Diretta/ Avellino-Mega Leks (risultato finale 85-61): altra larga vittoria della Scandone (basket Champions League, oggi 7 dicembre 2016)

- La Redazione

Diretta Avellino-Mega Leks, risultato finale 85-61: continua a produrre ottime prestazioni e vittorie la Scandone, che in Champions League domina contro la formazione della Serbia

randolph_ragland_avellino
Foto LaPresse

La Scandone Avellino che ospita il Mega Leks in Champions League ha statistiche ottime: la squadra di Stefano Sacripanti tira con il 54,8% da 2 punti e il 38,7% da 3 combinando un totale di 48,1% dal campo. Cattura 31,3 rimbalzi per partita e segna 21 canestri con assistenza, mentre il differenziale recuperi/palle perse è di -6,3 e i falli commessi sono 17,6 a partita. Valutazione media di squadra pari a 90; dando uno sguardo ai singoli, Joe Ragland è quello che gioca di più con 32,5 minuti e anche il miglior realizzatore della Scandone, con 17,8 punti ai quali aggiunge 5,2 rimbalzi e 6 assist; non troppi giocatori nel torneo possono vantare almeno 17 punti, 5 rimbalzi e 6 assist nelle loro statistiche. Avellino però manda in doppia cifra per punti anche Levi Randolph (13,3), Adonis Thomas (13) e Kyrylo Fesenko (10,9) con il centro ucraino che è il miglior rimbalzista (6,9). Per quanto riguarda il Mega Leks, Alpha Kaba ha 12,2 punti in 27,5 minuti sul parquet; è il migliore per punti segnati in rapporto al tempo giocato, ma il numero uno tra i realizzatori resta Ognjen Jaramaz con 12,3. Kaba domina comunque a rimbalzo (9,7) mentre il migliore per assist distribuiti è lo stesso Jaramaz con 2,5. Dove i serbi devono migliorare è nelle percentuali: 28,8% dal campo generato in particolare dal 30,1% da oltre larco (il migliore è Kostja Mushidi con il 33,3%, anche se con appena tre tentativi per partita). 

Si avvicina il momento di Avellino-Mega Leks; la partita di andata si era giocata martedì 18 ottobre ed era stata una vittoria agevole per la Scandone, che si era imposta per 84-70 vincendo ogni singolo quarto. Avellino aveva trovato la grande serata di Joe Ragland e Levi Randolph, i soliti sospetti: i due avevano combinato per 46 punti tirando 15/25 dal campo (prendendosi quasi la metà delle conclusioni totali della squadra), 8 rimbalzi, 3 assist e 3 recuperi. Cera stato anche il contributo di Marques Green autore di 10 assist (a fronte di 6 punti) e anche in virtù dellottimo 42,9% dalla linea dei 3 punti la Sidigas era riuscita a vincere nonostante fosse andata nettamente sotto a rimbalzo (29-43), anche in virtù delle migliori percentuali dal campo (46,8% contro 37,7%). Per il Mega Leks la grande prestazione laveva tirata fuori Alpha Kaba: 18 punti con 5/8 dal campo, 9 rimbalzi e tre recuperi per un totale di 21 di valutazione (la stessa di Ragland, mentre Randolph era stato il migliore con 28). 

Si gioca mercoledì 7 dicembre: palla a due alle ore 20:30 presso il PalaDelMauro per la sfida valida per l’ottava giornata del girone D di basket Champions League 2016-2017. Inizia dunque il ritorno e la Scandone torna a giocare contro la squadra che aveva battuto nell’esordio continentale della manifestazione. 

Avellino, che si approccia a questa gara dopo aver subito una battuta darresto casalinga, in campionato, contro Venezia, altra formazione partecipante alla Champions league, ha invece conquistato due punti importantissimi nellultimo turno in Lituania, sul campo della Juventus Utena, fino a quel momento imbattuta sul parquet di casa. A fare la differenza, a favore degli irpini, un ultimo quarto clamoroso, ed in particolare gli ultimi 6 minuti di partita, dopo che fino a quel momento erano stati i lituani a condurre nel punteggio e nel gioco. Alla fine il parziale dellultimo quarto è eloquente, 10 – 27 a favore dei ragazzi di Sacripanti. 

Nelle file di Avellino si è assistito alla migliore esibizione stagionale del lungo ucraino Kyrilo Fesenko; per lex Cantù una prova da 25 punti nello score personale, a cui ha aggiunto anche la doppia cifra nei rimbalzi, 13, combinando per un eccellente 35 di valutazione. Solita prestazione ben oltre la sufficienza per Ragland che ha chiuso a quota 21 punti segnati, ed anche Obasohan ha fatto vedere di essere in crescita, contribuendo alla vittoria con i suoi 14 punti.

La formazione lituana ci ha provato, ma non è riuscita a mantenere il proprio campo inviolato, ed ora sono tre le formazioni in testa al girone D, la terza gli spagnoli del Tenerife, a conferma del grande equilibrio che si ipotizzava prima dellinizio della manifestazione. Primo quarto che si chiude sul 24 21 per i lituani, che poi allungano in apertura della seconda frazione, arrivando anche alla doppia cifra di vantaggio, ma il ritorno di Avellino riporta lo svantaggio, allintervallo, in un più gestibile 4, sul 43 39. La Sidigas dopo il riposo riesce ad impattare la partita, poi cè un nuovo allungo lituano, che arrivano al + 7 con il quale si chiude la terza frazione.

Il quarto periodo è spettacolare, con lUtena che scappa a + 9, poi gli irpini con dei mini break si riportano a – 2 con il coach lituano subito a chiamare timeout. Alla fine il pallone nelle azioni di Avellino è quasi sempre in mano a Ragland che costruisce il sorpasso con 7 punti messi a segno consecutivamente, e poi insieme a Fesenko porta la formazione italiana sul + 8 quando mancano solo 2 minuti alla fine. Reazione ucraina, ma ci pensano Obasohan ed in dirittura darrivo, Ragland a confezionare il definitivo + 10, risultato importante anche dal punto di vista delleventuale differenza canestri al termine del girone.

Pino sacripanti per questa gara continua con lo schieramento visto sette giorni prima in Lituania, che prevede uno starting five composto da Ragland e Randolph esterni, Thomas in ala e Leunen con lucraino Fesenko sottocanestro, con questultimo che ha preso il posto di Cusin, che parte dalla panchina, insieme ad Obasohan, Zerini e Green. Coach Milojevic risponde mettendo in campo alla palla a due la guardia tedesca di formazione americana, affiancata al play Djokovic, con lo sloveno Cancar come ala piccola e la coppia formata dal francese Kaba, e da Zagorac, sotto le plance.

Avellino-Mega Leks, salvo variazioni di palinsesto, sarà trasmessa in diretta tv da Rai Sport 1: appuntamento dunque in chiaro per tutti, con la possibilità di seguire la partita del PalaDelMauro anche sul sito ufficiale www.raiplay.it, in diretta streaming video utilizzando supporti come PC, tablet o smartphone. Il portale www.basketballcl.com, quello ufficiale della Champions League, offrirà invece informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori