Lista convocati Inghilterra/ Europei 2016 news, i 26 di Hodgson: ci sono Vardy e Rashford, fuori Walcott

- La Redazione

Lista convocati Inghilterra Europei news: Roy Hodgson ha scelto i 26 nomi per la fase finale in Francia. Entro il 31 maggio diventeranno 23: escluso a sorpresa l’esterno dell’Arsenal

hodgson_rooney
Foto Infophoto

Ha deciso: oggi a Londra, con una suggestiva schermata interattiva sul tabellone luminoso posto sulla facciata di Wembley (lo stadio nazionale inglese), l’Inghilterra ha diramato la lista dei 26 giocatori pre-convocati per gli Europei 2016. Ci sarà tempo fino al 31 maggio per tagliarne tre e ufficializzare la lista alla Uefa, poi sabato 11 giugno la deadline per sostituire eventuali infortunati; nella lista di Hodgson figurano due dei grandi protagonisti della cavalcata del Leicester, ovviamente il bomber Jamie Vardy e il metronomo di centrocampo Harry Drinkwater. Stupisce l’assenza di Theo Walcott: alla freccia dell’Arsenal, Hodgson ha preferito Andros Townsend che si è reso protagonista di un buon finale di stagione nel Newcastle, nonostante la retrocessione dei Magpies nel Championship. L’Inghilterra sta vivendo una fase di ringiovanimento, che si era già vista al Mondiale 2014: in questo senso giocatori come Dele Alli (Tottenham) Ross Barkley e John Stones (Everton), Raheem Sterling (Manchester City) ma soprattutto il classe ’97 Marcus Rashford, esploso in questa stagione quasi per caso (Van Gaal lo ha lanciato nello United quando Rooney era infortunato) sono elementi che possono aprire un ciclo in una nazionale che non vince un trofeo dal 1966, e che non ha mai festeggiato fuori dai suoi confini. Nelle qualificazioni agli Europei l’Inghilterra ha sempre vinto, ma era anche inserita in un girone poco complicato; eterna promessa, prova a rilanciarsi con giocatori che, allo stesso modo, cercano riscatto. Come Wayne Rooney, che ha saltato una buona fetta di stagione; come Jack Wilshere, straordinario talento dell’Arsenal troppo spesso frenato dagli infortuni. Dove può arrivare questa Inghilterra non si sa: poche nazionali possono avvalersi di un attacco simile (ci sono anche Harry Kane e Daniel Sturridge) e a centrocampo la qualità non manca, ma la sensazione è che l’addio dei senatori (da Lampard a Gerrard passando per John Terry) non sia ancora stato assimilato al 100%. Da ricordare gli assenti per infortunio: Alex Oxlade-Chamberlain e Danny Welbeck le defezioni più pesanti. (Claudio Franceschini)

 

 Fraser Forster (Southampton), Joe Hart (Manchester City), Thomas Heaton (Burnley)

 Ryan Bertrand (Southampton), Gary Cahill (Chelsea), Nathaniel Clyne (Liverpool), Danny Rose (Tottenham), Chris Smalling (Manchester United), John Stones (Everton), Kyle Walker (Tottenham)

 Dele Alli (Tottenham), Ross Barkley (Everton), Fabian Delph (Manchester City), Eric Dier (Tottenham), Harry Drinkwater (Leicester), Jordan Henderson (Liverpool), Adam Lallana (Liverpool), James Milner (Liverpool), Raheem Sterling (Manchester City), Andros Townsend (Newcastle), Jack Wilshere (Arsenal)

 Harry Kane (Tottenham), Marcus Rashford (Manchester United), Wayne Rooney (Manchester United), Daniel Sturridge (Liverpool), Jamie Vardy (Leicester)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori