Diretta / Qarabag-Fiorentina (risultato finale 1-2) info streaming video e tv: i viola espugnano Baku! (oggi, Europa League 2016)

- La Redazione

Diretta Qarabag-Fiorentina: info streaming video e tv, quote, orario, risultato live e cronaca della partita che si gioca a Baku, valida per la sesta giornata del girone J di Europa League

Babacar_FiorentinaQarabag
Foto LaPresse

Tempo scaduto allo stadio Tofig Bahramov di Baku che viene espugnato dalla Fiorentina vittoriosa sul Qarabag per 2 a 1, i viola chiudono il gruppo J di Europa League 2016-2017 in vetta con 13 punti e approdano ai sedicesimi da testa di serie, nulla da fare per la squadra azera che viene eliminata dal torneo in virtù del successo del Paok sullo Slovan Liberec. Nelle battute conclusive del match gli ospiti rimangono in dieci per l’espulsione di Chiesa che, già ammonito, calpesta e trattiene Agolli rimediando così il secondo giallo che fa scattare automaticamente l’espulsione. Nonostante l’uomo in più i padroni di casa non riescono a creare grossi pericoli dalle parti di Tatarusanu se non al 90′ con il sinistro di Almeida bloccato in due tempi dall’estremo difensore di Sousa. Vano nel recupero l’assalto finale degli uomini di Gurbanov con i giocatori della Fiorentina che coprono bene tutti gli spazi fino al triplice fischio di Bebek che manda tutti sotto la doccia. 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo si è finalmente sbloccato il risultato allo stadio di Baku con la Fiorentina in vantaggio sul Qarabag per 2 a 1. I padroni di casa continuano ad attaccare ma sono gli ospiti a rompere gli equilibri, al 60′ Vecino libera il destro dal limite trovando la deviazione decisiva di Sadygov che mette fuori causa Sehic e soprattuto inguaia la formazione azera che adesso ha bisogno di un miracolo per ottenere la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Con gli uomini di Gurbanov costretti ad attaccare si moltiplicano gli spazi in contropiede per i viola, e nel frattempo arriva il raddoppio del PAOK che complica ulteriormente le cose per il Qarabag che ormai si ritrova davanti un’autentica montagna da scalare. Gurbanov spende tutti e tre i cambi nell’ultimo disperato tentativo di cambiare l’inerzia della gara, e proprio quando la Fiorentina sembrava avere il pieno controllo della situazione arriva il pari degli azeri, al 73′ Reynaldo parte sul filo del fuorigioco e si invola verso la porta avversaria trafiggendo Tatarusanu che a tu per tu può fare ben poco per fermarlo, parità ristabilita a Baku ma dura solamente tre minuti, al 76′ sugli sviluppi di un calcio piazzato la difesa locale si addormenta e Kalinic può fare da sponda per Federico Chiesa che realizza così il suo primo gol tra i professionisti. 

Allo stadio Tofig Bahramov di Baku è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per il sesto turno del gruppo J di Europa League 2016-2017 tra Qarabag e Fiorentina, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio rimane fermo sullo 0-0. A inizio ripresa i padroni di casa si riportano subito in avanti, del resto la formazione di Gurbanov non ha altra scelta se non quella di vincere, alla luce di quanto sta accadendo a Salonicco con il Paok che sta battendo lo Slovan Liberec per 1 a 0, e dunque gli azeri hanno tutto l’interesse a fare la partita con gli ospiti che concedono volentieri l’iniziativa affidandosi piuttosto all’arma del contropiede. Ai viola tutto sommato il pareggio va più che bene ma Paulo Sousa decide comunque di rinforzare l’attacco sostituendo un anonimo Babacar con Kalinic. 

Intervallo allo stadio di Baku dove è appena terminato il primo tempo di Qarabag-Fiorentina, le due squadre tornano negli spogliatoi per il riposo sul punteggio di 0-0. Ancora nessun gol ma la partita si è decisamente infiammata (nonostante il clima più che invernale) in quest’ultimo quarto d’ora con il palo colpito da Ndlovu al 32′ con la complicità di Tatarusanu che con la punta delle dita indirizza il pallone sul legno, quattro minuti più tardi dall’altra parte del campo è Bernardeschi a farsi negare il gol dal palo che grazia Sehice e salva la squadra azera dallo 0-1. Al 42′ Agolli dalla distanza testa i riflessi di Tatarusanu che fa suo il pallone in due tempi. Prima dell’intervallo Muarem fa da sponda per Ndlovu che si invola verso la porta ma viene valutato in fuorigioco. Nel frattempo in Grecia il Paok sta battendo lo Slovan Liberec per 1 a 0, alla luce di questo risultato il Qarabag sarebbe eliminato con la Fiorentina che manterrebbe comunque il primo posto nel gruppo J. 

Alla mezz’ora della prima frazione di gioco Qarabag e Fiorentina rimangono sullo 0-0. Per i padroni di casa il più pericoloso è sicuramente Almeida che alimenta la gran parte delle azioni offensive degli azeri, dall’altra parte del campo è Cristoforo a dare vita alle ripartenze degli uomini di Sousa, al 18′ il numero 19 della Fiorentina va al tiro senza trovare la porta di Sehic col pallone che si spegne sul fondo. Al 24′ calcio di punizione dal limite per gli ospiti, posizione molto invitante per Bernardeschi che sbaglia completamente la battuta col pallone che si impenna e termina ampiamente sopra la traversa. Al 30′ è Vecino a battere un calcio di punizione con la sfera che esce di poco a lato. Per adesso, alla luce dello 0-0 tra PAOK e Slovan Libere, sia Qarabag che Fiorentina in questo momento sarebbero comunque qualificate. 

Allo stadio Tofig Bahramov di Baku è cominciato il match valido per la sesta giornata del gruppo J di Europa League 2016-2017 tra Qarabag e Fiorentina, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Il terreno di gioco non è in perfette condizioni, ha nevicato parecchio in questi giorni nella capitale dell’Azerbaigian e gli addetti hanno fatto del loro meglio per pulire il campo in tempo per la disputa dell’incontro, ritmi tutt’altro che elevati nelle battute iniziali della gara con le due squadre che si studiano a vicenda cercando di scoprire difetti e vulnerabilità dei rispettivi avversari da sfruttare a proprio vantaggio. I viola provano a conquistare calcio piazzato e all’8′ creano la loro prima palla gol con il cross di Bernardeschi per la testa di Astori che sfiora l’incrocio dei pali spaventando Sehic. Al 10′ Ndlovu libera il sinistro senza inquadrare la porta di Tatarusanu. 

Qarabag-Fiorentina avrà inizio fra pochi minuti a Baku, dove sono già state comunicate le formazioni ufficiali di questa partita di Europa League, ultima fatica nel girone J per i viola di Paulo Sousa. Attenzione innanzitutto alle condizioni atmosferiche, perché ci sono zero gradi ed il campo è reso pesante dal nevischio. Situazione dunque difficile e forse anche per questo motivo Paulo Sousa non farà un ampio uso del turnover, avendo scelto molti titolari e solo alcune novità. Ad esempio la difesa è in larga parte quella titolare; in mediana si ricompone la coppia Badelj-Vecino, che era intoccabile nella scorsa stagione; in attacco avremo Babacar come punta centrale, in appoggio al quale giostreranno Chiesa, Cristoforo e Bernardeschi. Qui dunque si nota un certo turnover, ma presto scopriremo quali effetti sortirà: parola al campo, Qarabag-Fiorentina sta per cominciare! 13 Sehic; 18 Gurbanov, 55 Huseynov, 14 R. F. Sadygov, 25 Agolli; 15 Amirguliyev, 2 Garayev, 20 Richard Almeida; 99 Dani Quintana, 6 Ndlovu, 10 Muarem. Allenatore: Gurban Gurbanov. 12 Tatarusanu; 40 Tomovic, 2 G. Rodriguez, 13 Astori, 15 Olivera; 5 Badelj, 8 Vecino; 25 Chiesa, 19 Cristoforo, 10 Bernardeschi; 30 Babacar. Allenatore: Paulo Sousa.

Abbiamo già accennato al risultato che Qarabag e Fiorentina avevano centrato nella partita di andata; allArtemio Franchi, il 29 settembre, i viola si erano imposti con un netto 5-1 riscattando così il pareggio a reti bianche sul campo del Paok, allesordio in questa Europa League. Tutto facile per la squadra di Paulo Sousa contro il Qarabag: gli azeri avevano segnato al 90 minuto con lattaccante kenyota Dino Ndlovu, quando il risultato era già di 5-0 a favore della Fiorentina. Che aveva rotto gli indugi nel finale di primo tempo e aveva segnato tre gol in sei minuti per chiudere i conti. Al 39 minuto Khouma Babacar aveva sbloccato il risultato; quattro minuti più tardi era arrivato il raddoppio di Nikola Kalinic, e al 45 Babacar aveva timbrato la sua doppietta personale. Doppietta che aveva realizzato, al 63 e al 78, anche Mauro Zarate; lattaccante argentino entrato dalla panchina aveva dedicato i gol alla moglie, che aveva affrontato un periodo davvero difficile a causa di una brutta malattia. Il Qarabag da allora ha vinto due delle tre partite in programma, e oggi contro la Fiorentina andrà a caccia di una qualificazione ai sedicesimi sfuggita per un soffio due stagioni fa.

Paulo Sousa sa che deve assolutamente centrare la qualificazione alla prossima fase di Europa League con una vittoria o un pareggio sul Qarabag, in trasferta. “Parto dal presupposto che voglio sempre vincere le partite” le parole del tecnico della Fiorentina ai microfoni di ‘Sky sport’. Nell’ultima giornata di campionato è arrivata la vittoria contro il Palermo, ora bisogna riconfermarsi anche in Europa, non dovrebbe essere difficile per i viola centrare la qualificazione. “Il controllo del gioco ci può permettere di creare spazi per finalizzare l’azione, per me non è mai una questione di numero di punte o di possesso palla” commenta Sousa anche dopo l’atteggiamento dei suoi ragazzi contro i rosanero. Sousa potrebbe puntare ancora una volta su Bernardeschi, uomo in più della Fiorentina in questa stagione, ma dovrebbe riposare in Europa: “Sta crescendo tantissimo, è cresciuto nell’atteggiamento e nella voglia di proporre. E’ sempre disponibile e crescerà ancora tantissimo” conclude Sousa. 

La Fiorentina sarà impegnata nella trasferta contro il Qarabag proprio nell’ultima giornata dei gironi di Europa League, importantissima per la qualificazione. Uno dei migliori tra le file del club viola potrebbe essere Borja Valero: il tecnico Sousa non può fare a meno del centrocampista spagnolo in questa competizione visto che ha già disputato tre partite finora senza però segnare alcun gol. A secco sia in Europa League che in campionato in questo avvio di stagione, Borja Valero potrebbe sbloccarsi proprio in questa trasferta regalando la qualificazione alla Fiorentina. Tra le file del Qarabag, invece, il migliore potrebbe essere Reynaldo, attaccante classe ’89 che non ha segnato come Borja Valero in Europa League mentre nel suo campionato è già arrivato a quota quattro gol. Il tecnico punterà ancora su di lui, come nelle scorse quattro giornate visto che per qualificarsi serve assolutamente una vittoria. 

Andiamo a vedere quali saranno gli allenatori che si sfideranno per Qarabag-Fiorentina, ultima partita dei gironi di Europa League. Tra le file dei padroni di casa ci sarà Gurban Gurbanov, tecnico del Qarabag che è il miglior marcatore della storia della nazionale azera con dodici gol in sessantadue partite disputate. Gurbanov nella sua carriera da giocatore ha militato in squadre di  Russia, Ucraina e Azerbaigian. Dal 2008 invece ha intrapreso la carriera da allenatore, e nelle ultime tre stagioni ha guidato il Qarabag al titolo nazionale. Passiamo alla Fiorentina che ha in panchina il signor Paulo Sousa: da giocatore è stato campione d’Europa con la Juventus nel 1996 e con il Borussia Dortmund nel 1997. L’ex centrocampista siede sulla panchina viola dal 2015 dopo aver vinto il campionato israeliano nella stagione 2013/2014 con il Maccabi Tel-Aviv, ed il campionato svizzero con il Basilea nella stagione 2014/2015. 

La Fiorentina affronterà il Qarabag pronta a qualificarsi nella prossima fase di Europa League, per questo motivo Paulo Sousa cercherà di puntare sui migliori. In attacco ci sarà bomber Babacar che ha dato parecchie soddisfazioni al tecnico nella competizione europea: sempre sceso in campo finora nelle cinque partite disputate, Babacar ha segnato ben quattro gol in Europa League, per questo motivo guiderà l’attacco anche nella trasferta contro il Qarabag. All’andata la partita terminò 5-1 a favore dei viola allo stadio Artemio Franchi, fu proprio Babacar a siglare una doppietta quella sera. Un gol contro lo Slovan Liberec, nella partita terminata 3-1 ed una rete segnata proprio nell’ultima gara in Europa League contro il Paok, dove i viola hanno perso 3-2 rimandando quindi il discorso qualificazione all’ultima giornata nella trasferta di Qarabag. Babacar ci sarà, sa bene come sostituire Kalinic al momento giusto. 

Qarabag-Fiorentina si avvicina: studiamoa allora alcune delle statistiche messe insieme dalle due squadre nel girone di Europa League. Il Qarabag occupa il 2 posto del Gruppo J con 7 punti mentre la Fiorentina è prima con 10 punti. I padroni di casa hanno realizzato 6 gol incassandone 10, sono andati al tiro 56 volte per una media di 11,2 ad incontro centrando lo specchio in 21 occasioni centrando anche 2 pali. La Fiorentina ha un bilancio realizzativo molto positivo (13 gol fatti e 5 incassati), ha saputo effettuare 74 conclusioni per una media di 14,8 a match trovando il bersaglio grosso in ben 35 occasioni peraltro centrando anche 4 legni. I viola a differenza dei propri avversari incentrano maggiormente il gioco sul possesso palla (media del 56% contro il 54%) effettuando 2623 passaggi di cui il 91% riusciti contro i 2376 passaggi del Qarabag con una percentuale di precisione dell88%. Da segnalare come gli attacchi della Fiorentina abbiano prodotto 23 tiri dalla bandierina mentre 15 sono stati bloccati per offside. Per il Qarabag i calci dangolo prodotti sono stati 16 e 13 i fuorigioco sanzionati dal direttore di gara.

Qarabag-Fiorentina sarà diretta dall’arbitro croato Ivan Bebek e vale per la sesta e ultima giornata del girone J di Europa League 2016-2017; squadre in campo allo Stadio Repubblicano Tofig Bahramov con calcio d’inizio alle ore 17 (italiane) di giovedì 8 dicembre. Alla Fiorentina basta un punto per qualificazione e primo posto nel gruppo; il Qarabag si trova invece a 7 punti in classifica ed ha ancora loccasione di qualificarsi, così come il Paok Salonicco che si è portato a quota 7 con la vittoria nellultimo turno a Firenze. 

I greci affrontano in casa lo Slovan Liberec ed un loro successo, con una contemporanea sconfitta della squadra di Paulo Sousa porterebbe ad una ammucchiata a quota 10, con gli scontri diretti che darebbero una classifica avulsa con gli azeri a 9 punti, e Fiorentina e Paok a 4, con la possibilità dunque per i viola di venire eliminati. 

La sconfitta casalinga della Fiorentina contro il Paok è arrivata al termine di una gara che non era cominciata sotto i migliori auspici, con i greci immediatamente in vantaggio sul 2 0, grazie alle reti messe a segno da Shakhov e Djalma nella prima mezzora di gioco, davanti ad una Fiorentina che sembra frastornata.

Sempre nel primo tempo i viola sono sfortunati con due traverse centrate da Bernardeschi e da Cristoforo, con il pallone che in questo secondo caso sembrava aver varcato la linea di porta, senza che larbitro accordasse la rete. Bernardeschi poi segna la rete che dimezza lo svantaggio e le due squadre vanno al riposo sul 2 1 per il Paok. Nella ripresa grande assalto della Fiorentina, con pareggio ottenuto da Babacar, vanificato però da un errore nel finale che permette a Rodriguez di involarsi in area viola e battere a rete il pallone del successo per 3 2. 

Il Qarabag nel turno precedente ha perso contro lo Slovan Liberec con un punteggio piuttosto pesante, 3 0, mostrando una forma abbastanza scadente, e poca incisività in attacco, cosa che era avvenuta anche nella gara di andata, a Firenze, dove gli azeri avevano rimediato una sconfitta ancora più pesante, con il risultato finale di 5-1. 

In campionato la Fiorentina ha vinto la sfida interna contro il Palermo, guidato per la prima volta dal neo allenatore Corini, ma ha avuto bisogno di una rete di Babacar segnata al terzo minuto di recupero, dopo aver sprecato tante occasioni da rete, specialmente nel primo tempo che si era chiuso in vantaggio per 1 0 grazie alla rete di Bernardeschi.

Dopo tante occasioni mancate, in apertura di ripresa subito la rete del pareggio di Jajalo, poi lassalto continuo, anche con i giocatori subentrati dalla panchina e la rete finale, per una Fiorentina che deve imparare ad essere più concreta nel finalizzare la grande mole di gioco che costruisce. A Baku sarà importante iniziare bene, senza distrazioni, e cercare di andare a conquistare subito il vantaggio, senza accontentarsi del punticino che garantisce la supremazia nel girone.

La partita Qarabag-Fiorentina sarà trasmessa in diretta tv, a partire dalle 17.00 dell8 dicembre, sul canale 203 della piattaforma satellitare Sky Sport 3; diretta streaming video disponibile grazie all’applicazione Sky Go che si può attivare senza costi aggiuntivi su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone mentre su Sky Super Calcio sarà a disposizione il programma Diretta Gol Europa League con la trasmissione di highlights e gol in tempo reale da tutti i campi. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori