DIRETTA / Apoel-Olympiacos (risultato finale 2-0) info streaming video e tv: gol di Sotiriu e De Camargo (oggi, Europa League 2016)

- La Redazione

Diretta Apoel-Olympiacos: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la sesta giornata del girone B di Europa League

ApoelNicosia_mischia
Foto LaPresse

Nel Gruppo B lApoel occupa il primo posto con 9 punti mentre lOlympiacos è secondo con 8 punti. importante sottolineare come entrambe le formazioni siano già matematicamente qualificate. LApoel ha sin qui segnato 6 reti subendone altrettante, ha effettuato 60 conclusioni per una media di 12 a gara di cui solo 18 allinterno dello specchio della porta con 1 palo colpito. I greci invece ha realizzato 7 gol incassandone 4, hanno palesato una maggiore predisposizione alla fase offensiva con 79 tiri per una media di 15,8 ad incontro di cui 27 nello specchio e 2 pali centrati. Anche la supremazia territoriale è stata numericamente migliore quella degli ospiti con  un possessopalla medio del 57% contro il 51%, 1948 passaggi di cui l88% riusciti contro i 1414 di cui l88% riuscito. Una maggiore spinta da parte dellOlympiakos confermata anche dai 31 calci dangolo ottenuti contro i soli 14 dellApoel mentre le situazioni di fuorigioco sono state rispettivamente 12 a 8. 

Si gioca tra poco e a Nicosia sta salendo lattesa per questa partita, anche perchè in questa stagione di Europa League la formazione cipriota ha già dimostrato di essere competitiva e di poter fare strada. La sfida di andata si era giocata il 29 settembre presso lo stadio Georgios Karaiskakis, al Pireo; una partita che lOlympiacos contava di poter vincere e nella quale partiva sicuramente favorito, ma lApoel era stato in grado di ribaltare i pronostici e si era preso la vittoria. Era stata una gara spezzettata e con tanti falli; larbitro polacco Pawel Gil aveva ammonito cinque giocatori (tre da parte dellOlympiacos) ma in ogni caso le occasioni da rete non erano mancate. A segnare il gol che aveva deciso la sfida era stato Pieros Sotiriou, attaccante della nazionale di Cipro che dopo soli 10 minuti era riuscito a battere Nicola Leali con un colpo di testa sul cross di Milanov. LOlympiacos aveva avuto a disposizione 80 minuti più il recupero per provare a pareggiare, ma non ci era riuscito; per lApoel Nicosia una vittoria molto importante sulla strada verso i sedicesimi di finale di Europa League.  

Sarà diretta dall’arbitro spagnolo Carlos Del Cerro; si gioca alle ore 19 e siamo all’ultima giornata del girone B di Europa League 2016-2017. Le due squadre sono già certe di approdare ai sedicesimi di finale, visto che i ciprioti si trovano a quattro punti dalla terza e dalla quarta in classifica, ovvero Young Boys e Astana. L’Olympiacos invece ha solo tre punti in più rispetto alle avversarie, ma risulta in vantaggio negli scontri diretti sia con gli svizzeri (una vittoria e un pareggio) che con i kazaki (una vittoria e un pareggio). In caso di risultato di parità in questa sfida sarebbe dunque l’Apoel di Nicosia ad aggiudicarsi il primo posto in graduatoria e molto probabilmente un abbinamento più semplice nel primo turno ad eliminazione diretta.

Tuttavia, conoscendo l’atteggiamento e la mentalità della compagine cipriota, è improbabile che voglia difendere il pareggio e tenterà di vincere la sfida per cementificare il primo posto. L’Olympiacos dal canto suo ha solo la vittoria a disposizione, altrimenti si dovrà accontentare del passaggio del turno col secondo posto e sperare di non essere accoppiato con una big dal sorteggio dei sedicesimi di finale che si terrà a Nyon.

L’Apoel (acronimo che sta per Athlitikos Podosfairikos Omilos Ellinon Leukosias) verrà schierato sul terreno di gioco dal tecnico danese Thomas Christiansen con il modulo 4-4-2. Fra i pali vedremo giocare l’estremo difensore olandese Boy Waterman, protetto dalla linea difensiva a quattro composta dal terzino destro Mario Sergio, dal primo difensore centrale Giorgos Merkis, dal secondo difensore centrale Inaki Astiz e dal terzino sinistro, nonché capitano della squadra, Nektarios Alexandrou.

A centrocampo vedremo nei due slot dei mediani Nuno Morais e Kostakis Artymatas. Sulle fasce invece vedremo correre Georgios Efrem e Efstathios Aloneftis, schierati rispettivamente sull’esterno destro e sull’esterno sinistro. Infine la coppia di attaccanti centrali risponderà ai nomi dei due centravanti Igor de Camargo e Pieros Sotiriou, autore di due reti nell’ultima gara disputata in campionato.

Come risponderà l’Olimpiakos dell’allenatore portoghese Paulo Bento? Non ci sono dubbi sul modulo, che sarà il 4-2-3-1, ma gli interpreti potrebbero variare rispetto alle ultime uscite. Fra i pali verrà impiegato l’italiano Nicola Leali, protetto dal poker di difesa composto dal terzino destro Diogo Figueiras, dal terzino sinistro Alberto dela Bella e dai due difensori centrali Alberto Botia e Manuel da Costa. Davanti a loro si posizioneranno i due mediani, vale a dire l’ex interista Esteban Cambiasso e il capitano della compagine greca Luka Milivojevic.

Sulla trequarti i tifosi potranno ammirare la prestazione di Felipe Pardo, che verrà schierato sulla fascia destra, di Konstantinos Fortounis, che si posizionerà al centro, e di Tarik Elyounoussi, che verrà impiegato sulla fascia sinistra in modo tale da poter rientrare sul piede preferito e calciare. L’unica punta centrale risponderà al nome di Brown Ideye, autore di due bellissimi gol nell’ultimo impegno di campionato della squadra biancorossa.

A fare la gara sarà con molte probabilità l’Olympiacos, che come detto poc’anzi ha bisogno solo della vittoria per agguantare il primo posto. L’Apoel Nicosia però non starà certamente a guardare, e cercherà di mettere la gara sui propri binari, vale a dire la corsa, la resistenza e l’agonismo. I ciprioti però possono contare allo stesso modo su un reparto fantasisti di tutto rispetto e l’Olympiacos dovrà lavorare per bloccare le loro iniziative. La differenza, come spesso capita in partite così tese ed equilibrate, la faranno i dettagli e molto probabilmente una giocata d’alta classe o un errore in fase difensiva.

Analizzando le quote emesse in queste ore dalle agenzie di scommesse, emerge che la squadra favorita per il successo finale l’Olympiacos. Secondo Intralot i greci saranno in grado di resistere alla pressione dello stadio GSP Arena, e la loro quota è pari a 2.35. Il pareggio invece paga 3.25 volte la posta, mentre il successo casalingo dell’Apoel Nicosia 3.05.

Non sarà possibile assistere ad Apoel-Olympiacos in diretta tv; la partita non sarà trasmessa nel nostro Paese, ma su Sky Super Calcio sarà a disposizione il programma Diretta Gol Europa League con la trasmissione di highlights e gol in tempo reale da tutti i campi, con anche la diretta streaming video disponibile grazie all’applicazione Sky Go, che si può attivare senza costi aggiuntivi su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori