PAGELLE/ Empoli-Verona (1-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 34^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Empoli-Verona: i voti della partita di Serie A, valida per la 34^ giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Castellani: tutti i giudizi per il Fantacalcio

Empoli2016_Maccarone
Infophoto

L’Empoli vince ancora in casa battendo per 1-0 il Verona di Delneri. Una partita caratterizzata oltre dal gol di Maccarone dall’infortunio muscolare per Luca Toni. Il nervosismo e la voglia di segnare bloccano ancora il Verona che molto probabilmente l’anno prossimo giocherà la Serie B. Tre punti che danno la salvezza matematica all’Empoli.
– Gioca una buona partita di qualità e quantità e gestisce il vantaggio per tutto il match. 
– Si gioca il tutto per tutto nel corso della partita. Bloccata da infortuni e nervosismo. Una sola pecca nella partita. Un contatto tra Souprayen e Paredes che il direttore di gara vede come una simulazione e non come, la grafica ci mostra, un contatto.

Empoli e Verona si giocano una partita che non ha quasi più nulla da dire in questo campionato. Infatti, la posta in palio in questo ultimo turno infrasettimanale della Serie A, potrebbe regalare la salvezza matematica ad un Empoli già praticamente salvo, mentre concederebbe delle piccole speranze per la salvezza al Verona, una salvezza che si è allontanata particolarmente dopo le sconfitte con le rivali Carpi e Frosinone. Il risultato al termine del primo tempo è di 0-0 nonostante le grandi palle gol create da entrambe le formazioni. Al quinto Pisano (voto 6) trova in mezzo all’area Ionita (voto 6,5) che impegna in una grande parata Pelagotti (voto 7). Nel dodicesimo tutto solo Maccarone (voto 5,5) non riesce ad angolare il pallone. Al quindicesimo Pazzini (voto 5,5) tutto solo in area sbaglia uno dei suoi gol su un ottimo assist di Siligardi (voto 5,5). Al sedicesimo e al trentasettesimo due grandissime parate da parte di Gollini (voto 7,5) rispettivamente su Pucciarelli (voto 5,5) e Croce (voto 6). Nel finale si fa vedere con una grande parata anche Pelagotti su Wszolek (voto 6) servito da Viviani (voto 6). 

VOTO EMPOLI 6 Partita sufficiente. Crea e prende qualche rischio dietro. MIGLIORE EMPOLI PELAGOTTI 7 Riesce a chiudere diverse traiettorie di tiro importanti per il Verona. PEGGIORE EMPOLI COSIC 5,5 Il meno meglio della sua squadra. Si fa prendere alle spalle più volte da Siligardi e Wszolek.
VOTO VERONA 6 Mantenere la giusta forza nonostante una retrocessione quasi sicura non è per niente facile. MIGLIORE VERONA GOLLINI 7,5 Compie due parate fondamentali e incredibili su Pucciarelli e Croce. PEGGIORE VERONA PAZZINI 5,5 Sbaglia uno dei suoi gol e non riesce ad incidere. (Francesco Gallo)

Ottime parate nel primo tempo su Ionita e soprattutto su Wszolek. Non preso molto in causa nella ripresa.

Gioca una partita sufficiente e viene sostituito subito ad inizio ripresa. ( Buona prova.)

Non gioca un buon primo tempo ma poi cresce nella ripresa sulle palle alte.

Puntuale e preciso in tutti i contrasti aerei.

Non si vede tanto in fase di spinta ma sulla fase difensiva non si passa.

Ottima prova dal punto di vista dello spacco della partita. Merito suo il gol dell’Empoli.

Partita sufficiente e molto nervosa dell’ex Roma.

In crescendo la sua partita. Fenomenale nella ripresa con le sue giocate.

Bravo a sfornare l’assist per Maccarone. ( Sbaglia tanti agganci e palloni facili. Non un buon ingresso.)

In una bella serata per l’Empoli, un punto non positivo è la prestazione del numero vento che sbaglia un gol clamoroso a porta libera.

Ennesima firma stagionale per il bomber toscano che decide anche questa partita.

Mette in campo i soliti undici e vince un’altra partita tra le sue mura.

Due interventi miracolosi nel primo tempo e uno nel secondo. Non può nulla sul gol di Maccarone.

Spinge per tutta partita e conclude con qualche acciacco fisico.

Perde tante volte l’uomo alle spalle.

Non riesce ad intercettare le giocate degli avversari.

Spinge anche lui molto ma fa meno rispetto al suo compagno di reparto.

Il migliore dei suoi, senza considerare il portiere, ma conclude la partita anticipatamente per espulsione.

Rispetto a Paredes dalla parte opposta non riesce proprio ad entrare in partita. Sfortunato Luca Toni che gioca, non benissimo, solo venti minuti e poi abbandona per infortunio.) (Bruttissima entrata in campo, perde tantissimi palloni.)

Corre tanto ma dal punto di vista qualitativo non riesce ad incidere.

Spinge e crea nella prima parte di gara. Cala nella ripresa.

Butta via tante occasioni non centrando la porta da ottima posizione. ( Entra con la voglia giusta ma non trova la porta in alcune occasioni.)

Oltre a sbagliare gol e anon farsi trovare pronto fa pure da schermo ad alcune conclusioni di Toni.

Purtroppo per lui gli infortuni non gli hanno consentito di fare i suoi cambi. Di sicuro l’allenatore non è la causa di questa sconfitta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori