Lista convocati Svezia/ Europei 2016 news, la nazionale di Hamren: Ibrahimovic leader di un gruppo giovane

- La Redazione

Lista convocati Svezia: Erik Hamren ha ufficializzato i nomi dei giocatori che parteciperanno alla fase finale degli Europei 2016. Zlatan Ibrahimovic la stella, dubbi sul supporting cast

ibrahimovic_boateng_sveziaR400
Zlatan Ibrahimovic, 34 anni, svedese (INFOPHOTO)

Anche la Svezia ha diramato la lista dei preconvocati in vista degli Europei 2016. Qualificata attraverso il playoff (contro la Danimarca), la nazionale scandinava è stata sorteggiata nel girone dell’Italia – con Belgio e Irlanda – e ha come obiettivo quello di superare il primo turno. Una Nazionale che raramente ha avuto grandi risultati (ma ci sono due secondi posti ai Mondiali, quello casalingo del 1958 e quello del 1994), la Svezia fonda gran parte delle sue speranze su Zlatan Ibrahimovic, indiscusso leader tecnico e carismatico della nazionale. Ibra ha appena dato l’addio al Psg, e si è già scatenato il toto-destinazione: molte delle scommesse puntano verso l’Italia (Milan, ma attenzione al Napoli), in ogni caso dopo aver saltato i Mondiali l’attaccante è del tutto determinato a lasciare il suo segno su questa edizione degli Europei. Il problema è che il supporting cast della Svezia non sembra essere all’altezza: Erik Hamren ha “promosso” alcuni dei giocatori che la scorsa estate hanno vinto l’Europeo Under 21 (Oscar Hiljemark, protagonista a Palermo quest’anno, Victor Lindelof affermatosi nel Benfica, Oscar Lewicki e quel John Guidetti che faceva già parte del giro della nazionale maggiore) ma per il resto non ha troppi giocatori per fare la differenza. Ci sono i veterani Kim Kallstrom, Sebastian Larsson e Marcus Berg, c’è Andreas Isaksson che per la porta è una certezza (ma si gioca il posto con Patrik Carlgren, altro reduce del trionfo in Under 21), c’è Erkan Zengin che è un tuttofare sulla corsia sinistra. Alcuni dei punti oscuri della Svezia riguardano la difesa, non troppo veloce (sono stati convocati anche Pontus Jansson, riserva nel Torino, e l’ex Genoa Andreas Granqvist) e nella mancanza di un’alternativa credibile ai gol di Ibrahimovic, che spesso in nazionale arretra il suo raggio d’azione per diventare rifinitore, aprendo così spazi importanti per i compagni. La sensazione è che per superare il girone la Svezia avrà bisogno di un mezzo miracolo, ma la presenza di quel numero 10 può decisamente cambiare le carte in tavola. Dunque, anche l’Italia è avvisata. (Claudio Franceschini)

 

 Andreas Isaksson (Kasimpasa), Robin Olsen (Copenhagen), Patrik Carlgren (Aik Solna)

 Ludwig Augustinsson (Copenhagen), Erik Johansson (Copenhagen), Pontus Jansson (Torino), Victor Lindelof (Benfica), Andreas Granqvist (Krasnodar), Mikael Lustig (Celtic), Martin Olsson (Norwich)

 Jimmy Durmaz (Olympiacos), Albin Ekdal (Amburgo), Oscar Hiljemark (Palermo), Sebastian Larsson (Sunderland), Pontus Wernbloom (Cska Mosca), Erkan Zengin (Trabzonspor), Oscar Lewicki (Malmoe), Emil Forsberg (Leipzig), Kim Kallstrom (Grasshoppers)

 Marcus Berg (Panathinaikos), John Guidetti (Celta Vigo), Zlatan Ibrahimovic (Psg), Emir Kujocic (Norrkoping)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori