RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE / Diretta gol livescore e classifica dei gironi: la Juve vince, il Real pareggia! (7 dicembre 2016, 6^ giornata)

- La Redazione

Risultati Champions League, 6^ giornata: diretta gol livescore e classifica dei gironi. Ultimo turno della prima fase: 12 squadre sono già certe della qualificazione agli ottavi di finale

XabiAlonso_Atletico
Xabi Alonso - La Presse

Archiviato anche il programma delle seconde otto partite del 6^ turno della fase a gironi di Champions League 2016-2017, abbiamo il nome delle altre otto squadre che prenderanno parte agli ottavi di finale e delle quattro compagini che invece ripartiranno dai sedicesimi di Europa League. Nel gruppo H, con il minimo sforzo, la Juventus batte per 2 a 0 la Dinamo Zagabria dei giovani, con i gol di Higuain e Rugani, mentre Lione e Siviglia pareggiano 0-0 con gli andalusi che passano il turno. Nel gruppo E vittoria netta del Bayer Leverkusen che liquida il Monaco per 3 a 0, in rete Yurchenko, Brandt e De Sanctis che si segna da solo dopo che Wendel dagli undici metri ha stampato il pallone sulla traversa. Nel gruppo F pari al cardiopalma tra Real Madrid e Borussia Dortmund, doppio vantaggio blancos con la doppietta di Benzema, rimonta clamorosa dei tedeschi con Aubameyang e Reus che consentono alla formazione di Tuchel di difendere il primato in classifica, in Europa League ci va invece il Legia Varsavia che dopo aver preso sberle ovunque da chiunque prosegue il suo cammino europeo grazie alla vittoria nello scontro diretto sullo Sporting Lisbona. Nel gruppo G goleada del Porto che batte il Leicester (già qualificato e matematicamente primo) per 5 a 0, il Copenaghen batte il Brugge per 2 a 0 ma non basta, danesi in Europa League. 

Si sono conclusi i primi tempi negli otto campi dove stasera si gioca per il 6^ turno della fase a gironi di Champions League 2016-2017. L’unico girone dove non si è ancora segnato è quello della Juve che pareggia 0-0 contro la Dinamo Zagabria, mentre in Francia finisce senza gol il primo tempo di Lione-Siviglia con i padroni di casa che hanno colpito due legni mentre gli ospiti recriminano per il palo di Vitolo. Nel gruppo E il Bayer Leverkusen è avanti sul Monaco per 1 a 0, mentre a Wembley il Tottenham sta battendo in rimonta il Cska Mosca per 2 a 1. Nel gruppo G prima frazione di gioco spettacolare al Bernabeu tra Real Madrid e Borussia Dortmund con i blancos avanti di un gol grazie alla marcatura di Benzema, mentre in Polonia il Legia Varsavia sta battendo lo Sporting Lisbona con il gol di Guilherme. Nel gruppo G il Porto dilaga sul Leicester (già qualificato e matematicamente primo, Ranieri ha optato per un ampissimo turnover) per 3 a 0, in Belgio il Copenaghen è avanti sul Brugge per 2 a 0. 

Ultimi novanta minuti nella fase a gironi di Champions League: siamo pronti a vivere insieme le ultime otto partite dei gironi E, F, G e H. Poche le sorprese che ancora ci attendono, ne abbiamo già parlato: sei squadre sono già qualificate, in un paio di gironi c’è un duello che contempla due formazioni e per il resto bisogna valutare la questione legata al primo posto (non nel girone E, dove il Monaco ha già chiuso i conti). Staremo a vedere; come noto la Juventus ha bisogno di una vittoria per prendersi il primato nel girone H, lo stesso deve fare il Real Madrid nella sfida diretta contro il Borussia Dortmund. La fase a gironi di Champions League va in archivio, ma questo è solo l’inizio di una spettacolare stagione europea; ora parola al campo per vedere quello che succederà, quali saranno i risultati del mercoledì e come si chiuderà la classifica di ciascun girone. 

Tra i risultati di Champions League di questa sera il più atteso è certamente quello che arriverà dal Santiago Bernabeu: si sfidano il Real Madrid e il Borussia Dortmund. Entrambe già qualificate agli ottavi di finale, giocheranno però per il primo posto nel girone F: in vantaggio come sappiamo i gialloneri, che hanno due punti in più e dunque possono permettersi di pareggiare per rimanere davanti. Dove si è generato questo vantaggio? A Varsavia, sul campo del Legia: il Real Madrid era avanti 2-0 nel primo tempo e in totale controllo, ma clamorosamente si è fatto rimontare e ha anche dovuto segnare, con Mateo Kovacic, il gol del pareggio. Non sarebbe cambiato granchè nelleconomia della sfida diretta di questa sera: landata del Signal Iduna Park infatti era terminata 2-2. Vantaggio dei blancos con Cristiano Ronaldo e pareggio di Pierre-Emerick Aubameyang; nella ripresa Rapahel Varane portava in vantaggio il Real Madrid ma, a tre minuti dal novantesimo, Andre Schurrle timbrava la rete del pareggio. Reduce dal pareggio nel Clasico, che ha dato tanta fiducia per come è arrivato (gol di Sergio Ramos al 90) e per la situazione nella Liga (+6 confermato sul Barcellona) adesso la banda di Zinedine Zidane ha bisogno dei tre punti per vincere il girone, ma è comunque probabile che il tecnico francese faccia un po di turnover visto che i principali spauracchi per gli ottavi, Barcellona e Atletico Madrid, non potranno essere affrontati dal suo Real Madrid (i derby sono vietati fino ai quarti). 

Prima la Premier, poi la Champions League? Tra i risultati di questa sera, quello del Leicester certamente non è tra i più attesi visto che le Foxes hanno già chiuso i conti per quanto riguarda qualificazione e primo posto nel girone G; tuttavia la favola della formazione allenata da Claudio Ranieri è ancora seguitissima e continua a far parlare i tanti appassionati e addetti ai lavori. Lo scorso anno il Leicester vinse clamorosamente il campionato inglese, superando squadroni ben più attrezzati e aprendo una delle più belle pagine di sport in tutti i tempi; Jamie Vardy arrivò in nazionale, Riyad Mahrez vinse il premio di miglior giocatore della Premier League e un gruppo che un anno prima si era salvato a stento arrivò a mettere le mani sulla Premier. Questanno il grande esordio in Champions League, assoluto: ebbene, il Leicester ha vinto le prime le prime tre partite, ha subito il primo gol alla quinta ed è ancora imbattuto, essendosi già garantito il primato nel girone. Una grande favola, non cè che dire; adesso Ranieri attende di conoscere i suoi avversari ma intanto può già festeggiare un traguardo splendido, anche se questanno in campionato le cose non stanno andando altrettanto bene e sicuramente il titolo nazionale non verrà confermato. 

La sfida di Champions League tra il Lione e il Siviglia, per il girone H di Champions League, è una sorta di sliding doors per gli andalusi: come abbiamo già detto il Siviglia di Jorge Sampaoli potrebbe ancora arrivare primo nel girone (con una vittoria e una contemporanea sconfitta – o pareggio – della Juventus) ma per contro rischia anche di essere eliminato se dovesse perdere con due gol di scarto contro il Lione. Eliminazione che vorrebbe dire ripartire dallEuropa League; e qui si apre la seconda possibilità, perchè il Siviglia come ben sappiamo è campione in carica di questa competizione e ha anche  centrato il record assoluto di vittorie consecutive (tre). Precipitare in Europa League per il secondo anno di fila certamente sarebbe una delusione; per contro, tuttavia, permetterebbe agli andalusi di andare a difendere il titolo con ottime speranze di farcela. Nella scorsa stagione le cose erano andate in maniera leggermente diversa: nellultima giornata il Siviglia già eliminato avrebbe dovuto vincere per arrivare terzo, e lo aveva fatto battendo la Juventus alla quale aveva anche impedito di centrare la prima posizione, generando poi lincrocio con il Bayern Monaco. Ovviamente Sampaoli e la sua truppa puntano gli ottavi di Champions League, ma il piano B potrebbe comunque chiudersi in gloria

Come nella giornata di ieri, anche nel mercoledì di Champions League troviamo sei squadre già qualificate agli ottavi di finale già prima di sapere i risultati dell’ultima giornata. Andiamole a vedere nel dettaglio: si tratta di Monaco, Bayer Leverkusen, Borussia Dortmund, Real Madrid, Leicester e Juventus. Di queste sei abbiamo anche le squadre sicure del primo posto: il Monaco nel girone E e il Leicester nel girone G, irraggiungibili per le inseguitrici. Negli altri due gironi invece si corre anche per il primo posto, ma soprattutto restano due posti disponibili per quattro squadre. Nel girone G se la giocano Porto e Copenaghen, con i Dragoni che ospitano un Leicester come detto già tranquillo e i danesi che invece vanno a Brugge, sul campo di una squadra che non può più raggiungere nemmeno lEuropa League. Al Porto però il pareggio non basterebbe: nella doppia sfida diretta 1-1 in Portogallo e 0-0 in Danimarca, e dunque Copenaghen avanti per i gol in trasferta. Più complicato il quadro del girone H, dove la Juventus deve vincere per blindare il primo posto (o pareggiare in caso il Lione vinca o pareggi) e il Siviglia potrebbe operare il sorpasso ma anche rimanere fuori dagli ottavi. Avendo vinto 1-0 contro il Lione, e giocandovi contro al Parc Olympique Lyonnais, gli andalusi sarebbero eliminati perdendo con due gol di scarto.

Andiamo a fare un riepilogo delle partite del 6^ turno dei gironi di Champions League 2016-2017 che si disputeranno stasera alle 20:45. Nel gruppo E l’incontro tra Bayer Leverkusen e Monaco sarà una passerella per le due squadre già sicure della qualificazione agli ottavi, mentre resta solamente da stabilire chi andrà in Europa League tra Tottenham e Cska Mosca. Nel gruppo F tutti i riflettori sono puntati sul Bernabeu dove Real Madrid e Borussia Dortmund si contenderanno il primato, il Legia Varsavia nonostante il record negativo di gol subiti (24 in 5 partite) può ancora accedere ai sedicesimi di Europa League se batterà lo Sporting Lisbona. Nel gruppo G il Porto cercherà di ottenere contro il Leicester il pass per gli ottavi, mentre il Copenhagen sarà impegnato nella trasferta belga contro il Brugge. Infine, nel gruppo H, la Juventus deve garantirsi il primato e può farlo se batterà la Dinamo Zagabria, mentre il Siviglia deve difendere il secondo posto dall’assalto del Lione.

Si sono appena conclusi i primi tempi delle otto gare del 6^ turno della fase a gironi di Champions League 2016-2017 in programma stasera. Il Dinamo Kiev sta facendo un grosso favore a Benfica e Napoli impegnate nello scontro diretto in Portogallo (0-0 il punteggio), la formazione ucraina è avanti addirittura di 4 gol nei confronti del Besiktas al quale serviva la vittoria per avere la certezza di passare il turno, invece gli uomini di Gunes si stanno suicidando con le loro stesse mani. Nel gruppo A Arsenal avanti in Svizzera sul Basilea con la doppietta di Lucas Perez mentre in Francia il PSG è sotto di un gol contro il Ludogorets. Nel gruppo C nessun problema per il Barcellona che sta regolando il Borussia Monchengladbach grazie alla rete di Messi, mentre Manchester City e Celtic stanno pareggiando 1 a 1. Infine, nel gruppo D, il Bayern Monaco grazie alla punizione di Lewandowski è in vantaggio sull’Atletico Madrid mentre in Olanda PSV e Rostov stanno impattando 0-0. 

Tutto è bene quel che finisce bene per il Napoli che espugna l’Estadio da Luz di Lisbona battendo il Benfica per 2 a 1, decisive nella ripresa le reti di Callejon e Mertens con Jimenez che riapre la contesa nel finale per l’ennesimo svarione della retroguardia di Sarri. Ma in ogni caso il passaggio del turno era già in cassaforte grazie alla Dinamo Kiev che in Ucraina ha spazzato via il Besiktas per 6 a 0, con i turchi che retrocedono in Europa League. Nel gruppo A l’Arsenal si aggiudica il primato del girone battendo il Basilea per 4 a 1 mentre il PSG non va oltre il 2-2 contro il Ludogorets che prosegue la sua avventura in Europa League. Nel gruppo C tutto facile per il Barcellona che batte il Borussia Monchengladbach per 4 a 0 con la tripletta di Arda Turan e il gol di Messi, blaugrana agli ottavi e tedeschi in Europa League, mentre Manchester City e Celtic pareggiano 1-1. Infine, nel gruppo D, il Bayern Monaco si prende la rivincita sull’Atletico Madrid battendolo per 1 a 0 (ma i colchoneros chiudono il girone al primo posto), 0 a 0 in Olanda tra PSV e Rostov, olandesi eliminati mentre ritroveremo i russi in Europa League.

Il Napoli soffre in Portogallo ma al momento il Benfica non passa, 0-0 a Lisbona con la formazione di Sarri che fa comunque fatica a contenere le avanzate dei padroni di casa. Nel frattempo, a Kiev, il Besiktas sta perdendo per 1 a 0, con questo risultato Benfica e Napoli sarebbero comunque qualificate a prescindere da come finirà lo scontro diretto. Nel frattempo al Camp Nou Messi ha sbloccato la contesa a favore del Barcellona contro il Monchengladbach, mentre al momento Manchester City e Celtic pareggiano 1-1. Nel gruppo A l’Arsenal è avanti sul Basilea per 2 a 0 grazie alla doppietta di Lucas Perez, in difficoltà il PSG che sta perdendo contro il Ludorogets. Nel gruppo D il Bayern è avanti sull’Atletico grazie alla punizione di Lewandowski mentre Rostov e PSV pareggiano 0-0. 

Ci siamo: la sesta e ultima giornata dei gironi di Champions League sta per prendere il via. Novanta minuti che ci diranno le prime otto squadre qualificate agli ottavi: sei le conosciamo già, le altre due usciranno dal girone del Napoli (tra partenopei, Benfica e Besiktas) mentre nel girone A è ancora in ballo il discorso primo posto, anche se gli incroci del calendario lasciano ben poco margine alle sorprese (e dunque il Psg dovrebbe centrare lobiettivo, sia pure per differenza reti nella doppia sfida diretta con lArsenal). Il fatto che i verdetti siano definitivi o quasi non deve influenzare: i motivi per assistere a una serata spettacolare ci sono tutti, non solo per la partita dellAllianz Arena tra Bayern Monaco e Atletico Madrid ma anche per la voglia di riscatto di un Barcellona che potrebbe fare goleada, per la possibilità del Rostov di arrivare a prendersi un posto in Europa League e in generale perchè quando si parla di Champions League le aspettative si alzano. Dunque la parola agli otto campi sui quali si gioca, perchè ormai manca davvero pochissimo al calcio dinizio delle prime partite di questa giornata conclusiva nella fase a gironi. 

Se nel girone D della Champions League, oggi protagonista nella sua ultima giornata della fase a gruppi prima degli ottavi di finale, i conti sembrano essere già fatti e favore delle prime due classificate, i sogni europei per il Rostov, ora in terza posizione potrebbe non essere già infranti. Se con i 4 punti ottenuti dalla compagine del tecnico Daniliants non sono sufficienti per far passare i colori del club russo agli ottavi di finale, potrebbero bastare per far degradare la squadra alla prossima fase dellEuropa League. Per tenersi in Europa per il Rostov deve almeno ottenere in pareggio in questa serata contro il Psv, oggi padrone di casa: il precedente dellandata ci racconta di un pareggio per 2 a 2, che fa ben sperare i tifosi della formazione russa, che sperano comunque in una vittoria più netta. A dare ancora più coraggio al Rostov, poi cè sempre quel 3 a 2 ottenuto in cada contro il blasonato Bayern monaco di Ancelotti, che fa sempre bene allanima e allo spirito, e che sta, di fatto, dando la possibilità ai gialloblù di Daniliants di continuare a sognare europeo. 

Con solo lultimo turno della fase a girone della Champions League da giocare questa sera, non sorprende che in diversi gruppi i conti abbiano già premiato alcune formazioni, sicure, a prescindere del risultato di oggi della qualificazione agli ottavi di finale: nel gruppo A infatti Psg e Arsenal, fermi entrambe a 11 punti sono sicure del passaggio sebbene non siano certe di chi passerà punti come prima del gruppo. Stessa cosa anche nel gruppo C dove vediamo Barcellona e Manchester City rispettivamente sul 12 e 8 punti, mentre nel D sono Atletico Madri e Bayern le due formazioni sicure a passare (e in questo caso con gli spagnoli da testa del girone già sicura). Il girone protagonista oggi in cui invece ancora tutto può succedere è il B, quello con Napoli, Benfica, Besiktas e Dinamo Kiev (gli ucraini però rimangono ultimi con 2 punti e soprattutto troppo distanti per giocarsi alcunché): le prime due infatti oggi si sfideranno non solo per il primo posto ma anche per il passaggio agli ottavi con un occhio di riguardo per il match tra la Dinamo e i turchi, i quali potrebbero tentare il colpaccio e rendere difficili le cose per la compagine campana. 

Lultimo turno della fase a girone della Champions League, vede almeno nel girone D una situazione già delineata: la testa della classifica è infatti saldamente nelle  Monaco mani dellAtletico Madrid, che con 15 punti non ha alcun timore: al seconda classificata, ovvero il Bayern Monca è infatti ferma a 9 punti e questa sera ospiterà la formazione madrilena tra le mura dellAllianz Arena. Sebbene le rispettive posizioni sono oramai destinate a non subite ulteriori modifiche in questa ultima giornata prima degli ottavi, quello tra Atletico Madrid e Bayern, se non altro per il grande livello tecnico delle due formazioni è sicuramente il big match di questo martedi sera: è infatti senza dubbio atteso il riscatto della formazione bavarese, chiamata e riscattare il proprio onore dopo la clamorosa sconfitta per 2 a 3 ottenuta nel turno precedente contro il Rostov e confermare anche i buoni risultati visti da poco anche in Bundesliga. 

Sesta e ultima giornata della fase a gironi in Champions League 2016-2017: tra martedì e mercoledì conosceremo i nomi delle 16 squadre che accederanno agli ottavi di finale (le prime e le seconde) avendo dunque più chiaro anche il tabellone del sorteggio; ma anche le formazioni che, terze in classifica, andranno a giocare in Europa League partendo dai sedicesimi. Come sempre turno articolato su due giornate, andiamo quindi a vedere cosa ci aspetta martedì.

Tutte le partite sono alle ore 20:45, per il girone A avremo Basilea-Arsenal e Psg-Ludogorets, per il girone B Benfica-Napoli e Dinamo Kiev-Besiktas, per il girone C Barcellona-Borussia Monchengladbach e Manchester City-Celtic, per il girone D Bayern Monaco-Atletico Madrid e Psv Eindhoven-Rostov. Ci sono sei squadre già qualificate, con due (Barcellona e Atletico Madrid) già sicure del primo posto; il Napoli invece deve ancora guadagnare il pass per gli ottavi, che sarà suo con un pareggio sul campo di un Benfica in netta ripresa, ma che due settimane fa ha mancato il colpo da ko facendosi rimontare tre gol di vantaggio da un Besiktas che, rimanendo in corsa, ha complicato la vita anche ai partenopei. 

Nel girone A ci si gioca soltanto il primo posto: il Paris Saint-Germain parte in vantaggio avendo segnato più gol in trasferta nella doppia sfida diretta contro lArsenal, Ludogorets e Basilea invece si confrontano per un posto in Europa League. Lo stesso succede nel girone D, dove clamorosamente il Rostov ce la può fare: ha bisogno di un pareggio contro il Psv Eindhoven dopo aver battuto a sorpresa il Bayern Monaco, rischiano tantissimo gli olandesi. A proposito di Bayern, la squadra di Carlo Ancelotti ha sprecato la possibilità di giocarsi il primato allultima giornata; ripresasi in campionato con il 3-1 sul campo del Mainz, contro lAtletico Madrid giocherà soltanto per lonore non potendo migliorare la sua posizione.

Anche nel girone C i conti sono già fatti: il Barcellona come detto è primo, il Manchester City si deve accontentare del secondo posto mentre per la corsa allaEuropa League il Borussia Monchengladbach ha già ottenuto il pass grazie alla vittoria sul campo del Celtic. Staremo a vedere come andranno le cose: mancano due squadre che si devono qualificare ed entrambe arrivano dal girone del Napoli, dove lottano in tre. Mercoledì ovviamente le altre partite, con la Juventus già qualificata ma a caccia del primato e, anche in quel caso, due squadre che andranno a caccia degli ottavi di finale.

Martedì 6 dicembre

FINALE Basilea-Arsenal 1-4 – 8′, 16′ e 47′ Lucas Perez (A), 53′ Iwobi (A), 78′ Doumbia (B)

FINALE Psg-Ludogorets 2-2 – 15′ Misidjan (L), 61′ Cavani (P). 69′ Wanderson (L), 90ì+2′ Di Maria (P)

 Arsenal* 14, Psg* 12, Ludogorets** 3, Basilea 2

 

Martedì 6 dicembre

FINALE Benfica-Napoli 1-2 – 60′ Callejon (N), 79′ Mertens (N), 87′ Jimenez (B)

FINALE Dinamo Kiev-Besiktas 6-0 – 8′ Besedin (DK), 31′ rig. Yarmolenko (DK), 33′ Buyalskyy (DK), 45’+3′ aut. Hutchinson (DK), 60′ Sydorchuk (DK), 77′ Moraes (DK)

 Napoli* 11, Benfica* 8, Besiktas** 7, Dinamo Kiev 5

 

* qualificate agli ottavi

** qualificate ai sedicesimi di Europa League

Martedì 6 dicembre

FINALE Barcellona-Borussia Monchengladbach 4-0 – 16′ Messi (B), 50′, 53′ e 67′ Arda Turan (B)

FINALE Manchester City-Celtic 1-1 – 4′ Roberts (C), 8′ Iheanacho (MC)

Barcellona* 15, Manchester City* 9, Borussia Monchengladbach** 5, Celtic 3

 

Martedì 6 dicembre

FINALE Bayern Monaco-Atletico Madrid 1-0 – 28′ Lewandowski (BM)

FINALE Psv Eindhoven-Rostov 0-0

Atletico Madrid* 15, Bayern Monaco* 12, Rostov** 5, Psv Eindhoven 2

 

* qualificate agli ottavi

** qualificate ai sedicesimi di Europa League

Mercoledì 7 dicembre

LIVE Bayer Leverkusen-Monaco 3-0 – 30′ Yurchenko (BL), 48′ Brandt (BL), aut. 82′ De Sanctis (BL)

LIVE Tottenham-Cska Mosca 3-1 – 33′ Dzagoev (CSK), 39′ e 77′ Alli (T), 45’+1′ Kane (T)

 Monaco* 11, Bayer Leverkusen* 7, Tottenham 4, Cska Mosca 3

 

Mercoledì 7 settembre

LIVE Legia Varsavia-Sporting Lisbona 1-0 – 30′ Guilherme (LV)

LIVE Real Madrid-Borussia Dortmund 2-2 – 28′ e 53′ Benzema (RM), 61′ Aubameyang (BD), 88′ Reus (BD)

 Borussia Dortmund* 13, Real Madrid* 11, Sporting Lisbona 3, Legia Varsavia 1

 

* qualificate agli ottavi

Mercoledì 7 dicembre

LIVE Brugge-Copenaghen 0-2 – 9′ aut. Mechele (C), 15′ Jorgensen (C)

LIVE Porto-Leicester 5-0 – 6′ e 64′ rig. André Silva (P), 26′ Jesus Corona (P), 45′ Brahimi (P), 77′ Jota (P)

 Leicester* 13, Porto 8, Copenaghen 6, Brugge 0

 

Mercoledì 7 dicembre

LIVE Juventus-Dinamo Zagabria 2-0 – 52′ Higuain (J), 73′ Rugani (J)

LIVE Lione-Siviglia 0-0

 Juventus* 11, Siviglia 10, Lione 7, Dinamo Zagabria 0

 

* qualificate agli ottavi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori