Diretta / Sparta Praga-Lazio (risultato finale 1-1) info streaming video e tv:Sparta Praga-Lazio termina in parità!(Europa League 2016, oggi 10 marzo)

- La Redazione

Diretta Sparta Praga-Lazio, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca giovedì 10 marzo ed è valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League

Lazioschierata2016
Foto Infophoto

Negli ultimi dieci minuti di gioco lo Sparta Praga prova a portarsi in avanti ma non riesce a creare delle azioni che possano seriamente impensierire la formazione allenata da Pioli. Dopo due minuti di recupero termina così l’incontro in parità per effetto delle reti segnate nel primo tempo da Frydek e Parolo. Ottimo pareggio conquistato in trasferta per la Lazio in vista della gara di ritorno tra una settimana allo Stadio Olimpico di Roma.Al minuto 58 la Lazio va vicina al vantaggio con un gran tiro di Candreva che si stampa sulla traversa. Al minuto 59 primo cambio anche nella formazione di casa: entra Fatai, esce Dockal. Pochi minuti dopo lo Sparta effettua la seconda sostituzione con Lafata che lascia il posto a Julis. Al minuto 68 Pioli è costretto ad effettuare il terzo ed ultimo cambio a causa di un infortunio muscolare a Basta, entrato da appena venti minuti, che è costretto a lasciare il posto a Mauricio. Le due squadre hanno corso molto nel primo tempo e nella ripresa non riescono a creare delle azioni di gioco veramente pericolose. Al minuto 72 ci prova Keita che va al tiro ma la palla viene parata a terra da Bicik. Il giocatore senegalese è sicuramente il più attivo della formazione allenata da Pioli. Al minuto 78 ci prova Marecek per lo Sparta Praga on un tiro da fuori che viene parato a terra da Marchetti. Il secondo tempo inizia senza nessun cambio nelle due squadre. Al minuto 51 viene ammonito Zahustel per un brutto fallo ai danni di Biglia. Il giocatore dello Sparta è il secondo giocatore a finire sul taccuino dell’arbitro dopo Matri, ammonito nel primo tempo. Al minuto 55 primo cambio della partita: esce Matri, entra Lulic. La Lazio riesce a rendersi pericolosa al minuto 37 con Candreva che colpisce al volo un cross dalla sinistra con Bicik che devia in angolo. Sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo Hoedt colpisce di testa, Bicik para ma sulla ribattuta Parolo si avventa sul pallone e supera il portiere ceco. Gol pesantissimo per la formazione allenata da Pioli in vista della gara di ritorno allo stadio Olimpico. Dopo un minuto di recupero finisce il primo tempo allo stadio Letna. La situazione è di parità tra le due squadre per effetto delle reti di Frydek e Parolo. Dopo un ottimo inizio della formazione allenata da Pioli, lo Sparta Praga si rende pericolosa al minuto 12 con un Lafata che va vicino al vantaggio. Il gol della formazione di casa arriva un minuto dopo con un gran gol di Frydek che riceve un passaggio lungo di Lafata e di destro supera Marchetti. La Lazio è colpita a freddo e prova a reagire ma non riesce a creare occasioni pericolose dalle parti di Bicik. Da segnalare che al minuto 26 l’arbitro Mallenco ha fermato momentaneamente il gioco in quanto ha ravvisato dei buuuu razzisti provenienti dal settore ospiti ai danni di Costa dello Sparta Praga. Negli ottavi di finale di Europa League si affrontano allo stadio Letna di Praga lo Sparta e la Lazio. La formazione allenata da Pioli schiera un 4-3-3 con Marchetti tra i pali, Radu e Konko sulle fasce. La coppia centrale è costituita da Hoedt e Bisevac. A centrocampo operano Parolo, Biglia e Milinkovic-Savic, mentre il tridente d’attacco è composto da Keita, Candreva e Matri. Dall’altra parte la formazione di casa risponde con un 4-2-3-1 con Dockal, Frydek e Krejci a sostegno dell’unica punta Lafata. Al minuto 5 Lazio vicina al vantaggio: colpo di tacco in area di Keita, lascia sfilare Matri e la palla arriva a Parolo che colpisce di destro ma la difesa dello Sparta manda in angolo. Tutto è pronto per il fischio d’inizio di Sparta Praga-Lazio, partita d’andata degli ottavi di Europa League che si gioca alle ore 21.05. Sono già state comunicate le formazioni ufficiali, eccovi dunque le scelte degli allenatori Zdenek Scansy e Stefano Pioli per il match che va in scena a Praga (ritorno giovedì prossimo a Roma) fra la squadra ceca e i biancocelesti, che puntano sul tridente imperniato su Matri come punta centrale. SPARTA PRAGA (4-3-3): Bicik; Zahustel, Brabec, Holek, Costa; Marecek, Vacha, Frydek; Dockal, Lafata, Krejci. Allenatore: Scansy. LAZIO (4-3-3): Marchetti; Konko, Bisevac, Hoedt, Radu; Milinkovic-Savic, Biglia, Parolo; Candreva, Matri, B. Keita. Allenatore: Pioli 

Quale potrebbe essere la chiave tattica di Sparta Praga-Lazio? Le due squadre praticano un calcio differente, anche nei moduli. Il 4-3-3 della Lazio coinvolge le fasce laterali in particolar modo, con gli esterni offensivi che fanno un grande lavoro andando a prendere palla anche nella metacampo difensiva per poi partire in progressione e cercare campo davanti a sè. Lo Sparta Praga difende a 3, il che significa avere una linea a cinque in fase di non possesso; la fase offensiva invece passa spesso e volentieri dal centro, dove la presenza di Dockal è importante per agire tra le linee e sfruttare così al meglio i movimenti dei due attaccanti. Una partita comunque che avrà il suo fulcro in mezzo al campo, dove Lucas Biglia sarà l’ago della bilancia dovendo evitare di cadere preda della pressione del centrocampo dello Sparta Praga.

Uno sguardo alle statistiche di Sparta Praga-Lazio. Due squadre che hanno affrontato anche i turni preliminari – la Lazio però quelli di Europa League – e che fino a qui non hanno fatto mancare i gol. Sono 14 quelli segnati dai cechi, 17 invece quelli della Lazio che ha avuto meno possesso palla (48% contro 50%) e ha tirato anche meno, 88 conclusioni contro le 114 dello Sparta Praga. Lazio però decisamente più precisa: esattamente la metà delle volte ha trovato lo specchio, mentre lo Sparta Praga pur con 26 tiri in più lo ha trovato una volta in meno dei biancocelesti. I falli sono invece nettamente di più per lo Sparta Praga: ce ne sono 156 commessi a fronte dei 103 della Lazio, che ha anche subito più irregolarità (104 contro le 82 dello Sparta Praga). Per quanto riguarda la fase difensiva, lo Sparta Praga ha subito 5 gol e la Lazio 8; la porta dei cechi è imbattuta da 264 minuti, cioè dal gol firmato da Fernando Cavenaghi nella vittoria esterna contro l’Apoel (ultima partita del girone).

Si avvicina Sparta Praga-Lazio; uno sguardo ai testa a testa in questa sfida di Europa League. I biancocelesti hanno incontrato il club ceco per due volte in due doppi incontri. Il primo risale al 2000 nella fase a gironi 2000/01 quando all’andata la squadra si impose per 3-0 all’Olimpico con doppietta di Simone Inzaghi e gol di Diego Pablo Simeone attuale allenatore dell’Atletico Madrid. Al ritorno invece fu 0-1 con rete di Fabrizio Ravanelli. Sempre nel girone di Champions tre anni dopo a Roma ci fu un 2-2 con doppietta di Simone Inzaghi e gol di Sionko e dell’ex Karel Poborsky. Al ritorno lo Sparta vinse 1-0 con una rete al minuto 93 di Kincl. Lo Sparta Praga nella sua storia ha incontrato squadre italiane in Europa altre 22 volte con 3 vittorie, 9 pareggi e ben 10 sconfitte con 15 gol all’attivo e 31 al passivo. Dall’altra parte invece la Lazio ha incontrato squadre ceche 4 volte con 2 vittorie, 1 pari e 1 ko con 6 reti fatte e 3 subite. 

Sarà diretta dall’arbitro spagnolo Alberto Undiano Mallenco. Direttore di gara ormai esperto, in 47 partite internazionali le sue cifre parlano di 14 calci di rigore concessi (0,30 a partita), 0,21 espulsioni per gara e 3,55 ammonizioni. Un arbitro quindi non particolarmente portato a utilizzare i cartellini; non ci sono precedenti ufficiali con la Lazio, nè con lo Sparta Praga, primo incrocio dunque per Undiano Mallenco con queste due formazioni. L’ultima volta in cui lo spagnolo ha arbitrato una squadra italiana eravamo sempre in Europa League, ritorno dei sedicesimi dello scorso anno: fu il giorno dell’impresa del Torino, che espugnò il Nuevo San Mamès (3-2) e si qualificò per gli ottavi. Prima di allora c’era stato un 1-0 dell’Inter contro il Partizan Belgrado nel 2012-2013, e il pareggio del Palermo sul campo del Thun nel preliminare di Europa League.

Sparta Praga-Lazio, diretta dall’arbitro spagnolo Alberto Undiano Mallenco, è una delle partite che compongono il tabellone degli ottavi di finale di Europa League 2015-2016: il match di andata è in programma giovedì 10 marzo in Repubblica Ceca, con il calcio d’inizio fissato per le ore 21:05. Per la formazione biancoceleste, l’Europa League è rimasto l’ultimo obiettivo stagionale in cui potersi giocare pienamente le proprie carte: sfumata la Champions League ad agosto nei play-off contro il Bayer Leverkusen, la squadra di Stefano Pioli ha deluso le aspettative anche in campionato, dove ora si trova a metà classifica, ben lontana dalle posizioni di vertice, mentre in Coppa Italia la Lazio è stata eliminata ai quarti dalla Juventus. 

In Europa League, invece, il ruolino di marcia è invidiabile, con quattro vittorie e due pareggi nella fase a gironi e l’eliminazione del Galatasaray (proveniente dalla Champions) ai sedicesimi di finale. Nel sorteggio, la Lazio ha evitato gli spauracchi Borussia Dortmund, Manchester United, Tottenham, Villareal e Siviglia, in ogni caso lo Sparta Praga non è una squadra da sottovalutare, anzi.

La formazione allenata da Zdenek Scasny occupa il secondo posto nella classifica del campionato ceco, dietro solamente al Viktoria Plzen, e nel turno precedente di Europa League si è sbarazzato del Krasnodar, squadra russa che nella fase a gironi si è tolta la grossa soddisfazione di battere il Borussia Dortmund, scippandogli il primo posto nel gruppo C. L’obiettivo primario per la Lazio sarà quello di segnare almeno un gol in trasferta per mettere in difficoltà gli avversari, e magari vincere già all’andata per poi affrontare serenamente il match di ritorno allo Stadio Olimpico di Roma.

L’ultima volta che Sparta Praga e Lazio si sono affrontate è stata nell’edizione 2003-2004 di Champions League, precisamente nella fase a gironi: l’andata all’Olimpico finì 2-2, il ritorno a Praga vide la formazione locale prevalere nel finale per 1 a 0, eliminando i biancocelesti dal torneo. Il bilancio è comunque a favore della Lazio, con due successi, un pari e una sconfitta. Nello Sparta Praga di oggi, gli uomini più pericolosi sono gli attaccanti Lafata e Fatai (da tenere d’occhio anche il centravanti) Julis, a centrocampo non va sottovalutato un giocatore come Dockal che nella Synot Liga (la Serie A ceca, per capirci) ha segnato cinque gol.

Pioli farà affidamento sui gol di Djordjevic e Matri, che si piazzeranno davanti ai trequartisti Candreva, Felipe Anderson e Milinkovic-Savic, autori finora di due gol ciascuno in quest’ultima edizione di Europa League. Per quanto riguarda gli infortuni, Scasny dovrà sicuramente rinunciare a Stech, mentre nella Lazio è ancora out De Vrij, assente da inizio stagione per un serio infortunio al ginocchio. Da valutare anche le condizioni di Radu e Matejovsky.

I bookmaker che Sparta Praga-Lazio sarà una partita equilibrata: il fattore campo potrebbe fare la differenza, e in casa i cechi avranno tutto il sostegno del pubblico a loro favore, con i biancocelesti che giocheranno praticamente in una bolgia. Su Sisal Matchpoint, l’1 viene dato a 2,75; la quota dell’X è stata fissata da Bet365 a 3,30, mentre un eventuale successo esterno della Lazio (con il quale la formazione di Pioli ipotecherebbe la qualificazione ai quarti) viene pagato 2,80 su 888. La quota dell’Under è fissata a 1,68 su Eurobet, mentre quella dell’Over a 2,20 su Betfair: le agenzie di scommesse ritengono che Sparta Praga-Lazio non sarà una partita ricca di gol.

Sparta Praga-Lazio sarà trasmessa in diretta tv e in esclusiva da Sky, che detiene i diritti televisivi dell’Europa League fino al 2018. Dagli ottavi di finale, la pay-tv satellitare trasmetterà tutti gli incontri, compreso questo, che andrà sui canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1. Il match sarà visibile anche in chiaro sul canale TV8, decisamente una buona notizia per tutti i tifosi biancocelesti che non hanno sottoscritto un abbonamento a Sky e che potranno dunque vedere all’opera i propri beniamini.

Per i clienti al pacchetto Sport, sul canale Sky Supercalcio andrà in onda il programma “Diretta Gol” che mostrerà le immagini in contemporanea da tutti i campi, per rimanere aggiornati sui risultati di tutte le gare in programma. Gli abbonati che saranno impossibilitati a stare davanti al televisore potranno usufruire della diretta streaming video grazie a Sky Go, l’app installabile sui dispositivi mobili che consente di guardare i programmi della pay-tv anche tramite smartphone e tablet.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori