Diretta / Verona-Frosinone (risultato finale 1-2) info streaming video e tv: Frara gela il Bentegodi al 92 minuto (Serie A 2016, oggi 17 aprile)

- La Redazione

Diretta Verona-Frosinone: info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Serie A in programma domenica 17 aprile 2016 allo stadio Bentegodi, valida per la 33^giornata

jankovic_bosko
Bosko Jankovic, 32 anni, centrocampista serbo dell'Hellas Verona (INFOPHOTO)

E’ terminato da pochi minuti l’incontro Hellas Verona-Frosinone sul risultato di 1-2, sono stati quindi i ciociari ad avere la meglio proprio al 92′ col proprio capitano Frara che ci ha creduto fino all’ultimo minuto quando Paganini ha messo dentro un cross che ha trovato il suo compagno tutto solo al centro dell’area che ha appoggiato in rete di testa. La squadra di Stellone ha così vinto questo spareggio che lascia quindi aperte le speranze di salvezza. All’82’ occasione per i padroni di casa con Pazzini che si è liberato di Pryima commettendo anche fallo ma, dopo esser penetrato in area di rigore, ha cercato un passaggio rasoterra che ha intercettato Crivello che ha messo in calcio d’angolo anticipando tutti. Al 87′ è stato bravo Toni a mettere dentro un bel cross per Pazzini che non è riuscito a deviare in rete per pochissimo. Ultime due sostituzioni per i due allenatori che hanno mandato in campo rispettivamente Wszolek e Soddimo al posto di Albertazzi e Gucher. Dopo 4 minuti di recupero il sign.Doveri ha così decretato la fine di questo incontro molto intenso..

Quando siamo giunti all’85 minuto della partita tra Hellas Verona e Frosinone  Al 64′ l’Hellas Verona ha trovato il pareggio con Bianchetti, sul calcio d’angolo di Viviani, Pazzini è stato bravo a deviare di testa trovando il difensore scaligero sul secondo palo che ha appoggiato in rete da due passi. Subito dopo il pareggio i padroni di casa sono anche andati vicinissimo al vantaggio con Toni, Juanito Gomez ha colpito di testa trovando la respinta di Leali sulla quale si è avventato il centravanti gialloblu che però ha messo incredibilmente fuori da due passi in scivolata.  Al 70′ Stellone ha effettuato la seconda sostituzione mandando in campo il più offensivo Carlini al posto dell’esausto Gori. Ora i padroni di casa ci credono e provano a spingersi in avanti alla ricerca di una vittoria che potrebbe riaprire le speranze di salvezza per la squadra di Delneri.

E’ ricominciata da circa dieci minuti il secondo tempo della partita Hellas Verona e Frosinone, con il punteggio fermo sullo 0 a 1, decide finora la rete segnata da Russo al 15′. La ripresa si è aperta con due sostituzioni, una per parte: Delneri ha deciso di mandare in campo Giampaolo Pazzini al posto del deludente Jankovic, provando ad aumentare il peso offensivo della sua squadra, mentre Stellone ha dovuto lasciare negli spogliatoi Kragl non al meglio della condizione mandando in campo il più difensivo Chisbah. Il Frosinon ha certamente iniziato meglio, con un atteggiamente propositivo e con la volontà di mantenere il possesso del pallone anche l’inserimento di un centrocampista in più. La situazione sembra veramente complicata per i padroni di casa che non riescono a creare pericoli alla retroguardia avversaria.

Si è concluso da pochi minuti il primo tempo della partita tra Hellas Verona e Frosinone sul risultato di 0 a 1. Gli ospiti hanno quindi concluso in vantaggio la prima frazione di gioco grazie alla rete segnata da Russo al 15′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dopo aver subito lo svantaggio, i padroni di casa però non sono riusciti a costruire occasioni da rete, visto che l’unico tentativo è stato quello di Juanito Gomez che ha provato il gran tiro dalla distanza mettendo fuori di poco. Anzi sono stati gli ospiti a sfiorare il raddoppio con Kragl al 38, la cui conclusione è terminata fuori di poco, ma soprattutto al 39′ con Ciofani che, dopo aver controllato il passaggio di Russo, ha calciato colpendo in pieno il palo della porta scaligera. Si sono conclusi dopo 2 minuti di recupero e tra i fischi del pubblico di casa, i primi 45 minuti di gioco che sono stati contraddistinti dal nervosismo più che dal gioco delle due squadre che hanno evidenziato notevoli lacune in fase di costruzione del gioco.

Siamo giunti al 30 minuto  della sfida tra Hellas Verona e Frosinone valida per la 33^ giornata di Serie A e il risultato si è sbloccato al 15′ quando Russo ha portato in vantaggio gli ospiti. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il difensore ciociaro ha ricevuto palla dopo una deviazione all’altezza del primo palo, calciando di prima intenzione ed insaccando sotto la traversa dell’incolpevole Gollini. La gara è sempre molto tesa e maschia visto che i contrasti ed i falli non mancano assolutamente, anzi finora sono stati i veri protagonisti qui al Bentegodi. Dopo aver subito lo svantaggio, i padroni di casa hanno immediatamente provato a reagire con Juanito Gomez che ha tentato una conclusione dalla distanza che ha sfiorata la traversa. Al 21′ Delneri è giù stato costretto ad effettuare una sostituzione visto che ha dovuto far uscire Helander per i postumi di un contrasto aereo con Paganini avvenuto nei primi minuti di gioco, il greco Moras ne ha preso il posto nel centro della difesa.

Allo Stadio Bentegodi di Verona, l’Hellas sta affrontando il Frosinone nella sfida valida per la 33^ giornata di Serie A e, quando la partita è iniziata da dieci minuti, il risultato è di 0 a 0. Vero e proprio spareggio tra due formazioni che, dopo la vittoria conquistata dal Carpi ieri contro il Genoa, sono assolutamente costrette a cercare i 3 punti per tenere ancora aperte le speranze di raggiungere una salvezza che attualmente è molto complicata. Dai due attacchi peggiori del campionato non ci aspettiamo assolutamente una partita ricca di gol anche se il bisogno dei tre punti potrebbe creare degli spazi invitanti in avanti. Inizio di gara molto teso ed anche disordinato da parte delle due formazioni che giocano con molta foga ma con precisione finora. Al 6′ la prima occasione capita tra i piedi di Emanuelson che, lanciato dall’ottimo contropiede di Ionita, ha calciato malamente sopra la traversa. L’importanza della posta in palio sta però spostando l’incontro sui binari della tensione che sta determinando molti contrasti discussioni in campo

Verona-Frosinone è una partita delicatissima per la salvezza: ultime possibilità per gli scaligeri, che oggi possono accorciare a -2 dai ciociari ma resterebbero comunque a 6 punti dal Carpi che ha vinto ieri. Il Frosinone, con una vittoria esterna, tornerebbe a credere in una missione che sembrava disperata ma sulla quale non è ancora stata scritta la parola fine. Calcio dinizio alle ore 15, ecco le formazioni ufficiali. VERONA (4-3-3): Gollini; E. Pisano, Bianchetti, Helander, Albertazzi; Viviani, Ionita, Jankovic; Juanito Gomez, Toni, Emanuelson. Allenatore: Delneri. FROSINONE (4-3-3): Leali; Rosi, Pryima, A. Russo, Crivello; Frara, Gucher, Gori; Kragl, D. Ciofani, Paganini. Allenatore: Stellone 

La partita Verona-Frosinone sarà diretta dall’arbitro Daniele Doveri. Il direttore di gara, in questa stagione, ha arbitrato quattordici gare estraendo in totale settantuno cartellini rossi e quattro doppi gialli, mentre non ha utilizzato alcun cartellino rosso. Nel corso di questo campionato 2015/2016 Doveri ha già diretto un match del Verona contro il Chievo terminato 1-1 ed un match de Frosinone contro il Palermo perso per 4-1 dagli uomini allenati da Stellone. Nelle scorse stagioni, invece, il direttore di gara ha arbitrato tre gare del Verona al Bentegodi estraendo cinque cartellini gialli ai gialloblù e nessun cartellino rosso. Solo una gara arbitrata al Frosinone lontano dalle mura casalinghe ed ha utilizzato tre cartellini gialli e nessun rosso. I suoi assistenti saranno Giallatini e Lo Cicero, il quarto uomo sarà Carbone. 

Analizziamo le statistiche per il match Verona-Frosinone. I padroni di casa in questo campionato hanno segnato ventisette gol, di cui nove tra il 60′ ed il 75′ ed un solo gol nei primi quindici minuti di gare. I gol subiti, invece, sono stati cinquantaquattro: dodici tra il 60′ ed il 75′ e sette tra il 15′ ed il 30′. Il numero totale di attacchi ammonta a cinquecentonovantadue, centoventitré sono stati invece i tiri in porta. Passiamo al Frosinone, con gli uomini di mister Stellone che hanno segnato ventinove gol in campionato: due nei primi quindici minuti, sei tra il 75′ ed il 90′. I gol subiti sono stati invece sessanta: dodici tra il 60′ ed il 75′ e tre nei primi quindici minuti. Il numero totale di attacchi ammonta a cinquecentonove, i tiri in porta sono stati invece centotrentuno.

Analizziamo la chiave tattica del match Verona-Frosinone. Mister Del Neri schiererà un 4-2-3-1 in campo, con Pazzini unica punta in attacco supportato però da Rebic, Gomez e Wszolek. Importante il ruolo degli esterni: Pisano ed Albertazzi verranno schierati sulle fasce mentre Bianchetti e Samir saranno centrali di difesa. In cabina di regia, invece, spazio a Viviani e Ionita, utili a smistare tutti i palloni. Passiamo al Frosinone, con mister Stellone che invece si affiderà ad un 4-3-3, modulo prettamente offensivo visto che punta sul tridente composto da Kragl, Ciofani e Dionisi. In cabina di regia sarà molto importante il pressing, ad opera di Frara, Gucher e Gori mentre sulle corsie esterne agiranno i soliti Rosi e Pavlovic che dovranno aiutare i centrali di difesa Pryima e Russo.

Sarà diretta dall’arbitro Daniele Doveri della sezione di Roma 1. Ultima chiamata per l’Hellas Verona di Gigi Delneri, che domenica 17 aprile 2016 alle ore 15:00 riceve il Frosinone allo stadio Marcantonio Bentegodi.  Mancano sei giornate al termine del campionato e per il Verona la retrocessione rimane vicina: gli scaligeri sono ultimi in classifica con 22 punti e distano 8 lunghezze dalla quota salvezza, rappresentata dai 28 punti del Carpi. Il Frosinone invece si trova in penultima posizione con 27 punti e vede quindi più vicina la linea di galleggiamento. Si capisce come un eventuale pareggio nella gara del Bentegodi suonerebbe come una sconfitta per l’Hellas Verona, mentre potrebbe fare più al caso del Frosinone che però rischierebbe di vedersi staccare dal Palermo, impegnato allo Juventus Stadium contro la capolista. Urge vincere e si prospetta quindi una partita aspra e tirata fino all’ultimo, tra due squadre che per ragioni diverse non sono mai riuscite ad uscire dalla zona calda della graduatoria. 

Il Verona deve fare a meno del difensore francese Souprayen, espulso nel corso del match di domenica scorsa contro il Napoli che ha visto gli scaligeri soccombere per 3-0 al San Paolo; mister Delneri ha deciso per la seconda occasione consecutiva di escludere dai convocati Luca Toni, ascrivendo la decisione alla categoria delle ‘scelte tecniche’. Vedremo se il bomber modenese, che in questo campionato ha siglato 5 reti, sarà richiamato in causa per la partita contro il Frosinone che come si detto si presenta di fondamentale importanza.

Indisponibili per infortunio invece il difensore svedese Helander e il laterale algerino Fares, non al meglio l’attaccante Siligardi. Verona che nelle ultime cinque giornate ha raccolto risultati altalenanti: dal 5 marzo ad oggi sconfitta interna contro la Sampdoria (0-3), pareggio a Firenze (1-1) poi il pesante ko interno per mano del Carpi (1-2), il riscatto a Bologna (0-1) e la sconfitta di cui sopra a Napoli.

In casa la formazione gialloblù ha raccolto 12 dei suoi 22 punti ottenendo 2 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte in 16 esibizioni davanti al pubblico amico.

Anche il Frosinone viaggia meglio in casa che fuori: il bilancio esterno dei ciociari registra una sola vittoria, quella del 13 febbraio scorso sul campo dell’Empoli (1-2); nelle altre 14 trasferte 2 pareggi, a Torino con la Juventus (1-1 alla quinta giornata) e a Reggio Emilia contro il Sassuolo (2-2 il 6 gennaio), e 12 ko.

La squadra allenata da Roberto Stellone non vince da quattro giornate e nell’ultima è stata sconfitta di Misura dall’Inter, corsara al Matusa grazie al gol di Icardi nel secondo tempo. Per la sfida del Bentegodi un rientro importante: quello del top scorer Federico Dionisi (8 gol in campionato al pari del compagno di reparto Daniel Ciofani) che rientra dopo il turno di squalifica; rimane invece indisponibile per infortunio il centrocampista Paolo Sammarco.

La partita di Serie A tra Hellas Verona e Frosinone sarà trasmessa in diretta tv da Sky sul canale Calcio 4 HD, il numero 254: telecronaca dalle ore 15:00. I clienti Sky abbonati al pacchetto Calcio potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone; per i non abbonati al pacchetto Calcio il codice d’acquisto pay-per-view è 493153. Sul canale Super Calcio HD (il numero 206) andrà in onda il programma Diretta Gol Serie A, con aggiornamenti in tempo reale dai campi del pomeriggio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori