’Arsenal di Wenger, mentre i bulgari sono al momento in vantaggio sul Basilea per il terzo posto che varrebbe l’Europa League, dunque facendo lo stesso risultato (anche due sconfitte) l’obiettivo sarebbe raggiunto.

Nel gruppo A si è infatti andata delineando una situazione tale per cui PSG e Arsenal sono già sicure della qualificazione e si giocano soltanto il primo posto, con i parigini favoriti, mentre i bulgari del Ludogorets e gli svizzeri del Basilea si giocano la possibilità di accedere da “retrocesse” all’Europa League: i bulgari sono al momento favoriti, appunto perchè anche perdendo, se il Basilea dovesse fare lo stesso contro l’Arsenal, sarebbero ripescati. 

Il Paris St Germain è reduce dalla batosta del tutto inattesa di Montpellier, dove ha perso con un secco 3 a 0 e ha visto il Nizza scappare via a +4, proprio quando nel prossimo turno vi sarà lo scontro diretto al Parco dei Principi. Sicuramente Emery vorrà delle risposte da una squadra che fino a questo momento sta risentendo dell’assenza di un leader come Ibra e dove Cavani, pur cominciando a segnare con una regolarità che ricorda quella di Napoli, non è ancora riuscito a sostituire a livello psicologico lo svedese.

In Champions le cose sono andate decisamente meglio che in campionato fino a questo momento, anche se bisogna ammettere che il girone è stato tutto tranne che complicato: che passassero PSG e Arsenal era praticamente già scritto al momento del sorteggio. Il cammino dei parigini è cominciato con un 1 a 1 casalingo proprio contro i Gunners, con rete di Cavani, ed è poi proseguito con le nette vittorie per 3 a 1 e 3 a 0 contro Ludogorets (in Bulgaria) e Basilea (in casa).

Già dopo le prime tre partite è apparso chiaro come il discorso qualificazione sarebbe stato un affare tra Emery e Wenger, tanto che la quarta giornata, con vittoria francese a Basilea, è servita solo a dare la certezza di tutto questo. Il capolavoro Cavani e compagni lo hanno però fatto in casa dell’Arseanl, dove è arrivato un pareggio per 2 a 2 che mette il Paris St Germain in corsia di sorpasso per quanto riguarda l’approdo al primo posto. Basterà infatti, come detto, una vittoria contro il Ludogorets, anche solo per 1 a 0, per avere la certezza del primato.

Il Ludogorets viene da una vittoria in campionato contro il Levski Sofia, in quello che è stato il match che ah probabilmente indirizzato ancora una volta il campionato: i campioni in carica infatti veleggiano ora a 43 punti, sei in più del Sofia, che ha anche una partita in più e quindi uno svantaggio massimo potenziale di addirittura 9 punti quando si è oltre la metà del campionato.

Le cose in Champions League non sono andate bene, ma che potesse concretizzarsi una situazione del genere la società, per cui aver passato le forche caudine dei preliminari è stato già motivo d’orgoglio, lo aveva messo in conto. Le uniche soddisfazioni sono arrivare contro il Basilea, con cui nel doppio confronto i bulgari sono in vantaggio, avendo pareggiato 2 a 2 in Svizzera e 0 a 0 in Bulgaria. 

Per quanto riguarda le formazioni, il PSG dovrebbe giocare con la formazione tipo, anche se non è escluso che Emery, che si schiererà con il 4-3-2-1 potrebbe far riposare qualche giocatore in vista del decisivo match contro il Nizza di Favre in campionato. Si sa poco della probabile formazione del Ludogorets, che potrebbe anche scegliere di rischiare e, contando sullo strepitoso momento dell’Arsenal, far giocare le seconde linee e sperare di essere ripescato in Europa League anche in caso di sconfitta al Parco dei Principi, La certezza al momento è il modulo, che sarà ancora una volta il 4-4-2.

La diretta tv di Paris Saint Germain-Ludogorets avverrà su Mediaset Premium, in particolare sul canale Premium Calcio 4; tutti gli abbonati, come al solito, avranno la possibilità di assistere al match anche in diretta streaming video, grazie al servizio Premium Play che, senza costi aggiuntivi, si può attivare su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori