Pagelle/ Frosinone-Udinese (2-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 28^ giornata)

- La Redazione

Le pagelle di Frosinone-Udinese: Fantacalcio, i voti della partita di Serie A disputata allo stadio Matusa domenica 6 marzo 2016, valida per la 28^giornata di campionato

Frosinone_lontano
(dall'account Twitter ufficiale @Frosinone1928)

Il Frosinone vince per 2-0 la sfida-salvezza al Matusa contro il Frosinone e rientra con prepotenza nella lotta salvezza. Decidono le reti di Ciofani al 12 minuto, destro potente e rasoterra dal limite che beffa Karnezis, e il colpo di testa vincente nella ripresa di Blanchard al 60. Con questa vittoria il Frosinone si porta a solo un punto dal Palermo, impegnato questa sera nel posticipo contro lInter, mentre lUdinese si vede avvicinare proprio il Frosinone, distante soli 4 punti, rientrando pericolosamente nelle brutte acque della classifica.

E stata una partita interessante in cui si è visto un buono spettacolo, senza però grandi colpi di scena con il Frosinone in dominio sugli avversari per tutta la sfida.

Prestazione difensiva perfetta e grande determinazione in attacco. La squadra di Stellone ha dominato gli avversari questoggi senza mai abbassare la concentrazione, portandosi a casa una vittoria fondamentale per le sorti della stagione.

Tanti meriti per il Frosinone, ma anche tanti demeriti per lUdinese. Tanti errori di concentrazione in fase difensiva e prestazione deludente di tutto il reparto offensivo.

Commette qualche errore di troppo, ma senza condizionare la partita.

Il primo tempo della sfida fra Frosinone e Udinese, gara valida per la 28^ giornata di Serie A, si chiude sul risultato temporaneo di 1-0, grazie al gol di Ciofani al 12 minuto. La squadra di Stellone rincorre una salvezza che avrebbe del clamoroso, ma è ancora possibile visti i soli quattro punti che separano i gialloazzurri dal quartultimo posto occupato dal Palermo, impegnato nel posticipo a San Siro contro lInter. Stellone per centrare una fondamentale vittoria questoggi sceglie di ritornare il modulo del 4-4-2, per abbandonare il 4-3-3 visto negli ultimi impegni. La porta viene difesa da Leali, davanti a lui la difesa a quattro è composta da Rosi, Ajeti, Blanchard e Pavlovic. A centrocampo agisce Gori insieme a Frara, che sostituisce lo squalificato Sammarco, con Paganini e Kragl in azione sulle fasce. In attacco Stellone si affida alla coppia desperienza formata da Ciofani e Dionisi, autori di 7 gol a testa in questa stagione. Colantuono si presenta al Matusa schierando la sua squadra con un modulo a specchio rispetto agli avversari. Per lUdinese in porta cè Karnezis, in mezzo alla difesa Danilo affianca Felipe, con Piris e Ali Adnan schierati sulle corsie esterne di difesa. A centrocampo Guilherme agisce al fianco di Kuzmanovic e Badu, mentre al centro dellattacco lallenatore dei friulani si affida a Totò Di Natale, supportato sulle fasce da Thereau e Bruno Fernandes. Arbitra il sig. Rizzoli. Dunque Frosinone in vantaggio con merito alla fine del primo tempo. La squadra di Stellone ha giocato un grande primo tempo con alta intensità e determinazione tenendo alle corde lUdinese di Colantuono che è venuta fuori soltanto nel finale. Il risultato si sblocca al 12 minuto grazie a Ciofani che con una conclusione rasoterra dal limite con il destro batte Karnezis. Lestremo difensore dellUdinese calcola male i tempi e prova ad intervenire con un colpevole ritardo. Dopo il gol del Frosinone ci si aspettava una reazione degli ospiti che però non è arrivata e ha permesso al Frosinone di continuare a creare azioni da gol, ma i ragazzi di Stellone hanno sprecato tanto sotto porta. Nel finale lUdinese è riuscita a rendersi veramente pericolosa, con una conclusione con il destro da dentro larea da parte di Thereau, ma Leali con un bellissimo intervento ha respinto la conclusione del francese e ha permesso alla squadra gialloazzurra di andare a riposo in vantaggio.

D. CIOFANI 7 KRAGL 6 BADU 6 KARNEZIS 5

Sull’unica conclusione pericolosa degli avversari risponde presente con un grande intervento. Per il resto fa soltanto buona guardia.

Prestazione sufficiente in entrambe le fasi. Contiene bene in difesa le incursioni di Adnan e non delude anche in zona offensiva.

Poco lavoro per la difesa del Frosinone quest’oggi. L’ex Basilea comunque tiene fede alla sua esperienza facendosi trovare sempre pronto ed in posizione.

E’ un muro invalicabile per gli avversari in difesa e quando avanza in fase offensiva sono dolori per i difensori bianconeri. Ottima prestazione coronata con il gol che chiude la partita.

Recupera all’ultimo da un problema fisico e prende parte alla partita. Gioca bene in entrambe le fasi e con la sua punizione confeziona l’assist per il gol di Blanchard.

Non incide sulla partita, ma dà una buona mano alla sua squadra in entrambe le fasi di gioco.

DAL 90’ GUCHER: S.V.

Fa tanto lavoro oscuro in mezzo al campo, ma prezioso ai fini del risultato. Sostituisce una colonna portante di questo Frosinone come Sammarco senza farlo rimpiangere alla tifoseria frusinate.

DALL’82’ CHIBSAH: S.B.

Gioca con intraprendenza e vivacità ed è una spina nel fianco per la difesa ospite.

E’ un vero mastino in mezzo al campo recuperando numerosi palloni e si rende pericoloso spesso in zona gol.

Duetta bene con Ciofani e sfiora più volte la gioia personale. Si sacrifica spesso per dare man forte alla sua difesa.

DALL’89’ CARLINI: S.V.

Parte con molta carica e con il suo gol sblocca la partita. Nel secondo tempo cala di intensità.

Partita perfetta di tutta la squadra. Con questo successo centra la sua settima vittoria stagionale e vede la sua squadra ritornare prepotentemente a lottare per la salvezza.

Ha parecchie colpe sul primo gol subito nel primo tempo. Nella ripresa rimedia in parte con delle buone parate.

Prestazione deludente in entrambe le fasi di gioco.

Non commette grossi individuali, ma non riesce mai a infondere sicurezza al reparto.

DAL 15’ HERTAUX 5: Perde il duello aereo con Blanchard in occasione del secondo gol e gioca con troppa sufficienza.

In difesa gioca una gara insufficiente e non riesce mai a creare buoni spunti sulla sua fascia.

Prova a scuotere la squadra dopo il primo gol subito, ma senza successo. Colantuono nella ripresa lo sacrifica per primo.

DAL 59’ MATOS 5,5: Entra con troppo nervosismo e non riesce a rimediare alla prestazione deludente dell’attacco friulano.

Prestazione opaca. Si vede pochissimo negli sviluppi della gara.

Dà una buona mano in difesa, ma non riesce ad essere incisivo sul gioco come il resto del centrocampo.

Compie numerosi errori e regala tantissimi palloni agli avversari.

Prova ad inventare qualcosa dai calci piazzati con scarso successo. Non ci mette grinta e determinazione e la sua nave senza il suo capitano affonda.

E’ l’unico attaccante a creare un occasione degna di nota nel primo tempo. Nella ripresa si innervosisce moltissimo e Colantuono lo sostituisce per evitare guai peggiori.

DAL 69’ PERICA 5,5: Con il suo ingresso in campo le cose non cambiano.

La sua squadra va allo sbaraglio contro un avversario più organizzato, più creativo e più determinato.

(Paolo Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori