Risultati Lega Pro / Livescore in diretta, classifica aggiornata: ai ducali torna il sorriso, Tesser ko Gironi A, B, C (oggi 8 dicembre 2016)

- La Redazione

Risultati Lega Pro, livescore in diretta e classifica aggiornata dei gironi A, B e C: turno infrasettimanale nel quale si gioca per la diciassettesima giornata del campionato

Pordenone_Curva
Video Monza Pordenone, LaPresse

La nuova puntata della sfida al vertice nel girone A di Lega Pro finisce 1-0 in favore dellAlessandria. I grigi riescono a mantenere la loro imbattibilità in campionato pareggiando 1-1 sul campo del Renate: dopo 13 minuti Dario Teso rende difficile la partita per la capolista, ma lAlessandria risponde appena dopo la mezzora con Riccardo Cazzola. Il risultato non cambia più, la formazione guidata da Piero Braglia sale a 43 punti in classifica e ne guadagna uno sulla Cremonese. I grigiorossi sono a -7 dopo la seconda sconfitta nel girone: al Porta Elisa Francesco Forte segna su rigore il dodicesimo gol stagionale, i toscani volano in classifica (sono quinti avendo agganciato il Como) e la Cremonese, che finisce in dieci uomini per lespulsione di Davide Moro, subisce una battuta darresto che potrebbe costare molto nella corsa alla promozione diretta. Vince in trasferta il Siena: Alessandro Marotta dopo tre minuti regola la Viterbese, che dopo il grande avvio è adesso in crisi (quarta sconfitta nelle ultime cinque) e rischia di uscire dalla zona playoff. Nel girone B rinasce il Parma: ai ducali serviva una vittoria scacciacrisi, puntualmente arrivata sul campo del Sudtirol grazie al gol messo a segno da Manuel Nocciolini. Settimo gol in campionato per lesterno offensivo che regala tre punti doro al Parma. Non cè tempo però per crogiolarsi sugli allori: tra pochi giorni si è di nuovo in campo per la diciottesima giornata, penultima del girone di andata. 

Prende il via lultima giornata nel turno infrasettimanale di Lega Pro. Sono tanti i temi di interesse per le quattro partite che vedremo oggi: nel girone B il Parma, dopo le clamorose dimissioni di Nevio Scala e il terremoto societario, deve ripartire da un risultato positivo sul campo del Sudtirol. Il pareggio ottenuto in rimonta a Bassano ha dato fiducia, la classifica resta buona anche in virtù dei continui scossoni al vertice e dunque il Parma ha tutto per tornare a prendersi le prime posizioni, confermando la sua volontà di giocare i playoff. Nel girone A invece, come abbiamo già detto, impazza la corsa al vertice tra Alessandria e Cremonese; in virtù dei risultati di ieri i piemontesi possono salire a +13 sulla seconda posizione occupata dallArezzo, e i grigiorossi vincendo al Porta Elisa di Lucca salirebbero a 7 lunghezze di vantaggio sugli amaranto continuando così a correre in solitaria insieme alla capolista, in un duello a due che potrebbe durare fino al termine della stagione. Non resta dunque che mettersi comodi e stare a vedere come andranno a finire queste interessantissime partite di Lega Pro. 

Sfida interessante Viterbese-Siena che si gioca per la diciassettesima giornata del Gruppo A di Lega Pro. I padroni di casa sono sopra di tre punti in decima posizione ne hanno ventitré rispetto ai venti degli ospiti che sono anche tre posizioni più sotto. E’ un momento delicato per la stagione con il Siena che in caso di vittoria aggancerebbe la Viterbese che però se riuscisse invece lei a vincere scapperebbe in sesta posizione appaiata a ventisei punti con il Piacenza. Tante letture in uno stato di forma che è altalenante per entrambe le compagini visto che la Viterbese viene addirittura da una vittoria e quattro sconfitte nelle ultime cinque gare mentre il Siena ha raccolto due successi, un pari e due ko. Staremo a vedere quale sarà il risultato che ci mostrerà il rettangolo verde di gioco.

Nel programma odierno del girone A di Lega Pro sono particolarmente interessanti le partite che coinvolgono le prime della classe: al Porta Elisa si gioca infatti Lucchese-Cremonese, mentre l’Alessandria sarà impegnata sul campo del Renate. Al momento in testa alla classifica del girone c’è l’Alessandria che ha sei punti in più della Cremonese seconda. La capolista andrà a giocare in casa del Renate che è ottava e che sta vivendo un buon momento di forma reduce da cinque partite senza sconfitte. Da parte sua invece la Cremonese andrà in casa di una Lucchese che invece è settima e, con un grande Francesco Forte, sta disputando un campionato di alto livello e al momento sarebbe tra le squadre qualificate ai playoff; una trasferta per nulla semplice per gli uomini di Attilio Tesser. Saranno due sfide interessanti che potrebbero anche riaprire a sorpresa la lotta per la promozione diretta che sembra al momento molto complicata. Se l’Alessandria perdesse e la Cremonese vincesse però la distanza diventerebbe di appena tre punti, certo però se accadesse il contrario sarebbe tutta un’altra musica.

Si gioca oggi alle ore 14.30 la sfida Sudtirol-Parma valida per la diciassettesima giornata del Gruppo B di Lega Pro. I padroni di casa sono dodicesimi a diciotto punti mentre gli ospiti sono in ottava posizione a ventisei. Le due squadre hanno ovviamente una storia molto diversa, ma il campionato di Lega Pro ci ha insegnato che questo alla fine conta poco quando si scende con l’unico obiettivo di fare tre punti e soprattutto di correre più dell’avversario. I gialloblù hanno comunque dalla loro la presenza di alcuni punti di riferimento che in partite delicate come queste possono essere importanti. Una vittoria permetterebbe alla squadra di Luigi Apolloni di scappare in quinta posizione agganciando il Padova e portandosi a meno sei punti dalla vetta. Invece per il Sudtirol una vittoria rappresenterebbe solo il sorpasso sul Santarcangelo e porterebbe a -4 dai playoff.

Si conclude oggi con quattro gare la diciassettesima giornata di Lega Pro nei Gruppi A e B. Nel primo si giocano tre partite di grande interesse che possono in classifica dare un nuovo senso al cammino di diverse compagini. Partiamo dalla seconda in classifica Cremonese che va in casa della Lucchese settima, squadre divise da dodici punti ma che hanno sicuramente entrambe le loro carte da giocarsi in questa partita. Scende in campo anche la capolista Renate con Alessandria, che vede i padroni di casa pronti ad affrontare l’ottava in un match che potrebbe dare alla squadra ospite altro margine sulla seconda in classifica già distante sei lunghezze. La terza partita si gioca a cavallo della zona playoff con un Viterbese-Siena che può voler dire paradiso per una delle due e purgatorio per l’altra. Nel Gruppo B invece si gioca un interessante Sudtirol-Parma con i trentini che sono sotto di otto punti rispetto gli emiliani e vogliono tornare in gioco per la corsa ai playoff.

L’Arezzo è la terza forza, in solitaria, nel girone A di Lega Pro: la formazione toscana vince 2-1 in casa del Prato ribaltando il derby grazie alla doppietta del solito Davide Moscardelli, dopo che Moncini aveva illuso la squadra di casa. Arezzo che dunque mette un po’ di pressione alla Cremonese, chiamata domani a rispondere per non vedere ridotto il margine sulle inseguitrici; domani giocherà anche la capolista Alessandria, ma intanto nella seconda partita del girone è finita 2-2 tra la Carrarese e il Pontedera, con gli ospiti gialloblu che hanno provato per due volte a scappare ma sono sempre stati ripresi. Dunque si chiude qui: adesso non ci resta che stare a vedere come finiranno le partite del giovedì per avere il quadro quasi completo del turno infrasettimanale di Lega Pro. Quasi completo perchè, come abbiamo già detto, Feralpisalò e Reggiana giocheranno soltanto la settimana prossima. 

E’ un doppio 0-0 quello che matura nelle partite di Lega Pro delle ore 18:30. Risultati deludenti per almeno due squadre: per la Sambenedettese, che sul campo del Santarcangelo sperava di riprendere la marcia interrotta contro il Modena e invece si deve accontentare di un altro pareggio che lo allontana dalla vetta della classifica. Soprattutto per il Pordenone: la formazione di Bruno Tedino poteva riprendersi il primo posto in classifica e aveva un match tutto sommato abbordabile, ma non è riuscito a superare la difesa dell’AlbinoLeffe chiudendo a reti bianche. Così in testa al girone B torna il Venezia: Pippo Inzaghi festeggia un’altra serata al primo posto della classifica, anche se la prossima settimana la Reggiana giocherà la sua partita contro la Feralpisalò e potrà effettuare il controsorpasso. Continue emozioni in questo gruppo, ma anche nel girone A: si chiude infatti a breve il programma del giorno con Pontedera-Carrarese e Prato-Arezzo, attenzione a quello che succederà in questa seconda partita con l’Arezzo che potrebbe prendersi il secondo posto solitario in classifica e mettere un po’ di pressione alla Cremonese, che sarà impegnata domani. 

Colpo esterno del Tuttocuoio, che batte 2-1 la Racing Roma: la formazione laziale era passata in vantaggio con Maestrelli dopo 11 minuti ma si è fatta rimontare dai gol di Imbrenda e Bachini. Importante vittoria quindi per il Tuttocuoio, mentre la Racing non riesce a replicare lo straordinario successo ottenuto in casa del Piacenza e rimane pericolante nelle parti basse della classifica. Pareggio invece per la Pro Piacenza, altra squadra che lotta per salvarsi: sotto per effetto del gol di Perna alla mezzora, gli emiliani recuperano la Giana Erminio nel finale grazie a Musetti. Occasione sprecata per la formazione lombarda, che con questa vittoria avrebbe potuto rilanciare le sue pretese nella zona alta della graduatoria; adesso però tocca ancora al girone B, con il Pordenone che, momentaneamente scavalcato dal Venezia, cerca di riprendersi il primo posto nella partita casalinga contro lAlbinoLeffe. In Romagna invece, allo stadio intitolato a Valentino Mazzola, il Santarcangelo ospita una Sambenedettese che, fermata dal Modena pochi giorni fa, prova a riprendere quota. 

Le prime partite di Lega Pro del mercoledì sono terminate: nel girone A il Livorno riesce a rimontare il Piacenza e conferma dunque i suoi 4 punti di vantaggio sugli emiliani; tuttavia in serata i labronici potrebbero trovarsi al quarto posto in classifica, perchè lArezzo partiva con gli stessi punti entrando nel turno e deve giocare sul campo del Prato. Il Como si prende una vittoria davvero importante sul campo della Lupa Roma (ancora in gol Bertani) e si prende il quinto posto scavalcando il Piacenza; bello e prezioso il colpo esterno della Pistoiese che va a vincere ad Olbia (i sardi sono in evidente calo) e prende altri tre punti per la corsa alla salvezza. Nel girone B il Bassano si salva in extremis, rimontando due gol di svantaggio – in casa – al Forlì; tuttavia per la formazione veneta non cè il ritorno alla vittoria, e visto che si ospitava il fanalino di coda della classifica questo è un risultato da considerarsi negativo. Anche perchè nel frattempo una rivale diretta per la promozione, il Venezia di Pippo Inzaghi, supera il Gubbio per 1-0 e si porta momentaneamente in testa; i lagunari attendono ora il risultato del Pordenone (in campo alle 18:30 contro lAlbinoLeffe) mentre la Reggiana come abbiamo già detto giocherà la prossima settimana. Pareggia anche il Padova sul campo di unAncona che sembra in crescita; la Maceratese si prende una vittoria importante sul campo del Teramo, mentre spreca una grande occasione il Modena che non riesce a battere il Fano al Braglia, e fa un passo indietro rispetto alla scorsa settimana quando aveva pareggiato a San Benedetto. 

Siamo allintervallo nelle prime partite di Lega Pro: al Picchi un gol di Franchi permette al Piacenza di essere in vantaggio sul Livorno, e dunque di ricucire in classifica portandosi – almeno per il momento – ad un solo punto dai labronici come già detto. Reti bianche invece tra la Lupa Roma e il Como, lariani deludenti ma ancora con un tempo a disposizione per prendersi la vittoria; i tre punti sembrano già essere nelle tasche della Pistoiese, che sta vincendo 2-0 sul campo dellOlbia. Nel girone B si sono sbloccate tre partite: Ancona e Padova in pochi minuti hanno segnato un gol a testa e dunque il risultato è di 1-1, mentre la Maceratese sta facendo la voce grossa a Teramo e conduce per 1-0. Il risultato a sorpresa arriva però da Bassano, dove la formazione veneta è clamorosamente sotto per 2-0 contro il Forlì ultimo in classifica, e che finora ha vinto soltanto una partita: a decidere è la doppietta di Tentoni nel giro di otto minuti, vedremo se nella ripresa il Bassano troverà la forza per rimontare questo risultato che sarebbe clamoroso (anche se il periodo è negativo, con la vittoria che manca da quattro turni e due soli punti in questo lasso di tempo). Sono due le partite che iniziano alle ore 16:30, entrambe per il girone A: si tratta di Pro Piacenza-Giana Erminio e Racing Roma-Tuttocuoio. 

Stanno per prendere il via le prime partite di Lega Pro: del big match Livorno-Piacenza abbiamo ampiamente parlato ma alle ore 14:30 a essere protagonista è soprattutto il girone B, con la sfida molto interessante che si gioca allo stadio Penzo e oppone il Venezia al Gubbio. I lagunari hanno perso la prima posizione in classifica ma restano a contatto, un punto sotto la coppia formata da Pordenone e Reggiana; neopromossa in Lega Pro, la formazione umbra sta giocando un campionato di alta classifica ed entra in questa diciassettesima giornata con il quinto posto – condiviso con il Padova – con un ritardo di cinque lunghezze dalla coppia di testa. Staremo dunque a vedere cosa succederà, ricordando che è molto interessante la lotta per la salvezza, e in questo senso attenzione a quello che succederà al Braglia tra il Modena e il Fano ma anche in Abruzzo, dove un Teramo che non è ancora riuscito a trovare continuità ospita la Maceratese lontana parente della squadra rivelazione ammirata lo scorso anno. Adesso a noi non resta che dare la parola al campo per una nuova, lunga giornata dedicata al campionato di Lega Pro. 

Questo turno infrasettimanale del girone B di Lega Pro ci offre unaltra possibilità per vedere in azione il duello in corso nella classifica dei migliori marcatori di questo secondo gruppo, ovvero quello tra il marocchino bomber del Pordenone Arma e litaliano Mancuso, in maglia con la Sambenedettese. Entrambi gli attaccanti approdano a questa giornata da primi in classifica con 10 gol messi a segno personalmente entro le precedenti 16^ giornata del campionato di Lega Pro. Il calendario degli incontri in programma per oggi poi ci fornisce, per rendere maggiormente emozionante questo duello anche la contemporaneità della discesa in campo dei due giocatori: il fischio di inizio dellincontro tra Pordenone e Albinoleffe è tato infatti strategicamente fissato per le ore 18.30 e alla stessa ora scenderanno in campo al Valentino Mazzola, Santarcangelo e Sambenedettese. In vero dunque duello tra bomber, che sicuramente animerà questa fgià emozionante giornata di Lega Pro. 

Il big match del turno di Lega Pro per questo mercoledì è sicuramente Livorno-Piacenza. Una partita tra due nobili decadute, che hanno vissuto stagioni importanti in Serie A in epoca recente e che si ritrovano adesso nel campionato di terza serie, dopo la promozione del Piacenza dalla Serie D con un torneo dominato. Livorno terzo con 29 punti, Piacenza quinto con 25; occasione per gli emiliani di ridurre il gap rispetto ai labronici, che condividono la loro posizione con lArezzo. Un Piacenza che però è in calo: la formazione di Arnaldo Franzini non è mai stata più in alto del quarto posto e dunque rimane in linea di galleggiamento, ma ha perso le ultime due partite casalinghe contro Giana Erminio e Racing Roma (questultima con un clamoroso 1-4) e ha vinto soltanto tre delle ultime otto partite giocate, perdendo in quattro occasioni (anche contro Carrarese e Arezzo). Sicuramente per il Piacenza è positivo aver già giocato, in questo girone di andata, contro Alessandria e Cremonese; per di più contro i grigiorossi è arrivata la vittoria esterna. Adesso però diventa importante non perdere terreno: scivolare a sette punti dal Livorno sarebbe una dura botta per le ambizioni della squadra di Franzini. 

Si apre questa seconda giornata di questo intensissimo turno infrasettimanale di Lega Pro, in campo questo pomeriggio con il girone A e il gruppo B: tra i tanti match in programma concentriamoci per un momento sullincontra tra Pordenone e AlbinoLeffe, il cui fischio di i inizio è stato fissato per le ore 18.30. Lincontro p particolarmente atteso da tutti i tifosi neroverdi che sperano con il successo di questa sera (e i conseguenti tre punti) di tentare la figa decisiva nella classifica del girone B, che vede al momento la formazione friulana in testa, ma a pari punti con la Reggiana a quota 33 Loccasione oggi è poi particolarmente speciale visto che la Reggiana in questo turno non giocherà, e il suo match contro il FeralpiSalò è stato spostato al prossimo 14 dicembre. Una vittoria in casa oggi per il Pordenone quindi porterebbe a un possibile vantaggio, che se confermato anche questo weekend nel 18^ turno di Lega Pro, potrebbe diventare difficile da recuperare. 

La diciassettesima giornata del girone C di Lega Pro si è aperta nel migliore dei modi: 33 gol nelle 10 partite del girone C e la conferma del fatto che in questa stagione si segna tanto. Nessuna partita è terminata 0-0, solo una (Virtus Francavilla-Reggina) ha avuto un solo gol, due si sono concluse con cinque reti e a Matera ne abbiamo visti addirittura sei, tutti peraltro nel secondo tempo. Oggi si riprende subito: il clou nel girone A è sicuramente rappresentato dalla partita del Picchi, con Livorno e Piacenza che si sfidano in un match che vale per continuare a tenere un passo da playoff e provare ad accorciare le distanze dalle Cremonese che, seconda in classifica, sarà impegnata domani contemporaneamente allAlessandria che sta dominando la classifica. Alessandria che è la squadra con più punti in tutta la Lega Pro (42) e rimane anche lunica imbattuta; nel girone B però le squadre al comando stanno iniziando ad alzare i giri del motore. La Reggiana sarà in campo solo la prossima settimana; oggi è allora la volta del Pordenone, che proverà a regalarsi qualche giorno di primato solitario ospitando un AlbinoLeffe piuttosto insidioso e in corsa per i playoff. A caccia di riscatto il Bassano, reduce dal pareggio contro il Parma; Venezia-Gubbio è sicuramente il piatto forte della giornata, al Penzo Pippo Inzaghi sa di potersi riprendere la vetta del girone ma deve stare attento ai toscani che, battuti in casa dalla Reggiana pochi giorni fa, vogliono riprendere immediatamente la marcia. Attenzione anche alle squadre di fondo classifica, le nobili decadute: Modena e Mantova hanno dimostrato lo scorso weekend di avere colpi in canna per migliorare la situazione e rendere ancora più interessante la corsa alla salvezza. Vedremo dunque quello che succederà in queste partite che allieteranno il mercoledì di Lega Pro.

Si chiude con la vittoria del Matera contro la Casertana il girone C di Lega Pro: i lucani superano il Foggia e adesso pensano veramente in grande, perchè come abbiamo già ricordato devono recuperare gli ultimi 53 minuti della partita contro la Juve Stabia e dunque, almeno potenzialmente, potrebbero agganciare il Lecce in testa alla classifica. Contro la Casertana il Matera di Gaetano Auteri gioca un secondo tempo fantastico: segna subito con Armellino, raddoppio con Maikol Negro e poi trova la doppietta di Carretta in dieci minuti. La Casertana, ferita nellorgoglio, inizia a giocare solo in quel momento: nel giro di tre minuti trova i gol di Giannone (su rigore) e Corado, prova a rendere più piccante e incerto il finale del XXI Settembre ma a quel punto manca il tempo materiale per provare la grande rimonta. In Lega Pro si torna a giocare domani, con lapertura dei gironi A e C che proseguiranno anche nella giornata di giovedì: le emozioni della diciassettesima giornata di campionato sono solo allinizio.

Il Taranto abbandona lultima posizione del girone C di Lega Pro con il 2-0 al Melfi: i gol di Altobello e Alessio Viola permettono ai pugliesi di battere il Melfi e di far tornare fanalino di coda il Catanzaro, per una corsa alla salvezza che si fa sempre più entusiasmante perchè le squadre dimostrano di essere vive. Il risultato più clamoroso della serata arriva però dallo Zaccheria, dove il Foggia crolla in casa contro il Fondi: avanti 2-0 dopo 33 minuti grazie alle reti di Sarno e Gerbo, i satanelli si fanno clamorosamente rimontare dalla matricola del girone C che in 38 minuti con Varone, Calderini e Albadoro si prende tre punti importantissimi per continuare a inseguire i playoff, confermandosi ancora una volta come grande rivelazione del campionato di Lega Pro. Al XXI Settembre invece, dopo la nebbia di qualche settimana fa, arrivano i problemi tecnici: un blackout prolunga lintervallo e fa temere un altro rinvio, poi i riflettori tornano ad accendersi ed insieme a loro i lucani, che al 71 sbrigano la pratica Casertana con Armellino, Negro e Carretta (la partita ovviamente non è ancora finita).

Ultime tre partite nel girone C di Lega Pro: è il momento di capire se la classifica nelle prime posizioni sarà modificata o se permarrà la situazione della scorsa giornata. Il Lecce intanto si è staccato dalla Juve Stabia: le Vespe devono recuperare una partita ma intanto potrebbero essere superate dal Foggia, che rimane pur sempre la principale avversaria dei salentini per la promozione diretta in Serie B, e agganciate dal Matera contro cui sono ferme sul risultato di 1-1 nella gara sospesa per nebbia. I lucani arrivano dallo spettacolare 3-0 di Lecce: Gaetano Auteri di promozioni si intende ma adesso deve dimostrare di aver dato continuità a un Matera che stasera ospita la Casertana e non si può permettere di sottovalutare limpegno. Così come non può fare il Foggia, visto che la neopromossa Fondi è una delle rivelazioni del campionato; nella terza partita di serata il Taranto vuole effettuare subito il controsorpasso ai danni del Catanzaro, e in Puglia questa sera si assegnano punti importanti per la salvezza nella sfida contro il Melfi. Non ci resta dunque che stare a vedere come andranno le cose.

Il Catanzaro batte la Vibonese e abbandona l’ultimo posto in classifica nel girone C di Lega Pro, lasciandolo momentaneamente al Taranto che in serata potrebbe effettuare il controsorpasso battendo il Melfi. Per la formazione allenata da Nunzio Zavettieri il 2-0 nel derby calabrese è fondamentale per provare a ripartire: sono appena 13 i punti raccolti dal Catanzaro nelle diciassette giornate sin qui giocate. La vittoria di oggi è firmata dai gol di Cunzi e Giuseppe Giovinco, uno per tempo; si guarda con più fiducia al futuro prossimo ma adesso sarà importante trovare la continuità che fino a questo momento è sempre mancata. Mancano adesso soltanto tre partite per chiudere il girone C: occhi puntati sul Foggia che si può prendere il secondo posto in classifica superando la Juve Stabia, anche il Matera può fare un bel passo avanti se riuscirà a vincere la complicata sfida contro la Casertana.

Le prime partite nel pomeriggio di Lega Pro sono terminate: il Lecce si stacca nuovamente dalla Juve Stabia e vola a +3 al primo posto, grazie alle netta vittoria sul campo del Messina sancita ancora una volta da Salvatore Caturano, che realizza una doppietta. I punti del Lecce sono 35; restano 32 quelli della Juve Stabia che cade ad Andria sotto i colpi di Cruz Pereira e di se stessam visto che dopo il pareggio di Sandomenico Cancellotti infila la sua porta e nel recupero Atanasov pensa bene di farsi ammonire per la seconda volta, venendo così espulso. Il Catania invece continua a risalire la corrente: unaltra vittoria per gli etnei che attentano ai playoff grazie al netto 4-1 sul Monopoli, squadra che aveva iniziato molto bene la stagione ma ha poi avuto un calo. Vittoria importante anche quella del Cosenza che espugna lEsseneto di Agrigento (3-1) mandando ancor più in difficoltà lAkragas; la Virtus Francavilla continua il suo campionato di alta quota con la vittoria di misura sulla Reggina, e continua anche il buon periodo del Siracusa che evita la sconfitta allo stadio Torre, contro la Paganese. Sta per cominciare adesso Catanzaro-Vibonese, delicatissimo incrocio per la salvezza; da ricordare che in serata Foggia e Matera potranno approfittare della sconfitta della Juve Stabia, che deve comunque recuperare una partita (proprio quella contro i lucani).

Allintervallo nelle prime partite di Lega Pro si sono segnati appena quattro gol; risultato certamente in controtendenza rispetto alla media generale del campionato. Solo tre partite si sono sbloccate dunque: la più importante quella del San Filippo, dove il Lecce sta vincendo per 2-0 sul Messina grazie ai gol del solito Salvatore Caturano e di Mattia Persano, questultimo realizzato nel recupero e molto importante anche sul piano psicologico. Il primo gol del pomeriggio lo ha però realizzato la Fidelis Andria, che al 4 minuto si è portata in vantaggio sulla capolista Juve Stabia con Sergio Cruz Pereira: il brasiliano potrebbe segnare la grande sorpresa del pomeriggio e modificare lassetto della classifica del girone C, oltre a far volare unAndria che sta trovando il giusto ritmo. Ha segnato anche il Catania, che a questo punto vede davvero realmente la possibilità di giocare i playoff: gli etnei sono avanti sul Monopoli grazie alla rete di Andrea Russotto.

Sta per avere inizio questa intensa giornata dedicata al girone C di Lega Pro e le formazioni si apprestano tra pochi minuti a scendere in campo. Nel fare un’analisi veloce della classifica di questo gruppo non possiamo non soffermarci sulla formazioni di Zavettieri. Il Catanzaro è senza ombra di dubbio la grande delusione del girone C di Lega Pro. I calabresi già lo scorso anno avevano vissuto un momento di crisi ma erano poi riusciti a salvarsi, anche piuttosto agevolmente; questa volta le cose potrebbero essere decisamente più complicate. Reduce dalla sconfitta di Siracusa (0-1) il Catanzaro è ultimo in classifica con 10 punti; ha vinto due partite in maniera brillante (3-0 alla Fidelis Andria, 3-1 al Taranto) ma ne ha perse 10 delle 16 giocate e ha incassato 27 gol. Soprattutto, in trasferta i giallorossi non hanno mai vinto: appena due pareggi (contro Akragas e Monopoli) con la miseria di due gol realizzati (due contro il Monopoli) e ben 15 subiti. Peggior difesa del girone e secondo peggior attacco (insieme al Taranto, solo la Vibonese fa peggio), il Catanzaro ha già cambiato tre allenatori: Giulio Spader si è dimesso dopo la prima giornata (0-3 casalingo nel derby contro il Cosenza), Mario Somma è durato otto turni nei quali ha collezionato 7 punti ma gli è stata fatale la sconfitta per 4-0 a Matera. Adesso in panchina cè Nunzio Zavettieri, che lo scorso anno era riuscito a salvare la Juve Stabia; in sei giornate ha raccolto appena tre pareggi, perdendo già quattro volte. Arriverà oggi la sua prima vittoria in campionato? 

Nel girone C di Lega Pro 2016-2017 cè una squadra che, particolarmente in forma, punterà a fare un altro passo avanti in classifica: il Siracusa di Andrea Sottil, neopromossa (sul campo) occupa lundicesima posizione in classifica con 20 punti. Se il campionato finisse adesso non giocherebbe i playoff per un solo punto, ma sarebbe ampiamente salvo; la formazione siciliana sta avendo un ottimo rendimento in autunno, un rendimento grazie al quale è riuscita a rimettersi in piede dopo un avvio di stagione difficile. Nessuna vittoria nelle prime sette, con quattro sconfitte; poi il Siracusa si è sbloccato battendo nientemeno che il Matera, poi ha vinto quattro delle seguenti sei partite pareggiando in casa contro la Fidelis Andria e cadendo sul campo della Casertana. Se nelle sette gare di apertura il Siracusa aveva segnato 5 gol incassandone 12, nelle seguenti nove ha realizzato 11 gol prendendone 8. Un cambiamento nel rendimento decisamente importante; staremo a vedere se anche oggi, nella trasferta dello stadio Torre contro la Paganese, il Siracusa sarà in grado di proseguire nel suo momento positivo facendo un ulteriore passo verso quella salvezza che rimane lobiettivo principale della stagione. 

Quattro squadre si contendono primo posto e promozione diretta nel girone C di Lega Pro, e oggi vivranno un altro capitolo della loro rivalità: tutte con le stesse possibilità di centrare lobiettivo, si potrebbero chiamare le magnifiche quattro del gruppo. Lecce e Juve Stabia hanno 32 punti, il Foggia ne ha 31 e il Matera 29; alle spalle dei lucani cè il Cosenza staccato di 6 punti. Bisogna inoltre ricordare che Juve Stabia e Matera hanno una partita in meno: la sfida diretta del XXI Settembre infatti è stata sospesa al 37 del primo tempo sul risultato di 1-1. Quattro squadre nel giro di 4 punti; nessuna sta attraversando un grande periodo, nellultima giornata Juve Stabia e Matera hanno vinto ma le Vespe arrivavano da un pareggio e una sconfitta mentre i lucani avevano ottenuto un punto nelle tre precedenti sfide. Il Lecce capolista ha perso nettamente contro il Matera (in casa) mentre il Foggia ha pareggiato a Reggio Calabria la seconda partita consecutiva e la quarta nelle ultime cinque; ci sta che tirino il fiato avendo avuto uno straordinario avvio di stagione, vedremo come ripartiranno in questa diciassettesima giornata di campionato ma, ne siamo piuttosto certi, si giocheranno la promozione diretta fino allultimo. 

Turno infrasettimanale nel campionato di Lega Pro 2016-2017: siamo arrivati alla diciassettesima giornata che, in ognuno dei tre gironi, rappresenta la terzultima del girone di andata con la classifica dei gruppi che sta iniziando a definirsi in un campionato che resta comunque ancora incerto e aperto a tante sorprese, le quali non sono mancate in questi primi mesi di partite. Cosa ci aspetta allora in questo diciassettesimo turno?

Programma come al solito ricco che si svilupperà tra martedì e giovedì; il 6 dicembre si gioca la totalità del girone C, iniziando dalle ore 14:30 con Akragas-Cosenza, Paganese-Siracusa, Virtus Francavilla-Reggina, Fidelis Andria-Juve Stabia, Catania-Monopoli e Messina-Lecce. Alle ore 16:30 si gioca Catanzaro-Vibonese, mentre alle ore 20:30 ci saranno Matera-Casertana, Foggia-Fondi e Taranto-Melfi. Un girone che continua a essere interessantissimo: la netta vittoria del Matera al Via del Mare ha riportato i lucani a contatto, permettendo alla Juve Stabia (che deve recuperare la partita proprio contro il Matera) di tornare in vetta alla classifica. Mezzo passo falso del Foggia, ma le quattro grandi continuano a scavare il vuoto anche perchè alle spalle le altre (dal Cosenza alla Casertana) procedono tra alti e bassi e hanno anche permesso al Catania di rientrare in zona playooff.

Giocherà invece soprattutto mercoledì: alle ore 14:30 si parte con Livorno-Piacenza, alle ore 15 avremo Olbia-Pistoiese, Pontedera-Carrarese, Lupa Roma-Como, Pro Piacenza-Giana Erminio, Racing Roma-Tuttocuoio e Prato-Arezzo. Giovedì alle ore 14:30 ci saranno Lucchese-Cremonese, Renate-Alessandria e Viterbese-Siena. Al Picchi Livorno e Piacenza giocano per il ruolo di outisder, ma gli emiliani arrivano da una pesantissima sconfitta interna; lAlessandria può laurearsi già oggi campione dinverno avendo 6 punti di vantaggio sulla Cremonese, che a sua volta ne ha ben 7 sulle terze (cè anche lArezzo, che ha un derby non immediatissimo a Prato).

Ercoledì 7 dicembre prevede alle ore 14:340 Lumezzane-Mantova, Ancona-Padova e Bassano-Forlì; alle ore 15 Teramo-Maceratese, Venezia-Gubbio e Modena-Fano, alle ore 18:30 Pordenone-AlbinoLeffe e Santarcangelo-Sambenedettese per poi avere una sfida giovedì alle ore 14:30 con Sudtirol-Parma. La decima partita in programma, Reggiana-Feralpisalò, si disputerà invece mercoledì 14 alle ore 20:30. Anche questo è un girone interessante: Pordenone e Reggiana si sono confermate in vetta dopo le partite della domenica e hanno anche distanziato Gubbio e Padova, ma da sotto le inseguitrici non mollano. Certo però è stato un turno favorevole alle capolista: solo il Venezia ha tenuto il passo, anche la Sambenedettese si è fermata (in casa contro il Modena) e allora anche la corsa alla salvezza e ai playout si sta animando (al Braglia Modena-Fano è importantissima).

 

Mercoledì 7 dicembre

RISULTATO FINALE Livorno-Piacenza 2-2 – 39′ S. Franchi (P), 48′ S. Franchi (P), 53′ Maritato (L), 73′ Cellini (L)

RISULTATO FINALE Lupa Roma-Como 0-1 – 84′ Bertani

RISULTATO FINALE Olbia-Pistoiese 1-3 – 26′ Varano (P), 43′ Rovini (P), 65′ Varano (P), 67′ aut. Guglielmotti (O)

RISULTATO FINALE Pro Piacenza-Giana Erminio 1-1 – 30′ Perna (G), 82′ Musetti (P)

RISULTATO FINALE Racing Roma-Tuttocuoio 1-2 – 11′ Maestrelli (R), 81′ Imbrenda (T), 86′ M. Bachini (T)

RISULTATO FINALE Pontedera-Carrarese 2-2 – 8′ Marsili (C), 34′ Kabashi (P), 40′ Miracoli (C), 47′ Di Santo (P)

RISULTATO FINALE Prato-Arezzo 1-2 – 51′ Moncini (P), 70′ Moscardelli (A), 76′ Moscardelli (A)

Giovedì 8 dicembre

RISULTATO FINALE Lucchese-Cremonese 1-0 – 45′ rig. F. Forte

RISULTATO FINALE Renate-Alessandria 1-1 – 13′ Teso (R), 33′ Cazzola (A)

RISULTATO FINALE Viterbese-Siena 0-1 – 3′ A. Marotta

 

Alessandria 43

Cremonese 36

Arezzo 32

Livorno 30

Lucchese (-1), Como 27

Piacenza 26

Renate 25

Viterbese, Siena, Giana Erminio 23

Olbia, Carrarese 21

Pistoiese 20

Pontedera 18

Tuttocuoio, Pro Piacenza 17

Lupa Roma 13

Racing Roma 11

Prato 8

 

Mercoledì 7 dicembre

RISULTATO FINALE Ancona-Padova 2-2  – 32′ Samb (A), 37′ Neto Pereira (P), 59′ Cappelletti (P), 83′ Momenté (A)

RISULTATO FINALE Bassano-Forlì 2-2 – 3′ Tentoni (F), 11′ Tentoni (F), 73′ Maistrello (B), 76′ Laurenti (B)

RISULTATO FINALE Lumezzane-Mantova 2-0 – 51′ rig. Barbuti, 92′ Barbuti

RISULTATO FINALE Modena-Fano 0-0

RISULTATO FINALE Teramo-Maceratese 0-1 – 9′ Palmieri

RISULTATO FINALE Venezia-Gubbio 1-0 – 59′ Pederzoli

RISULTATO FINALE Pordenone-AlbinoLeffe 0-0

RISULTATO FINALE Santarcangelo-Sambenedettese 0-0

 

Giovedì 8 dicembre

RISULTATO FINALE Sudtirol-Parma 0-1 – 61′ Nocciolini

 

Mercoledì 14 dicembre

Ore 20:30 Reggiana-Feralpisalò

Venezia 35

Pordenone 34

Reggiana* 33

Sambenedettese 30

Padova, Parma 29

Gubbio, Bassano 28

Feralpisalò*, AlbinoLeffe 25

Santarcangelo 20

Sudtirol 18

Lumezzane, Ancona 17

Teramo 16

Maceratese (-2) 15

Fano 14

Modena 13

Mantova 12

Forlì 10

 

* una partita in meno

 

Martedì 6 dicembre

RISULTATO FINALE Akragas-Cosenza 1-3  – 60′ Statella (C), 73′ Statella (C), 91′ Zanini (A), 92′ Caccetta (C)

RISULTATO FINALE Fidelis Andria-Juve Stabia 2-1  – 4′ Cruz Pereira (A), 67′ Sandomenico (J), 73′ Cancellotti (autogol)

RISULTATO FINALE Catania-Monopoli 4-1 – 26′ Russotto (C), 50′ Barisic (C), 52′ Mazzarani (C), 54′ Montini (M), 82′ M. Paolucci (C)

RISULTATO FINALE Messina-Lecce 0-3 – 19′ Caturano, 46′ pt Persano, 78′ Caturano

RISULTATO FINALE Paganese-Siracusa 1-1  – 65′ Da Silva (P), 83′ Scardina (S)

RISULTATO FINALE Virtus Francavilla-Reggina 1-0 – 66′ Nzola

RISULTATO FINALE Catanzaro-Vibonese 2-0  – 26′ Cunzi, 59′ G. Giovinco

RISULTATO FINALE Foggia-Fondi 2-3 – 18′ Sarno (Fog), 33′ Gerbo (Fog), 36′ Varone (Fon), 56′ Calderini (Fon), 74′ Albadoro (Fon)

RISULTATO FINALE Matera-Casertana 4-2 – 48′ Armellino (M), 66′ Negro (M), 71′ Carretta (M), 80′ Carretta (M), 86′ rig. Giannone (C), 88′ Corado (C)

RISULTATO FINALE Taranto-Melfi 2-0 – 41′ Altobello, 74′ A. Viola

 

Lecce 35

Juve Stabia*, Matera* 32

Foggia 31

Cosenza 26

Virtus Francavilla, Fidelis Andria 25

Catania (-7), Fondi (-1) 24

Monopoli 22

Siracusa 21

Casertana (-2), Paganese 19

Melfi (-1), Akragas 17

Messina, Vibonese, Taranto 15

Reggina 14

Catanzaro 13

 

* una partita in meno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori