Probabili formazioni/ Manchester City-Psg: quote, i migliori. Ultime novità live (Champions League ritorno quarti, oggi 12 aprile 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Manchester City-Psg: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca all’Etihad Stadium, valida per il ritorno dei quarti di finale di Champions League

CityLeagueCup2016
Foto Infophoto
Pubblicità

Quali sono i calciatori migliori di Manchester City-Psg? Andiamo a vedere quali si sono distinti, nelle formazioni di Champions League, per minuti in campo e gol. Nel Manchester City il portiere Joe Hart ha giocato 801 minuti, lasciandone appena 9 al suo collega Willy Caballero; tra i giocatori di movimento spicca Fernandinho con 780 minuti, seguito da Yaya Touré con 675. Per quanto riguarda i gol, ne hanno 3 a testa Raheem Sterling e Wilfried Bony ma l’ex Liverpool li ha messi insieme in 537 minuti, contro i 278 dell’attaccante ivoriano che dunque nei fatti ha segnato una rete a partita. Anche nel Psg il più presente è il portiere: Kevin Trapp non ha saltato nemmeno un minuto di questa Champions League, giocandone 810 sugli 810 disponibili (recupero escluso). Lo segue con soli 20 minuti in meno Zlatan Ibrahimovic, poi Blase Matuidi che ne ha 761 ma questa sera è squalificato. Ibrahimovic è anche il cannoniere della squadra: 5 gol per lui, la media di uno ogni 158 minuti.

Pubblicità

Comincia tra poco: il bluff di Laurent Blanc è stato svelato e, nelle probabili formazioni della formazione transalpina, non figura Marco Verratti. Il centrocampista della Nazionale andrà in tribuna: era una scelta che, stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, era già stata concordata con il suo allenatore per arrivare al top agli Europei. Senza di lui quindi Blanc ha un dubbio: schierare a centrocampo Javier Pastore o Angel Di Maria (più difficile la soluzione Stambouli). Con Pastore, Di Maria giocherebbe regolarmente nel tridente offensivo; il Flaco però non è al top e dunque prende corpo anche la soluzione di spostare l’argentino sulla linea dei centrocampisti, inserendo dunque Lucas come esterno destro al fianco di Ibrahimovic (con Cavani dall’altra parte). 

Pubblicità

È una partita che entrambi gli allenatori devono curare nei minimi dettagli; per questo motivo Manuel Pellegrini ha ancora dei dubbi che riguardano la formazione per questa sera. I terzini dovrebbero essere come detto Zabaleta e Clichy, ma Kolarov si gioca una maglia fino all’ultimo per la sua capacità di proporsi in zona gol anche con tiri da fuori; un posto lo vuole anche Samir Nasri, una valida alternativa sulla trequarti partendo centralmente, magari sostituendo Jesus Navas così da dirottare David Silva sulla corsia destra, dove può essere pericoloso andando a rientrare sul mancino per provare la conclusione o l’assist in verticale. L’ultimo dubbio riguarda Vincent Kompany; il difensore belga ci prova, qualora non dovesse farcela a giocare in mezzo saranno Otamendi e Mangala – altrimenti uno dei due rimarrà in panchina, da valutare quale sarà nel caso la scelta di Pellegrini. 

In attesa di conoscere le definitive formazioni di Manchester City-Psg, studiamo i moduli con cui le due squadre si giocheranno l’accesso alla semifinale di Champions League. Il modulo 4-2-3-1 sarà sicuramente il più adatto al Manchester City per tentare di superare il turno anche perché c’è bisogno sicuramente di difendere il risultato di due a due ma soprattutto di attaccare quando il Psg si scoprirà e sarà in quel momento che il City dovrà attaccare e mettere dentro il pallone della qualificazione. Dall’altra parte ci sarà il 4-3-3 del Psg che sicuramente dovrà cercare il gol senza scoprirsi ulteriormente e tentare il grande assalto alla Champions League visto che la Ligue 1 è già stata conquistata. Il Psg dovrà certamente capire come fare a battere la difesa del Manchester City che in questa stagione ha subito sicuramente tante reti e potrebbe subire i colpi di Cavani, Ibrahimovic e Di Maria.

Ci sono grandi bomber nelle formazioni di Manchester City-Psg, ritorno dei quarti di finale di Champions League. I Citizens punteranno principalmente su Sergio Aguero, attaccante argentino che in stagione ha siglato 23 gol, 2 in Champions League nelle otto partite giocate Un giocatore importante che vorrà certamente migliorare il proprio score realizzativo e cercherà di portare la squadra in semifinale per la prima volta nella storia del club. Contro però ci sarà Zlatan Ibrahimovic, 39 gol in stagione: numeri impressionanti, con 5 gol in 9 presenze in Champions League con la maglia del Psg (e 30 in campionato, in corsa per la Scarpa d’Oro destinata al miglior realizzatore europeo). Calciatore dalle qualità importanti che potrebbe fare la differenza anche nel ritorno dei quarti di finale di Champions League. Una sfida certamente di grande valore tra due giocatori di grande qualità che si sfideranno a colpi di genio.

Il ritorno di Champions League Manchester City-Psg, per i quarti di finale, si gioca questa sera dopo il 2-2 maturato al Parco dei Principi. Sono tanti i protagonisti per le due formazioni con i vari David Silva, Aguero nel City, in particolare l’argentino dovrà dimostrare di essere un calciatore importante in grado di poter trascinare la squadra verso la semifinale e magari sfidare il suo amico Messi con il Barcellona. Dall’altra parte però ci sarà Zlatan Ibrahimic che all’andata riuscì a sbagliare un calcio di rigore ma anche a siglare il gol dell’uno a uno momentaneo. Lo svedese non vuole assolutamente mancare a questo appuntamento e vuole vincere la Champions League.

, una partita tutta da vivere: nelle formazioni del ritorno dei quarti di Champions League ci sono dei giocatori che possono rappresentare una sorta di jolly, ovvero risultare decisivi quanto e più dei grandi protagonisti attesi. Per esempio Fernandinho: arrivato al Manchester City nel 2013, dallo Shakhtar Donetsk, si è subito rivelato un ottimo regista che non disdegna la zona gol (nel 2007-2008 segnò 11 gol nel campionato ucraino) ed è spesso fondamentale per dettare i ritmi e dare ordine al gioco del City, al fianco di Yaya Touré che preferisce progressioni palla al piede. Il possibile jolly del Psg è Maxwell: a 34 anni il terzino sinistro brasiliano è ancora un giocatore importante per la sua squadra, magari meno reclamizzato di altri ma con grande esperienza europea (87 presenze in Champions League) e già tante realtà vissute. Da lui partono assist importanti per gli attaccanti e, spesso e volentieri, si tratta di un giocatore offensivo aggiunto.

Si avvicina: una partita importantissima per entrambe le squadre, che purtroppo dovranno fare a meno di alcuni calciatori. Nel Manchester City rimane fuori Raheem Sterling: il calciatore più pagato nella storia del calcio inglese (68 milioni di euro) ha già segnato, con 10 partite in meno, lo stesso numero di gol che aveva messo insieme lo scorso anno con il Liverpool (11) ma forse ci si aspettava qualcosa in più da un classe ’94 che dava l’impressione di poter dominare a lungo. Resta un’assenza pesante perchè priva Manuel Pellegrini di un giocatore rapido e veloce sul fronte offensivo; ancora più importanti le defezioni, nel Psg, di David Luiz e Blaise Matuidi: due delle colonne portanti della formazione transalpina sono costretti a saltare questa partita dell’Etihad per squalifica, potendo tornare a disposizione, eventualmente, per la semifinale di andata.

, partita valida per il ritorno dei quarti di finale di Champions League, si gioca alle ore 20:45 di questa sera; all’Etihad le due squadre ripartono dall’emozionante 2-2 di sei giorni fa. Un risultato che dà un leggero vantaggio agli inglesi sulla strada che porta in semifinale; in ogni caso abbiamo già visto come il Psg sia in grado di vincere in trasferta, e dunque il pronostico è del tutto aperto. Arbitra la partita lo spagnolo Carlos Velasco Carballo: andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Manchester City-Psg.

Ecco le quote Snai per Manchester City-Psg ritorno dei quarti di finale di Champions League: ci dicono che il segno 1 (vittoria Manchester City) vale 2,65, il segno X (pareggio) vale 3,50 mentre il segno 2 (vittoria Psg) vale 2,55 volte la cifra messa sul piatto.

Qualche problema in meno per Manuel Pellegrini dal punto di vista degli infortuni: recuperato Yaya Touré, ci saranno anche David Silva e Aguero. Da valutare invece Kompany, che solo domenica ha ripreso ad allenarsi con la squadra: difficile, ma potrebbe essere in campo al fianco di uno tra Otamendi e Mangala (più probabile il primo). Sulle corsie invece dovrebbe esserci ancora spazio per Zabaleta e Clichy, che al momento restano favoriti sui loro diretti concorrenti per il ruolo; a centrocampo Yaya Touré dovrebbe scalare nella sua posizione di mediano, affiancando Fernandinho che si occuperà della regia e liberando così la corsia destra dello schieramento per Jesus Navas.

Mancherà ancora Sterling, come confermato dal club: questo significa che De Bruyne farà nuovamente il titolare partendo dalla corsia sinistra, ma potendosi scambiare la posizione con David Silva che come al solito sarà libero di svariare su tutto il fronte. Aguero ovviamente sarà la prima punta; più difficile vedere in campo dal primo minuto Nasri, il cui cambio di passo potrà comunque essere utile a partita in corso.

Il Psg gioca la partita più importante della stagione senza David Luiz e Matuidi, che sono squalificati; in compenso però sono tornati a disposizione Verratti e Pastore, e anche Aurier ha preso parte alla trasferta inglese. Dunque nel 4-3-3 di Laurent Blanc ci sarà in campo Van der Wiel: l’olandese giocherà come terzino destro, perchè Marquinhos deve scalare al centro andando ad affiancare Thiago Silva nella coppia centrale che proteggerà il portiere Trapp.

A sinistra gioca Maxwell, mentre al centro di fatto Verratti prende il posto di Matuidi rispetto alla partita di andata: confermati ovviamente Thiago Motta e Rabiot, l’ex del Pescara giocherà come mezzala destra. Davanti invece i dubbi sono pochi: Ibrahimovic, che ha sulla coscienza il rigore sbagliato sei giorni fa, guiderà l’attacco del Psg e avrà come aiuto sulle corsie Di Maria, uno dei grandi segreti di questa squadra, e Cavani.

 

 1 Hart; 5 Zabaleta, 4 Kompany, 30 Otamendi, 22 Clichy; 42 Yaya Touré, 25 Fernandinho; 15 Jesus Navas, 21 David Silva, 17 De Bruyne; 10 Aguero

A disposizione: 13 Caballero, 3 Sagna, 20 Mangala, 11 Kolarov, 6 Fernando, 8 Nasri, 14 Bony

Allenatore: Manuel Pellegrini

Squalificati: –

Indisponibili: Sterling

 1 Hart; 5 Zabaleta, 4 Kompany, 30 Otamendi, 22 Clichy; 42 Yaya Touré, 25 Fernandinho; 15 Jesus Navas, 21 David Silva, 17 De Bruyne; 10 Aguero

A disposizione: 30 Sirigu, 19 Aurier, 20 Kurzawa, 4 Stambouli, 27 Pastore, 7 Lucas, 35 Ongenda

Allenatore: Laurent Blanc

Squalificati: David Luiz, Matuidi

Indisponibili: –

 

Arbitro: Carlos Velasco Carballo (Spagna)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori